Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Tamponature senza malta

Realizzare tamponature in laterizio, senza l'impiego della malta tradizionale in minor tempo ottenendo paramenti sicuri e resistenti anche all'azione sismica.
12 Ottobre 2012 ore 15:04 - NEWS Facciate e pareti
tamponature , malta , adesivo , laterizio

Le tamponature nel tempo


Le tamponature in laterizio hanno subito nel tempo delle modifiche relative sia al modo di realizzarle, sia rispetto ai materiali impiegati, buona parte di tali modifiche sono state rese necessarie per renderle più resistenti in particolare alle sollecitazioni sismiche.

Un cantiere con tamponature in laterizio e maltaOgni qualvolta ci si sofferma sulle immagini tristemente note derivanti da eventi sismici, si nota come il comportamento di tali tamponature si differenzia a secondo del tipo e del modo con cui tali elementi sono stati realizzati.

La realizzazione di un paramento di tamponatura, deve tener conto principalmente del tipo di intelaiatura a cui esso verrà ancorato.

Importante risulta inoltre la scelta del tipo di laterizio impiegato, del tipo di materiale impiegato per unire tra loro i vari blocchi ( malta o altro), e cosa importante del tempo di realizzazione del paramento in relazione alle condizioni climatiche del luogo in cui il cantiere è situato.

Quando il modo di costruire, era ancora rispettoso dei giusti tempi di realizzazione dell'opera, in cui per ogni parte del costruito venivano rispettate le regole fondamentali, capaci di realizzare un manufatto a regola d'arte, ci si preoccupava fondamentalmente di rispettare tre elementi fondamentali.

La realizzazione di tompagni in modo tradizionaleQuesti tre elementi fondamentali, erano una buona bagnatura dei blocchi in laterizio, una buona realizzazione della malta da impiegare per il loro assemblaggio, ed il rispetto dei tempi di posa.

Ricordo che i vecchi capocantieri avevano cura di far realizzare i tompagni fino ad una certa altezza, in pratica si richiedeva alle maestranze di realizzare al massimo nella stessa giornata, la tamponatura fino all'altezza corrispondente a quella di un uomo con il braccio alzato.

Quest'ultimo accorgimento se rispettato, garantiva un buon assestamento dei vari corsi di tamponatura, ed un migliore ancoraggio degli stessi tra le parti del manufatto da realizzare.


Nuovi modi di realizzare le tamponature


Oggi, in cui i tempi di realizzazione di un opera vanno ridotti al massimo, occorre impiegare nuove tecniche e prodotti, che possono far realizzare opere sicure e durevoli nel tempo.

Per ottenere i risultati ottimali, è necessaria una buona progettazione esecutiva, una buona realizzazione unitamente all'impiego di materiali tecnologicamente avanzati.

Murature con blocchi rettificati e maltaNel caso specifico della realizzazione delle tamponature, il materiale principale è costituito dai blocchi di laterizio di cui si trovano in commercio tipi e formati di ogni genere.

Aziende come il Consorzio Alveolater e Wienerberger producono, laterizi con cui è possibile risolvere ogni tipo di problematica costruttiva, in cui sia necessario raggiungere livelli di sicurezza e durata nel tempo ragguardevoli.

Per quanto riguarda l'elemento di giunzione tra i vari blocchi, la malta rappresenta il principale elemento utilizzato nella maggior parte delle opere edili.

Il suo impiego, comporta o la realizzazione in cantiere dell'impasto necessario alla sua applicazione o l'adozione di un prodotto confezionato industrialmente.


Le malte confezionate, hanno il vantaggio di essere rispettose delle norme (Norme UNI EN 998-1,998-2) imposte dalla legislazione vigente, per cui chi realizza tamponature impiegando tali malte, si mette al sicuro da eventuali successive contestazioni riguardanti la bontà del prodotto realizzato.

Tale aspetto, riveste importanza particolare nelle zone sismiche, in cui le opere di tamponatura devono essere realizzate cercando di ridurre al minimo il rischio di crolli o danneggiamenti.

Anche se l'impiego di tali malte non richiede manodopera specializzata e può comunque permettere la realizzazione di opere diverse in un cantiere, vi sono delle situazioni ricorrenti, specie nelle opere di ristrutturazione, in cui occorre limitare al massimo dispersione di polveri e acqua, unitamente all'impiego di attrezzature ingombranti che provocherebbero non pochi disagi in cantiere oltre a rendere meno veloci le operazioni di realizzazione dell'opera.

In questi casi, è senz'altro utile e vantaggioso, impiegare per la realizzazione delle tamponature un prodotto della ditta Wienerberger, azienda che non ha bisogno di molte presentazioni essendo il più grande produttore mondiale di laterizi e tegole in cotto.


Un sistema per realizzare le tamponature senza malta


l'innovativo sistema DryfixIl prodotto consigliato è il Sistema Porotherm DRYFIX, il quale ha il grande vantaggio rispetto alle tradizionali tecniche di realizzazione delle tamponature, di accelerare notevolmente le operazioni di posa, riducendone i tempi fino al 50% rispetto ai modi usuali di operare, di eliminare i ponti termici e garantire la massima pulizia in cantiere rispetto all'uso tradizionale della malta.

