Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Usufrutto: atto di donazione e sua revoca

Mediante donazione si può cedere l'usufrutto o donare la nuda proprietà con riserva di usufrutto per sè o per altri. Tale atto, a certe condizioni è revocabile.
29 Ottobre 2018 ore 09:42 - NEWS Proprietà
donazione , usufrutto , revoca donazione , revoca

Donazione e usufrutto


Il diritto di usufrutto può essere ceduto o costituito con atto di donazione?

Prima di rispondere premettiamo alcuni cenni sull'atto di donazione e sul diritto di usufrutto .

Cessione o costituzione di usufrutto

L'atto di donazione è disciplinato dagli artt. 769 e ss. del codice civile.

Si tratta sostanzialmente di un atto di liberalità, di un contratto nel quale, appunto per spirito di liberalità, una parte arricchisce l'altra disponendo a suo favore di un proprio diritto oppure assumendo nei suoi confronti un'obbligazione (v. art. 769 c.c.).

La donazione deve essere redatta per atto pubblico, dunque da un pubblico ufficiale, e deve essere accettata, anche con atto successivo, ma ha effetto solo dalla ricezione da parte del donante della notifica dell'accettazione (v. art. 782 c.c.).

Si tratta di un contratto che può essere a effetti reali, dove cioè l'effetto, che si produce con la prestazione del consenso, è il trasferimento oppure la costituzione di un diritto, oppure a effetti obbligatori, qualora si assume un obbligo verso qualcuno.

La donazione di usufrutto appartiene alla prima categoria.

L'usufrutto è un diritto reale, disciplinato dagli artt. 978 e ss. c.c. e consiste nel diritto di godere di una determinata cosa, rispettandone la destinazione economica, traendo dalla cosa ogni utilità (v. art. 981 c.c.).

Gli atti che costituiscono o trasferiscono il diritto di usufrutto su beni immobili devono essere redatti per atto pubblico o scrittura privata autenticata ed essere trascritti presso i pubblici registri.


Donazione e usufrutto


Mediante donazione, l'usufrutto può essere ceduto (se già esistente), oppure costituito (se creato ad hoc, diciamo così).

Donazione e usufrutto

La cessione dell'usufrutto è prevista dall'art. 980 c.c., secondo il quale:

L'usufruttuario può cedere il proprio diritto per un certo tempo o per tutta la sua durata, se ciò non è vietato dal titolo costitutivo.
La cessione dev'essere notificata al proprietario; finché non sia stata notificata, l'usufruttuario è solidalmente obbligato con il cessionario verso il proprietario (art. 980 c.c.)


La costituzione può invece avvenire mediante riserva di usufrutto di un bene donato a favore del donante o per altri (dopo di lui, altri che possono essere anche più persone, ma non successivamente) (v. art.796 c.c.).

Si è statuito che In tale secondo caso abbiamo due donazioni: una riguardante la nuda proprietà, l'altra riguardante l'usufrutto (v. Trib. Napoli 17.05.2006).


Revoca della donazione


La legge disciplina i casi in cui la donazione può essere revocata.

In particolare, le relative norme sono contenute negli artt. 800 e ss. c.c.

La donazione può essere revocata in caso di ingratitudine o per sopravvenienza di figli.

L'ipotesi dell'ingratitudine è descritta dall'art. 801 c.c., che, nel rimandare ad altre norme, prevede in sostanza che integrano l'ingratitudine che legittima la revoca della donazione: l'omicidio, o tentato omicidio del donante, del coniuge, o di un discendente, o un ascendente, salvo casi di esclusione della punibilità (es. legittima difesa); il compimento, a danno di tali persone, di un fatto per cui la legge prevede l'applicazione delle disposizioni sull'omicidio; l'avere denunciato una di tali persone per un reato punibile con l'ergastolo o con la reclusione per un tempo non inferiore nel minimo a tre anni, se la denuncia viene dichiarata calunniosa in giudizio penale, oppure l'aver testimoniato contro le stesse persone imputate dei predetti reati, se la testimonianza viene poi dichiarata falsa in giudizio penale; l'essersi resi colpevoli d'ingiuria grave verso il donante o l'aver dolosamente danneggiato il suo patrimonio o non avere prestato gli alimenti (dovuti ai sensi degli artt. 433 e 436 c.c.).

Sono irrevocabili le donazioni remuneratorie (cioè effettuate per gratitudine, riconoscimento di meriti o remunerazione ex art. 770 c.c.) o in riguardo di un determinato matrimonio (v. art. 805 c.c.).


Revoca della donazione e usufrutto


Le norme sulla revoca della donazione trovano applicazione anche nei casi di donazione di usufrutto?
Sì, la risposta è affermativa.

Innanzitutto teniamo presente che è possibile la revoca della donazione della nuda proprietà, con conseguente riunione in capo alla stessa persona dell'usufrutto e della proprietà e, dunque, l'estinzione dell'usufrutto (v. art. 1014 c.c.).

