Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Impermeabilizzare il calcestruzzo con il cemento osmotico

Il cemento osmotico è una malta di cemento Portland, inerti selezionati e additivi, appositamente studiata per proteggere e impermeabilizzare il calcestruzzo.
17 Aprile 2018 ore 15:58 - NEWS Materiali edili

Combattere l'umidità con la malta osmotica


Le infiltrazioni d'acqua sono uno dei nemici principali della salubrità e dell'efficienza tecnologica e strutturale degli edifici. Per proteggere gli ambienti e risanare le strutture già danneggiate dalle infiltrazioni, una buona soluzione consiste nell'applicare, secondo precise modalità, un cemento osmotico sulla superficie da trattare.


Malta osmotica Nordcem di Nord Resine

Malta osmotica Nordcem di Nord Resine

Malta osmotica Nordcem di Nord Resine
Levigatura della superficie prima di applicare la malta osmotica, Nord Resine

Levigatura della superficie prima di applicare la malta osmotica, Nord Resine

Levigatura della superficie prima di applicare la malta osmotica, Nord Resine
Gli strumenti per la preparazione del cemento osmotico, Nord Resine

Gli strumenti per la preparazione del cemento osmotico, Nord Resine

Gli strumenti per la preparazione del cemento osmotico, Nord Resine
Il dosaggio della malta osmotica prima della preparazione, Nord Resine

Il dosaggio della malta osmotica prima della preparazione, Nord Resine

Il dosaggio della malta osmotica prima della preparazione, Nord Resine
La giusta consistenza del cemento osmotico pronto, Nord Resine

La giusta consistenza del cemento osmotico pronto, Nord Resine

La giusta consistenza del cemento osmotico pronto, Nord Resine
La superficie trattata per l'applicazione del cemento osmotico, Nord Resine

La superficie trattata per l'applicazione del cemento osmotico, Nord Resine

La superficie trattata per l'applicazione del cemento osmotico, Nord Resine

Anche il calcestruzzo armato o non armato, uno dei materiali correntemente ritenuti più solidi e duraturi, in realtà risulta particolarmente sensibile all'umidità e in particolare proprio alle infiltrazioni d'acqua particolarmente prolungate che agiscono in tre modi: favoriscono la proliferazione di colonie di funghi, muffe, alghe, muschi o licheni; disgregano il calcestruzzo e corrodono l'armatura metallica del cemento armato.

Il risultato è un drastico abbassamento del comfort abitativo, la creazione di danni strutturali e nei casi più gravi anche il vero e proprio collasso dell'elemento.

I garage seminterrati sono una delle applicazioni ottimali del cemento osmotico
Gli elementi costruttivi più vulnerabili sono ovviamente quelli più esposti all'azione dell'acqua come le fondazioni, i muri controterra, le pareti perimetrali dei piani interrati o seminterrati, vasche, fontane e piscine e infine le intercapedini degli scannafossi.

Ecco che l'impiego di una malta osmotica viene incontro alle esigenze di salubrità degli ambienti.


Il cemento osmotico: usi e caratteristiche


Ma cos'è e come funziona un cemento osmotico? Quando risulta veramente efficace e quando invece può risultare inutile o addirittura dannoso?

Vediamo alcune risposte.

La malta osmotica è molto efficace nella protezione delle pareti controterra di calcestruzzo
Per prima cosa occorre specificare che ciò che comunemente si definisce cemento osmotico è in realtà una vera e propria malta cementizia premiscelata confezionata secondo rigorosi criteri con cemento Portland, inerti di qualità (generalmente sabbia di fiume o cava ben lavata, pulita e vagliata per togliere tutte le impurità e ottenere una granulometria omogenea) e infine speciali additivi impermeabilizzanti.

Come dice anche il nome, il funzionamento del cemento osmotico si basa sul principio fisico dell'osmosi, un processo spontaneo (la cui attivazione non richiede cioè un apporto energetico esterno) per cui, quando due soluzioni a concentrazioni diverse entrano in contatto attraverso una membrana semipermeabile, il solvente della soluzione a una concentrazione minore tende a passare in quella più concentrata per diluirla.

