Stampaggio rotazionale

NEWS DI Progettazione05 Dicembre 2011 ore 00:56
Procedimento di produzione adatto a volumi cavi di medie e grandi dimensioni, può essere facilmente adattato a piccole serie di arredi e complementi in plastica.

Stampaggio rotazionale: poltrona in plasticaLeggendo le schede tecniche che accompagnano molti arredi di design e produzione contemporanea, nella descrizione del materiale e del procedimento produttivo non è raro trovare la dicitura stampaggio rotazionale.

Più frequente in articoli per l'outdoor e per sedute monoscocca studiate per il settore contract e per l'intrattenimento, oltre che per una serie pressoché infinita di altri arredi e complementi, questa tecnica produttiva utilizza come materia prima polimeri plastici a basso costo come polietilene lineare a bassa densità e reticolato, pvc, polietilene, policarbonato e poliammide.


Sotto forma di polvere questi vengono introdotti in uno stampo appositamente predisposto e progettato secondo le specifiche caratteristiche e dimensioni delle quali si vuole dotare l'elemento finito.
La quantità di materiale plastico inserita dipende, oltre che dalla grandezza dell'oggetto, dallo spessore che si vuole ottenere, in genere compreso tra 1 e 50 mm.

Successivamente lo stampo viene riscaldato in un forno e, contemporaneamente, fatto ruotare secondo le direzioni di due assi; la doppia rotazione consente di ottenere una distribuzione omogenea della materia prima sulle pareti interne dello stampo.


Additivi coloratiI movimenti impressi allo stampo stesso sono lenti e calibrati; la distribuzione del polimero fuso su tutta la superficie non avviene grazie alla forza centrifuga ma attraverso la progressiva colatura e il lento scivolamento strato su strato.

Dopo alcuni minuti l'oggetto è ormai definito nella sua forma e non rimane che raffreddarlo per poterlo estrarre dallo stampo.

Nel processo di abbassamento della temperatura, che avviene per mezzo di aria e acqua nebulizzata, la rotazione continua e il materiale subisce un ritiro pari al 2% circa del suo volume. In questo modo l'apertura dello stampo e l'estrazione dell'oggetto sono facilitate e viene scongiurato ogni pericolo di rottura o deformazione.


Sedie monoscoccaConsiderate le ampie possibilità di controllo diretto del procedimento, l'elemento ottenuto risponde quasi sempre alle aspettative:
è cavo e la sua grana superficiale dipende da quella dell'interno dello stampo.

Colori diversi possono essere ottenuti aggiungendo all'ingrediente principale coloranti e additivi di altro tipo.

Gli aspetti postivi associati a complementi e arredi prodotti con questa tecnica sono, in primis, la robustezza e la solidità dovute all'assenza di saldature e di tensioni superficiali.
Non è da sottovalutare, inoltre, un considerevole contenimento dei costi, soprattutto se rapportati a oggetti di medie e grandi dimensioni prodotti in piccola serie.

riproduzione riservata
Articolo: Stampaggio rotazionale
Valutazione: 5.57 / 6 basato su 7 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Stampaggio rotazionale: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Stampaggio rotazionale che potrebbero interessarti
PMMA polimetilmetracrilato

PMMA polimetilmetracrilato

Nato negli anni '30, è arrivato fino ad oggi invadendo il settore del design e dell'architettura con creazioni originali, affascinanti, trasparenti e colorate.
Arredo e stampaggio rotazionale

Arredo e stampaggio rotazionale

Leggerezza, omogeneità, e funzionalità, oltre al colore, caratterizzano lo stampaggio rotazionale, tipico delle materie plastiche, per arredi indoor e outdoor.
Design da Olimpiadi

Design da Olimpiadi

Anche le Olimpiadi diventano un'occasione per reinterpretare oggetti di design o per crearne di nuovi, insoliti, colorati e divertenti.
Arredi in HPL

Arredi in HPL

L'HPL, resistente e adatto a contesti outdoor, è il materiale perfetto per creare mobili belli e funzionali dal piglio moderno, giovane ed essenziale.
Arredi in plastica

Arredi in plastica

Gli arredi da destinare all'allestimento esterno solitamente vengono realizzati con due tipi di materiali: Cloruro di polivinile (PVC), Polietilene (PE) oppure in Polipropilene (PP).
usr REGISTRATI COME UTENTE
290.251 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Tegola plastica
    Tegola plastica...
    15.00
  • Tenda alla veneziana plastica
    Tenda alla veneziana plastica...
    9.00
  • Mangiatoia a tramoggia in plastica kg 8
    Mangiatoia a tramoggia in plastica...
    10.61
  • Combi 1 gabbia per criceti
    Combi 1 gabbia per criceti...
    32.94
  • Pannelli universali impermeabilizzati Schluter-KERDI-BOARD
    Pannelli universali...
    22.08
  • Dipinto olandese acrilico su tela veduta di
    Dipinto olandese acrilico su tela...
    950.00
  • Cornici prefabbricate alleggerite Padova
    Cornici prefabbricate alleggerite...
    12.90
  • Tapparella av50p 13x50
    Tapparella av50p 13x50...
    31.00
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Inferriate.it
  • Weber
  • Kone
  • Black & Decker
  • Faidatebook
MERCATINO DELL'USATO
€ 59 000.00
foto 4 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 49 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 68.00
foto 1 geo Milano
Scade il 31 Ottobre 2018
€ 28.00
foto 6 geo Frosinone
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 40.00
foto 1 geo Napoli
Scade il 30 Giugno 2018
€ 160 000.00
foto 4 geo Viterbo
Scade il 31 Dicembre 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.