Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Smaltimento macerie edili

Le macerie provenienti da lavori di demolizione e costruzione sono considerate rifiuti speciali e il loro smaltimento deve essere effettuato secondo le norme vigenti.
21 Luglio 2014 ore 18:37 - NEWS Pulizia e manutenzione

Rifiuti edili, rifiuti inerti e smaltimento calcinacci


La maggior parte delle attività che si svolgono nella vita moderna comporta la produzione di una certa quantità di rifiuti, che devono essere smaltiti in maniera corretta, per evitare di impattare in maniera devastante sull'ambiente.

macerie ediliTra queste attività c'è naturalmente, anche quella edilizia, che produce rifiuti speciali e non comuni rifiuti urbani.

Non è raro, però, vedere le macerie abbandonate in maniera abusiva su suoli pubblici e privati o nei cassonetti, in maniera da deturpare ed inquinare l'ambiente.

La maggior parte dei rifiuti prodotti da lavori edili è costituita da materiali inerti, come calcinacci di intonaco, laterizi , cemento armato e non, derivanti da attività di demolizione e costruzione.

Le terre e rocce da scavo, invece, in base alla legge n. 2 del 2009, non sono considerate rifiuto e, pertanto, a meno che non siano contaminate, devono essere reimpiegate nel cantiere di produzione, ad esempio per rinterri o riempimenti.

Per poterle riutilizzare, invece, in siti diversi da quelli di produzione, è necessario inoltrare una specifica domanda al Comune.
Per dimostrare che terre e rocce da scavo non siano inquinate è necessario sottoporle ad apposite analisi chimiche.

Anche nel campo dell' edilizia , quindi, lo smaltimento delle macerie deve essere effettuato seguendo le indicazioni delle normative vigenti.
Lo smaltimento scorretto dei rifiuti edili è infatti un reato che può essere sanzionato penalmente e che, nella migliore delle ipotesi, può costare multe salate.


A chi compete lo smaltimento cartongesso o delle macerie edili?


La norma a cui bisogna fare riferimento è il Decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, Norme in materia ambientale, secondo cui l'onere di smaltire rifiuti provenienti da interventi edilizi, è a carico del soggetto che produce le macerie.

Quindi secondo una ovvia interpretazione della Giurisprudenza corrente, il produttore delle macerie è colui che materialmente concorre a crearle e, quindi, nel caso in cui il lavoro sia eseguito da una ditta, sarà l'impresa stessa, mentre nel caso in cui i lavori siano eseguiti in proprio, sarà il proprietario dell'immobile o comunque chi li ha prodotti.


Come smaltire correttamente le macerie edili


Le macerie provenienti da lavori di demolizione e costruzione sono considerate, come detto, rifiuti speciali e non possono essere riutilizzate nell'ambito del cantiere di provenienza.
È necessario, quindi, provvedere al loro conferimento in discarica o, se possibile, ad idoneo impianto di trasformazione, per poterle riutilizzare.

macerie ediliSe si tratta di piccole quantità di rifiuti provenienti da lavori compiuti in ambito domestico è possibile, per alcuni comuni, conferirli presso le loro Isole Ecologiche.

È necessario, però, che l'ente preveda anche questo tipo di rifiuto nel proprio piano di raccolta differenziata.
In ogni caso la raccolta delle macerie dovrà essere effettuata da apposite ditte, iscritte all'Albo Nazionale dei Gestori Ambientali.

Di solito è prevista una specifica modulistica con la quale si può effettuare la richiesta alla ditta ed affidare l'incarico.

Se i rifiuti trasportati, comunque classificati come non pericolosi, sono in quantità inferiore ai 30 chilogrammi o 30 litri al giorno, non è necessario alcun documento di accompagnamento.

Se, invece, superano tale quantità è necessario allegare al trasporto uno specifico formulario in cui siano contenuti i seguenti dati:
- nome ed indirizzo del produttore dei rifiuti;
- origine, tipo e quantità dei rifiuti;
- impianto di destinazione;
- percorso da seguire per arrivare all'impianto;
- nome ed indirizzo del destinatario.


Come ridurre la produzione di macerie edili


Al di là del modo corretto in cui si devono smaltire le macerie lo scopo principale, anche per chi lavora nel campo dell'edilizia, deve essere quello di tendere a ridurre la produzione di materiali di scarto.


Il modo migliore per farlo è il riciclo, cioè il riutilizzo di quei materiali che possono avere una seconda vita.

A Milano e Monza la Edilcasa Multiservice effettua un servizio veloce ed efficace dove il tutto viene esplicato sul sito RitiroMacerieMonza

Siccome, però, non tutti i materiali possono essere riutilizzati, è importante effettuare uno scarto a monte.

Uno dei sistemi adoperati a talo scopo è quello della demolizione selettiva che prevede l'utilizzo di tecniche in grado di selezionare i materiali di scarto, in modo da poter indirizzare quelli riutilizzabili ad appositi impianti di trattamento.

