Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Manutenzione tubazioni e casa in locazione: come valutare chi paga le spese?

NEWS Affittare casa21 Giugno 2019 ore 09:28
Le tubazioni a servizio degli impianti delle abitazioni necessitano di interventi manutentivi: chi paga che cosa se la casa è concessa in locazione?
tubazioni , tubazioni impianti , flessibile , flessibili

Tubazioni impianti


Le tubazioni degli impianti a servizio di un’unità immobiliare sono spesso causa di contrasti tra proprietario e conduttore. Le tensioni nascono in ragione della necessità di sostituire queste componenti e quindi delle conseguenti spese per approntare l’intervento.

Chi paga che cosa?

Se ci sono danni chi è tenuto a corrispondere il risarcimento?

Tubazioni locazione
In buona sostanza per indagare la questione della imputazione delle spese nell’ipotesi di sostituzione delle tubature, unitamente alle vicende risarcitorie, non si può prescindere dalla valutazione del rapporto di custodia sulle tubazioni oggetto di intervento.

Come si vedrà qui di seguito, l’allocazione del tubo fa sì che rispetto ad esso possa dirsi esistente un diverso custode: alle volte questa figura ricade sul proprietario, altre sul conduttore. Vedremo qual è il criterio discretivo per la individuazione del responsabile e quindi della persona tenuta a pagare la sostituzione e gli eventuali danni.

Esistono varie tubazioni nell’ambito di un appartamento e, come s’è accennato e si dirà, differenti custodi ove sia in essere un rapporto locatizio.

Qui un elenco, solo indicativo delle tubazioni:

  • tubazioni dell’impianto idrico;

  • tubazioni dell’impianto di riscaldamento;

  • tubazioni dell’impianto fognario;

  • tubazioni dell’impianto di condizionamento dell’aria;

  • tubazioni flessibili a servizio di elettrodomestici e utensili.


Tubazioni incassate nei muri e tubazioni esterne


Il criterio discretivo per l’individuazione della persona del custode è rappresentato dal posizionamento delle tubature.

Riguardo a questo aspetto, la Corte di Cassazione, infatti, ha avuto modo di affermare che tra le riparazioni che sono a carico del conduttore vanno annoverate anche quelle attinenti alla rottura di elementi esterni dell’impianto idrico per la cui sostituzione non occorre intervenire nelle opere murarie (Cass. 28 novembre 2007 n. 24737).

In questo caso i giudici di legittimità ritennero che i danni provocati dalla rottura del tubo flessibile a servizio del bidet fossero imputabili all’inquilino; ciò in considerazione del fatto che la serpentina (il tubo flessibile di raccordo tra bidet e tubazioni incassate nei muri, quelli posti nella parte posteriore del sanitario) è un tubo pieghevole non inglobato nell’impianto interno idrico.

Tubazioni flessibili
Per sostituirlo, questo il ragionamento dei giudici, non occorre intervenire nelle opere murarie anche in quanto direttamente visibile è quindi sotto la diretta vigilanza del conduttore-custode che dev’essere considerato responsabile dei relativi danni.

Il principio ha un suo logico e solido fondamento: il proprietario deve consegnare la cosa in modo da garantirne l’uso convenuto e deve mantenerla nel medesimo stato (art. 1575 c.c.).

Alcune cose, evidentemente i tubi flessibili, sono nella diretta vigilanza del conduttore che quindi si può avvedere se necessitino di manutenzione e se questa rientra nell’ambito dei piccoli interventi (art. 1609 c.c.) provvedervi direttamente, ovvero dare notizia al proprietario, salvo riparazioni urgenti poi rimborsabili (art. 1577 c.c.).

Altri tubi, quelli incassati, non sono nella sfera di signoria del conduttore e, meno che la loro rottura non sia conseguenza comportamenti improvvidi dell’inquilino, del loro stato manutentivo viene chiamato a rispondere il locatore .

Riepilogo sulla scorta della precedente elencazione:

  • spese per tubazioni incassate nei muri riguardanti l’impianto idrico, a carico del proprietario;

  • spese per tubazioni incassate nei muri riguardanti l’impianto di riscaldamento, a carico del proprietario;

  • spese per tubazioni incassate nei muri riguardanti l’impianto fognario, a carico del proprietario;

  • spese per tubazioni incassate nei muri riguardanti l’impianto di condizionamento dell’aria, a carico del proprietario;

  • spese per tubazioni flessibili a servizio di elettrodomestici e impianti, a carico del conduttore.


Sostituzione tubazioni e rimborso della spesa


Si accennava al rimborso della spesa: si rompe un tubo flessibile di un lavandino perché vecchio. La vetustà è fattore che fa cadere l’onere manutentivo in capo al proprietario (art. 1609 c.c.). Per evitare danni e soprattutto per potere tornare ad utilizzare l’acqua il conduttore fa riparare il tubo.

Tubazioni malfunzionanti e risarcimento
Si tratta, secondo lo scrivente incontrovertibilmente, di una spesa urgente.
Ecco, allora, che, trova applicazione il secondo comma dell’art. 1577 c.c. a mente del quale, qualora le riparazioni siano urgenti, il conduttore può eseguirle direttamente, salvo rimborso sempre che ne dia contemporaneamente avviso al locatore. Tubo flessibile rotto per vetustà: chiamo l’idraulico e avviso il proprietario del fatto.


