Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Strade condominiali, danni e spese di manutenzione

Le aree accessorie, come parcheggi e strade, dovranno essere considerate di proprietà comune, le spese di manutenzione andranno ripartite con i millesimi.
21 Gennaio 2010 ore 15:13 - NEWS Manutenzione condominiale

Strade condominialiUna recente sentenza della Cassazione, la n. 26751 del 18 dicembre 2009, si occupa di strade condominiali e danni causati dalle stesse.

In effetti è usuale, soprattutto nei complessi di notevoli dimensioni, o in quei casi in cui i posti auto sono separati dallo stabile condominiale, che all'interno dell'area privata vi siano delle strade.

Queste permettono il transito dei veicoli e dei pedoni al fine raggiungere gli appartamenti o i box.
Trattandosi di aree accessorie e funzionali al godimento delle parti di proprietà esclusiva dovranno essere considerate di proprietà comune, salvo particolari disposizioni contenute negli atti d'acquisto o nel regolamento di condominio .


Che cosa significa tutto ciò?
Vuol dire che come per gli altri beni (scale, riscaldamento, ascensore) le spese di manutenzione andranno ad essere ripartite secondo i millesimi di proprietà od in base ai diversi accordi intercorsi tra tutti i condomini.

Oltre agli aspetti economici, però, la condominialità di questa parte comune comporta l'assunzione di responsabilità del condominio (cioè di tutti i condomini) per i danni che la stessa può provocare a cose e persone.

Non è rilevante che la persona danneggiata sia estranea, o meno, al condominio .
Tutti coloro che subiscono un danno avranno diritto a vederselo risarcito.

L'essere condomino può influire in misura maggiore rispetto ad un estraneo sulla quantificazione del danno (come negare che il condomino residente nello stabile conosca meglio di altri le condizioni del fabbricato?) ma non può a priori escluderlo.Gomma danneggiata

Si pensi, per rimanere sull'argomento strade, alla caduta causata da buche o pietrisco che rendono insidiosa la strada comune.
In questi casi, una volta occorso il danno a che titolo ne risponde il condominio?
La sentenza, citata in apertura, affronta la questione, in modo chiaro e preciso, affermando che il condominio deve essere considerato custode dei beni comuni e che come tale risponderà dei danni sulla base dell'art. 2051 c.c., che recita:
Ciascuno è responsabile del danno cagionato dalle cose che ha in custodia, salvo che provi il caso fortuito.

Si tratta di una responsabilità c.d. oggettiva, ossia non è necessario che il custode (nel nostro caso il condominio) abbia agito con negligenza o peggio ancora con l'intenzione di causare un danno (dolo).
In pratica si risponde dei danni provocati dalle cose sempre e comunque salvo che si riesca a dimostrare il caso fortuito.
Per intendersi si pensi all'acquazzone improvviso che abbia aperto una buca nell'asfalto e che proprio per la sua imprevedibilità non abbia lasciato al condominio (e quindi all' amministratore ) il tempo d'intervenire immediatamente per riparare la strada.
Chiarito ciò bisogna chiedersi che cosa debba dimostrare il danneggiato che vuole vedersi risarcito il danno.

Sul punto la Cassazione è stata chiarissima affermando che chi proponga domanda di risarcimento dei danni da cose in custodia, ai sensi dell'art. 2051 cod. civ., in relazione alle condizioni di una strada (nella specie, danni conseguenti alla caduta da una motocicletta), ha l'onere di dimostrare le anomale condizioni della sede stradale e la loro oggettiva idoneità a provocare incidenti del genere di quello che si è verificato (nella specie, presenza di pietrisco sul fondo stradale).È onere del custode convenuto in risarcimento, invece, dimostrare in ipotesi l'inidoneità in concreto della situazione a provocare l'incidente, o la colpa del danneggiato, od altri fatti idonei ad interrompere il nesso causale fra le condizioni del bene ed il danno (Cass. 18 dicembre 2009 n. 26751).

