Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Stufe a pellet ridisegnate

NEWS Impianti26 Giugno 2012 ore 20:05
Come inserire una stufa a pellet in un arredamento riducendone visivamente l'ingombro attraverso un intervento di allestimento semplice e rispettoso della sicurezza.
riscaldamento , stufe , pellet , rendimento

Sistemi di riscaldamento

I sistemi di riscaldamento delle abitazioni, si differenziano tra loro grazie al diverso tipo di funzionamento e soprattutto in virtù del tipo di combustibile utilizzato.

Quest'ultimo elemento, assume particolare rilevanza dal punto di vista della resa termica e della spesa economica da sostenere per l'approvviggionamento dello stesso.


La legna ha rappresentato e rappresenta ancora, in molte realtà domestiche il materiale più usato seguito da carbone, petrolio, gas, fino ad arrivare ai nostri giorni in cui un materiale come il pellet ha dimostrato di mantenere un conveniente rapporto tra spesa e resa termica.

Il pellet

Il pellet nel formato tradizionale

Il pellet, si ottiene utilizzando la segatura vergine residua, ottenuta dalla lavorazione del legno, tale segatura opportunamente essicata e pressata ad alta pressione, permette di ottenere piccoli cilindri di diverse dimensioni.

La caratteristica principale di tale materiale è l'assenza di qualsiasi legante tossico, infatti grazie alla capacità legante della lignina, una sostanza naturale contenuta nella legna, non è necessario aggiungere alcun tipo di additivo per assemblare i vari formati in commercio, per questo motivo è possibile ottenere un combustibile naturale, ecologico e ad alta resa.


Altra caratteristica di questo materiale è la sua facilità di stoccaggio e l'assenza di sporcizia nel suo utilizzo, fattori molto importanti nell'impiego domestico in particolare quando gli ambienti sono sforniti di appositi siti per lo stoccaggio di legna ed altro.



Il Rendimento

Grazie alle caratteristiche citate, si ottiene che le stufe a pellet hanno rendimenti superiori alle stufe a legna o ai tradizionali camini infatti si può senz'altro affermare che le stufe a pellet in particolare quelle di ultima generazione raggiungono rendimenti pari al 90%.

Senza voler dissertare sul tema della resa termica delle stufe con camera di combustione preriscaldata, è bene sapere che il rendimento è il rapporto tra l'energia prodotta dal combustibile ed il calore reso all'ambiente, nel caso del pellet tale valore è estremamente conveniente.


Inserimento nello spazio disponibile

Come sempre nella vita, ogni cosa ha il suo lato positivo e di contro il suo negativo, nel caso delle stufe a pellet, in particolare per quelle che producono anche l'acqua calda per gli usi domestici, la loro dimensione e la forma molte volte ingombrante, possono indurre l'utente a desistere dall'impiegare tale apparecchiatura per il riscaldamento.

Infatti, mentre per i camini il problema del loro inserimento all'interno di qualsiasi tipo di arredamento è risolvibile in ogni circostanza, grazie alle infinite possibilità di rivestirli sia che si tratti di camini prefabbricati che costruiti in opera, per le stufe a pellet ciò non è possibile a causa della struttura che di per sé è già completa in ogni sua parte sia dell'apparato strutturale che di quello ornamentale.

Una stufa a pellet della Ditta PiazzettaEsistono infatti in commercio, stufe rivestite in modi e materiali diversi tali da poter accontentare ogni tipo di richiesta, ma se per qualche esigenza particolare, occorresse incorporare la stufa in una parete o altro, al fine di limitare l'impatto visivo dell'ingombro formale in particolare in ambienti non molto grandi, allora nascono diverse problematiche relative ai parametri da tener in conto nella progettazione al fine di evitare rischi di cattivo funzionamento oltre a quelli relativi alla sicurezza dell'utenza.

Uno degli elementi su cui si basano molte pubblicità riguardanti le stufe a pellet per far leva sugli acquirenti, è la possibilità di poter installare tale apparecchiatura senza la necessità di impiegare una canna fumaria.


Si capisce subito che tale affermazione, fa immediatamente colpo su chi avrebbe innumerevoli problemi nel dover installare tale stufa in un condominio o comunque in un luogo dove la presenza di una canna fumaria anche di diametro più ridotto darebbe comunque fastidio.


Corretta installazione della stufa a pellet


Personalmente, cerco sempre di spiegare al cliente che in effetti anche se il pellet viene combusto mediante un tiraggio forzato, con l'espulsione dei fumi favorita da un ventilatore elettrico, anche se in teoria basterebbe un piccolo condotto esterno per la loro estrazione, ciò non si rvela conveniente.

Va infatti, considerato il fatto che la temperatura di tali fumi si aggira attorno ai 300 gradi, oltre a tener presente, che gli stessi sono più inquinanti dei residui di combustione di una normale caldaia alimentata a gas.

Per questo motivo è sempre consigliabile l'installazione di una canna fumaria che raggiunga la sommità dell'edificio in maniera adeguata, in alternativa è indispensabile un tratto di canna fumaria che superi almeno di due metri il livello del braciere interno della stufa, al fine di consentire una fuoriuscita sicura e meno dannosa per chi sosta nelle vicinanze.


Un esempio pratico


Il progetto realizzatoIn rapporto a tutte le problematiche fin qui esposte, di seguito illustro il caso della sistemazione di una stufa a pellet con produzione di acqua calda, che per necessità della committenza è stata progettata, facendo passare la canna fumaria all'interno della stanza, cosa che ha reso necessario creare una idonea schermatura coibentata, che avesse anche una valenza estetica, nel rispetto del buon funzionamento dell'impianto, e del tipo di arredamento esistente.

