Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

L'usufruttuario può concedere l'immobile in comodato d'uso?

Se sull'immobile è stato costituito il diritto reale di usufrutto potrà l'usufruttuario concedere la casa in comodato d'uso gratuito a terzi?
- NEWS Proprietà
Barra Preventivi Online

Che cos'è il comodato


Il contratto di comodato è uno strumento grazie al quale è possibile godere di un bene, mobile o immobile, solitamente a titolo gratuito.

L’articolo 1803 del codice civile che lo disciplina precisa che il contratto di comodato si perfeziona con la consegna del bene alla parte interessata affinché essa se ne serva per un certo tempo o per un uso determinato.

Il contratto di comodato può avere dunque una scadenza specifica oppure può durare fino a quando venga ultimato l’uso che viene indicato nell’accordo, in conformità alla natura del bene. In ogni caso il codice civile non pone limiti di durata, pertanto sul punto le parti possono accordarsi liberamente.


Obbligo di restituzione del bene


Alla scadenza del contratto, qualunque sia il modo in cui essa viene determinata, il comodatario sarà obbligato a restituire la cosa ricevuta.

La restituzione potrà essere richiesta anticipatamente e in qualsiasi momento se per il comodante sopraggiunge un bisogno urgente e imprevisto.

Comodato d'uso
Il contratto di comodato prevede alcuni obblighi in capo al comodatario.
Nel caso in cui essi vengano disattesi il comodante è legittimato a richiedere la restituzione della cosa oltre ad avanzare domanda di risarcimento dei danni subiti.


Comodato: contratto oneroso o gratuito?


Aspetto rilevante da sottolineare è che il comodato è un contratto essenzialmente gratuito e questo lo differenzia rispetto al contratto di locazione con il quale è previsto il versamento di un corrispettivo, il canone di locazione.


Contratto di comodato stipulato dall'usufruttuario


Vendiamo al punto che più ci interessa e cioè quali sono i soggetti che possono concedere un immobile in comodato d’uso gratuito.

Sulla base di quanto statuito dalla giurisprudenza il diritto del comodatario è un diritto di credito; ne consegue che la legittimazione a concedere un bene in comodato d’uso spetta a chiunque abbia il possesso della cosa o la detenzione per un titolo legittimo su di essa.

Usufrutto e comodato
Per tali ragioni il comodante è colui che deve essere in condizione tale da poter consegnare il bene, atto mediante il quale il contratto si perfeziona.


Il comodante può essere l'usufruttuario o il nudo proprietario?


Dopo aver evidenziato quelli che sono i requisiti per poter concedere in comodato un immobile, ci chiediamo chi, tra usufruttuario e nudo proprietario, sia abilitato a stipulare il contratto.

La legge genericamente prevede che l’usufruttuario, nel rispetto della destinazione economica del bene, può trarre qualunque utilità dal bene.

Ne consegue che certamente egli potrà dare la casa in locazione a terzi, al fine di percepirne il canone.

Ma non solo. Poiché il proprietario attribuisce a lui il possesso dell’abitazione l'usufruttuario potrà concedere l’immobile in comodato d’uso.

Il nudo proprietario non può prestare l'abitazione


Il proprietario che costituisce sulla casa un usufrutto altrui mantiene su di essa la nuda proprietà. Può concederla in comodato gratuito ad un soggetto diverso dall'usufruttuario?

La risposta è negativa. Il nudo proprietario conserva la titolarità della casa con la possibilità di disporne, ad esempio vendendola, ma senza che ciò possa inficiare il godimento della stessa da parte dell’usufruttuario.

La piena proprietà si potrà riascquisire solo con l’estinzione dell’usufrutto.


Qual è allora il ruolo del nudo proprietario in caso di stipula di contratto di comodato da parte dell’usufruttuario?

È necessario il consenso del nudo proprietario?

Il consenso non è necessario in quanto il nudo proprietario si colloca in posizione di estraneità rispetto all’accordo tra comodante e comodatario.
Ne consegue che, se la casa viene concessa in comodato d’uso durante la vigenza del diritto di usufrutto, egli non potrà neanche opporsi.


Che cosa succede con la morte dell'usufruttuario comodante?


Con la morte dell'usufruttuario la proprietà ritorna piena e il proprietario potrà recuperare tutte le facoltà e poteri connessi alla titolarità sul bene.

Quali sono le conseguenze sul contratto di comodato stipulato dall'usufruttuario?

Il comodato verrà meno poiché, secondo la legge anche in caso di morte del comodatario il contratto di comodato si scioglie.

Il comodato viene meno anche in caso di estinzione dell'usufrutto non dovuta a decesso ma al termine di scadenza.

Mentre il codice civile per i contratti di locazione stipulati dall'usufruttuario ha previsto una specifica tutela, in caso di comodato, una volta giunto al termine l'usufrutto anche il prestito non potrà proseguire.