La donazione può essere revocata se, ove sia previsto un onere a carico del donatario, questo non sia adempiuto (c.d. donazione modale, di cui all'art. 793 c.c.):
Così, ad esempio, è stato deciso dal tribunale di Cagliari (sent. n. 1421/2016) in un caso di donazione di nuda proprietà con riserva di usufrutto da parte di un genitore nei confronti del figlio con l'onere da parte di questi di prendersi cura di lui: non avendo il figlio ottemperato, il tribunale di Cagliari, con la sentenza citata, ha deciso per la revoca della donazione.

Atto di donazione

Ancora, la donazione della nuda proprietà con riserva di usufrutto è stata revocata per ingratitudine dal tribunale di Lecce (Trib. Lecce 16.10.2013) nei confronti di una donna che aveva ricevuto dal marito la donazione della nuda proprietà dell'immobile, per avere mantenuto un comportamento di avversione e disistima verso il marito.

Peraltro, nel caso di specie, il giudizio era stato attivato dalla donna che chiedeva la pronuncia della decadenza del marito dal diritto di usufrutto per disinteressamento nei confronti dell'immobile e pronunciamento della suo esclusivo e pieno diritto di proprietà.

Per quanto non risultino a chi scrive casi giudiziali concreti, non sembra possa escludersi che, al verificarsi dei presupposti di legge, anche la donazione di usufrutto possa essere revocata dal donante, evidentemente nel caso di cessione o di costituzione in capo ad altri del diritto.


Estinzione e cessazione per abusi


Ricordiamo poi che l'usufrutto può estinguersi per:
- prescrizione;
- riunione di usufrutto e proprietà sulla stessa persona;
- perimento della cosa (v. art. 1014 c.c.).

Inoltre, l'usufrutto può cessare anche nei casi di abusi dell'usufruttuario (ex art. 1015 c.c.).


Infatti, prevede l'art. 1015 c.c. che l'usufrutto può anche cessare nel caso in cui l'usufruttuario abusa del diritto alienando i beni o deteriorandoli o lasciandoli perire senza l'effettuazione delle ordinarie riparazioni (co.1).

In tali casi, a norma del secondo comma dell'art. 1015, il giudice può, a seconda delle circostanze, disporre che l'usufruttuario dìa garanzia, qualora sia esente, oppure che i beni vengano locati o posti sotto amministrazione a spese dello stesso usufruttuario o anche dati in possesso al proprietario con l'obbligo di pagare annualmente all'usufruttuario, durante l'usufrutto, una somma determinata (cv. art. 1015, co.2 c.c.).

I creditori dell'usufruttuario possono intervenire nel giudizio per conservare le loro ragioni, offrire il risarcimento dei danni e dare garanzia per l'avvenire (v. art. 1015, co.3 c.c.).

riproduzione riservata
Articolo: Usufrutto, donazione, revoca
Valutazione: 5.20 / 6 basato su 5 voti.

Usufrutto, donazione, revoca: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Dima
    Dima
    Giovedì 16 Aprile 2020, alle ore 00:33
    Padre divorziato dona a figli avuti da prima moglie, successivamente si sposerà, riservandosi usufrutto per se e per la coniuge.
    Al momento della morte la coniuge godrà degli stessi diritti di usufrutto?
    Cosa potrebbero fare i figli per impedirlo e soprattutto il padre cosa potrebbe fare in alternativa per garantirlo?
    Sono un figlio e vorrei aiuto per difendere i miei diritti da straniero.
    rispondi al commento
    • Svevavolo
      Svevavolo Dima
      Venerdì 24 Aprile 2020, alle ore 11:39
      Ciao, per sapere cosa accade alla morte del signore bisognerebbe vedere in primis cosa prevede l’atto con cui è stato costituito l’usufrutto, ma anche eventuali atti. Per l’ipotesi del proprio decesso, il marito può adottare varie iniziative a favore della moglie … la questione va vista nel complesso e da vicino da un legale… anche perché tocca problematiche di successione… ciao!
      rispondi al commento
  • Lui-gi81
    Lui-gi81
    Mercoledì 30 Ottobre 2019, alle ore 23:08
    Con atto di donazione, Giulio dona al figlio Mattia la nuda proprietá riservando l'usufrutto per sé e dopo di sé per il coniuge Paola.
    L'atto é trascritto in conservatoria con apposita nota a favore di Paola.
    Dopo 2 anni, Giulio, che detiene l'usufrutto, dona ancora al figlio Mattia l'usufrutto.
    A seguito delle due donazioni il figlio Mattia diviene Pieno Proprietario.
    Domanda: il coniuge del donante, la sig.ra Paola, per effetto della seconda di azione che ha visto l'usufrutto consolidare la piena proprietà al figlio Mattia, é stata lesa nel suo diritto di ricevere l'usufrutto "promesso" ad essa nella prima donazione?
    Luigi
    rispondi al commento
  • Svevavolo
    Svevavolo
    Venerdì 29 Marzo 2019, alle ore 14:27
    Ciao Prinaldi64, con "porre usufrutto" intendi dire intestare un usufrutto al genitore lasciando la nuda proprietà al figlio?
    rispondi al commento
  • Prinaldi64
    Prinaldi64
    Giovedì 28 Marzo 2019, alle ore 10:13
    Esiste la possibilità di porre usufrutto su una donazione di un appartamento al figlio dopo aver redatto gia’ l'atto notarile?
    rispondi al commento
    • Svevavolo
      Svevavolo Prinaldi64
      Sabato 30 Marzo 2019, alle ore 15:55
      Ciao Prinaldi64, con "porre usufrutto" intendi dire intestare un usufrutto al genitore lasciando la nuda proprietà al figlio?
      rispondi al commento
    • Svevavolo
      Svevavolo Prinaldi64
      Sabato 30 Marzo 2019, alle ore 16:36
      Comunque, immaginando che tu intendessi questo (e cioè che per "porre usufrutto" intendessi "costituire usufrutto in favore di"), la risposta è certamente sì: il proprietario, quale è divenuto il figlio in seguito alla donazione, può certamente decidere di costituire il diritto di usufrutto in capo a qualcuno. Sarà lui a decidere però, non il genitore. Si sarebbe potuto fare tutto insieme e quindi risparmiare credo, un po’, ma si può fare. Un notaio potrebbe darti tutte le informazioni che cerchi. Ciao!
      rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
322.822 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Usufrutto, donazione, revoca che potrebbero interessarti


