Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA

Come si determinano le tabelle millesimali?

Le tabelle millesimali sono la traduzione matematica del valore di ogni singola unità immobiliare del condominio in rapporto a quello dell'intero edificio.
19 Gennaio 2015 ore 09:30 - NEWS Tabelle millesimali

Cosa sono le tabelle millesimali?


Un edificio condominiale è formato da alcune parti comuni, la cui proprietà appartiene a tutti i condomini, e dalle proprietà private, la cui consistenza viene valutata in proporzione al valore totale dell'edificio.
Questo valore proporzionale è misurato in millesimi, così come stabilito dall'art. 68 delle disposizioni di attuazione del Codice Civile.

Tabelle millesimali per il condominioI millesimi di proprietà sono raccolti in specifiche tabelle allegate al Regolamento di condominio.

Tali tabelle, obbligatorie quando il numero dei condomini è superiore a 10, rappresentano la traduzione matematica del valore di ogni singola unità immobiliare in rapporto a quello dell'intero edificio.


Oltre alla tabella relativa alla proprietà generale, indicata con la lettera A, esistono altre tabelle per singoli servizi comuni, come la manutenzione delle scale e degli impianti, definite tabelle d'uso.

Tra le più importanti ci sono, ad esempio, quella per l'uso del riscaldamento centralizzato, i cui calcoli fanno riferimento ai metri cubi riscaldati di ogni alloggio o al numero di elementi riscaldanti presenti in esso, e quella relativa ai consumi d'acqua, rapportata in genere al numero di persone che abitano i locali.


Come avviene la formazione delle tabelle millesimali?


Per la formazione delle tabelle millesimali è necessario incaricare un tecnico, il quale dovrà innanzitutto misurare la superficie reale di ogni singola unità immobiliare, da ragguagliare in millesimi, al volume dell'intero edificio.

Tabelle millesimali per il condominioLa superficie reale di ogni unità viene poi moltiplicata per dei coefficienti correttivi, di riduzione o di aumento, che servono a trasformarla in superficie virtuale, in base al suo effettivo utilizzo.

Solitamente i tecnici utilizzano come coefficienti di riferimento quelli contenuti nella Circolare del 26 marzo 1966 n. 12480, Ministero dei lavori pubblici, Direzione generale edilizia statale e sovvenzionata, recante le Norme per i collaudi dei fabbricati costruiti da cooperative edilizie fruenti di contributo statale e per la ripartizione delle spese fra i singoli soci.
Non si tratta però di un obbligo normativo: nulla vieta, infatti, di utilizzare altri parametri, magari specificandone i motivi.

I coefficienti solitamente utilizzati sono i seguenti:
• di destinazione o categoria catastale: da utilizzare quando nel condominio sono presenti unità a diversa categoria catastale (abitazione, ufficio, negozio, etc.)
• di utilizzazione: con il quale si individua la destinazione d'uso dei vari locali dell'unità immobiliare (cucina, camera, balcone, bagno, ecc.)
• di altezza degli ambienti: si usa quando le varie unità hanno altezze diverse; in questo caso si fa però riferimento al volume e non alla superficie
• di orientamento: si applica se le varie unità immobiliari hanno esposizioni diverse ai punti cardinali
• di esposizione e prospetto: si applica quando le varie unità hanno vedute diverse, come affaccio su strada principale, su cortile interno, veduta panoramica, ecc.
• di piano: tiene conto delle differenze tra le varie unità in base alla loro altezza dal suolo e considera la presenza dell'ascensore
• di luminosità: tiene conto della luce che penetra nei vari ambienti e si calcola come rapporto tra la superficie vetrata delle finestre e quella dei locali
• di isolamento termico: tiene conto delle esigenze di riscaldamento dell'unità, a seconda che sia confinante con ambienti riscaldati o no, o abbia pareti rivolte all'esterno


Per poter applicare correttamente tali parametri è necessario considerare alcuni fattori:
ai vani come soggiorno, camera e studio viene attribuito un valore maggiore rispetto a quelli di servizio e a questi ultimi un valore maggiore rispetto a spazi accessori come balconi e terrazzi;
se l'edificio non è dotato di impianto di riscaldamento viene attribuito minor valore dal secondo piano in poi;
se l'edificio è dotato di impianto di riscaldamento, viene attribuito maggior valore ai piani intermedi e minore al sottotetto e ai piani terra e rialzato, per effetto delle dispersioni termiche;
l'esposizione a sud est e quella a sud ovest attribuiscono maggior valore;
le vedute su strade e giardini hanno maggior valore rispetto a quelle su chiostrine e cavedi;
il coefficiente di luminosità viene preso in considerazione solo se le finestre hanno dimensioni molto diverse da un appartamento all'altro.

