Questo sito utlizza cookie! Leggi informativa privacy

Recupero abitativo del sottotetto

News di Normative
E' possibile recuperare ad uso abitativo alcuni sottotetti esistenti: la normativa da seguire, però, si differenzia da Regione a Regione. Vediamone una panoramica.
Recupero abitativo del sottotetto
Arch. Carmen Granata

Leggi Regionali per Recupero Abitativo Sottetetto


Recupero abitativo del sottotettoDiverse Regioni italiane, nel corso degli anni, hanno emanato normative finalizzate al recupero abitativo dei sottotetti.
Il recupero abitativo dei sottotetti è un tema molto importante dal punto di vita urbanistico, perché permette di realizzare nuove unità abitative senza incrementare il peso urbanistico che grava sulle città quando si  costruiscono nuovi edifici, con la conseguente scomparsa di spazi a verde. Inoltre può contribuire al riutilizzo di molti volumi presenti all’interno dei centri storici.

Trattandosi di leggi regionali, esistono naturalmente delle differenze da regione a regione sui requisiti necessari e sulle procedure da seguire per procedere al recupero abitativo.
Vediamone una breve rassegna per capire le differenze tra una normativa e l’altra.


Recupero Abitativo Sottetetto: Lombardia


Legge Regionale n. 15 del 15 luglio 1996 Legge Regionale Lombardia n. 15 del 15 luglio 1996


Recupero abitativo del sottotetto: Abitazione in mansardaLa Regione Lombardia è stata la prima a legiferare in materia, emanando la legge n. 15 nel 1996.
In base a questa normativa si può precedere al recupero abitativo di un sottotetto se questo è già esistente al momento della richiesta, quindi ultimato al rustico e nella copertura. Per i sottotetti di nuova costruzione è necessario attendere 5 anni dall’ultimazione dei lavori.

Affinchè un sottotetto possa diventare abitabile è necessario che abbia un’altezza media ponderale, calcolata dividendo il volume della parte che supera i 150 cm di altezza per la relativa superficie, di almeno 240 cm, ridotti a 210 nei comuni situati a più di 1000 m di altitudine sul livello del mare.

Naturalmente è necessario che il sottotetto presenti i necessari parametri di igiene e salubrità di un edificio abitabile. Pertanto è consentita l’apertura di finestre, abbaini, lucernari che assicurino gli adeguati rapporti aeroilluminanti. Inoltre sono consentite modifiche delle linee di gronda e di colmo, nonché dell’inclinazione delle falde, purché nel rispetto della normativa urbanistica vigente.
Ai fini del recupero abitativo è inoltre necessario operare gli opportuni interventi di isolamento termico per contenere i consumi energetici.

Le opere previste per il recupero abitativo di un sottotetto richiedono la presentazione di un Permesso di costruire e il pagamento degli oneri relativi.


Recupero Abitativo Sottetetto: Emilia Romagna


Legge Regionale n. 11 del 6 aprile 1998 Legge Regionale Emilia Romagna n. 11 del 6 aprile 1998


Recupero abitativo del sottotetto: MansardaLa Regione Emilia Romagna ha promulgato la legge in materia n. 11 del 1998.

L’altezza media richiesta è di 2,40 m diminuita a 2,20 m per i Comuni facenti parte delle Comunità Montane. Falde ed altezze non possono essere modificate, mentre per l’apertura di fonti illuminanti è richiesto un rapporto aeroilluminante di 1/16.

Per questa Regione la realizzazione di nuove unità abitative deve essere subordinata al reperimento di parcheggi pertinenziali, nelle quantità prescritte dalla normativa vigente.


Recupero Abitativo Sottetetto: Piemonte


Legge Regionale n. 21 del 6 agosto 1998 Legge Regionale Piemonte n. 21 del 6 agosto 1998


La Legge Regionale 6 agosto 1998, n. 21, disciplina la materia in Piemonte.
Requisito fondamentale affinché il sottotetto possa essere recuperato era che esso fosse stato realizzato entro dicembre 2008.
Poi, con la L.R. 1/2011, oltre ad essere state snellite le procedure burocratiche, è stato spostato il limite temporale entro cui essi devono essere stati realizzati al 31 dicembre 2010.