In quali casi è possibile revocare la donazione della casa al figlio?

Proprietà - Quando e come è possibile richiedere la revoca della donazione fatta dal padre al figlio. Quali sono i termini da rispettare e le regole previste dalla legge.

Quali sono le tipologie di donazione immobili?

Proprietà - Indiretta, modale, remuneratoria, a nascituro: ecco una guida sulle tipologie di donazione immobili esistenti nel nostro ordinamento e quando sono annullabili.

Preliminare di donazione: è valido?

Proprietà - Il contratto preliminare può essere utilizzato per vincolare una parte alla stipula di una donazione futura? Per la giurisprudenza la promessa di donazione è nulla

Revoca della donazione al coniuge se il figlio è ancora in vita

Proprietà - La sentenza della Corte di Cassazione n. 2106/2018 ha ritenuto ammissibile la revocazione della donazione fatta all'ex coniuge per sopravvenienza di un figlio.

Donazione di immobili

Leggi e Normative Tecniche - Breve guida su tutto quanto che c'è da sapere sulla donazione di un bene immobile: dai documenti da allegare all'atto, ai vari aspetti fiscali ad essa connessi.

Guida all'imposta catastale

Catasto - In caso di trasferimento immobiliare è obbligatorio versare la cosiddetta imposta catastale. Ecco un breve vademecum su cos'è, chi la paga, come e in che misura.

Come impugnare una donazione per lesione della quota legittima

Proprietà - Come l'erede tutela i propri diritti se il defunto ha effettuato donazioni in vita che riducono il patrimonio? Come impugnare la donazione con azione di riduzione

Cessione con obbligo di mantenimento

Comprare casa - Un'alternativa alla donazione indiretta che tutela maggiormente il donatore in caso di necessità future di assistenza è la cessione con obbligo di mantenimento.

Acquistare immobili provenienti da donazioni

Comprare casa - Quali sono i casi che si possono verificare e quali rischi può correre il promissario acquirente di un immobile se quest'ultimo deriva da una precedente donazione?
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img gabriella pobiati
Buongiorno, ho una donazione con atto notarile fatto nel 2005 con diritto di usufrutto da parte di mia madre, di una casa in cui io vivo dal 2005. Nel 2020, in vista della vendita...
gabriella pobiati 18 Gennaio 2021 ore 16:55 1
Img papinog
Salve a tutti avrei bisogno di aiuto per capire come fare. Mia madre è proprietaria di un appartamento dove vive e siccome mia sorella purtroppo è morta, voleva...
papinog 30 Novembre 2020 ore 19:07 2
Img giovannisala
Buongiorno, avrei un quesito al quale non riesco a trovare una risposta certa. Mio figlio abita in un appartamento con i nonni.L'appartamento è totalmente diviso in due...
giovannisala 18 Agosto 2020 ore 10:49 1
Img domenicode lucia
Salve. Ho ricevuto in donazione 3 anni fa un appartamento con negozio C/3 adiacente in donazione da mio padre. Ora a distanza di due anni dalla sua scomparsa vorrei unire le due...
domenicode lucia 11 Dicembre 2019 ore 10:25 1
Img alfiolofio
Buongiorno a tutti! Vorrei che mia madre disabile comprasse un appartamento senza barriere architettoniche con le agevolazioni della prima casa, ma ne possiede già uno, con...
alfiolofio 01 Novembre 2019 ore 17:32 4