Termoregolazione e contabilizzazione autonoma

La gestione e manutenzione dell'impianto è di competenza del condominio. In sostanza l'amministratore di condominio, dovrà provvedere a mantenerlo in buono stato.
Pubblicato il
Indice dei Contenuti

Termoregolazione e contabilizzazione impianto riscaldamento condominialeIn condominio è possibile trovare due tipi d'impianto di riscaldamento:

a) quello autonomo, allora si parlerà più che altro di impianti di riscaldamento ed essi saranno tanti quante le unità immobiliari che ne sono dotate.

b) quello centralizzato, ossia un impianto comune a tutti i condomini (o meglio a quelli che ne possono usufruire, es. chi è proprietario solamente di un box, solitamente, non è mai comproprietario del riscaldamento).


Nel primo caso si tratta di una cosa di proprietà esclusiva del titolare dell'appartamento cui esso serve.

Il condominio non avrà alcun potere sullo stesso, salvo che per la sua installazione si occupino in modo lesivo le parti comuni.

Per intendersi, sarà il singolo condomino a dover rispettare gli orari di accensione (stabiliti dal d.p.r. n. 412/93 in modo differente sul territorio nazionale a seconda delle fasce climatiche) ed il condominio non avrà poteri e/o responsabilità in merito.

Nel secondo caso, invece, la gestione e manutenzione dell'impianto è di competenza del condominio.
In sostanza l'amministratore, quale legale rappresentante dei condomini in relazione alle parti comuni dello stabile, dovrà provvedere a mantenerlo in buono stato.

Si tratterà di fare eseguire le verifiche di buon funzionamento (per i fumi, ecc.) e se si tratta d'impianto a gasolio, garantire (sulla scorta delle decisioni dell'assemblea) la continuità dell'approvvigionamento.

A lui spetterà, in assenza di indicazioni dell'assemblea o di disposizione del regolamento di condominio, il compito di individuare nell'ambito della fascia oraria consentita, l'orario di accensione.
È questa indubbiamente, assieme a quella dei costi, la problematica che genera più lamentele verso l'amministratore, o contrasti tra condomini.Termoregolazione e contabilizzazione impianto riscaldamento condominiale

Chi dice che l'orario è troppo lungo, chi preferisce un frazionamento dell'accensione, chi ritiene che la stagione consenta un risparmio.
Poi, ancora, le lamentele sulle spese, suddivise in modo iniquo, sempre troppo alte e quasi mai giuste.

Nell'ottica di un contenimento del consumo di energia e di una maggiore autonomia dei singoli in relazione al concreto utilizzo dell'impianto di riscaldamento centralizzato, la legge n. 10 del 1990 ha previsto la possibilità, per l'assemblea di deliberare, con delle maggioranze semplificate, l'installazione di sistemi di contabilizzazione e termoregolazione autonomi.

Il primo serve a quantificare, in termini economici, il consumo dell'unità immobiliare di riferimento.
Il secondo, infine, è utile a regolare la durata di accensione e la temperatura desiderata.

Si tratta di apparecchiature che necessitano d'un impianto comune con specifiche caratteristiche teniche, oltre che perfettamente funzionante, per essere concretamente utilizzabili.

Al fine di favorirne la diffusione il legislatore, come detto innanzi, ha previsto dei quorum agevolati.
Recita il quinto comma dell'art. 26 l. 10/91:
Per le innovazioni relative all'adozione di sistemi di termoregolazione e di contabilizzazione del calore e per il conseguente riparto degli oneri di riscaldamento in base al consumo effettivamente registrato, l'assemblea di condominio decide a maggioranza, in deroga agli articoli 1120 e 1136 del codice civile.
In pratica, stando a quanto riportato nell'articolo, la decisione di adottare tali sistemi sarà valida laddove la deliberazione sia approvata dalla maggioranza dei partecipanti all'assemblea.

riproduzione riservata
Termoregolazione e contabilizzazione autonoma impianto riscaldamento
Valutazione: 4.50 / 6 basato su 2 voti.
gnews
  • whatsapp
  • facebook
  • twitter

Inserisci un commento



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
Alert Commenti
  • Calandriello
    Calandriello
    Martedì 25 Ottobre 2011, alle ore 22:40
    BuonaseraSono un condomino di un condominio di 300 alloggi (2000 radiatori circa), con centrale termica abbinata al teleriscaldamento e impianto a colonne verticali.L'assemblea è intenzionata ad adottare la termoregolazione e contabilizzazione.Un architetto,in una riunione condominiale,ha detto che nel caso sia adottata la soluzione sopra detta,intende pagare sempre per millesimi per il completo riscaldamento e non solo per la parte fissa;per cui chiede all'amministratore di introdurre dei coefficienti correttivi per gli alloggi mal esposti (piano piloty,ultimo piano e alloggi angolari),cioè 1/3 degli alloggi del condominio.Gradirei sapere, con una certa sollecitudine,se una simile proposta è giuridicamente sostenibile,se così fosse addio risparmio energetico!!!Cordiali saluti.E. Calandriello
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
347.075 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img simone fojanini
Ho intenzione di sostituire l'impianto di riscaldamento di un edificio su due livelli installando un sistema radiante a soffitto al piano terreno, direttamente collegato al solaio...
simone fojanini 05 Aprile 2023 ore 10:04 1
Img _ri ca_
Salve a tutti,Spero qualcuno possa darmi indicazioni circa la configurazione del nuovo impianto di riscaldamento per l'appartamento in bifamiliare, posto al piano primo, sopra...
_ri ca_ 20 Novembre 2022 ore 12:54 2
Img massimo pozzo
Salve,Siamo in procinto di fare offerta per immobile composto da due appartamenti, uno al piano terreno e uno al primo piano.L'immobile ha una sola caldaia in comune, anche se gli...
massimo pozzo 14 Novembre 2022 ore 14:12 1
Img foxred
Buona seraIl mio quesito è questo:Abito in un condominio ove gli impianti di riscaldamento sono tutti autonomi. Il palazzo è del 1999. Vorrei sapere se cambiando la...
foxred 27 Marzo 2022 ore 11:43 1
Img pasticcina
Ciao a tutti!Come da oggetto. Il termosione funziona (anche omogeneamente), ho controllato le valvole (sia sopra sia sotto) che sono apposto, ma se provo a farlo sfiatare l'acqua...
pasticcina 14 Marzo 2022 ore 21:16 2