Usufruttuario concede comodato
Anche secondo l'orientamento della giurisprudenza in caso di estinzione dell'usufrutto il comodato non può opporsi al proprietario che per consolidazione, ha riacquisito la piena proprietà con la facoltà di disposizione del bene.


La ripartizione delle spese


Nel caso in cui l'immobile sul quale esiste l'usufrutto sia stato concesso in comodato d'uso a un terzo come avviene la divisione delle spese?

In base alle regole previste dalla legge sul contratto di comodato, le spese di carattere ordinarie sono a carico del comodatario ovvero colui che vive nell'immobile.

Al comodante, che nella fattispecie coincide con l'usufruttuario, nei rapporti interni al comodato, spettano le spese di carattere straordinario.

Considerato il fatto che il comodante ha l'usufrutto in base alla disciplina prevista dal codice civile le spese di manutenzione straordinarie sono a carico del nudo proprietario.

riproduzione riservata
Usufrutto: si può concedere il comodato?
Valutazione: 5.50 / 6 basato su 2 voti.

Usufrutto: si può concedere il comodato?: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
REGISTRATI COME UTENTE
341.120 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Usufrutto: si può concedere il comodato? che potrebbero interessarti

Comodato gratuito: le novità del Decreto Semplificazioni

Affittare casa - In caso di contratto di comodato ci saranno 10 giorni in più per effettuare la registrazione. Con il Decreto Semplificazioni si passa da 20 a 30 giorni per adempiere

Non c'è usucapione in caso di comodato dell'immobile

Proprietà - Il comodato ultra ventennale di un immobile comprato con contratto nullo non vale ai fini dell'usucapione. I chiarimenti della sentenza della Corte di Cassazione

Il comodatario può fruire del Superbonus 110%?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Per l'Agenzia delle Entrate è possibile beneficiare della detrazione fiscale del Superbonus 110% quando l'immobile è oggetto di un contratto di comodato d'uso?

Comodato e spese condominiali

Ripartizione spese - Il comodato d'uso è un contratto da cui deriva un diritto personale di godimento. La relazione tra comodato e spese condominiali e i vantaggi per il comodante.

Cosa fare se il comodatario non va via

Proprietà - Come funziona il contratto di comodato d'uso e in quali casi il comodante può legittimamente chiedere al comodatario il rilascio dell'immobile dato in prestito.

Comodato d'uso gratuito: chi paga le spese condominiali?

Ripartizione spese - Chi è tenuto al pagamento delle spese condominiali e di quelle di manutenzione straordinaria in caso di comodato d'uso gratuito. Obblighi nascenti dal contratto

Comodato d’uso: chi partecipa all’assemblea condominiale?

Assemblea di condominio - I condomini sono i soli soggetti a poter votare in assemblea condominiale? Quando il comodatario può partecipare alle riunioni votare per le decisioni assembleari

Dichiarazione IMU e TASI: quali novità con il Decreto Crescita?

Fisco casa - Semplificazioni per comodato d'uso e locazioni a canone concordato. Niente obbligo di comunicazione al Comune per beneficiare degli sconti fiscali su IMU e TASI

Destinazione d'uso del comodato e casa familiare

Affittare casa - La destinazione d'uso del comodato alla casa familiare deve risultare senza dubbi fin dall'inizio dalla volontà delle parti coinvolte nel contratto di comodato.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img violas
Buongiorno a tutti, mi chiamo Viola e avrei bisogno di alcune delucidazioni.Sto per rogitare la mia prima casa. Il mutuo e l'intestazione della casa è soltanto a nome mio...
violas 09 Agosto 2022 ore 16:12 4
Img dgila
Buongiorno,il mio quiesito è se la certificazione energetica spetta a chi ha l'usufrutto di un immobile o a chi ha la nuda prorietà?Nel 1984 viene a mancare mio...
dgila 03 Maggio 2021 ore 16:43 3
Img gabriella pobiati
Buongiorno, ho una donazione con atto notarile fatto nel 2005 con diritto di usufrutto da parte di mia madre, di una casa in cui io vivo dal 2005. Nel 2020, in vista della vendita...
gabriella pobiati 18 Gennaio 2021 ore 16:55 1
Img giovannisala
Buongiorno, avrei un quesito al quale non riesco a trovare una risposta certa. Mio figlio abita in un appartamento con i nonni.L'appartamento è totalmente diviso in due...
giovannisala 18 Agosto 2020 ore 10:49 1
Img andreadamasco
Salve sono nuovo del forum,Mia moglie è proprietaria di un appartamento e come usufruttuaria c'è sua madre.Il problema è questo la madre non paga la sua parte...
andreadamasco 26 Febbraio 2018 ore 16:22 8