Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Serrande tagliafuoco e protezione antincendio, cosa sapere

NEWS Impianti di sicurezza07 Febbraio 2017 ore 16:33
L'importanza delle serrande tagliafuoco nella realizzazione degli impianti di condizionamento e ventilazione per la protezione dagli incendi è fondamentale.

Condizionare e arieggiare in sicurezza

Gli ambienti abitati per offrire il giusto comfort in ogni periodo dell’anno, in qualsiasi località geografica, devono necessariamente essere ventilati e condizionati in maniera adeguata da sistemi di areazione, ai quali è demandato il compito di fornire i ricambi d’aria necessari , oltre al giusto grado di temperatura e umidità.

Canalizzazioni per arieggiare e condizionare
Le quantità di aria necessarie a creare tali condizioni di benessere, affinché possano raggiungere ogni ambiente abitato, vanno convogliate in canalizzazioni di dimensioni e tipologie diverse, stabilite da un progetto specifico dal quale scaturisce il layout dell'impianto completo di rappresentazione planimetrica e riferimenti altimetrici dell’insieme delle canalizzazioni e delle macchine costituenti l’impianto.

Questo insieme di canalizzazioni, mette in collegamento i vari ambienti di una stessa unità abitativa o di un complesso di locali più articolati, per cui la possibilità di veicolare attraverso di esse esalazioni e fiamme è alquanto possibile.


Serrande tagliafuoco e prevenzione incendi


Affinché tali impianti , possano essere impiegati in totale sicurezza è necessario evitare in caso di eventi calamitosi all’interno di uno di essi, il propagarsi di fumo e fiamme nei locali circostanti, a tal fine riveste particolare importanza l’impiego delle serrande tagliafumo e tagliafuoco.

La serranda tagliafuoco, purché adeguatamente dimensionata e strutturata, deve impedire in caso di incendio, la propagazione delle fiamme e dei conseguenti prodotti della combustione, attraverso la rete di canalizzazione, la loro disposizione lungo la rete deve consentire di compartimentare i vari ambienti, al fine di isolarli in caso d'incendio.

Serranda rettangolare di Ecoclima
Una delle aziende leader in questo settore è la Ecoclima, che realizza numerosi formati e tipologie di serrande tagliafuoco e tagliafumo specifiche per i condotti di areazione.

L’importanza di tale dispositivo è rilevante ai fini della sicurezza antincendio, per tale motivo le norme in materia forniscono precise prescrizioni circa la loro collocazione nella rete oltre a chiarire le caratteristiche costruttive del materiale con cui tali dispositivi devono essere realizzati.

Il primo parametro da considerare in tali procedure costruttive è la resistenza al fuoco espressa in REI, normata dalla Circolare N.91 del Ministero degli Interni, secondo tali norme il termine REI 120 esprime la classe di resistenza al fuoco del dispositivo di protezione, per almeno 120 minuti.

Nel caso specifico, la serranda tagliafuoco deve per legge essere in grado di resistere ad un incendio, per un periodo di tempo determinato, senza perdere la sua funzionalità, in virtù della classe dichiarata all'atto della produzione e relativa certificazione.

Oltre tale garanzia, il costruttore di tali dispositivi deve garantire che il dispositivo di chiusura a corredo della serranda entra in funzione immediatamente in caso di incendio.


Serrande automatizzate e controlli remoti

Il meccanismo di chiusura della serranda negli anni ha subito diverse migliorie, grazie all’avvento dell’elettronica, unitamente all’informatica, oggi è infatti possibile disporre di serrande comandate gestite elettronicamente anche in assenza di corrente elettrica, sia nella fase di impiego diretto, sia nelle fasi di autodiagnosi, previste dalle normative vigenti.

Grazie a tali possibilità, risulta più agevole per gli operatori del settore, poter controllare l’efficienza di un impianto anche abbastanza complesso, utilizzando una semplice postazione di controllo collegata alla rete.

Serranda circolare priva di automatismo di chiusura elettronica
Il presupposto di un impianto ben protetto è una adeguata progettazione nel rispetto delle norme in materia, è infatti necessario partire con un progetto ben fatto curato da personale esperto, rifuggendo da dimensionamenti più o meno empirici, privi di qualsiasi riscontro normativo e frutto di presunte esperienze maturate nel settore.

A supporto di quanto detto, occorre tener presente come le norme in materia sempre più severe, impongono controlli più rigorosi già nelle prime fasi di costruzione costruttive del dispositivo di sicurezza .


