Casseforme per il calcestruzzo

NEWS DI Materiali edili22 Febbraio 2016 ore 09:38
Le casseforme, ovvero gli stampi per contenere il calcestruzzo liquido nelle operazioni di getto, sono fondamentali per un elemento strutturale eseguito ad arte

Origine e sviluppo del calcestruzzo


Il calcestruzzo, costituito da un conglomerato di malta, sabbia, ghiaia e acqua, ha origini molto antiche. Le prime testimonianze del suo impiego risalgono infatti al III - II secolo a.C. e sono attestate a Roma e nell'Italia Centrale: questa tecnica costruttiva fu infatti ideata dagli antichi Romani come surrogato più veloce ed economico dei conci sagomati in pietra .

Inizialmente, gettare il calcestruzzo non richiedeva, dunque, alcuno specifico lavoro di carpenteria, perché il suo impiego si limitava quasi esclusivamente alla porzione interna delle spesse murature a sacco, e perciò i due paramenti esterni in mattoni o blocchetti tronco-conici in laterizio fungevano da casseforme a perdere.


Cassaforme Monotub DD di Arbloc in opera durante un getto di calcestruzzo.

Cassaforme Monotub DD di Arbloc in opera durante un getto di calcestruzzo.

Cassaforme Monotub DD di Arbloc in opera durante un getto di calcestruzzo.
Cassaforme per colonne circolari con texture particolari. Azienda Arbloc.

Cassaforme per colonne circolari con texture particolari. Azienda Arbloc.

Cassaforme per colonne circolari con texture particolari. Azienda Arbloc.
Casseforme Quickjet by DB System stoccate in pallet per il trasporto.

Casseforme Quickjet by DB System stoccate in pallet per il trasporto.

Casseforme Quickjet by DB System stoccate in pallet per il trasporto.
Casseforme in metallo Quickjet dell'azienda DB System pronte per il getto di un setto in c.a.

Casseforme in metallo Quickjet dell'azienda DB System pronte per il getto di un setto in c.a.

Casseforme in metallo Quickjet dell'azienda DB System pronte per il getto di un setto in c.a.
Casseforme in metallo Quickjet dell'azienda DB System pronte per il getto.

Casseforme in metallo Quickjet dell'azienda DB System pronte per il getto.

Casseforme in metallo Quickjet dell'azienda DB System pronte per il getto.

Successivamente, con la diffusione del calcestruzzo anche per la creazione di archi, volte e cupole, fu necessario adattare le centine in legno già utilizzate per gli esemplari in mattoni o conci di pietra.

Possiamo quindi affermare che il getto del calcestruzzo con l'uso di casseforme lignee fu inventato e perfezionato dagli antichi Romani: infatti, osservando con attenzione alcuni edifici antichi, come la cupola della Sala Ottagona della Domus Aurea, si nota molto bene l'impronta delle tavole della cassaforma.


Gettare il calcestruzzo: l'importanza delle casseforme


Dopo millenni di abbandono totale, la tecnologia del calcestruzzo venne ripresa e ulteriormente perfezionata all'inizio del XX secolo, grazie alla sostituzione della calce idraulica naturale con il nuovo cemento Portland, e all'introduzione delle armature in tondini metallici, che consentivano la realizzazione di strutture inflesse come travi e solai.

Il calcestruzzo armato, o più comunemente cemento armato, divenne dunque il materiale più veloce ed economico per la realizzazione di strutture portanti a travi e pilastri o di elementi aggettanti come balconi e pensiline.

Anche la realizzazione delle casseforme venne dunque perfezionata e adeguata alle nuove tecniche costruttive.
Cassaforma in metallo per paratie in cemento armato. Azienda DB System.
Quando si realizza una struttura in cemento armato, la lavorazione prevede le fasi seguenti:

1) predisposizione della cassaforma;
2) esecuzione della carpenteria metallica, comprendente il taglio a misura dei tondini metallici o delle reti elettrosaldate e la successiva saldatura o legatura delle staffe ai tondini;
3) confezione del calcestruzzo con appositi macchinari;
4) getto e successiva vibratura per evitare la presenza di bolle o cavità, tali da compromettere la resistenza meccanica dell'elemento strutturale finito;
5) indurimento del calcestruzzo;
6) disarmo della cassaforma, operazione che richiede una certa perizia per non danneggiare l'elemento di calcestruzzo (soprattutto se a spigoli vivi), oppure la cassaforma stessa, se riutilizzabile.

