Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Eredità e assemblea condominiale

In tema di diritto di partecipazione all'assemblea condominiale, gli eredi di un'unità immobiliare devono essere convocati anche se non chiaramente identificati?
12 Maggio 2015 ore 18:47 - NEWS Assemblea di condominio

Assemblea condominiale


AssembleaL'assemblea di condominio è il luogo nel quale vengono prese le decisioni concernenti la gestione e conservazione delle parti comuni dell'edificio.

La dottrina e la giurisprudenza, in più occasioni, hanno dibattuto sulla natura giuridica dell'assemblea condominiale; in assenza di una compiuta regolamentazione giuridica della soggettività del condominio, a oggi può dirsi che l'assise dev'essere considerata una sorta di autorità privata avente poteri vincolanti rispetto ai singoli partecipanti al condominio (cfr. in tal senso Cass. 19 maggio 2004 n. 9463).

È fatto notorio che l'assemblea non può deliberare, se non consta che tutti gli aventi diritto siano stati invitati alla riunione (art. 1136, sesto comma, c.c.).

La norma in esame, modificata dalla così detta riforma del condominio, ha sostituito il termine condomino con quello più generico di avente diritto; la variazione non ha mancato di sollevare alcune perplessità. Così facendo, ci si è domandati, si è gravato l'amministratore del dovere di convocazione diretta anche del conduttore? O forse avente diritto sta a significare persona che ha diritto a partecipare in relazione all'oggetto della deliberazione (così escludendo i condòmini in conflitto d'interesse)?

Nella pratica l'amministratore deve convocare chi ha diritto a prendere parte alla riunione, spettando poi al presidente dell'assise verificare se l'avviso di convocazione sia stato regolarmente comunicato a tutti i partecipanti al condominio.


Decesso del condomino e assemblea


Assemblea condominialeIn questo contesto, è utile comprendere che cosa accade se un'unità immobiliare ubicata nel condominio cade in successione a causa del decesso del condomino.

In primis v'è un obbligo di collaborazione dei nuovi condòmini che anche ai fini della regolare tenuta del registro di anagrafe condominiale devono comunicare all'amministratore i propri dati anagrafici e l'indirizzo per il recapito delle comunicazioni condominiali (art. 1130 n. 6 c.c.).

E se i neo-condomini non collaborano o comunque se l'immobile fa parte di un'eredità rispetto alla quale non v'è stata ancora formale accettazione?

In tali ipotesi, la prima cosa da fare è una visura presso la conservatoria dei registri immobiliari. Ai sensi dell'art. 2468, primo e secondo comma, c.c., infatti, si devono trascrivere l'accettazione della eredità che importi acquisto dei diritti enunciati nei nn. 1, 2 e 4 dell'art. 2643 o liberazione dai medesimi e l'acquisto del legato che abbia lo stesso oggetto.

La trascrizione dell'accettazione dell'eredità si opera in base alla dichiarazione del chiamato all'eredità, contenuta in un atto pubblico ovvero in una scrittura privata con sottoscrizione autenticata o accertata giudizialmente. Allo stesso modo se l'amministratore ha contezza del decesso e conosce i nomi degli eredi che abbiano accettato tacitamente l'eredità potrà comunicare l'avviso di convocazione presso il loro domicilio.

In questo caso, inoltre, a mente del terzo e quarto comma del succitato art. 2648 c.c. se il chiamato ha compiuto uno degli atti che comportano accettazione tacita dell'eredità, si può richiedere la trascrizione sulla base di quell'atto, qualora esso risulti da sentenza, da atto pubblico o da scrittura privata con sottoscrizione autenticata o accertata giudizialmente. La trascrizione dell'acquisto del legato si opera sulla base di un estratto autentico del testamento. Ciò vuol dire che l'amministratore, se l'assemblea ha deliberato in tal senso, potrà chiedere la trascrizione dell'atto di accettazione tacita ai fini di far chiarezza sull'attuale situazione proprietaria dell'unità immobiliare. Che cosa accade se pur venendo a conoscenza del fatto il mandatario non sia in grado di identificare gli eredi?

Secondo la Suprema Corte di Cassazione l'amministratore il quale sia a conoscenza del decesso di un condomino, fino a quando gli eredi non gli manifesteranno la loro qualità, non avendo utili elementi di riferimento e non essendo obbligato a fare alcuna particolare ricerca, non sarà tenuto ad inviare alcun avviso (Cass. 22 marzo 2007, n. 6926).