Serrande tagliafuoco e normativa

Infatti dal 1 luglio 2013 il regolamento UE/305/2011 ha stabilito che un prodotto per potersi avvalere del marchio CE, peraltro, obbligatorio dal 1 settembre 2012, dovrà essere corredato di apposita dichiarazione di prestazione.

Cerchiamo di chiarire in maniera sintetica il concetto introdotto dalle nuove norme, ebbene fino a poco tempo fa ad un produttore di un dispositivo di sicurezza per ottenere la certificazione CE bastava dichiarare la conformità di esso ai campioni esaminati in apposito laboratorio.

Bus di controllo intelligente della TRox
Oggi il produttore deve esplicitare in maniera precisa la classe di resistenza al fuoco del dispositivo prodotto, tenendo conto che tale dichiarazione verrà comunque controllata nel tempo da apposito istituto certificatore al quale è demandato il compito di verificare nel tempo il mantenimento di tali caratteristiche di sicurezza del prodotto.

Serranda per condotti di areazione di Trox
Un'altro produttore molto attento alla normativa nella realizzazione dei suoi prodotti è TROX®. Infatti il rigore delle norme in materia, non si limita alla costruzione del dispositivo, ma giustamente si estende alle modalità di installazione, fase da affidare necessariamente alla competenza di un tecnico abilitato iscritto negli elenchi del Ministero dell’interno, le aziende del settore più prestigiose, forniscono valida assistenza in tal senso, seguendo e formando i professionisti antincendio.


Serrande sicure: l'importanza della posa in opera

La posa eseguita da personale competente, deve svolgersi attraverso una serie di controlli e verifiche tese ad appurare le caratteristiche prestazionali del dispositivo da impiegare, la compatibilità dello stesso con la struttura su cui dovrà essere installato, verificando le modalità prestazionali dichiarate dal costruttore in rapporto all’impiego specifico per cui si effettua l’installazione.

Particolare attenzione va posta nella verifica della resistenza al fuoco del dispositivo, in rapporto a quella propria della struttura su cui il dispositivo va inserito, per cui colui il quale dovrà effettuare tali operazioni, oltre a conoscere le modalità di installazione del dispositivo, deve avere una buona esperienza al fine di poter valutare la classe di resistenza del supporto su cui installare il dispositivo.

serranda motorizzata dispositivo della Belimo
Il controllo del foro di alloggiamento della serranda, è molto importante non solo per la corrispondenza tra le caratteristiche dimensionali della serranda con quelle del foro del solaio o parete in cui verrà alloggiata, ma soprattutto per verificare l’adeguatezza di esso ad ospitare la serranda, in rapporto al materiale con cui è realizzata la parete o il solaio.

Nella fase di installazione, riveste altresì una grande importanza, la scelta degli accessori impiegati nel montaggio con particolare riferimento per i componenti impiegati per il fissaggio degli accessori, tali elementi devono corrispondere perfettamente a quelli indicati nelle istruzioni di montaggio fornite dall'azienda produttrice, occorre precisare come tale corrispondenza non si riferisce solamente alla tipologia di accessorio, bensi all'insieme delle sue caratteristiche intrinseche ed estrinseche.

L'azienda Belimo, specializzata nella realizzazione di soluzioni per la sicurezza antincendio, fa della fase di posa una delle operazioni più importanti alle quali bisogna prestare massima attenzione.

Infatti questa parte del montaggio, qualora fosse attuata impiegando prodotti non conformi, metterebbero a rischio la tenuta della serranda con conseguenze gravi per la sicurezza e la tenuta complessiva del dispositivo, in particolare nel disporre più serrande sulla stessa superficie, occorre verificare che le distanze tra di esse risultino entro i limiti previsti per la tipologia di intervento da realizzare.

L'ultima parte della posa di una serranda tagliafuoco, riguarda la fase di sigillatura in rapporto al foro di alloggiamento, ebbene a tal proposito occorre tener presente come sia indispensabile eseguire tale azione, in perfetta identità con quella attuata all'atto della situazione sperimentale da cui è scaturita la certificazione di prestazione specifica.

Parete in calcestruzzo con serrandine di ventilazione
Tale conformità deve riguardare non solo le fasi operative, ma anche l'impiego dei medesimi sigillanti impiegati nella prova prestazionale, senza optare per surrogati la cui origine pur se certificata per l'uso, potrebbe non essere in linea con lo specifico intervento.