Recupero abitativo del sottotetto: Cameretta in mansardaL’altezza media interna è fissata in 2,40 m per locali di abitazione (cucina, soggiorno,camere) e 2,20 per locali accessori e di servizio (bagni, corridoi, ripostigli, angolo cottura, ecc.). Valori che per le Comunità Montane vengono ridotti rispettivamente a 2,20 m e 2,00 m.

Il recupero è ammesso anche in deroga ai parametri edilizi ed urbanistici stabiliti dalla normativa vigente, fermo restando la possibilità per le amministrazioni comunali di disporre l’esclusione di alcune parti del territorio.
Il calcolo degli oneri concessori avviene computando un volume virtuale basato su una altezza di 3,00 m. Gli oneri usufruiscono di una riduzione se il recupero costituisce pertinenza di un’abitazione già esistente.


Recupero Abitativo Sottetetto: Veneto


Legge Regionale n. 12 del 6 aprile 1999 Legge Regionale Veneto n. 12 del 6 aprile 1999


Recupero abitativo del sottotettoLa legge regionale veneta, la n. 12 del 1999, si applica a sottotetti che risultino ultimati entro il 31 dicembre 1998.

Il valore dell’altezza media utile per locali di abitazione ed accessori è uguale a quello stabilito dal Piemonte, ma viene calcolato dividendo per la superficie la parte di volume eccedente 1,80 m di altezza, ridotta a 1,60 cm per le Comunità Montane.

In questo caso non è possibile modificare le altezze di colmo e di gronda nonché le linee di pendenza delle falde.


Recupero Abitativo Sottetetto: Campania


Legge Regionale n. 15 del 28 novembre 2000 Legge Regionale Campania n. 15 del 28 novembre 2000


La Regione Campania ha invece emanato una normativa per il recupero abitativo dei sottotetti nel 2000, la n. 15.Sottotetto da recuperare
Inizialmente era necessario che il sottotetto esistente, realizzato in maniera legittima o sanato ai sensi delle leggi 47/85 o 724/94, fosse stato realizzato entro il 17 ottobre 2000.
Il Piano Casa Piano Casa Campania ha poi esteso la possibilità di intervento ai sottotetti costruiti fino all'entrata in vigore della relativa legge (quindi il 2009).

L’altezza media da rispettare è di 240 cm, calcolati come altezza media interna, frutto del rapporto tra il volume interno lordo e la superficie interna lorda.

Non sono ammesse modifiche dell'altezza di colmo e gronda, nonché modifiche delle falde, però è consentito l’abbassamento della quota dell’ultimo solaio esistente, purché non comporti pregiudizio alla statica dell’immobile, all’estetica della facciata e all’abitabilità del piano sottostante.


Recupero Abitativo Sottetetto: Liguria


Legge Regionale n. 24 del 6 agosto 2001 Legge Regionale Liguria n. 24 del 6 agosto 2001


La Regione Liguria ha emanato nel 2001 una legge che prende in considerazione i sottotetti edificati entro la data di entrata in vigore della normativa.
A differenza delle altre regioni, la Liguria applica la possibilità di recupero non solo ai sottotetti facenti parte di edifici a destinazione residenziale, ma anche a quelli aventi destinazione di tipo turistico-ricettiva.

Recupero abitativo del sottotetto: Camera in mansardaLa possibilità fu  estesa anche ad edifici in corso di costruzione alla data di entrata in vigore della legge, previa presentazione di variante al titolo concessorio.

La legge prescrive anche l’obbligo di reperimento di parcheggi pertinenziali in misura di 1 mq per ogni mc abitativo recuperato o, in alternativa, nell’impossibilità di reperire spazi idonei, all’obbligo di versamento al comune di una somma equivalente al valore di mercato di tali parcheggi.
Il valore degli oneri concessori da corrispondere è ridotto del 50% sia nel caso di interventi che non comportino la creazione di nuova unità abitativa, sia nel caso in cui si tratti di Edilizia residenziale pubblica. Ma poi l’unità immobiliare non si può frazionare per 10 anni.

L’altezza media interna si calcola considerando un solaio virtuale posto a quota media tra l’altezza minima e quella massima del tetto e non deve essere inferiore a 2,30 cm per gli spazi abitativi e 2,10 per quelli accessori.