Levigatura della superficie prima di applicare il cemento osmotico, Nord Resine
Ma ecco come funziona concretamente una malta impermeabilizzante osmotica.
Qualsiasi muratura di calcestruzzo gettata in opera o costruita con blocchi legati da malta possiede una certa porosità naturale, derivante sia da eventuali bolle d'aria non eliminate dalla vibratura, sia dai piccoli interstizi tra gli inerti e il calcestruzzo.
Quando la muratura è perfettamente asciutta queste cavità sono ovviamente occupate da aria, ma quando piove, si verifica un'infiltrazione o la struttura viene a contatto con l'acqua si riempiono di minuscole goccioline.

Se invece si ricopre la superficie con un sottile strato di malta impermeabilizzante, per effetto dell'osmosi l'acqua all'interno della parete tende a migrare attraverso la malta, cioè verso la soluzione a maggior concentrazione. Subito dopo i piccoli pori del calcestruzzo ormai vuoti vengono immediatamente riempiti dalla malta più fluida, che indurendosi costituisce uno strato perfettamente aderente e coeso con la muratura.

Il risultato è una barriera impermeabile all'acqua ma permeabile al vapore, in modo da consentire la traspirazione della muratura per evitare la formazione di muffe e condense.

Lavaggio della superficie prima di applicare la malta osmotica, Nord Resine
Le caratteristiche principali di un buon cemento osmotico sono:

- ottimo potere sigillante ma allo stesso tempo buona permeabilità al vapore acqueo;

- elevata capacità di agire in costante contatto con acqua anche sotto pressione;
- ottimo potere aggrappante;

- capacità di conferire alle superfici trattate un'alta durabilità;
- resistenza meccanica;

- resistenza alle intemperie e agli agenti inquinanti;

- assoluta atossicità.

Le situazioni in cui il cemento osmotico risulta più efficace sono quindi l'impermeabilizzazione del piede dei plinti, delle platee o delle travi rovesce di fondazione degli edifici con struttura in cemento armato per impedire all'umidità di impregnare le murature per capillarità, la protezione delle intercapedini degli scannafossi e delle pareti controterra nei piani interrati e seminterrati e l'impermeabilizzazione di vasche, condutture, piscine e fontane.


Il suo uso è invece assolutamente sconsigliato negli edifici storici con pareti di pietra naturale, mattoni e malta di calce perché la malta osmotica, essendo a base soprattutto di cemento Portland, non risulta compatibile con i materiali tradizionali a causa del suo alto contenuto di sali solubili, che produrrebbero molto velocemente la formazione di dannose efflorescenze e sub-efflorescenze saline.

Può inoltre aggravare il problema anche in presenza di umidità di condensa, che si verifica quando il vapore acqueo proveniente da locali saturi di umidità come bagni e cucine oppure da pareti fredde esposte a nord si condensa su una superficie impermeabile. In questi casi, anche se il cemento osmotico è permeabile al vapore, è dunque opportuno aumentare il ricambio d'aria ed evitare l'applicazione di prodotti idrorepellenti.


Ciclo di posa del cemento osmotico


Un ottimo esempio di malta osmotica è prodotto da KERAKOLL Spa ovvero Kerabuild Eco Osmocem keracoll un rivestimento minerale eco compatibile, monocomponente e conforme alle norme EN 1504-2, venduto già pronto per l'uso in sacchi da 25 kg e disponibile sia bianco sia grigio. Di pari qualità anche il cemento osmotico Nordcem di NORD RESINE spa

Cemento osmotico Kerabuild Eco Osmocem di Kerakoll
La loro applicazione è abbastanza semplice, ma per un risultato a regola d'arte bisogna affidarsi a maestranze specializzate.

Per un buon trattamento, come prima cosa occorre bonificare accuratamente la superficie dall'eventuale presenza di patine biologiche mediante l'applicazione di un prodotto biocida e la successiva rimozione manuale degli organismi morti mediante raschiatura manuale con spazzole e spatole di metallo.
Si deve anche eliminare qualsiasi traccia di depositi pulverulenti o di altri prodotti che potrebbero compromettere la corretta adesione della malta, come vernici, tinteggiature o protettivi idrorepellenti. Si leviga quindi la superficie con una smerigliatrice di adeguata rugosità e successivamente la si spazzola ancora una volta per pulirla perfettamente.

