Tele romagnole

NEWS DI Biancheria e cuscini20 Ottobre 2014 ore 19:34
Le tele romagnole tradizionali (tovaglie, copritavoli, asciugamani e copriletti) sono i complementi di arredo ideali per conferire eleganza alle nostre dimore.

Cosa sono le tele romagnole


Andando in Romagna, è facile notare la grande bellezza dei tessuti per la casa (principalmente tovaglie con relativi tovaglioli, copritavoli, asciugamani, strofinacci e biancheria da letto) decorati con i disegni tradizionali e realizzati con raffinate tecniche artigianali di stampa manuale tramandate da ormai molti anni.

La straordinaria bellezza delle tele romagnole tradizionali.
Tuttavia, le prime descrizioni di questi tessuti risalgono ai primi decenni dell'800, anche se è noto che questa tecnica di lavorazione era conosciuta e praticata nello Stato Pontificio (di cui faceva parte la Romagna) già nel XVII secolo.
È logico inoltre pensare che questa tipologia di decorazione, che prevede l'uso di timbri manuali per realizzare decorazioni seriali, si sia sviluppata per imitare - con mezzi economici e facilmente reperibili (la coltivazione della canapa fino al secolo scorso era infatti estremamente diffusa nelle campagne della Romagna, in moltissime case contadine si praticava la tessitura, e infine il principale pigmento si ricavava dalla comunissima ruggine) - le molto più ricche e pregiate stoffe ricamate o con decorazioni intessute, come ad esempio i broccati o i lampassi.


Disegni tradizionali delle tele romagnole


Alcuni esempi di disegni tradizionali delle tele romagnole.Il repertorio dei disegni tradizionali è molto vario e comprende:

- Motivi di origine contadina, tra cui ad esempio la rappresentazione di piante (tralci di vite, grappoli d'uva, pigne, spighe di grano), animali (galli, galline, tori, colombe) e oggetti d'uso (tra cui ad esempio vasi, boccali e caveje, cioè i perni di collegamento tra il carro e il giogo per i buoi).

- Motivi devozionali, tra cui ad esempio scene della vita di Cristo, immagini dei santi e rappresentazioni della Madonna.

- Animali reali (aquile, cervi, fagiani, delfini, pantere, donnole, salamandre e nei periodi più recenti anche pesci) o immaginari, tra cui ad esempio draghi, sfingi e grifoni.

- Motivi geometrici e floreali mutuati dalle tradizionali decorazioni per stoffa, generalmente simmetriche e modulari: in questa categoria troviamo quindi una stupefacente varietà di raffigurazioni di fiori, foglie, tralci, intrecci, greche e girali, che, ripetuti variandone orientamento e inclinazione, consentono di ottenere una gamma illimitata di bordi e campiture.

Inoltre, poichè ogni laboratorio e/o famiglia di stampatori aveva (ha) le proprie matrici, esistono praticamente infinite varianti (nella composizione, nella grafica e nello stile) di ciascun disegno.


Lavorazione delle tele romagnole


Una stamperia tradizionale in cui si producono le autentiche tele romagnole.La tecnica per la produzione delle tele romagnole, tramandata di generazione in generazione dagli esperti stampatori, prevede numerose fasi di lavoro.

Per prima cosa la tela grezza, che - per una maggiore fedeltà alla tradizione ormai consolidata - dovrebbe essere di fibra di canapa, lino o cotone e tessuta con un telaio manuale, viene ben stesa sul tavolo di lavoro (leggermente imbottito per per consentire una migliore aderenza del timbro alla stoffa), allo scopo di evitare sbavature e imperfezioni durante la stampa vera e propria.

Successivamente, si passa alla stesura dei colori su un apposito tampone, che servirà ad inchiostrare le matrici di legno con cui verrà impresso il disegno: anticamente, il colore più diffuso era il marrone, ottenuto dalla pasta di ruggine con un procedimento di cui ogni artigiano aveva la propria variante particolare, tenuta rigorosamente segreta. Più recentemente si sono diffusi anche altri colori, come ad esempio il verde, il rosso e il blu, ricavati da pigmenti di origine minerale.

Un esperto artigiano al lavoro.Le matrici di legno - solitamente intagliate direttamente da ciascuno stampatore (ogni bottega ha infatti il proprio patrimonio di timbri) nel legno di pero, ritenuto particolarmente adatto allo scopo e facilmente reperibile - vengono quindi appoggiate sulla stoffa, battute con un mazzuolo di legno e successivamente rimosse e spostate per ripetere l'operazione.

Una volta completato il disegno voluto, la stoffa viene quindi messa ad asciugare, immersa in un bagno di fissante per rendere stabile il colore, e infine sottoposta a vigorose risciacquature, così da testarne la capacità di resistere a numerosi bucati con i detersivi moderni (o anticamente con la liscivia).