Le cassaforme, chiamate anche casseri o casserature, sono realizzate in opera oppure comprate già pronte presso ditte specializzate.

Nel primo caso, per elementi strutturali da non lasciare in vista si usano generalmente regoli, listelli e tavoloni in legno di abete di seconda o terza scelta, mentre per il cemento armato a vista si adottano tavole in legno di ottima qualità, spesso con le venature particolarmente evidenti per ottenere un'impronta netta e ben definita.

In alcuni casi, nella parete interna della cassafoma possono essere inseriti anche pannelli con texture di vario tipo per effetti materici particolari. Una buona alternativa per le casseforme ordinarie è invece costituita dai pannelli di legno truciolare o compensato, economici e robusti.

In entrambi i casi, la cassaforma dev'essere però realizzata a perfetta regola d'arte, sigillando accuratamente gli spigoli e controventando le superfici molto alte o ampie con sostegni e saettoni, allo scopo di eliminare la fuoriuscita del calcestruzzo ancora liquido o lo sfondamento della cassaforma.


Costo e contabilizzazione della cassaforma tradizionale


In un computo metrico, le casseforme realizzate in opera vengono calcolate in un capitolo apposito adottando come unità di misura il metro quadrato di superficie effettiva.

Si tratta però di una voce costosa, che nel caso di edifici con molti elementi in cemento armato può far lievitare notevolmente i costi di costruzione.

Pilastro in cemento armato con cassaforma Quickjet dell'azienda DB System.Infatti, la realizzazione in opera di una cassaforma richiede tempi abbastanza lunghi, manodopera specializzata e parecchio legname, perché il taglio a misura degli elementi produce molti sfridi e una cassaforma in legno può essere riutilizzata soltanto poche volte: perciò, per gli elementi di serie come travi, pilastri e solai è consigliabile ripiegare sulle casseforme prefabbricate, disponibili in numerosi formati e dimensioni standardizzati.


Cassaforme prefabbricate a perdere


Cassaforma a perdere per pilastri circolari Monotub DD di Arbloc.Le cassaforme prefabbricate, cioè già pronte per l'uso, sono di due tipologie: a perdere oppure riutilizzabili.
A loro volta, le cassaforme a perdere possono essere lasciate in opera oppure rimosse dopo l'indurimento del calcestruzzo.

Nel primo caso, spesso la cassaforma assolve anche altre funzioni: è quanto avviene ad esempio con l'innovativo sistema Quickjet dell'azienda DB System, formato da sottili pannelli in metallo traforato dotati di nervature.

Ciascun pannello ha un'altezza di 200 cm e una larghezza compresa tra 40 e 60 cm, e può essere unito agli altri elementi mediante opportuni accessori, garantendo una notevole versatilità, ulteriormente aumentata dalle nervature, che, se sistemate verso l'interno, possono fungere da distanziatori per ottenere assai facilmente il copriferro.

Infine, le operazioni di cantiere e le spese di stoccaggio e trasporto vengono notevolmente ridotte, perché i pannelli sono forniti in pallet molto compatti e facili da trasportare, e inoltre la semplicità di montaggio dei casseri e la mancata necessità del successivo disarmo velocizzano ulteriormente le operazioni di getto.

Ma le casseforme in legno vengono egregiamente sostituite da casseri a perdere in polistirolo o cartone, particolarmente comodi per i pilastri circolari.
Infatti, con le normali cassaforme in legno risulta molto arduo ottenere elementi ellittici, circolari o curvilinei, perché la forma geometrica dev'essere approssimata usando listelli molto sottili, con un conseguente aggravio di costi e tempi di lavorazione e risultati estetici non ottimali.

Sezione trasversale di cassaforma in polistirolo per colonne circolari. Azienda Arbloc.L'azienda Arbloc ha ovviato a questo problema, ideando una gamma completa di casseforme per pilastri circolari.

Il modello più semplice, Monotub DD, è un tubo cilindrico molto robusto ma decisamente leggero, realizzato in un materiale simile al cartone e resistente alle intemperie, che produce colonne dalla superficie perfettamente liscia, perciò ideali per rimanere in vista.

