Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Tre palazzi possono formare un supercondominio

NEWS Parti comuni19 Novembre 2012 ore 13:30
La conformazione del supercondominio, ossia un insieme di edifici non per forza in condominio aventi parti in comune tra loro, incide sui poteri dell'assemblea.

La figura di creazione dottrinario-giurisprudenziale del supercondominio torna a farsi largo nella pronunce della Corte di Cassazione.

Tre palazzi e un supercondominio
Andiamo per ordine e partiamo dal fatto concreto. In una città, come in tante d'altra parte, viene costruito un complesso immobiliare composto dagli edifici Alfa, Beta e Gamma.

In un'assemblea condominiale, le spese relative ad alcuni interventi sullo stabile Beta vengono ripartite tra tutti i condomini , ossia tra i proprietari delle unità immobiliari ubicata nei tra edifici.

Alcuni comproprietari non ci stanno e impugnano quella decisione; a loro dire, infatti, quello in cui vivono è un supercondominio.
In sostanza i tre edifici sarebbero autonomi condomini e le parti comuni a questi, ossia un cortile ed alcuni impianti, andrebbero a formare un supercondominio.


Il Tribunale, prima, e la Corte d'appello, poi, rigettano questa tesi e considerano valida la deliberazione assembleare.


La Corte di Cassazione, invece, la trova fondata e l'accoglie.
Si legge nella sentenza, che ha dato soluzione al caso esposto (caso realmente accaduto), che per supercondominio s'intende la fattispecie legale che si riferisce ad una pluralità di edifici, costituiti o meno in distinti condomini, ma compresi in una più ampia organizzazione condominiale , legati tra loro dall'esistenza di talune cose, impianti e servizi comuni (quali il viale d'accesso, le zone verdi, l'impianto di illuminazione, la guardiola del portiere, il servizio di portierato, eccetera) in rapporto di accessorietà con fabbricati.

Ai fini della costituzione di un supercondominio, non è necessaria né la manifestazione di volontà dell'originario costruttore, né quella di tutti i proprietari delle unità immobiliari di ciascun condominio , essendo sufficiente come si è detto che i singoli edifici, abbiano, materialmente, in comune alcuni impianti o servizi, ricompresi nell'ambito di applicazione dell'art. 1117 cod. civ.. b) che al supercondominio si applicano, in toto, le norme sul condominio, anziché quella sulla comunione, in particolare:
1) supercondominio: 1) si applicano le disposizioni dettate dall'art. 1136 c.c. in tema di convocazione, costituzione e formazione e calcolo della maggiorante (Cass. 7286/06), fermo restando che - come ritiene la dottrina prevalente e la giurisprudenza anche di questa Corte - all'assemblea del supercondominio hanno diritto di partecipare (e quindi soggetti legittimati sono) tutti i singoli condomini sempre che l'eventuale regolamento non disponga diversamente
(Cass. 14 novembre 2012, n. 19939).


Palazzi e supercondominioInsomma per aversi un supercondominio è sufficiente che vi siano più edifici, autonomi tra loro e non per forza in condominio, che abbiano in comune alcune parti esterne alla loro struttura ma comunque funzionali al godimento delle unità immobiliari.

Solamente una diversa disposizione degli atti d'acquisto può farsi si che non si parli di supercondominio ma di condominio o comunione.

Di conseguenza è da ritenersi nulla la delibera che ripartisce le spese relative ad uno solo dei condominii, che compongono il supercondominio, tra tutte le compagini.

riproduzione riservata
Articolo: Tre palazzi ed un supercondominio
Valutazione: 4.33 / 6 basato su 3 voti.

Tre palazzi ed un supercondominio: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Sostieni Lavorincasa
REGISTRATI COME UTENTE
317.620 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Tre palazzi ed un supercondominio che potrebbero interessarti


Amministratore di condominio e oneri in materia di spese del supercondominio indicate nel consuntivo

Ripartizione spese - Quando l'amministratore del condominio inserisce nel rendiconto delle spese riguardanti il supercondominio, il condomino ha diritto di visionare le pezze giustificative.

Requisiti del supercondominio, pluralità di condomini e accessorietà di beni e servizi

Assemblea di condominio - In tema di supercondominio tra edifici, l'esistenza di questa realtà organizzativa non necessita di atti costitutivi, ma sorge per la sola esistenza di parti comuni.

Assemblea condominiale e gestione delle cose comuni

Condominio - L?assemblea è l?organo del condominio avente la funzione di gestione e conservazione delle cose comuni.In sostanza spetta all?assemblea, anche per

Provvedimenti dell'amministratore e diritti dei condomini

Condominio - La Cassazione, con una sentenza dello scorso 11 maggio, la n. 10347, torna ad occuparsi dei poteri dell?amministratore, dei loro limiti e del corretto

Tabelle millesimali del supercondominio

Tabelle millesimali - Il supercondominio è quella particolare tipologia edilizia nella quale più edifici, che di per sè possono costituire autonomi condomini, hanno in comune alcuni beni.

I provvedimenti dell'amministratore

Condominio - L'amministratore è il mandatario dei condomini. Egli agisce per loro nome e conto ai fini della gestione delle parti comuni dello stabile.

Amministratore e lavori straordinari

Condominio - L?assemblea, ai sensi del combinato disposto di cui agli artt. 1135 e 1136 c.c. è competente a deliberare sui lavori straordinari relativi alle parti

Supercondominio

Parti comuni - Il supercondominio è quella particolare forma di comunione nella quale al fianco di piani o porzioni di proprietà esclusiva vi sono parti dello stabile, locali, impianti, ecc., di proprietà comune.

Pulizia delle scale, è obbligatorio pagare l'impresa affidataria?

Manutenzione condominiale - La pulizia delle scale in condominio può essere eseguita in proprio solamente se tutti i condomini sono d'accordo e l'assemblea non può obbligare nessuno.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img patrunofrancesco
Gentilissimi,ho un problema: sto per aquistare un appartamento in un edificio sito al secondo piano, questo edificio ha 4 piani.I costruttori hanno realizzato un pozzo luce ove si...
patrunofrancesco 09 Marzo 2014 ore 08:53 1
Img cuccumo
Domanda:abito in un supercondominio gestito sino al 12/2014 dai 5 amministratori dei singoli condomini, decaduti in base alla legge 220/2012, che vogliono convocare una assemblea...
cuccumo 09 Gennaio 2015 ore 20:01 1
Img ftripic
Ciao a tutti,vorrei sapere qual'è la maggioranza qualificata in una assemblea condominiale per deliberare sulla attribuzione di spazi comuni (parcheggi).grazief.
ftripic 04 Gennaio 2014 ore 22:59 1
Img mark_busik
Buongiorno,l'immobile oggetto della domanda è una palazzina composta in origine da due appartamenti, circondata da corte comune, box, locale termico e lavatoio, tutto...
mark_busik 28 Ottobre 2014 ore 12:22 3
Img dantino
Ho la piena proprietà di una palazzina costituita da 5 piccoli appartamenti di cui uno da me abitato; circonda lo stabile una piccola striscia di terreno adibita a giardino...
dantino 07 Febbraio 2015 ore 17:38 1