Danni da tubazioni e risarcimenti


Il quadro della situazione è chiaro da poterci permettere di riassumere in questo modo: il custode dei tubi incassati nei muri è il proprietario, mentre di quelli flessibili o comunque visibili il conduttore.

Ciò sta a significare che dei danni, conseguenti a rotture delle succitate tubazioni rispondono rispettivamente il proprietario e il conduttore, nella loro qualità di custodi, ai sensi dell’art. 2051 c.c. eventualmente anche in concorso, ai sensi dell’art. 2055 c.c. ove non si abbia certezza della misura delle responsabilità di ciascuno.

Tornando all’elenco più volte citato, questa la ripartizione delle responsabilità:

  • risarcimento danni causati da tubazioni incassate nei muri riguardanti l’impianto idrico, a carico del proprietario;

  • risarcimento danni causati da tubazioni incassate nei muri riguardanti l’impianto di riscaldamento, a carico del proprietario;

  • risarcimento danni causati da tubazioni incassate nei muri riguardanti l’impianto fognario, a carico del proprietario;

  • risarcimento danni causati da tubazioni incassate nei muri riguardanti l’impianto di condizionamento dell’aria, a carico del proprietario;

  • risarcimento danni causati da tubazioni flessibili a servizio di elettrodomestici e impianti, a carico del conduttore.

riproduzione riservata
Articolo: Tubazioni da sostituire in casa in affitto: chi paga?
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 1 voti.

Tubazioni da sostituire in casa in affitto: chi paga?: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
REGISTRATI COME UTENTE
309.035 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
Quanto costa, dove lo trovo? Sei un Azienda ? Pubblica i tuoi Prezzi Quì !
  • Tenda stralys 180x285
    Tenda stralys 180x285...
    384.00
  • Tenda alisei 180x310
    Tenda alisei 180x310...
    389.00
  • Isolante flessibile in fibre di legno Naturaflex
    Isolante flessibile in fibre di...
    4.15
  • Tubo pe Ø 3/4? (19 25 mm)
    Tubo pe ø 3/4? (19 25 mm)...
    40.87
  • Termostato digitale wi-fi per caldaia a gas
    Termostato digitale wi-fi per...
    42.99
  • Tagliasiepi elettrico
    Tagliasiepi elettrico...
    139.00
Notizie che trattano Tubazioni da sostituire in casa in affitto: chi paga? che potrebbero interessarti


Scelta Materiali Impianti Termici Idrici

Impianti - I materiali per realizzare gli impianti termici ed idrici possono essere suddivisi in due grandi famiglie: quelli di natura metallica e quelli di natura plastica.

Proteggere le tubazioni da pressioni e temperature estreme

Impianti idraulici - Le tubazioni idriche sono frequentemente sottoposte a situazioni di temperature e pressioni particolarmente estreme: sia per caratteristiche legate alla

Protezioni impianti tecnologici

Fai da te - Durante i lavori gli impianti tecnologici, idrici elettrici e condizionamento devono essere protetti, la loro realizzazione si colloca tra le altre fasi di lavorazioni.

Tubazioni domestiche

Impianti - Le tubazioni domestiche moderne in materiali plastici e rame sono molto più performanti e sicure delle vecchie tubature in ferro zincato o in acciaio dolce

Protezione degli impianti posati a pavimento

Impianti - Le regole fondamentali per proteggere gli impianti a pavimento.

Definizioni Impianto Gas Casa

Impianti - Quali sono i componenti principali di un impianto gas casalingo e quali sono le loro specifiche funzioni e caratteristiche nell'economia funzionale impiantistica.

Tubo Gas esterno in multistrato

Impianti idraulici - Le considerazioni di natura estetica, nel corso di interventi di ristrutturazione, hanno un peso determinante anche in merito ai percorsi degli impianti a rete.

Tubazioni Riscaldamento Espansione Diretta

Impianti - La lunghezza delle tubazioni tra unità interna ed unità esterna, per le macchine da climatizzazione ad espansione diretta è definita dalle case costruttrici.

Tubi Gas Multistrato

Normative - In Italia, come da diversi anni in Europa, è finalmente possibile utilizzare nuovi materiali per gli impianti gas oltre al rame, all'acciaio ed al polietilene.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img buzz71
Ciao a tutti cerco infromazioni,poiché devo sostituire tutte le tubazioni di acqua calda/fredda e scarico del mio bagno che hanno dato sempre problemi.I metri quadri da...
buzz71 22 Gennaio 2014 ore 18:45 4
Img federicoalfieri3
Abito al secondo piano in una casa con solo due proprietari. Una volta l'impianto idraulico era comune e passava sotto la proprietà per poi entrare dal retro casa mia. Il...
federicoalfieri3 19 Maggio 2019 ore 11:15 5
Img steff70
Ciao,per molti anni ho visto ristrutturare bagni e sistemi di scarico con soluzioni a saldare.Mi riferisco a quei sistemi di scarico in materiale plastico i cui pezzi venivano...
steff70 02 Gennaio 2015 ore 01:13 3
Img eraclius
Buongiorno a tutti,eccomi di nuovo qui a chiedere informazioni relative a lavori da effettuare a casa.Dovremmo spostare la cucina da una parete a quella opposta (nella stessa...
eraclius 20 Maggio 2015 ore 08:43 4
Img albinetti
E' vero che la pendenza per le tubazioni relative alle acque nere deve essere 1-2 PER MILLE al massimo, ovvero 1mm al metro, altrimenti si intasano?...
albinetti 29 Giugno 2010 ore 20:35 8