La preparazione del cemento osmotico, Nord Resine
Si passa quindi al lavaggio con acqua ad alta pressione per favorire l'apertura dei piccoli pori che verranno riempiti dalla malta impermeabilizzante. Tuttavia, prima di applicare la malta la superficie va lasciata brevemente asciugare fino ad essere umida, ma non così bagnata da trasudare gocce d'acqua: una muratura satura d'acqua o viceversa troppo asciutta potrebbe infatti compromettere la corretta adesione della malta osmotica.

A questo punto si prepara il cemento osmotico aggiungendo al prodotto premiscelato il quantitativo d'acqua consigliato dal fabbricante, di solito il 18-19% del peso in volume totale, cioè circa 5 litri per ogni sacco di cemento: il consumo della malta così ottenuta è di circa 1,85 kg/mq per ogni millimetro di spessore dello strato protettivo.

L'applicazione a pennello del cemento osmotico, Nord Resine
In un secchio da muratore dalla capacità di 10 litri basta dunque versare il quantitativo di malta desiderato, aggiungere l'acqua e amalgamare perfettamente l'impasto con una frusta collegata a un trapano elettrico fino a ottenere una consistenza mielosa completamente priva di grumi. Per grossi quantitativi si può invece utilizzare una comune betoniera da cantiere.

L'applicazione della malta osmotica si esegue a pennello con una comune pennellessa di nylon da imbianchino, nuova e perfettamente pulita; in corrispondenza dei pori si deve insistere ripassando più volte per espellere l'aria e far penetrare la malta in profondità.
Ovviamente si consiglia di proteggere le superfici non trattate con teli e fogli di plastica.

Per un risultato ottimale è sufficiente un'unica mano con spessore totale di circa 1,5 mm; l'adesione e l'essicazione sono complete dopo 14 giorni.

riproduzione riservata
Articolo: Cemento osmotico
Valutazione: 4.26 / 6 basato su 57 voti.

Cemento osmotico: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Mirko
    Mirko
    Domenica 11 Luglio 2021, alle ore 03:08
    Vorrei fare una doccia e piatto doccia in cemento.
    Una parete della doccia è esposta a nord.
    È consigliabile usare come finitura finale il cemento osmotico impermeabilizzante senza piastrelle o altro?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Mirko
      Lunedì 12 Luglio 2021, alle ore 19:24
      Nel Suo caso è consigliabile l'uso di malte resinose, anche colorate, che hanno una tenuta perfetta contro l'umidità o la presenza di acqua. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Andrea
    Andrea
    Lunedì 24 Maggio 2021, alle ore 11:14
    Vorrei rivestire, poichè perde, un pozzetto 40x40 che raccoglie acqua piovana, è una soluzione giusta?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Andrea
      Martedì 25 Maggio 2021, alle ore 15:34
      Sì. Per una resa migliore è raccomandabile la stuccatura delle parti lesionate con malta cementizia. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Alessandro
    Alessandro
    Martedì 6 Aprile 2021, alle ore 16:25
    È consigliabile utilizzare il cemento osmotico per impermeabilizzare la parete di un locale che confina con una cisterna d'acqua piovana?
    Ci sono alternative?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Alessandro
      Mercoledì 7 Aprile 2021, alle ore 18:36
      In via preventiva, per ridurre gli effetti di eventuali infiltrazioni, può essere applicato. La soluzione è quella di intervenire direttamente all'interno della cisterna. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Roberto
    Roberto
    Mercoledì 16 Dicembre 2020, alle ore 13:18
    Posso usare il cemento osmotico per impermeabilizzare la zona dove sono state eliminate le piastrelle dopo la sostituzione del piatto doccia con uno ribassato?
    O meglio usare altri prodotti ?
    Poi piastrellerei sopra con un nuovo strato di piastrelle nuove.
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Roberto
      Giovedì 17 Dicembre 2020, alle ore 14:56
      Meglio usare prodotti che le garantiscono una migliore tenuta nel tempo. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Phil
    Phil
    Mercoledì 7 Ottobre 2020, alle ore 17:30
    È possibile impermeabilizzare un muro controterra in pietra con il cemento osmotico?
    Nel caso quale prodotto risulta migliore a tale scopo?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Phil
      Lunedì 12 Ottobre 2020, alle ore 11:30
      Sì, non ci sono controindicazioni. Un buon prodotto è il kerakoll - Kerabuild Eco Osmocem indicato nell'articolo oppure il Sika Monoseal-101. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Muratore
    Muratore
    Sabato 12 Settembre 2020, alle ore 19:06
    È possibile impermeabilizzare con nanoflex e dopo piastrellare?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Muratore
      Lunedì 14 Settembre 2020, alle ore 12:22
      Sì, non ci sono controindicazioni. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Antonello
    Antonello
    Giovedì 20 Agosto 2020, alle ore 11:10
    Posso impermeabilizzare con cemento osmotico una vasca (base in calcestruzzo e pareti in cassero) per pesci di circa 20 mc?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Antonello
      Giovedì 27 Agosto 2020, alle ore 10:57
      Non risultano controindicazioni. Un buon prodotto è il kerakoll - Kerabuild Eco Osmocem, indicato anche impermeabilizzare vasche di acqua potabile. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Appuntiamaca
    Appuntiamaca
    Martedì 21 Luglio 2020, alle ore 15:06
    È possibile utilizzare una gettata di cemento osmotico al posto della tradizionale lastra di marmo per il davanzale della finestra? Grazie.
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Appuntiamaca
      Mercoledì 22 Luglio 2020, alle ore 11:11
      Non è un prodotto indicato sia per le caratteristiche tecniche che estetiche. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Marco
    Marco
    Lunedì 6 Luglio 2020, alle ore 09:38
    Ho tinteggiato dopo due giorni dall'applicazione il cemento osmotico con della pittura al quarzo.
    Alla prima pioggia mi si è "lavata" via.
    È possibile sapere se esiste un corretto ciclo di verniciatura e con quali prodotti?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Marco
      Mercoledì 8 Luglio 2020, alle ore 12:43
      Ogni casa produttrice stila le proprie modalità di impiego e le fasi lavorative. Rilegga le condizioni in quanto potrebbe riservare delle prescrizioni sul tipo di tinteggiatura magari preferendo, invece, la "verniciatura". Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • espandi
  • espandi
Torna Su Espandi Tutto
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
331.301 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Cemento osmotico che potrebbero interessarti