Ciò perché, ci dice la Cassazione, sovvertendo il proprio originario orientamento, non esiste alcun obbligo d'indirizzare l'avviso di convocazione presso l'ultimo domicilio del de cuius. Una soluzione di sicuro favore per l'amministratore ma non per gli eredi che alle volte, non per forza per loro colpa, non hanno possibilità di fornire precise informazioni.

Ad avviso di chi scrive, vista la complessità delle norme legate all'apertura della successione e all'immissione nel possesso dell'eredità non ancora accettata, dato che quei beni non possono essere considerati res nullius (cosa di nessuno) è consigliabile inviare sempre una convocazione impersonale agli eredi all'ultimo domicilio noto del de cuius o comunque presso l'unità immobiliare di cui trattasi.

riproduzione riservata
Articolo: Assemblea e convocazione degli eredi
Valutazione: 3.00 / 6 basato su 3 voti.

Assemblea e convocazione degli eredi: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
330.409 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Assemblea e convocazione degli eredi che potrebbero interessarti


Appartamento in comunione o con eredi e assemblea condominiale

Assemblea di condominio - L'assemblea non può deliberare se non risulta che tutti i condomini siano stati regolarmente convocati, infatti gli appartamenti in comunione hanno diritto, vediamo a cosa...

Convocare un'assemblea di condominio

Condominio - Il procedimento di convocazione dell'assemblea di condominio non è vincolato a particolari forme, l'intera materia condominiale è informata ad un modello di gestione snello e privo di significative formalità.

Comunicazioni all'assemblea

Condominio - L'assemblea, è notorio, è il luogo in cui i condomini decidono sulla gestione e conservazione delle parti comuni dell'edificio.

Richiesta di convocazione di un'assemblea straordinaria

Assemblea di condominio - È possibile distinguere due diverse tipologie di assemblea condominiale: assemblea ordinaria annuale e assemblea straordinaria. Come richiederne la convocazione?

Nuove modalità di convocazione dell'assemblea condominiale

Assemblea di condominio - A partire dal 18 giugno 2013 entreranno in vigore le nuove norme sulla convocazione dell'assemblea condominiale che garantiranno maggiore certezza della ricezione.

Assemblea fiume e le novità introdotte dalla riforma

Condominio - Assemblea fiume, ovvero la possiiblità di parteciapare ad estenuanti ed infinite riunioni condominiali. La riforma semplificherà le possibilità di rinvio.

Vicissitudini della delibera condominiale tra prima e seconda convocazione

Assemblea di condominio - Alcuni motivi di invalidità della delibera assembleare possono sorgere tra la prima e la seconda convocazione, perché devono essere osservate delle particolari regole.

Verbale d'assemblea condominiale e contestazione dei vizi

Assemblea di condominio - Impugnare il verbale dell'assemblea, anche se formalmente viziato, non sempre può essere la soluzione migliore per evitare l'adozione di soluzioni non gradite.

Appartamento in comunione, chi convocare in assemblea?

Condominio - Un appartamento,in comunione,ubicato in condominio dà diritto a tutti i comproprietari di ricevere l'avviso di convocazione dell'assemblea?
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img 64brunica
Buona sera,con riferimento ai nuovi DPCM, le assemblee serali che si prolungano oltre le ore 22,00 si possono fare?Grazie.
64brunica 04 Giugno 2021 ore 16:45 2
Img tonyalcapon
Buongiorno, mi è sorto un dubbio.Siamo un palazzo di 6 appartamenti, il mio appartamento supera il 25% della superficie disperdente lorda, questo grazie al sottotetto visto...
tonyalcapon 21 Maggio 2021 ore 18:30 3
Img luca1954
Salve,l'amministratore del nostro condominio ha indetto un'assemblea dopo aver fatto fare l'analisi di fattibilità.Nell'ordine del giorno è scritto infatti...
luca1954 18 Aprile 2021 ore 21:19 2
Img 64brunica
Buon giorno, il registro della contabilità deve essere presente nel luogo dove viene svolta l'assemblea? Il mandato è obbligato a portarlo? C'è una norma o...
64brunica 06 Aprile 2021 ore 15:48 3
Img erika
Buonasera,visto che ormai sembra deciso il ricorso al Bonus 110 per la riqualificazione energetica del condominio in cui vivo, visto l'entusiasmo della maggior parte dei condomini...
erika 02 Aprile 2021 ore 13:03 9