Sistemi d'impermeabilizzazione

NEWS DI Ristrutturazione14 Ottobre 2013 ore 13:22
Il problema di impermeabilizzare le superfici di copertura è alla portata di tutti i giorni, ecco alcune soluzioni di origine naturale e sintetica per risolverlo.

L'acqua talvolta costituisce una delle principali fonti di degrado relativamente ai materiali comunemente utilizzati in edilizia. Quella che principalmente provoca danni è la sua azione dilavante, che agendo sui rivestimenti esterni può provocare una perdita di resistenza degli stessi soprattutto se non impermeabilizzati correttamente, per poi penetrare all'interno della struttura stessa attaccandola.
Per ridurre i danni il più possibile è opportuno procedere con una corretta impermeabilizzazione.

L'impermeabilizzazione
può essere eseguita in due modi o attraverso l'utilizzo di manti prefabbricati che possono essere naturali o di origine sintetica, oppure con guaine continue che vengono realizzate sul luogo stesso.


Tipologie di materiali impermeabilizzanti


Sotto la voce guaina impermeabile si raggruppano tutta una serie di prodotti come le carte, i teli e le membrane, la cui funzione è quella di proteggere le varie parti dell'edificio dalla penetrazione di umidità e acqua nella strututra, che penetrando mediante infiltrazione apporterebbe danni sia alla salubrità degli ambienti che alle strutture stesse.


Guaine naturali


Considerando i criteri della bioedilizia le guaine impermeabilizzanti più diffuse sono ad esempio le carte.
Queste hanno come matrice la carta naturale che trattata con opportuni prodotti diventa resistente all'umidità, e riesce a proteggere le pareti esterne degli edifici da polveri, vento ed acqua, elementi caratterizzanti delle precipitazioni atmosferiche.

impermeabilizzanti ricavati da fibre vegetaliTra le tante carte impermeabilizzanti abbiamo ad esempio la Carta KRAFT traspirante realizzata con pura cellulosa.
L'impasto base di questo tipo di carta è realizzato con fibre vegetali di conifere o da paglia di grano o di riso, le canne, la canapa ed il lino, poichè queste oltre ad essere fibre lunghe sono fibre che hanno una buona tenacia, quindi garantiscono una maggiore resistenza al prodotto che si sta andando a realizzare.

Le fibre vengono poi sottoposte ad un attacco di sostanze minerali, che hanno la funzione di migliorare le caratteristiche del foglio di carta impermeabile che stiamo andando a produrre. In particolare il foglio carta Kraft ha una scarsa impermeabilità all'acqua, infatti viene generalmente impiegato come guaina antivento ed antipolvere.

impermeabilizzante naturale da carta riciclata

Altro tipo di carta sempre a base di cellulosa è la carta OLEATA traspirante. Questa viene realizzata con fibre riciclate di cellulosa, successivamente viene impregnata con olio di vasellina così da diventare idrorepellente al vapore e imputrescibile conservando la sua traspirabilità. La carta oleata è costituita quindi da fibre completamente riciclabili e biodegradabili.


Poi in commercio è anche possibile trovare il cartonfeftro bitumato, una guaina impermeabile realizzata con felrtri di fibre di carta riciclata, essenzialmente carta e cartoni, prodotto della raccolta differenziata. Queste fibre vengono impregnate nel bitume e talvolta rivestite con pellicola. Il cartonfeltro bitumato non viene mai utilizzato da solo, di solito viene associato ad altri elementi per la realizzazione di stratigrafie impermeabili.

Aziende che producono guaine impermeabilizzanti di origine naturali sono ad esempio la naturalia- Bau o l'IMPERMEA.


Guaine sintetiche


Quando si parla di guaine sintetiche si fa riferimento essenzialmente a prodotti geotessili, ovvero teli molto sottili di tessuto non tessuto realizzati con materiali termoplastici che hanno la funzione di fare da barriera all'acqua ed al vento.
Queste guaine hanno proprietà e caratteristiche nettamente superiori rispetto alle guaine naturali a base di di fibre vegetali, ma ovviamente essendo di natura sintetica hanno un impatto ambientale anche se minimo. Parliamo di teli in polietilene indicati con la sigla PE e polipropilene (PP).
A volte se c'è la necessità di aumentare la resistenza meccanica di questi teli, essi si possono infatti armare con delle strutture reticolari in polietilene.

guaine impermeabilizzanti sinteticheSe si ha a che fare con strutture controterra oppure con costruzioni fuori terra che però sono soggette al fenomeno dell'umidità costante, si possono utilizzare i tessuti geosintetici, come i pannelli geocompositi bentonitici, ovvero dei pannelli fatti in cartone biodegradabile con bentonite, che non sono altro che una struttura a sandwich formata da due fogli in cartone, tra cui è interposto uno strato di bentonite in granuli, che mescolata con un collante idrosolubile forma un composto abbastanza stabile e compatto da tenere unita l'intera struttura del pannello.