Detto in termini più pratici: il danneggiato dovrà dimostrare il danno subito, ed il fatto che lo stesso sia stato causato dalle condizioni della strada condominiale (c.d. nesso di causalità).

Il condominio, per andare esente da colpa, dovrà dare prova che le condizioni della strada che hanno permesso il verificarsi del danno sono state generate da un caso fortuito, ossia che non era il alcun modo prevedibile.

riproduzione riservata
Articolo: Strade condominiali e danni
Valutazione: 4.50 / 6 basato su 2 voti.

Strade condominiali e danni: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
328.001 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Strade condominiali e danni che potrebbero interessarti


Delimitazione del parcheggio condominiale

Condominio - Se un condominio è dotato di area a parcheggio comune, l?assemblea, legittimamente ed al fine di disciplinarne l?uso, può decidere di delimitarla

È legittima la trasformazione di parte del giardino in parcheggio condominiale?

Parti comuni - L'assemblea, con la maggioranza semplice, può deliberare la trasformazione di una piccola parte del giardino condominiale in parcheggio

Parcheggio condominiale e servitù di parcheggio

Parti comuni - I parcheggio in condominio accende spesso liti, ma non è configurabile una servitù di parcheggio per due motivi molto semplici che andremo ad approfondire ora.

Parcheggio condominiale: i turni sono legittimi?

Parti comuni - L'uso del parcheggio condominiale insufficiente ad accogliere le auto dei condomini può essere disciplinato dall'assemblea con i turni, vediamo la Legge cosa dice.

Uso della cosa comune e divieto di parcheggio

Parti comuni - In un cortile condominiale ogni comproprietario, in assenza di norme e modalità d'uso, potrà trarre da quel parte il beneficio che ritiene migliore.

Strada condominiale e ripartizione delle spese

Condominio - Quando s?affronta il tema della ripartizione delle spese condominiali bisogna sempre tenere presenti due elementi fondamentali:a) in primo luogo, l?accordo

Area cortiliva

Sistemazione esterna - Il cortile è un'area scoperta compresa i corpi di fabbrica di un edificio, destinata a varie funzioni e classificata come pertinenza e parte comune condominiale

Parcheggi in condominio e modifiche per posizionare i bidoni

Parti comuni - La trasformazione di una parte del parcheggio condominiale per alloggiare i bidoni della raccolta differenziata è un'innovazione? Che cosa dice la giurisprudenza?

Divieto di sosta in area condominiale

Parti comuni - Non è raro che i condomini lamentino la scorrettezza dei propri vicini che parcheggiano l'autovettura in modo tale da rendere difficoltoso il passaggio
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img bottadaniela
Buongiorno avrei bisogno di alcuni chiarimenti e ringrazio in anticipo. Ho acquistato un immobile lo scorso anno in una palazzina di 4 appartamenti. Annesso vi è un posto...
bottadaniela 18 Agosto 2020 ore 11:04 6
Img trixy
Buongiorno, vado subito al punto, un condomino ha abbandonato la propria auto inutilizzabile nel cortile condominiale, lasciandola lì per anni, parcheggiata sempre nello...
trixy 31 Ottobre 2019 ore 16:25 5
Img qraffaele1
Possiedo una casa in un condominio dove c'è un cortile destinato al pargheggio delle auto. Vorrei sapere chi ha pieno diritto di pargheggio. Il condominio è composto...
qraffaele1 02 Settembre 2019 ore 10:11 9
Img campana
Ho appena acquistato un immobile con posto auto in un condominio di 8 appartamenti.Mi sono accorto che alcuni proprietari di questi appartamenti ne parcheggiano più di una,...
campana 12 Ottobre 2015 ore 17:24 2
Img sismi
Parcheggi condominiali.Buonasera, espongo la situazione che si è venuta a verificare nel mio condominio.Premettendo che ad ogni condomino è stato assegnato un...
sismi 23 Giugno 2014 ore 12:03 1