Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Obbligazioni condominiali sono parziarie o solidali?

Basta con i recuperi dell'intero credito contro un solo condominio; tutti devono pagare ma ognuno deve farlo nel limite della propria quota millesimale, vediamo...
22 Febbraio 2012 ore 15:05 - NEWS Ripartizione spese
parziarietà , obbligazioni condominiali , solidarietà

ParziarietaLe obbligazioni condominiali sono parziarie o solidali?
Questa volta a pronunciarsi è il giudice di pace di Salerno.
Ormai quasi quattro anni fa, era l'8 aprile 2008, con l'arcinota sentenza n. 9148, le Sezioni Unite della Suprema Corte di Cassazione sancirono la fine della solidarietà delle obbligazioni condominiali.

Secondo i magistrati del Supremo Collegio, in materia di spese condominiali ognuno paga per sè.

Detto diversamente: basta con i recuperi dell'intero credito contro un solo condominio; tutti devono pagare ma ognuno deve farlo nel limite di ciò che effettivamente deve in base alla propria quota millesimale.

Il principio, ad avviso di chi scrive, è sacrosanto: un condomino, per il sol fatto che gli altri siano morosi, non può rischiare di perdere tutto.

Certo, non può tacersi che l'esecutato può agire in rivalsa; le Sezioni Unite, tuttavia, esprimevano argomentazioni convincenti per far ritenere giusto il passaggio dalla solidarietà alla parziarietà.



Pronuncia giusta in teoria ma in pratica, a legislazione invariata, si è finito per gravare oltremodo il creditore.
Insomma la sentenza più volte citata ha, di fatto, squilibrato un rapporto tra più parti che hanno in egual misura delle ragioni da rivendicare.
È emblematica, in tal senso, una sentenza resa dal Giudice di pace di Salerno lo scorso 16 febbraio. Secondo il magistrato campano non c'è chi non veda che l'interpretazione di principio, fornita dalle Sezioni Unite ha creato enormi problematiche sul piano pratico, ponendo,involontariamente, a carico del creditore una serie di costi,di oneri e di ritardi che la precedente interpretazione (obbligazione solidale) aveva tenuto in giusta considerazione evitando altresì la moltiplicazione dei processi.Infatti, la parte vittoriosa dopo aver atteso l'esito di una decisione,deve parcellizzare il proprio credito e rivolgersi nei confronti del singolo condomino, rischiando, in caso di insolvenza, anche la perdita di porzione del proprio credito non potendo rivalersi nei confronti degli altri condomini (GdP Salerno 16 febbraio 2012).
Così, prosegue il giudice salernitano, passando all'esame in concreto dello svolgimento dell'azione esecutiva, si osserva che il cancelliere ai sensi dell'art.475 c.p.c. può rilasciare una sola copia esecutiva in originale.
Orbene, considerato che in ipotesi di espropriazione forzata la copia esecutiva "originale" va depositata nel fascicolo di esecuzione, è evidente l'impossibilità di procedere ad esecuzione forzata nel confronti di più di un condomino per volta.Obbligazioni condominialiNel caso in esame, essendo il condominio de quo, composto da 34 unità immobiliari, l'attore dovrebbe proporre 34 distinte azioni esecutive ed aspettare l'esito di ognuna per poi iniziarne un'altra.
Considerati i tempi medi di ogni singola azione esecutiva l'attore, qualora sia creditore di un condominio, dovrebbe attendere anni per il soddisfacimento del suo credito
(GdP Salerno 16 febbraio 2012).

Ciò, tuttavia, specifica il giudice di pace, non vale per il caso sottoposto alla sua attenzione. In questa fattispecie, infatti, si trattava d'un risarcimento dovuto a causa di un illecito extracontrattuale e non, come per il caso deciso dalla sentenza n. 9148, di obbligazioni derivanti da contratto.
Per le obbligazioni da fatto illecito, dice il giudice salernitano, è costante, invece, quell'orientamento che le ritiene di natura solidale. Insomma le critiche alla sentenza iniziano a venire da più fronti; un intervento legislativo sarebbe, mai come in questo caso, auspicabile.

riproduzione riservata
Articolo: Solidarietà o parziarietà? Proseguono le dispute e le incertezze
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 2 voti.

Solidarietà o parziarietà? Proseguono le dispute e le incertezze: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
330.335 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Solidarietà o parziarietà? Proseguono le dispute e le incertezze che potrebbero interessarti


Torna la solidarietà condominiale? Sembra di si!

Ripartizione spese - Torna la solidarietà tra condomini per le spese comuni? A leggere la sentenza n. 1133 resa dal Tribunale di Bari lo scorso 30 marzo parrebbe proprio di si.

Differenze tra comunione e condominio

Ripartizione spese - Differenza tra comunione e condominio: uno stabile con cento unità immobiliari può essere in comunione così come un fabbricato con due appartamenti può essere in condominio.

Obbligazioni condominiali, titolarità e responsabilità anche verso i creditori del condominio

Ripartizione spese - Qual è la natura delle obbligazioni condominiali? In che modo i condòmini rispondono dei debiti condominiali? Che cosa si intende per solidarietà o parziarietà?

Condomino moroso e solidarietà

Ripartizione spese - Se un condomino non paga le spese condominiali, che cosa possono fare i suoi vicini di casa per evitare conseguenze negative nella fruizione dei servizi?

Perché chi acquista paga le spese arretrate?

Ripartizione spese - In tema di condominio uno dei problemi più frequenti, e motivo di litigio al momento della compravendita d'una unità immobiliare, riguarda le spese condominiali.

Spese condominiali per la casa coniugale

Ripartizione spese - Marito e moglie sono proprietari (in comunione dei beni) di un'unità immobiliare ubicata in condominio...

Partecipazione all'assemblea dell'ex condomino

Condominio - L?assemblea, per quella che è la definizione comunemente accolta da dottrina e giurisprudenza, è il luogo in cui i condomini assumono le decisioni

Comodato e spese condominiali

Ripartizione spese - Il comodato d'uso è un contratto da cui deriva un diritto personale di godimento. La relazione tra comodato e spese condominiali e i vantaggi per il comodante.

Condominio, spese di conservazione e spese d'uso

Ripartizione spese - In tema di condominio negli edifici è utile effettuare una differenziazione delle spese tra quelle necessarie per la conservazione e quelle indispensabili per l'uso.