Il progetto, comprende fondamentalmente tre elementi e precisamente due pannelli laterali costituiti da profili in alluminio spazzolato, distanti tra loro circa un centimetro al fine di far circolare l'aria calda senza alcun contatto con la struttura della stufa, di cui uno apribile a battente al fine di consentire eventuali manutenzioni nella parte retrostante della stufa.

La particolare apertura laterale Tali pannelli tra loro assemblati mediante tondino in acciaio spazzolato disposto trasversalmente alla loro lunghezza, consentono l'alloggiamento con supporti ad incastro di semplici portaoggetti in cristallo temperato facilmente smontabili in caso di manutenzione della stufa.

La canna fumaria interna è incorporata in un cavedio in cartongesso opportunamente isolato termicamente che parte dalla quota superiore della stufa e raggiunge il soffitto.

Infine una controsoffittatura con frontale provvisto di orologio illuminato completa l'insieme, in questo modo si è ottenuto il giusto connubio tra le esigenze tecnico funzionali ed estetiche con grande soddisfazione della committenza.




riproduzione riservata
Articolo: Stufe a pellet ridisegnate
Valutazione: 4.29 / 6 basato su 7 voti.

Stufe a pellet ridisegnate: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Laura
    Laura
    Lunedì 14 Gennaio 2013, alle ore 12:31
    Info su stufe a pellet ridisegnate.
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
REGISTRATI COME UTENTE
305.875 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Cersaie
Quanto costa, dove lo trovo? Sei un Azienda ? Pubblica i tuoi Prezzi Quì !
  • Termostufa a pellet KING IDRO SLIM 16 KW bourdeaux
    Termostufa a pellet king idro slim...
    2154.32
  • Cancello di sicurezza estensibile verniciato exten
    Cancello di sicurezza estensibile...
    260.00
  • Cancello di sicurezza estensibile zincato exten
    Cancello di sicurezza estensibile...
    205.00
  • Barra di sicurezza per vasistas
    Barra di sicurezza per vasistas...
    47.00
  • Occhiali di sicurezza DeWalt
    Occhiali di sicurezza dewalt...
    12.94
  • Aspiracenere aspiraliquidi
    Aspiracenere aspiraliquidi...
    68.99
Notizie che trattano Stufe a pellet ridisegnate che potrebbero interessarti
Le stufe onnivore

Le stufe onnivore

Impianti - Le stufe onnivore: di modeste dimensioni, consentono di riscaldare ambienti di grandi superfici con maggiore resa termica e con un basso residuo di ceneri.
Stufe, termostufe e caldaie a pellet: la tecnologia del calore per risparmiare sui costi di riscaldamento

Stufe, termostufe e caldaie a pellet: la tecnologia del calore per risparmiare sui costi di riscaldamento

Impianti di riscaldamento - Stufe, termostufe e caldaie a pellet Ariel Energia: delle soluzioni in grado di garantire calore e benessere in casa, per avere ambienti sani e confortevoli.

Differenze fra stufe, caldaie e termostufe a pellet

Impianti di riscaldamento - Gli impianti a pellet possono essere dotati di vari tipi di generatori, come le stufe, le caldaie e le termostufe, che hanno diverse modalità di funzionamento.

Riscaldare in modo sostenibile con stufe, termostufe e caldaie a pellet

Impianti di riscaldamento - Ariel Energia, propone diversi tipi di stufe, termostufe e caldaie a pellet, modelli belli e funzionali per riscaldare le proprie case rispettando l'ambiente.

IVA per stufe a pellet

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Come si applica l'aliquota IVA in caso di installazione di stufe a pellet all'interno di fabbricati ad uso abitativo di nuova costruzione o già esistenti.

Stufe a pellet Ariel Energia: come risparmiare rispettando l'ambiente

Impianti di riscaldamento - Risparmiare scegliendo di utilizzare le stufe a pellet: Ariel Energia propone tanti modelli diversi di stufe e caldaie proprio per accontentare tutte le esigenze

Scelta alimentazione di una stufa: a legna o a pellet?

Impianti di riscaldamento - Acquistare ora una stufa o un termocamino, necessita attenzione su molti aspetti, tra i quali uno dei primi è la scelta dell'alimentazione: a legna o a pellet?
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img nunzio1942
Abito in un condominio di 5 piani con caldaia da riscaldamento autonoma esterna,vorrei installare una stufa a pellet.Il rivenditore dice che per i fumi posso utilizzare la canna...
nunzio1942 02 Marzo 2014 ore 14:01 1
Img faror
Buonasera,abito in un appartamento con riscaldamento a pavimento con impianto condominiale centralizzato.Il mio contabilizzatore della Siemens contabilizza il consumo in KWH.Quale...
faror 13 Aprile 2014 ore 20:38 1
Img paologiulio.dabbene@yahoo.it
Ho una casa in montagna in condominio e recentemente hanno sostituito le valvole dei termosifoni con regolazione e contabilizzazione.Adesso quando raggiungo la montagna al...
paologiulio.dabbene@yahoo.it 06 Gennaio 2014 ore 02:02 1
Img robigra
Buon giorno,vorrei comprare un appartamento in condominio al secondo piano più una mansarda ristrutturata.Il problema è che al piano sotto c'è il...
robigra 03 Giugno 2014 ore 15:27 1
Img cipi86
Buonasera,ho un problema con una stufa a pellet installata dal proprietario del piano terra in quanto hanno montato la stufa facendo andare le scarico dei fumi in una canna...
cipi86 03 Ottobre 2013 ore 15:07 1