Collaudo statico degli edifici

NEWS DI Leggi e Normative Tecniche01 Maggio 2012 ore 00:31
Secondo le Norme Tecniche delle Costruzioni 08 il collaudo statico di un edificio dà il giudizio sul comportamento e le prestazioni che svolgono funzione portante.
edificio , collaudo statico , struttura portante , prove
Ing. Vincenzo Granato

Direttore LavoriIl comportamento e le prestazioni di un edificio e delle sue parti che svolgono la funzione portante è verificato dal collaudo, a proposito del quale le Norme Tecniche delle Costruzioni 2008 (NTC 2008) precisano che: Il collaudo statico, tranne casi particolari, va eseguito in corso d'opera quando vengono posti in opera elementi strutturali non più ispezionabili, controllabili e collaudabili a seguito del proseguire della costruzione.

L'esito favorevole del collaudo statico definisce il momento a partire dal quale l'edificio può svolgere, in sicurezza, le funzioni per cui è stato progettato e realizzato.

Il collaudo statico prevede la verifica di quanto prescritto dalle norme sia per gli edifici realizzati con materiali disciplinati dal DPR 6/6/2001 n. 380, leggi n. 1086/71 e n. 64/74, sia per quelli realizzati con materiali diversi.

Designazione collaudatore


Generalmente il collaudatore viene designato in fase di progettazione dell'opera, tuttavia esso può essere nominato anche in corso di realizzazione dell'opera o eventualmente sostituto. In ogni caso, il collaudatore deve effettuare tutte le ispezioni necessarie per l'opera nelle varie fasi costruttive, con particolare attenzione alle ispezioni sugli elementi strutturali.

Le ispezioni strutturali dell'opera devono essere sempre eseguite alla presenza del Direttore dei lavori e del Costruttore; il collaudatore deve verificare, in primis, la conformità del costruito con i progetti, che siano state realizzate tutte le prescrizioni progettuali ed infine che siano state realizzate le prove sperimentali sui materiali adottati.

Un caso particolare è quello delle costruzioni eseguite in procedura di garanzia di qualità, il collaudatore, in tal caso, oltre alle verifiche precedentemente descritte deve prendere conoscenza anche dei contenuti dei documenti di controllo qualità e del registro delle non conformità.

Provini e prove di carico


I certificati sui provini dei materiali utilizzati per le nuove costruzioni devono essere prodotti da laboratori certificati.

La procedura di raccolta dei provini, l'identificazione e la loro classificazione deve essere effettuata dal direttore dei lavori, mentre il collaudatore effettua a sua volta delle verifiche sui seguenti elementi: numero dei prelievi per i provini di cemento effettuati; conformità alle norme delle procedure eseguite; certificati dei controlli in stabilimento e nel ciclo produttivo dei materiali; contenuto dei verbali e dei risultati di tutte le prove dei laboratori fatte eseguire dal Direttore dei lavori.

Il collaudatore ha, inoltre, la possibilità di esaminare tutto quanto possa destare dei dubbi sulle opere realizzate e le procedure adottate, infatti le norme precisano che:

il Collaudatore, nell'ambito delle sue responsabilità, dovrà inoltre esaminare il progetto dell'opera, l'impostazione generale della progettazione nei suoi aspetti strutturale e geotecnico, gli schemi di calcolo e le azioni considerate, esaminare le indagini eseguite nelle fasi di progettazione e costruzione come prescritte nelle norme, esaminare la relazione a strutture ultimate del Direttore dei lavori, ove richiesta.

Getto cementoInoltre, ancora le NTC affermano che il Collaudatore potrà richiedere di effettuare tutti quegli accertamenti, studi, indagini, sperimentazioni e ricerche utili per formarsi il convincimento della sicurezza, della durabilità e della collaudabilità dell'opera.

Casi particolari in collaudi di edifici


Per alcuni edifici, durante il collaudo, può essere necessario realizzare delle prove di carico, le quali descrivono il comportamento di un edificio o di alcune sue parti sotto le azioni di esercizio, prodotte, ad esempio, con dei carichi noti costituiti da gommoni pieni d'acqua; in tal modo si simulano le sollecitazioni massime per le strutture, previste in fase di progettazione.

Anche in questi casi, il collaudatore è responsabile della scelta dei tipi di prove da eseguire, che devono essere realizzate, in pratica, secondo le indicazioni del Direttore dei lavori (responsabile del cantiere). Se è necessario, tali prove possono essere ripetute su più cicli temporali, le valutazioni finali spettano, in ogni caso, al collaudatore.

Tra i principali fattori che devono essere considerati dal collaudatore per valutare i risultati delle prove di carico, ci sono: le deformazioni degli elementi portanti delle strutture che accrescano in maniera quasi proporzionale con i carichi, l'assenza di fratture, fessurazioni, deformazioni o dissesti che possano compromettere la sicurezza.

Infine, il collaudatore può affiancare alle prove descritte ulteriori prove che, adottando le dovute precauzioni, possono produrre anche la rottura di alcuni elementi strutturali.

riproduzione riservata
Articolo: Collaudo statico edifici
Valutazione: 1.00 / 6 basato su 1 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Collaudo statico edifici: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Collaudo statico edifici che potrebbero interessarti
Prove Cemento

Prove Cemento

E' possibile verificare, a basso costo, la qualita' del cemento utilizzato per la propria casa nuova o soggetta a ristrutturazione conoscendo alcuni principi.
Qualità del Calcestruzzo

Qualità del Calcestruzzo

Prima dell'inizio dei lavori che prevedano l'uso di calcestruzzo strutturale è necessaria una valutazione preliminare della resistenza dello stesso.
Cemento: Provini e Carote

Cemento: Provini e Carote

Le prove del calcestruzzo possono essere effetuate con i provini prelevati durante i getti o le carote per il calcestruzzo gia' in opera.
Prove Ultrasoniche Cemento

Prove Ultrasoniche Cemento

Le prove ultrasoniche sono prove non distruttive utilizzate per verificare le caratteristiche elastiche e meccaniche di manufatti in calcestruzzo già indurito.
Carotaggio Calcestruzzo

Carotaggio Calcestruzzo

Precise norme indicano la modalita' di prelievo e di realizzazione delle prove sul calcestruzzo, prelevato durante i getti o gia' in opera.
usr REGISTRATI COME UTENTE
290.491 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Rinforzi strutturali
    Rinforzi strutturali...
    120.00
  • Mappatura impianti Venezia
    Mappatura impianti venezia...
    300.00
  • Giunti Schluter-DILEX
    Giunti schluter-dilex...
    5.07
  • Pannelli coibentati
    Pannelli coibentati...
    45.00
  • Pensiline pvc
    Pensiline pvc...
    740.00
  • Materasso nuvola
    Materasso nuvola...
    342.00
  • Sacco multiuso pop up in polietilene da
    Sacco multiuso pop up in...
    12.81
  • Contrappeso zavorra mm3x30
    Contrappeso zavorra mm3x30...
    5.60
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Inferriate.it
  • Faidatebook
  • Weber
  • Black & Decker
  • Kone
MERCATINO DELL'USATO
€ 500.00
foto 2 geo Roma
Scade il 31 Luglio 2018
€ 400.00
foto 5 geo Bari
Scade il 01 Giugno 2019
€ 40.00
foto 1 geo Napoli
Scade il 30 Giugno 2018
€ 28.00
foto 6 geo Frosinone
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 39 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 09 Settembre 2018
€ 49 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.