La capacità impermeabile di questo pannello adotta la proprietà della bentonite che posta a contatto con l'umidità o l'acqua, si idrata trasformandosi in un gel impermeabile che crea una barriera che impedisce qualsiasi passaggio di liquidi.
Questi pannelli in cartone biodegradabile con bentonite hanno una buona durabilità infatti sono resistenti al sole, al vento, alle basse temperature e agli acidi presenti nel sottosuolo.

Altra tipologia di impermeabilizzati sintetici è costituita dai geotessili bentonitici che sono teli in tessuto non tessuto, ricavati da prodotti sintetici che presentano uno strato di bentonite di sodio naturale.

Aziende che producono guaine impermeabilizzanti di origine sintetica sono ad esempio la General Membrane Spa o la VIGANO' PAVITEX.

riproduzione riservata
Articolo: Sistemi d'impermeabilizzazione
Valutazione: 5.38 / 6 basato su 13 voti.

Sistemi d'impermeabilizzazione: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Lanati
    Lanati
    Martedì 15 Ottobre 2013, alle ore 15:53
    Buongiorno Ing. Montesano, Personalmente, e con tutto il rispetto del caso per i "Prodotti impermeabilizzanti" sopra presentati, ritengo che i "Sistemi impermeabilizzanti" siano i "Sistemi a migrazione di cristallina profonda".
    Saluti.
    rispondi al commento
    • Ing.montesano
      Ing.montesano Lanati
      Mercoledì 16 Ottobre 2013, alle ore 11:44
      Buongiorno a lei, ovviamente le tecniche d'impermeabilizzazione o sistemi, come li vogliamo chiamare, sono molteplici e anche di diversa natura così come illustrato sopra.
      Sicuramente il "Sistema a migrazione di cristallina profonda" è un sistema molto valido che si sta ampiamente diffondendo, ma è solo una delle possibili scelte da fare.
      rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Sistemi d'impermeabilizzazione che potrebbero interessarti
Ricerca delle perdite nelle guaine impermeabili

Ricerca delle perdite nelle guaine impermeabili

Ristrutturazione - Nuove metodiche per la ricerca delle perdite nelle guaine ipermeabili.
Guaine liquide

Guaine liquide

Risanamento umidità - Tra le diverse tipologie di guaine impermeabilizzanti disponibili sul mercato ci sono anche quelle liquide il cui utilizzo è adatto per esterni ed interni.
Massetti e coperture solai

Massetti e coperture solai

Ristrutturazione - Le coperture piane degli edifici, di ogni forma e tipologia costruttiva, necessitano di un'attenta progettazione e realizzazione in termini di tecnologie costruttive.

Impermeabilizzare terrazzi e balconi di qualsiasi dimensione senza guaina

Restauro edile - Soluzioni innovative waterstop adatte a prestazioni d'impermeabilità e durabilità nel tempo, semplici e veloci da applicare rispetto al vecchio metodo di guaina

Membrana antiradice

Sistemazione esterna - La membrana antiradice, all'interno della stratigrafia di un giardino pensile, è fondamentale per garantire la durabilità del solaio di copertura sottostante.

Sigillante bituminoso impermeabilizzante spray

Idee fai da te - Il sigillante bituminoso impermeabilizzante in vendita in bombolette spray è un prodotto di qualità professionale il cui utilizzo è alla portata di tutti.

Costi rifacimento guaina terrazza

Tetti e coperture - Analizziamo i costi per ripristinare una guaina deteriorata, prendendo in considerazione anche l'Iva da applicare in fattura e le possibili detrazioni fiscali.

Rinnovare la terrazza

Ristrutturazione - E' possibile rinnovare la terrazza ponendo una nuova guaina al di sopra del pavimento esistente e completandola con piastrelle adatte per ambienti esterni.

Impermeabilizzare isolando

Ristrutturazione - Come realizzare contemporaneamente un intervento di impermeabilizzazione della copertura di un edificio,e l'isolamento termico dei locali sottostanti celermente.
REGISTRATI COME UTENTE
295.545 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Teli onda per
    Teli onda per...
    10.00
  • Gazebo sahara
    Gazebo sahara...
    950.00
  • Binario pannello 4
    Binario pannello 4...
    58.00
  • Binario pannello 2
    Binario pannello 2...
    41.00
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Inferriate.it
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Black & Decker
  • Faidatebook
  • Kone
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.