Come si compongono e come miscelare malta e cemento

Materiali edili - Malta e cemento sono i prodotti più utilizzati in edilizia, ne esistono diverse tipologie a seconda della composizione e dell'uso: ecco qualche indicazione in più.

Malte fai da te

Fai da te Muratura - Gli impasti di inerti e leganti (le cosiddette malte) sono di vario tipo in funzione dei componenti e delle loro proporzioni. Ecco come vanno preparate in modo opportuno.

Preparare malte di calce e cemento rapido

Fai da te Muratura - Per piccoli interventi di muratura in casa, può essere necessario ricorrere alla preparazione della malta, variando le caratteristiche a seconda dell'uso.

Leganti per opere murarie

Progettazione - Costruire opere in muratura è un lavoro che richiede perizia ed abilità tecnica però, per piccole opere si possono cimentare anche i dilettanti, con dovuti accorgimenti.

Tipi di Cemento

Progettazione - Il calcestruzzo, comunemente conosciuto come cemento, resta ancora oggi il materiale principale di riferimento da utilizzare per costruzioni e ristrutturazioni.

Energia osmotica

Impianti - Inaugurata in Norvegia la prima centrale elettrica ad energia osmotica, che sfrutta la differenza di salinita' tra fiumi e mare.

Blocchi Legno-Cemento, materiale innovativo

Materiali edili - Il legno cemento, materiale innovativo, leggero e dalle ottime proprietà meccaniche e termiche: la versatilità degli elementi ci fornisce molteplici soluzioni.

Il rafforzamento delle strutture in cemento armato: varie tecniche

Materiali edili - Il rafforzamento delle strutture in cemento armato e descizione di un intervento.

La fase del rinzaffo nell'intonacatura

Restauro edile - La fase di preparazione del supporto di una parete da intonacare, denominata rinzaffo, è importante per consentire una maggiore presa al successivo strato di rasante
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img 89stefano899
Buon giorno,intanto grazie in anticipo a tutti per il tempo dedicato,ho acquistato casa e volevo sistemare la cantina bella spaziosa che ho.Visto i problemi di umiditá...
89stefano899 11 Novembre 2014 ore 10:07 2