Recupero Abitativo Sottetetto: Basilicata


Legge Regionale n. 8 del 4 gennaio 2002 Legge Regionale Basilicata n. 8 del 4 gennaio 2002


Recupero abitativo del sottotettoIn Basilicata la legge assimila gli interventi di recupero dei sottotetti che comportino collegamento diretto con l’unità immobiliare sottostante a interventi per opere interne, e quindi sono soggetti a Denuncia di inizio attività.
Invece, il recupero dei sottotetti ad uso autonomo è soggetto alla richiesta di Permesso di costruire.

Non sono ammesse modifiche al tetto, se non per l’apertura di finestre nella misura non superiore al 15% della superficie della falda del tetto.


Recupero Abitativo Sottetetto: Calabria


Legge Regionale n. 19 del 16 aprile 2002 Legge Regionale Calabria n. 19 del 16 aprile 2002


Recupero abitativo del sottotettoIn Calabria la materia è disciplinata nell’ambito della Legge Urbanistica regionale, all’art. 49, comma 2.
I requisiti previsti sono quelli di opportuna idoneità statica dell’edificio, altezza media ponderale di 2,20 m ridotta a 2,00 per i comuni al di sopra degli 800 m, e rapporto aeroilluminante pari a 1/15.

E’ ammesso l’abbassamento del solaio intermedio, purché l’altezza dell’unità immobiliare sottostante non risulti inferiore a 2,70 m.
Anche in questo caso per intervento di collegamento con unità preesistente è ammessa la semplice DIA.
In ogni caso il volume del sottotetto recuperato non può eccedere del 25% quello dell’edificio di cui fa parte.

Anche il Calabria il Piano Casa ha esteso la possibilità di recupero ai sottotetti costruiti entro l'entrata in vigore della legge, ma essi, oltre ai requisiti già previsti, devono rispondere anche parametri limite energetici prescritti all'allegato C del d.lgs. 192/05 e, nel caso di modifica delle linee di gornda e pendenze della falda, anche presentare pannelli solari di almeno 3kW di potenza.


Recupero Abitativo Sottetetto: Sicilia


Legge Regionale n. 4 del 16 aprile 2003



Recupero abitativo del sottotettoNell’ambito della Legge Finanziaria per il 2003 della Regione autonoma Sicilia, all’art. 18, Norme per il contenimento del consumo di nuovo territorio, è disciplinato anche il recupero abitativo dei sottotetti.
Sono compresi quelli realizzati entro la data di entrata in vigore della legge.

Gli interventi necessari possono essere richiesti tramite Concessione Edilizia (in Sicilia è in vigore ancora tale dizione) o Denuncia di inizio attività.
L’altezza media ponderale da rispettare è di 200 cm. Anche in questo caso è necessario lasciare invariate altezza e inclinazione delle falde.

Recupero abitativo sottotetto: Lazio


Legge Regionale n. 13 del 16 aprile 2009 Legge Regionale Lazio n. 13 del 16 aprile 2009



La Regione Lazio ha regolamentato la materia solo nel 2009, con la legge n. 13.
Rientrano nella normativa i sottotetti esistenti fino alla data di entrata in vigore della legge, che abbiano un’altezza media di 2,40 m per i locali abitativi e 2,20 m per quelli accessori.

Recupero abitativo del sottotettoIl sottotetto deve essere attiguo o annesso ad una unità immobiliare esistente, realizzato regolarmente e non essere oggetto di alcun tipo di abuso.
La legge consente anche di ridurre il rapporto aeroilluminante dei locali da 1/8 a 1/6 e di alzare l’altezza del solaio, o di abbassare l’ultimo solaio di calpestio, per ottenere le altezze necessarie, rimanendo nei limiti di un ampliamento del 20% del volume dell’edificio.

Gli interventi edilizi finalizzati al recupero devono essere compiuti con metodi che assicurino il risparmio energetico e delle risorse idriche ed utilizzando tecniche e materiali biocompatibili.

Anche in questo caso, inoltre, è necessario assicurare il fabbisogno di parcheggi in relazione alla volumetria realizzata. In caso di mancanza di spazi idonei, si potrà provvedere alla loro monetizzazione.

Sono esclusi dal recupero abitativo i sottotetti ricadenti in zona A o altre zone stabilite dai singoli comuni, nonché quelli con vincoli relativi a beni culturali, ambientali e paesaggistici.


Dove rivolgersi?