In alternativa è possibile, invece, utilizzare il metodo della demolizione controllata nel quale, i materiali vengono differenziati in una face successiva. In genere vengono separati materiali di diversa consistenza, e che quindi possono essere reimpiegati in campi diversi, come materiali lapidei, metalli, legno , plastica, ecc..


Occorre un preventivo sullo smaltimento rifiuti edili?


Il prezzo medio per lo smaltimento di calcinacci è variabile in tutta Italia, parte da 80 Euro/mc fino a 115 Euro/mc, potete avere una quotazione direttamente dalle aziende della vostra zona utilizzando il servizio gratuito di Lavorincasa.it tramite WhatsApp inserendo:
- nome e cognome;
- città;
- email;
- breve descrizione e quantità.

riproduzione riservata
Articolo: Smaltimento macerie edili
Valutazione: 3.65 / 6 basato su 69 voti.

Smaltimento macerie edili: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Enrico87
    Enrico87
    Mercoledì 17 Marzo 2021, alle ore 14:50
    Posso smaltire le macerie autonomamente?
    Devo fare dei lavori in casa e non so come smaltire le varie macerie che accumulerò.
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Enrico87
      Giovedì 18 Marzo 2021, alle ore 16:46
      Se le macerie edili da Lei prodotte non superano i 30kg. al giorno e non sono considerati pericolose, li può smaltire autonomamente senza costi all'Isola ecologica del Suo comune o quella più vicina. Diversamente di deve avvalere di ditte specializzate del settore rifiuti. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Robertopicone
    Robertopicone
    Giovedì 11 Marzo 2021, alle ore 14:52
    Salve, mi é crollato il tetto di un garage, basta chiamare una ditta autorizzata o devo prima fare qualche comunicazione al Comune? Grazie
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Robertopicone
      Venerdì 12 Marzo 2021, alle ore 18:27
      Va fatta una preventiva comunicazione che, a seconda del comune, potrebbe richiedere una diversa procedura. Pertanto prima di incaricare la ditta specializzata per lo smaltimento delle macerie edili, Le consiglio una visita presso l'ufficio tecnico o lo sportello unico per l'edilizia. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
      • Robertopicone
        Robertopicone Pasquale
        Venerdì 12 Marzo 2021, alle ore 19:54
        Grazie ancora per la risposa.
        rispondi al commento
  • Mario
    Mario
    Mercoledì 16 Dicembre 2020, alle ore 10:41
    Sto effettuando dei lavori di manutenzione straordinaria nel mio appartamento in economia.
    È permesso mettere dei sacchi per la raccolta dei detriti sulla strada adiacente all'appartamento per poi conferirli a fine demolizioni tramite mezzo autorizzato in discarica?
    Cioè senza alcuna pratica redatta da un geometra, si può occupare il suolo pubblico per il tempo necessario alle demolizioni?
    Se no, esistono delle autorizzazioni che può chiedere un privato per procedere in autonomia senza ausilio di geometra e/o impresa?
    Il comune di riferimento è Alghero in provincia di Sassari.
    Mario
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Mario
      Mercoledì 16 Dicembre 2020, alle ore 14:41
      Lo stoccaggio dei materiali di risulta su suolo comunale va autorizzato. Lei deve inoltrare al competente ufficio occupazione una regolare domanda indicando le misure su apposita planimetria della zona e la durata. In questo modo potrà eseguire i lavori senza incorrere in sanzioni. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
      • Mario
        Mario Pasquale
        Giovedì 17 Dicembre 2020, alle ore 11:27
        Grazie, saluti.
        rispondi al commento
  • Giulio Binetti
    Giulio Binetti
    Sabato 29 Agosto 2020, alle ore 09:09
    Costo smaltimento rifiuti edilizia ( 4 bagni , infissi , porte interne).
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Giulio Binetti
      Domenica 30 Agosto 2020, alle ore 17:58
      Il costo per lo smaltimento di opere edili varia da operatore ad operatore e da un luogo ad un altro. Il prezzo medio è di 15,00 €/mc. per le macerie (pavimenti, rivestimenti, massetti, murature, ecc. Per quanto riguarda i Melli (infissi esterni) si va intorno ai 20,00 €/mc. Le porte interne di legno vanno portate all'isola ecologica più vicino alla Sua abitazione (gratis). Per quanto riguarda il carico e scarico col prezzoedio è di 120,00 €/mc/ora su appositi mezzi di trasporto. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Nadia95
    Nadia95
    Giovedì 7 Maggio 2020, alle ore 16:51
    Sono di Ischia, in provincia di napoli, abbiamo fatto lavori di sostituzione di pavimentazione, vorrei sapere le vecchi piastrelle dove devonp essere smaltite.
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Nadia95
      Lunedì 11 Maggio 2020, alle ore 16:43
      Essendo Ischia sottoposta a vincoli paesaggistico ambientali, Le consiglio di contattare il Centro di Raccolta sull'isola, sito in via Arenella (tel. 081/903090) ed esporre la problematica.  In questo modo troverà un riscontro positivo al Suo quesito. Cordiali saluti. 
      rispondi al commento
  • Gigi881
    Gigi881
    Martedì 26 Febbraio 2019, alle ore 18:07
    Se in un pannello di cartongesso vi è incollato del rivestimento in ceramica con colla cementizia o tipo mastice (il che li rende indivisibili con procedure manuali o meccaniche in loco), come andrebbe smaltito in tal caso il cartonesso?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Gigi881
      Sabato 2 Marzo 2019, alle ore 10:06
      Il cartongesso è classificato come rifiuto speciale non pericoloso. Il suo smaltimento non è semplice e va fatto da aziende specializzate che, a più fasi di lavorazione, si ottiene la materia prima che è il gesso. Nel caso da Lei esposto il pannello viene prima frantumato, separato dalla carta/cartone ed infine  dalla maiolica. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Lina1
    Lina1
    Martedì 1 Gennaio 2019, alle ore 14:34
    Dovrei demolire un muretto in gas beton vorrei sapere come e dove smaltire i detriti.
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Lina1
      Sabato 5 Gennaio 2019, alle ore 18:01
      Nel Suo comune ci dovrebbe stare un'area destinata al centro  multiraccolta (o piattaforma ecologica) dove è possibile smaltire piccole quantità di materiale edile. Le consiglio di rivolgersi direttamente all'isola ecologica in questione, diversamente dovrà incaricare una ditta specializzata allo smaltimento con costi molto più onerosi. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Jim12
    Jim12
    Martedì 18 Dicembre 2018, alle ore 08:48
    Per smaltire macerie dei blocchi legno cemento tipo isotex dove bisogna rivolgersi?
    Sempre nei centri per smaltimento calcinacci e laterizi?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Jim12
      Mercoledì 19 Dicembre 2018, alle ore 18:45
      La cosa fondamentale è separare le macerie provenienti da scavi, demolizioni di murature, laterizi, malte, intonaci, ecc. Dalle materie plastiche, legno e metalli vari come il ferro, l'alluminio, ecc. In questo modo potra chiamare operatori del settore che li caricano e li trasportano ai vari siti di smaltimento e/o di riciclaggio. Se sono quantitativi di piccola entità può portarli direttamente alle isole ecologiche individuate dal comune. 
      rispondi al commento
  • Elena11
    Elena11
    Venerdì 23 Marzo 2018, alle ore 16:41
    Vero!
    Possono essere riutilizzati nel medesimo posto in cui vengono prodotti, se necessario con altri lavori che comportano l'utilizzo degli stessi materiali.
    Ad esempio, come base per la  prima gettata di opere di  fondo, di  calpestio o di salva acqua e per tanti altri lavori.
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
327.883 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Smaltimento macerie edili che potrebbero interessarti