Caratteristiche di una tela romagnola autentica


Rispetto alle tele realizzate industrialmente, è possibile riconoscere una tela romagnola autentica (cioè realizzata con la tecnica tradizionale dello stampaggio a mano) dai seguenti elementi:

- Disegno visibile anche sul rovescio della stoffa, sebbene in maniera meno evidente rispetto al dritto; inoltre, proprio sul retro del tessuto sono maggiormente percepibili le inevitabili imperfezioni di una stoffa stampata a mano.

- Lievi imperfezioni nel disegno, come ad esempio piccole sbavature o zone di colore non perfettamente omogeneo (più chiare o più scure): questi piccoli difetti di produzione, inevitabili anche nei lavori eseguiti dagli artigiani più esperti e molto apprezzabili perchè rendono unica e irripetibile qualsiasi tela stampata, sono dovuti sia a imprecisioni nell'incisione o all'usura della matrice in legno con cui viene stampato il disegno, sia alla non perfetta stesura del colore sulla matrice o alla diversa forza dei colpi di mazzuolo.

- Piccole dissimmetrie nei motivi seriali: infatti, poichè i motivi seriali, come esempio le bordure di copriletti e tovaglie o le decorazioni simmetriche, vengono realizzate stampando più volte la stessa matrice, generalmente si notano lievi difetti di esecuzione, tra cui ad esempio piccoli salti di quota nell'allineamento del disegno, oppure intervalli variabili nella ripetizione del motivo base e/o piccole rotazioni dello stesso.


Produttori artigianali delle tele romagnole


Due artigiani mostrano la propria produzione in una foto d'epoca.Ad oggi, poichè con metodi industriali è possibile ottenere tessuti stampati in modo molto più veloce ed economico (anche se il prodotto finale è ovviamente di qualità molto inferiore e assai meno pregiato), le botteghe artigiane specializzate nella produzione di autentiche tele romagnole sono purtroppo rimaste poche.

Tuttavia, nel 1997 questi produttori hanno deciso di fare rete fondando l'Associazione degli Stampatori di Tele Romagnole, i cui aderenti rappresentano una delle tante eccellenze del made in Italy.

Perciò, se desiderate acquistare un'autentica tela romagnola per abbellire la vostra casa , potete rivolgervi ai migliori rivenditori di biancheria per la casa (le tele romagnole vengono infatti esportate anche in altre regioni) o recarvi direttamente in una delle botteghe consigliate nel sito dell'Associazione.

riproduzione riservata
Articolo: Tele romagnole
Valutazione: 4.50 / 6 basato su 2 voti.

Tele romagnole: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Tele romagnole che potrebbero interessarti
Tessuti antifiamma

Tessuti antifiamma

Arredamento - Fibre a prova di fuoco.
Tessuti scandinavi

Tessuti scandinavi

Arredamento - Ipercolorati, eccentrici e quasi ingombranti, ormai famosi in tutto il mondo, danno stile e personalita' all'interior design e all'oggettistica per la casa.
Vestire la casa con tessuti

Vestire la casa con tessuti

Arredamento - Colorati, innovativi, tecnologici, i nuovi tessuti per la casa, permettono con tappeti e rivestimenti, di cambiare con facilita' il mood dei nostri ambienti.

Tele metalliche

Progettazione - Acciao, bronzo e alluminio; industria, architettura e design: le tele metalliche cambiano aspetto e invadono diversi campi del nostro vivere quotidiano.

Arredare con i tessuti

Arredamento - L'arredamento della casa si completa con l'inserimento di tessuti, che rendono gli ambienti più accoglienti consentendo un più confortevole utilizzo degli spazi.

Hobby Farmer 2014

Orto e terrazzo - Si svolgerà il 5 aprile e il 6 aprile a Cesena Hobby Farmer,la Fiera degli Orti e dei Giardini, dedicata agli appassionati dell'agricoltura domestica.

Ricoprire il divano: ecco alcune soluzioni

Biancheria e cuscini - Ricoprire il divano di casa con tessuti e soluzioni alternative alle classiche fodere elasticizzate, per dare un look diverso all'ambiente, rinnovandolo in poche mosse.

Tessili nell'architettura d'interni

Progettazione - L'architettura si fa tessuto e compone lo spazio in maniera fluida, dinamica, mutevole e flessibile, in grado di adeguarsi in maniera semplice ed efficace.

La tecnologia innovativa dei mattoni in ceramica

Bioedilizia - I mattoni in ceramica richiamano un'antica tradizione costruttiva, usata per raffrescare gli ambienti. Oggi si utilizzano per ottenere un buon comfort ambientale.
REGISTRATI COME UTENTE
295.479 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Detergente tessuti acrilici e pvc
    Detergente tessuti acrilici e pvc...
    20.00
  • Liquido impermeabilizzante
    Liquido impermeabilizzante...
    19.00
  • Zanzariera zig zag
    Zanzariera zig zag...
    95.00
  • Tenda miranda winsum
    Tenda miranda winsum...
    899.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Inferriate.it
  • Faidatebook
  • Kone
  • Black & Decker
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.