Non si deve tener conto, invece, dello stato di conservazione o manutenzione dei vari piani o porzioni di piano.


Come effettuare il calcolo dei millesimi


Il procedimento di calcolo delle tabelle millesimali è il seguente:
moltiplicando la superficie di ciascun vano per i rispettivi coefficienti, si ottiene la superficie virtuale S;
dopo aver calcolato in tal modo la superficie virtuale di tutte le unità immobiliari, se ne effettua la somma, ottenendo la superficie totale T.

I millesimi di ciascuna unità si otterranno dalla seguente formula:

(S:T) x 1000

dove S è la superficie virtuale di ogni appartamento e T la somma delle superfici totali di tutti gli appartamenti.

riproduzione riservata
Articolo: Tabelle millesimali: introduzione al calcolo
Valutazione: 5.63 / 6 basato su 19 voti.

Tabelle millesimali: introduzione al calcolo: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Sostieni Lavorincasa
REGISTRATI COME UTENTE
320.732 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Tabelle millesimali: introduzione al calcolo che potrebbero interessarti


Tabelle millesimali

Condominio - Le tabelle millesimali servono a ripartire le spese condominiali in modo proporzionale alla superficie e alle caratteristiche delle singole unità immobiliari.

Condominio minimo: come calcolare e approvare le tabelle millesimali

Tabelle millesimali - Tabelle millesimali, strumento necessario per il corretto funzionamento dell'assemblea e la ripartizione delle spese: servono anche nel caso di condominio minimo?

Cosa sono le tabelle millesimalie come si redigono

Tabelle millesimali - Le tabelle millesimali sono lo strumento utile a individuare il valore delle singole unità immobiliari per poter ripartire le spese e i quorum nelle assemblee.

Tabelle millesimali errate e rimborso quote condominiali

Tabelle millesimali - Le tabelle millesimali sono lo strumento indispensabile per la ripartizione delle spese tra tutti i condomini. Che cosa accade se le stesse risultano errate?

Revisione tabelle millesimali

Condominio - Con una sentenza del 2010, la n. 3001 del 10 febbraio, la Corte di Cassazione si è occupata di tabelle millesimali per la ripartizione delle spese condominiali.

Spese condominiali: le tabelle millesimali

Tabelle millesimali - Le tabelle millesimali sono uno strumento indispensabile per la corretta gestione del condominio ed alla loro approvazione si può giungere in tre diversi modi.

Sentenza Cassazione n. 18477 del 9 agosto 2010

Condominio - Con la recente sentenza n. 18477 del 9 agosto delle sezioni unite della Corte di Cassazione si fa finalmente un po? di chiarezza riguardo alla questione

Nuove conferme e vecchi dubbi riguardo alle tabelle millesimali

Tabelle millesimali - Per l'approvazione e revisione di tabelle millesimali è sufficiente una deliberazione assembleare approvata con il voto favorevole della maggioranza degli intervenuti.

Chi paga la revisione delle tabelle millesimali?

Tabelle millesimali - Chi paga la parcella del tecnico incaricato della revisione e modificazione delle tabelle millesimali dopo dei lavori di ridistribuzione spazi interni in un appartamento?
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img sandro1965-
Buongiorno, siamo 5 fratelli e sorelle e siamo proprietari di una piccola palazzina (familiare) con 10 appartamenti (termoautonomi e senza ascensore) dislocati su 3 piani e...
sandro1965- 04 Dicembre 2020 ore 16:32 1
Img orefassam
Posseggo un grande locale commerciale a piano terra di un condominio. Questo locale è rimasto sfitto e inutilizzato per tantissimi anni. Nel contempo, già comunque...
orefassam 28 Gennaio 2019 ore 22:43 1
Img anglo
In questo condominio non esiste regolamento. Le spese relative alle parti comuni dell’edificio vengono divise in base alla tabella dei millesimi generali, redatta all'epoca...
anglo 10 Marzo 2017 ore 18:04 4
Img eugenio59
Buongiorno, volevo sapere se il progetto relativo alla nuova tabella millesimale relativa alle spese riscaldamento sono soggette a detrazione fiscale come per i contabilizzatori o...
eugenio59 01 Marzo 2017 ore 15:59 1
Img ing. carlopoggio
Buongiorno.Nel mio condominio vengono ripartite tutte le spese (a parte ascensore e riscaldamento) secondo i millesimi di proprietà.O meglio, ci sono le due colonne:...
ing. carlopoggio 25 Ottobre 2016 ore 17:09 1