L'elemento innovativo che sostituisce la malta, è un adesivo appositamente studiato per essere associato ad una particolare categoria di laterizi rettificati, denominati Porotherm BIO PLAN.
La bomboletta contenente l'adesivo
L'adesivo è contenuto in una pratica bomboletta, ed è pronto per essere utilizzato in modo semplice ed immediato, grazie al suo impiego è possibile realizzare tamponature, evitando inutili sprechi di materiale, mantenere spazi e luoghi di lavoro più puliti e utilizzabili.

Se si considera inoltre che non sarà più necessario movimentare sacchi di materiale e provvedere a portare acqua anche in parti del cantiere dove tale presenza potrebbe risultare dannosa, ci si rende conto della validità ed efficienza di un tale sistema.

L'azienda produttrice del sistema citato, a garanzia della validità del prodotto, allo scopo di consentire alle imprese di prendere confidenza con le problematiche in materia, organizza in varie parti d'Italia degli incontri in cui viene illustrata e simulata con pratiche dimostrazioni la posa in opera del materiale.

riproduzione riservata
Articolo: Tamponature senza malta
Valutazione: 4.89 / 6 basato su 9 voti.

Tamponature senza malta: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Amedeo
    Amedeo
    Domenica 8 Settembre 2013, alle ore 20:38
    Buongiorno, ma per quanto riguarda la resistenza nel tempo di questo nuovo prodotto spray?
    Che cosa sappiamo?
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Darioin
    Darioin
    Giovedì 18 Ottobre 2012, alle ore 17:14
    Ma si tratta di semplice schiuma poliuretanica con pistola dosatrice e poroton??
    rispondi al commento
    • Marco
      Marco Darioin
      Giovedì 22 Novembre 2012, alle ore 14:01
      Per Dario: La schiuma è a base poliuretanica non espandente, specifica per l'incollaggio dei blocchi.
      I blocchi sono porizzati e rettificati, ossia tutti della stessa altezza e con facce perfettamente parallele, solo così il giunto orizzontale è possibile ridurlo ad uno spessore minimo
      rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
327.813 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Tamponature senza malta che potrebbero interessarti


Muri in sicurezza e ben isolati con il nuovo Kit antisismico di Enea

Restauro edile - Il kit antisismico messo a punto da Enea, sfrutta le buone caratteristiche della canapa per rinforzare le tamponature, soggette a espulsione durante le scosse.

Washi Tape: decorare la casa con nastro adesivo

Decorazioni - Semplice, funzionale e facilmente sostituibile, e' l'ideale per cambiare aspetto ad ambienti, mobili ed oggetti, in poco tempo e con fantasia.

Malte di ripristino per calcestruzzo, geomalta e malta tixotropica

Materiali edili - Per ristrutturare e ripristinare la compatezza di strutture realizzate e rifinite con il calcestruzzo, oggi esistono delle malte di ripristino specifiche tixotropiche.

Tipologie dei muri di tompagno

Architettura - I muri perimetrali di un'abitazione possono essere realizzati con diverse tipologie costruttive e pur non avendo funzione statica devono garantire il comfort interno.

Incollare in sicurezza

Ristrutturazione - Fissare senza problemi ogni materiale.

Com'è fatta e come si applica la malta fibrorinforzata

Restauro edile - La malta fibronizzata è una soluzione veloce e resistenti. I suoi utilizzi in edilizia sono molteplici dal risanamento di parti degradate, al semplice rivestimento.

Come si compongono e come miscelare malta e cemento

Materiali edili - Malta e cemento sono i prodotti più utilizzati in edilizia, ne esistono diverse tipologie a seconda della composizione e dell'uso: ecco qualche indicazione in più.

Preparare malte di calce e cemento rapido

Fai da te Muratura - Per piccoli interventi di muratura in casa, può essere necessario ricorrere alla preparazione della malta, variando le caratteristiche a seconda dell'uso.

Cappotti termici, come evitare problemi di degrado

Isolamento termico - La scelta di isolare la nostra casa con un sistema a cappotto è una soluzione vantaggiosa per il risparmio energetico, se l'intervento è eseguito correttamente.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img gianmarcodelle case
Salve a tutti, come si vede dalla foto ho voluto chiudere le tubazioni e creare una piccola rampa calpestabile per accedere dalla stanza in fondo a questo sottotetto grezzo. Ho...
gianmarcodelle case 12 Dicembre 2020 ore 22:55 2
Img iascia
Salve, come vdete nella foto devo ricostruire quella porzione di trave dove ho già trattato i ferri. Che materiale dovrei usare? Alcuni dicono malta, anche colabile, altri...
iascia 15 Ottobre 2019 ore 09:50 6
Img chiarlun
Buongiorno a tutti, sono nuovo di questo forum :-)Ho bisogno di un consiglio. Devo rasare una parete esterna della casa, dove utilizzo malta Roefix e rete in fibra di vetro.Per...
chiarlun 14 Settembre 2019 ore 11:11 5
Img riccardobronzi
Salve, vorrei sapere se siete al corrente di un modo per ripulire questo soffitto, stuccato davvero male negli anni 70 con malta cementizia. È possibile utilizzare una...
riccardobronzi 04 Gennaio 2019 ore 14:06 3
Img chipquick
Ciao a tutti, vorrei applicare un pavimento in PVC in bagno sopra quello attuale e avrei bisogno di qualche consiglio. Dall'idea che mi sono fatto, le lastre con posa a click...
chipquick 08 Novembre 2018 ore 14:41 3