Facciate a bugnato

NEWS DI Facciate e pareti07 Marzo 2015 ore 14:32
Nelle facciate degli edifici storici è molto comune imbattersi in varie tipologie di bugnato realizzate in pietra, intonaco oppure semplicemente dipinte.
facciate a bugnato , bugne , decorazioni facciata

Facciate a bugnato


Un esempio di facciata decorata a bugnato.Il bugnato, molto frequente fin dall'antichità negli edifici di un certo pregio e tuttora diffusissimo sulle facciate dei centri storici di tutta Europa, deriva dall'imitazione a puro scopo ornamentale delle tecniche di lavorazione e dell'aspetto delle murature di conci di pietra accuratamente squadrati.

Infatti, poichè fare una muratura esteticamente apprezzabile (sopratutto di pietra) era molto costoso, in quanto l'operazione richiedeva manodopera molto qualificata e lunghe lavorazioni su ogni singolo pezzo, si cercava di imitarne l'aspetto con mezzi più economici.

Il bugnato è perciò costituito da elementi modulari detti bugne, concettualmente simili ai conci di una muratura; e può essere utilizzato per adornare intere facciate (magari con tipologie diverse a ogni piano, secondo una pratica ad esempio tipica dell'architettura rinascimentale fiorentina) oppure più spesso solo alcune parti di un edificio, di solito il piano terra, i cantonali (si parla in questo caso di bugnato angolare) e le cornici di porte e finestre.


Tipologie di bugnato


Lacerto di bugnato gentile scannellato piano dipinto a trompe l'oeil.Le tipologie di bugnato sono molto diverse, e i possibili ambiti di variazione riguardano generalmente:

- l'aggetto delle bugne (reale oppure soltanto apparente negli esemplari dipinti a trompe l'oeil), che possono essere molto sporgenti o viceversa sembrare praticamente a filo della parete ;
- la loro disposizione;
- la forma e dimensioni (quadrate, rettangolari oppure di entrambe le forme contemporaneamente);
- la vera e propria tipologia delle bugne;
- l'eventuale finitura superficiale;
- il materiale e la tecnica di realizzazione.

Analizziamo perciò in dettaglio ciascuna di queste caratteristiche.


Aggetto delle bugne


Il bugnato diamantato della facciata del quattrocentesco Palazzo dei Diamanti a Ferrara.L'aggetto più o meno accentuato è una delle caratteristiche più appariscenti di un bugnato, e tale da influenzarne pesantemente l'aspetto estetico, in particolare per quel che riguarda la vibrazione alla luce.Un bugnato molto aggettante crea infatti notevoli effetti di chiaroscuro, molto apprezzati nell'architettura rinascimentale e manierista: particolarmente famosa è ad esempio la facciata del quattrocentesco Palazzo dei Diamanti a Ferrara, visibile nella foto a sinistra.

Un bugnato molto aggettante è detto bugnato rustico, mentre uno quasi a filo con la parete si chiama bugnato gentile.


Disposizione delle bugne


Anche in questo caso, la disposizione delle bugne varia da caso a caso.

Le disposizioni possibili sono tre:

- con giunti sfalsati, simile a una muratura formata da conci di pietra squadrati;
- con giunti uniti, di aspetto molto simile a una quadrettatura: si tratta di una disposizione riservata unicamente ai bugnati a diamante;
- per fasce, in cui i giunti verticali vengono omessi e il bugnato si trasforma in una serie di fasce orizzontali sovrapposte.



Forma e dimensione delle bugne


Edificio di Caporetto (Slovenia) con portale ornato da un bugnato dipinto molto stilizzato.

Le bugne sono quasi sempre quadrate o rettangolari, sebbene in alcuni casi - ad esempio nella foto a sinistra, in cui compare il portone di ingresso di un edificio a Caporetto, in Slovenia decorato da un bugnato dipinto assai stilizzato - possono avere un lato di forma semicircolare, generando una sequenza di tipo concavo-convesso molto elegante e particolare.

É inoltre possibile riscontrare bugnati con bugne tutte della stessa forma e dimensione, e altri esemplari con bugne di forma e dimensioni diverse (ad esempio quadrate o rettangolari, o tutte rettangolari ma con varie lunghezze) alternate regolarmente.

Anche nei bugnati angolari i modelli attestati sono due: con le bugne di due lunghezze (lunghe e corte) alternate, più fedele alla vera pratica costruttiva, oppure con le bugne della stessa lunghezza, decisamente simile a una lesena.