L'uso della cassaforma è molto semplice: una volta indurito il calcestruzzo è sufficiente tagliarne la superficie per l'intera lunghezza grazie a un apposito filo metallico già in posizione, con un disarmo veloce e immediato.
Inoltre, anche l'uso degli additivi disarmanti per calcestruzzo risulta del tutto superfluo, in quanto la superficie interna della cassaforma è rivestita di polietilene, e perciò non aderisce al conglomerato.

Una variante di questo modello, Monotub DD Carrè, esternamente di forma cilindrica, è invece studiato per pilastri a sezione quadrata con angoli smussati.

La stessa azienda ha inoltre ideato anche una vasta gamma di casseforme cilindriche con texture di vario tipo, in particolare, una con le venature del legno, formate da una sottilissima lamina in legno all'interno di un guscio in polistirolo. Sono infine disponibili anche modelli speciali per la creazione di colonne doriche in calcestruzzo.

Le cassaforme riutilizzabili, generalmente in acciaio e spesso realizzate su misura per pilastri o elementi strutturali dalle forme inconsuete, sono invece relativamente poco diffuse nella comune edilizia residenziale e sono riservate principalmente alla costruzione di grandi edifici specialistici come grattacieli e torri direzioni, stadi, palasport, aeroporti, stazioni e ospedali.

riproduzione riservata
Articolo: Casseforme per il calcestruzzo
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 1 voti.

Casseforme per il calcestruzzo: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Ross46
    Ross46
    Venerdì 4 Febbraio 2011, alle ore 12:15
    Io ho acquistato per il mio cantiere le casseforme Condor con le relative puntellature. Potete trovare informazioni e contatti sul sito www. condor-group .itE' un ottimo venditore, serio e disponibile!
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Casseforme per il calcestruzzo che potrebbero interessarti
Terminologia del calcestruzzo

Terminologia del calcestruzzo

Materiali edili - In maniera univoca con precisi termini le norme individuano tutte le caratteristiche e le fasi di lavorazione del calcestruzzo.
Cemento: Provini e Carote

Cemento: Provini e Carote

Normative - Le prove del calcestruzzo possono essere effetuate con i provini prelevati durante i getti o le carote per il calcestruzzo gia' in opera.
Calcestruzzo architettonico

Calcestruzzo architettonico

Progettazione - Una vasta gamma di applicazioni del calcestruzzo, non solo con funzione strutturale ma anche decorativa, grazie a speciali metodi di stampaggio e lavorazione.

Costruire muri con i casseri a perdere in EPS

Materiali edili - Le murature con casseri a perdere in EPS sono una possibilità rispetto alle pareti in laterizio, giacché garantiscono isolamento termico e resistenza meccanica.

Verifiche sul calcestruzzo preconfenzionato

Progettazione - Alcuni fenomeni di degrado delle strutture in C.A. si possono prevenire adottando scelte di tipo operativo.

Caratteristiche e realizzazione di un vespaio cavedio per bagno

Restauro edile - I vespai cavedio detti anche igloo (o iglù), rappresentano una delle soluzioni costruttive più innovative per la creazione di un solaio con intercapedine aerata

Fili fissi pilastri e calcestruzzo a facciavista

Restauro edile - Conoscere delle definizioni cantieristiche, permette a chiunque di interagire, nei limiti della propria funzione, con scelte di tipo funzionale ed estetico.

Legno cemento: applicazioni in edilizia

Progettazione - Prodotti da costruzione come i pannelli ed i blocchi in legno cemento costituiscono un interessante contributo per la realizzazione di edifici in edilizia sostenibile.

Danni provocati dal gelo a pavimentazioni in calcestruzzo

Progettazione - Tecniche d'intervento per limitare i danni del gelo ai pavimenti in calcestruzzo.
REGISTRATI COME UTENTE
295.510 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Casseforme per cornicioni in polistirene Padova
    Casseforme per cornicioni in...
    12.90
  • Pavimento industriale
    Pavimento industriale...
    4.50
  • Rampe antiscivolo in calcestruzzo Roma e dintorni
    Rampe antiscivolo in calcestruzzo...
    69.00
  • Impermeabilizzante calcestruzzo Evercem DPS
    Impermeabilizzante calcestruzzo...
    315.00
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Inferriate.it
  • Officine Locati
  • Faidatebook
  • Kone
  • Weber
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.