Cassoni scarrabili e convogliatori di macerie

Ristrutturazione - Negli interventi di ristrutturazione edilizia, all'interno dei centri residenziali, sono molte le variabili che incidono sulla economia e svolgimento dei lavori.

Aspirazione a risucchio calcinacci e macerie in edilizia

Restauro edile - Come limitare i danni impiegando la tecnica del'aspirazione a risucchio in edilizia.

L'alternativa allo smaltimento dei rifiuti di cantiere

Restauro edile - Il problema dello smaltimento rifiuti in cantiere edile. Siamo davvero sicuri che si tratti di rifiuti? Come gestirli e come ottimizzare gli scarti da cantiere.

Smaltimento vecchi elettrodomestici

Normative - Dal prossimo 18 giugno sara' possibile consegnare i vecchi elettrodomestici al negoziante dove si effettua il nuovo acquisto.

Modulo Rifiuti da C. e D.

Leggi e Normative Tecniche - In alcune regioni italiane è obbligatoria la redazione del modulo dei rifiuti da costruzione e demolizione, per ottenere il rilascio di un titolo abilitativo.

RES: nuova tassa sui rifiuti

Leggi e Normative Tecniche - Manca poco più di un anno all'entrata in vigore della nuova tassa sui rifiuti, che andrà a sostituire le attuali TARSU e TIA.

Demolizione selettiva

Progettazione - Riciclare i materiali edili derivati dalla demolizione di un edificio oggi è possibile. Come? Con la demolizione selettiva, ecosostenibile e conveniente.

Tari ridotta al 50% se la raccolta rifiuti non funziona

Fisco casa - L'importo della Tari può essere ridotto se il servizio di smaltimento dei rifiuti non viene eseguito correttamente. Vediamo quanto affermato dalla CTP di Roma.

Scarti edili che producono materiali

Ristrutturazione - La cultura del riciclo si sta diffondendo sempre di più in virtù della salvaguardia dell'ambiente, anche in edilizia molti materiali possono essere riutilizzati.