Tipologie delle bugne


Bugnato diamantato realizzato ad affresco.La tipologia delle bugne dipende invece dal loro profilo, cioè da come la bugna si collega al filo della parete.

Possiamo così riconoscere:

- il bugnato scannellato, in cui il fianco della bugna è perpendicolare al filo della facciata;
- il bugnato smussato, che forma con la facciata un angolo obliquo (generalmente a 45°);
- il bugnato sbaulato, in cui profilo è sagomato a quarto di cerchio;
- il bugnato diamantato, con bugne piramidali o a forma di piramide tronca.


Finitura superficiale


Anche la finitura superficiale può essere di vario tipo, e imitare fedelmente le lavorazioni della pietra o la texture del materiale lapideo.

Avremo perciò:

- la finta gradina, formata da sottili righe verticali parallele tra loro ottenute graffiando l' intonaco fresco con una spatola dentata;
- la finta bocciarda, caratterizzata da una serie di piccole cavità cilindriche o tronco-piramidali;
- la finitura a incisione, tipica dell'architettura manierista, in cui ogni bugna viene trattata con uno strumento appuntito (generalmente una subbia o uno scalpello) per realizzare segni di vario tipo, a suggerire generalmente un'erosione molto grossolana.


Tecniche di lavorazione dei bugnati


Un bugnato può infine essere realizzato in tre modi:

- con un rivestimento di lastre di pietra, come si nota ad esempio in molti palazzi gentilizi di grande pregio, come ad esempio il fiorentino Palazzo Pitti;

- con un modine, secondo una tecnica di lavorazione identica a quelle delle modanature di intonaco sagomato;

- dipingendolo ad affresco o fresco-secco in modo più o meno realistico (metodo attestato sopratutto in Liguria, in cui le facciate con membrature architettoniche dipinte a trompe l'oeil sono particolarmente diffuse).

riproduzione riservata
Articolo: Bugnati sulle facciate
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 2 voti.

Bugnati sulle facciate: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Bugnati sulle facciate che potrebbero interessarti
Facciate decorate a trompe l'oeil

Facciate decorate a trompe l'oeil

Pittura e decorazioni - In alcune zone d'Italia (ad esempio in Liguria) le facciate degli edifici storici sono decorati da una serie di membrature architettoniche dipinte a trompe l'oeil.
Distacchi dei rivestimenti di facciata

Distacchi dei rivestimenti di facciata

Ristrutturazione - Difetti di posa dei rivestimenti di facciata.
Rivestire la facciata con carta da parati

Rivestire la facciata con carta da parati

Facciate e pareti - La scelta della finitura per pareti esterne si amplia: in aggiunta agli intonaci o ai tradizionali rivestimenti, è possibile applicare anche la carta da parati.

Detrazioni fiscali per lavori sulle facciate

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Una carrellata di esempi di lavori eseguibili su facciate di edifici esistenti e per i quali si può beneficiare della detrazione fiscale sulle ristrutturazioni.

Sicurezza antisismica serramenti

Progettazione - Le grandi superficie a serramento, in particolare le facciate continue, devono garantire un grado di sicurezza antisismica adeguato alle norme più aggiornate.

Modanature di intonaco sagomato

Facciate e pareti - Un'accorata descrizione di tutti gli strumenti e le tecniche per realizzare gli elementi decorativi a intonaco sagomato, tipici dell'edilizia storica italiana.

Elementi architettonici in polistirolo

Pittura e decorazioni - Cornici ed elementi decorativi, dalle forme classiche e ridondanti, che celano al loro interno strutture alleggerite, grazie all'impiego di polistirolo espanso.

Il legno come scudo termico dell'edificio con facciate ventilate

Soluzioni progettuali - La facciata ventilata costituisce una doppia pelle per l'edificio; se realizzata in legno, questa fonde bellezza e funzionalità, riqualificando l'edificio.

Nuove regole per il condominio in materia di sicurezza antincendio

Regolamento condominiale - Nuove disposizioni relative alla sicurezza antincendio nei condominii sono state introdotte con la bozza del decreto del Ministero degli Interni. Ecco le novità
REGISTRATI COME UTENTE
295.492 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Restauro facciate palazzi d'epoca
    Restauro facciate palazzi d'epoca...
    35.00
  • Ristrutturazione facciate Bologna
    Ristrutturazione facciate bologna...
    35.00
  • Noleggio ponteggio facciata
    Noleggio ponteggio facciata...
    9.60
  • Porta massello a due bugne
    Porta massello a due bugne...
    600.00
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Inferriate.it
  • Faidatebook
  • Weber
  • Black & Decker
  • Kone
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.