Da quanto esposto, appare evidente come la sicurezza del dispositivo tagliafuoco, inizia con la realizzazione in fabbrica mediante tecniche e materiali certificati e prosegue con una posa in opera eseguita da personale specializzato, nel rispetto di tutte le prescrizioni in materia di sicurezza antincendio, unitamente a quelle proprie del prodotto da utilizzare.

Non è mai superfluo sconsigliare la realizzazione di tali dispositivi, mediante progetti fai da te i quali anche se apparentemente possono apparire adatti a garantire una protezione da fiamme o altro, alla prova dei fatti, mancando la necessaria verifica prestazionale, in realtà si rivelano il punto debole di un impianto con tutte le tragiche conseguenze del caso


riproduzione riservata
Articolo: Serrande tagliafuoco
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 2 voti.

Serrande tagliafuoco: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
REGISTRATI COME UTENTE
306.698 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Cersaie
Quanto costa, dove lo trovo? Sei un Azienda ? Pubblica i tuoi Prezzi Quì !
  • Serrande avvolgibili per negozi
    Serrande avvolgibili per negozi...
    179.00
  • Automazione serrande radiocomandate
    Automazione serrande radiocomandate...
    379.00
  • Porta blindata tagliafuoco
    Porta blindata tagliafuoco...
    1160.00
  • Controsoffitto cartongesso antincendio Rei 120 Milano
    Controsoffitto cartongesso...
    48.00
  • Termostato per radiatore digitale
    Termostato per radiatore digitale...
    68.50
  • Occhiali di sicurezza DeWalt
    Occhiali di sicurezza dewalt...
    12.94
Notizie che trattano Serrande tagliafuoco che potrebbero interessarti
Portoni basculanti in legno

Portoni basculanti in legno

Portoni e portoncini - I serramenti da garage debbono essere robusti e funzionali, ma non per questo scadenti dal punto di vista estetico. Strutture in acciao per supportare i pannelli a vista in legno.
Adeguamento antincendio: un caso pratico

Adeguamento antincendio: un caso pratico

Normative - I servizi pubblici, di qualunque natura e indirizzo, si espletano in strutture non sempre adeguate alle funzioni da ospitare o che, comunque, necessitano

Porte tagliafuoco in legno

Portoni e portoncini - Le porte tagliafuoco, rappresentano dei sistemi di chiusura dalle elevate capacità di resistenza al fuoco, impiegate, oggi, anche per la protezione della casa.

Sistemi di oscuramento

Infissi Esterni - I sistemi di oscuramento, disponibili in diverse tipologie, fungono da filtro contro l'ingresso dei raggi solari e garantiscono privacy all'interno dell'abitazione.

Cassonetti per tapparelle a scomparsa

Infissi Esterni - Praticità e utilizzo di cassonetti per tapparelle e serrande a scomparsa con nuovi prodotti prefabbricati.

Rilevazione Incendi: Rilevatori Fumo

Impianti - L'efficacia di un sistema di rilevazione incendi è proporzionale alla sua capacità di fornire un allarme efficacie nella fase covante dell'incendio.

Compartimentazione antincendio degli edifici con porte tagliafuoco

Soluzioni progettuali - Le porte REI o tagliafuoco consentono la suddivisione di un edificio in parti più piccole, dette compartimenti, che rallentano la propagazione di un incendio.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img stefaniacano
Pongo un quesito: proprietaria di una porzione di cascina in centro paese, isola pedonale, sotto una delle camere da letto ho un box di proprietà di un altro condomino. Il...
stefaniacano 31 Agosto 2018 ore 13:28 1
Img dardiv
Buongiorno,vorrei cortesemente porre alcuni quesiti (naturalmente sentirò direttamente un tecnico, ma nel frattempo volevo raccogliere qualche opinione).Due giorni fa si...
dardiv 26 Aprile 2015 ore 07:20 4
Img elisabettapazzini
Nel mio condominio costituito i posti auto del garage sottostante la palazzina, in  non sono assegnati ai singoli condomini ma sono di proprietà ed uso comune con...
elisabettapazzini 26 Maggio 2014 ore 11:52 1
Img lialam01
Salve,in un'autorimessa privata, occorre realizzare due aperture di aerazione verso l'esterno e precisamente nella parete che affaccia nel cortile interno del condominio, per...
lialam01 24 Maggio 2014 ore 09:57 1
Img lily61
Abito all'ultimo piano di una palazzina di tre.In seguito ai lavori di recupero del sottotetto scopro che il condomino sotto di me ha un caminetto la cui canna fumaria passa nel...
lily61 30 Gennaio 2014 ore 18:41 1