UNI/TS 11300 Parte Quarta

NEWS DI Normative20 Ottobre 2012 ore 19:58
La UNI/TS 11300 con la parte quarta permette la determinazione dei fabbisogni di energia termica utile degli edifici con i diversi vettori energetici.

La parte quarta della UNI / TS 11300 è stata pubblicata qualche mese fa. La UNI/TS 11300 è una specfca tecnica che per gli edifici considera i seguenti servizi energetici: la climatizzazione invernale, la produzione di acqua calda sanitaria, la climatizzazione estiva, la ventilazione e l' illuminazione. Essa fornisce i dati ed i metodi di calcolo per la determinazione dei fabbisogni di energia termica utile richiesti da tali suddetti servizi. Inoltre con essa è possibile valutare l'energia primaria per i suddetti vettori energetici utilizzati.

rinnovabili riducono spese e inquinamentoLa UNI/TS 11300 può essere utilizzata in tutti i casi nei quali occorre valutare il rispetto di regolamenti e leggi in termini di obiettivi energetici, confrontare le prestazioni energetiche di varie soluzioni progettuali per un nuovo edificio, individuare un livello convenzionale di prestazione energetica per gli edifici esistenti ed infine stimare l'effetto dei possibili interventi di risparmio energetico sugli edifici esistenti. In quest'ultimo caso la specifica permette di valutare il fabbisogno di energia prima e dopo ciascun intervento.

La parte quarta della specifica tecnica UNI/TS 11300 permette di calcolare il fabbisogno di energia primaria, per la climatizzazione invernale e la produzione di acqua calda sanitaria, in tutti i casi nei quali sono presenti nell'edificio sistemi di generazione che forniscono energia termica utile derivante da energie rinnovabili o comunque con metodi di generazione diversi dalla combustione a fiamma di combustibili fossili. Questi ultimi sono trattati nella parte seconda della UNI/TS 11300, con essa non è possibile calcolare l'energia primaria quando ci sono più generatori di cui alcuni rinnovabili.

Con la parte seconda è possibile il calcolo solo nel caso di un unico sistema di generazione. Nel caso in cui sono presenti più generatori non individua tra essi un ordine di precedenza e li considera in parallelo, sommandone cioè le potenze.

Parte quarta UNI/TS 11300 e fonti rinnovabili


È importante evidenziare che la parte quarta della specifica tecnica UNI/TS 11300, ad oggi, non considera lo sfruttamento di fonti di energia rinnovabili per quello che riguarda la climatizzazione estiva degli edifici.

Le fonti di energie rinnovabili per la produzione di energia termica utile in riscaldamento considerate dalla parte quarta sono: il solare termico, le biomasse, le fonti aerauliche, quelle geotermiche e quelle idrauliche nel caso di pompe di calore per la quota considerata rinnovabile. Per l'energia elettrica è considerato il solare fotovoltaico.

fotovoltaico principale FEP per ellettricitàPer quanto riguarda la generazione di energia termica utile con processi diversi dalla combustione a fiamma (che non rientrano direttamente nelle rinnovabili) in sezioni specifiche nella UNI TS 11300-4 sono considerati: i sistemi che convertono l'energia chimica di combustibili fossili per produzione combinata di energia elettrica ed energia termica (noti come sistemi a cogenerazione); i sistemi che riqualificano energia termica a bassa temperatura in energia termica a più elevata temperatura mediante cicli termodinamici alimentati da energia elettrica, da combustibili fossili e sono comprese le pompe di calore per la quota non rinnovabile; i sistemi che impiegano energia termica utile derivante da generazione remota esterna al confine energetico dell'edificio come ad esempio il teleriscaldamento.


Un vettore è un mezzo (un composto) in grado di trasformare l'energia da una forma ad un'altra. In funzione dei diversi vettori energetici e dei diversi modi di generazione di energia termica utile, la parte quarta della specifica tecnica individua i sistemi monovalenti e monoenergetici, polivalenti monoenergetici ed i sistemi polivalenti e plurienergetici.

I sistemi monovalenti e monoenergetici sono quelli nei quali la produzione di energia termica utile è ottenuta con unico vettore energetico utilizzando un unico metodo di generazione, come ad esempio le pompe di calore. I sistemi polivalenti monoenergetici, sono quelli nei quali nei quali un unico vettore energetico è utilizzato in diversi processi di generazione, come ad esempio la cogenerazione. I sistemi polivalenti e plurienergetici sono quelli che utilizzano due o più vettori energetici in diversi processi di generazione, ad esempio i sistemi con solare, pompa di calore e caldaia. Tali sistemi nel gergo comune sono tutti identificati come sistemi integrati.

riproduzione riservata
Articolo: UNI/TS 11300 Parte Quarta
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 2 voti.

UNI/TS 11300 Parte Quarta: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano UNI/TS 11300 Parte Quarta che potrebbero interessarti
Norma UNI TS 11300

Norma UNI TS 11300

Normative - Dopo diversi anni dall'obbligo della certificazione energetica degli edifici, lo scorso mese di Maggio è stata pubblicata la parte quarta della norma UNI TS 11300.
Termini e calcoli prestazioni energetiche

Termini e calcoli prestazioni energetiche

Progettazione - Il Decreto Legislativo N.28 del Marzo 2012 e la specifica UNI/TS 11300 parte IV sono i più recenti riferimenti per l'impiego di fonti rinnovabili di energia.
Prestazioni Condizionamento Edifici

Prestazioni Condizionamento Edifici

Impianti - Al fine della spesa energetica degli edifici, l'energia per il condizionamento estivo ed il raffrescamento equivale a quella per il riscaldamento invernale.

Certificato acustico obbligatorio dal 2011

Isolamento Acustico - Pubblicata il 22 luglio la norma UNI 11367 che detta i requisiti per la classificazione acustica degli edifici.

Certificato energetico internazionale

Normative - Arriva in Italia il Leed, Leadership in Energy and Environmental Design.

Dal 1° luglio 2015 nuove modalità di calcolo e nuovi standard minimi di prestazione energetica

Leggi e Normative Tecniche - In arrivo un decreto del Ministero dello Sviluppo Economico che aggiornerà metodo di calcolo e requisiti minimi per edifici di nuova costruzione e ristrutturazioni.

Contenuti dell'Attestato di Certificazione Energetica: oltre la burocrazia

Normative - L'ACE di un edificio esistente redatto sulla base di un accurato rilievo dello stato di fatto è un utile strumento di valutazione preliminare per acquisti immobiliari.

Attestato di Certificazione Energetica: nuovi obblighi di legge

Normative - L'Attestato di Certificazione Energetica consente, già in fase preliminare all'investimento, di valutare le caratteristiche di efficienza energetica di un immobile.

Norme risparmio energetico

Normative - L'efficienza ed il risparmio energetico come ormai noto a tutti, hanno lo scopo di ridurre il consumo di combustibili fossili e di abbattere le emissioni inquinanti.
REGISTRATI COME UTENTE
295.488 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Sistema di raccolta acqua piovana Velletri Roma e dintorni
    Sistema di raccolta acqua piovana...
    4500.00
  • Modulo attraversamento tetto e parete ETERINOX
    Modulo attraversamento tetto e...
    119.50
  • Saliscendi per tende
    Saliscendi per tende...
    74.00
  • Motore mini kompass
    Motore mini kompass...
    75.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Inferriate.it
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Black & Decker
  • Faidatebook
  • Weber
  • Kone
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.