Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

È legittimo l'accesso agli atti di titoli edilizi quando l'interesse è diretto?

Il Tar del Lazio ritiene legittimo, se c'è un interesse diretto, l'accesso agli atti dei titoli edilizi rilasciati per valutare la conformità edilizia di un'opera
- Leggi e Normative Tecniche
Barra Preventivi Online

Quando esiste un interesse diretto è legittimo l'accesso agli atti dei titoli edilizi?


Il Tribunale amministrativo regionale del Lazio dichiara legittimo dare l'avviso di accesso ai titoli edilizi, soprattutto quando sussiste un interesse diretto, concreto e attuale.

Con la sentenza numero 11756/2021, il Tar Lazio, è intervenuto per chiarire se è da ritenersi legittimo o meno l'accesso per la verifica dei titoli edilizi rilasciati, per la realizzazione di opere edilizie. La fattispecie, si riferisce a un'ipotesi di diniego di accesso agli atti che un'amministrazione comunale ha comunicato a un condominio, per verificare la legittimità dell'installazione di una canna fumaria e di un contatore del gas esterno, in un'unità immobiliare adibita a locale commerciale, a tutela del decoro architettonico dell'edificio condominiale.

Titoli edilizi e accesso agli atti
A seguito del diniego dell'ente comunale, il condominio ha agito in giudizio, sostenendo l'esistenza di un interesse diretto, concreto e attuale alla visione dei titoli edilizi relativi all'installazione della canna fumaria e del contatore esterno del gas, trattandosi di opere insistenti sulla facciata condominiale.

Ancora che, i manufatti sono suscettibili di incidere sul decoro architettonico della facciata, rispetto al quale l'amministrazione non poteva entrare nel merito di questa richiesta e che il controinteressato non ha ricevuto comunicazione del pregiudizio dalla richiesta di titoli edilizi, il cui rilascio viene comunicato al pubblico per legge.

Il giudice amministrativo ha accolto il ricorso, specificando che sussiste un interesse diretto, concreto e attuale del ricorrente, alla visione della documentazione attinente ai titoli edilizi delle opere direttamente impattanti sulla facciata condominiale, finalizzato a tutelare il decoro architettonico del condominio. Tuttavia, il condominio non ha richiesto la visione dei titoli edilizi riguardanti l'edificazione del locale commerciale, ma soltanto i titoli della canna fumaria e del contatore del gas.

Il Tar Lazio, inoltre, ha precisato che il rilascio dei titoli edilizi per richiesta di accesso agli atti va comunicato pubblicamente e che per questo tipo di istanza non può essere opposto un diritto alla riservatezza. In conclusione, il ricorso è stato accolto e l'amministrazione comunale dovrà rilasciare copia degli atti richiesti, entro trenta giorni dalla notifica o dalla comunicazione della sentenza.

riproduzione riservata
Titoli edilizi: possibile accesso agli atti se l'interesse è diretto?
Valutazione: 5.50 / 6 basato su 2 voti.

Titoli edilizi: possibile accesso agli atti se l'interesse è diretto?: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img nibbio10
Salve a tutti. Ho l'esigenza di accedere agli atti (elaborato grafico, planimetria, eventuale relazione tecnica) inerenti l'attestazione di certificazione energetica che è...
nibbio10 17 Novembre 2019 ore 17:15 5