Casa LuceVelux ha creato casa-luce.it, il sito dedicato alle mansarde, dove potrete trovare una raccolta di leggi e regolamenti nel campo dell’edilizia utili a chi vive in una mansarda o a chi sta progettando di recuperare un sottotetto e di trasformarlo nella sua prossima casa.

Articolo: Recupero abitativo del sottotetto
Valutazione: 5.30 / 6 basato su 43 voti.

Azienda consigliata Velux Italia Spa

VELUX è un marchio leader nel settore dei materiali per l?edilizia. La gamma prodotti VELUX comprende finestre per tetti, soluzioni per tetti piani, tunnel solari, tende decorative e parasole, tapparelle e comandi a distanza.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 0
  • 0
  • 9
  • 0
Commenta su Recupero abitativo del sottotetto
Caratteri rimanenti
  • Arch.granata
    Martedì 10 Dicembre 2013, alle ore 09:43
    Sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 22 Agosto 2013, alle ore 17:50
    Per Fabio: nell'articolo è riportato il link (pdf) della legge regionale, dove può trovare tutte le info.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 25 Giugno 2013, alle ore 09:46
    Per Javier: il secondo paragrafo è dedicato proprio alla normativa della Regione Lombardia.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 19 Aprile 2013, alle ore 12:22
    Per Emanuela: l'altezza minima è 0. La media tra 2,50 e 0 è 1,25, quindi è inferiore ai 2,30 richiesti.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 29 Gennaio 2013, alle ore 18:29
    Per Barbara: penso di no, perchè non mi risulta che nessuna Legge regionale ammetta il recupero di sottotetti con altezza media di 2m.
    rispondi al commento
Notizie che trattano Recupero abitativo del sottotetto che potrebbero interessarti
Normative Regionali sui rifiuti

Normative Regionali sui rifiuti

Prevenire e ridurre la produzione dei rifiuti, nonche' valorizzarne gli scarti attraverso il recupero, sono azioni regolate dalle legislazioni regionali.
Regione Abruzzo: recupero abitativo sottotetti esistenti

Regione Abruzzo: recupero abitativo sottotetti esistenti

Regione Abruzzo: approvata la legge che consente il recupero dei sottotetti esistenti a fini residenziali.
Approfondimento detrazioni sottotetto

Approfondimento detrazioni sottotetto

Quali sono le condizioni per accedere alla detrazione fiscale per le ristrutturazioni edilizie in caso di opere di recupero di un sottotetto a fini abitativi?
Recupero di sottotetto e detrazioni 65% e 50%

Recupero di sottotetto e detrazioni 65% e 50%

Quali lavori eseguiti per il recupero di un sottotetto possono beneficiare della detrazione sul risparmio energetico (65%) o per le ristrutturazioni edilizie (50%)?
Zona notte mansardata

Zona notte mansardata

In questo articolo viene illustrato il recupero abitativo di un sottotetto esistente per la creazione di una zona notte, con camera, bagno e cabine armadio.
IMMOBILIARE
prezzi ristrutturazione
costi ristrutturazione
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Zaccaria Monguzzi
  • Sicurezzapoint
  • Novatek
  • Uretek
  • Velux
  • Murprotec
  • Geosec
  • WaterBarrier
  • Casa.it
  • Officine Locati
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Tapparella elettrica e solare VELUX INTEGRA
      Tapparella elettrica e solare...
      435.54
    • Armadio per mansarda in noce
      Armadio per mansarda in noce...
      2850.00
    • Cameretta golf
      Cameretta golf...
      2990.00
    • Zanzariera VELUX
      Zanzariera velux...
      130.54
    • Larix fume' 20x170
      Larix fume' 20x170...
      90.00
    • Dakota tortora 40x170
      Dakota tortora 40x170...
      115.00
    • Tenda esterna parasole VELUX
      Tenda esterna parasole velux...
      69.54
    • Tapparella manuale Easy VELUX
      Tapparella manuale easy velux...
      283.04
    • Urban concrete rett 30x60
      Urban concrete rett 30x60...
      59.00
    • Finestra cupolino velux
      Finestra cupolino velux...
      641.72
    • Recupero sottotetto ai fini abitativi - progettazione
      Recupero sottotetto ai fini...
      2500.00
    • Finestra per tetti VELUX INTEGRA elettrica solare
      Finestra per tetti velux integra...
      795.44

BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Preventivi
  • Faidatebook
  • Progettazione
  • Casa.it