Sedia cantilever ovvero sedia sbalzo

NEWS DI Tavoli e sedie08 Febbraio 2014 ore 17:12
Si definisce cantilever un tipo di sedia avente struttura a sbalzo e quindi priva dei piedi posteriori, esempi famosi sono la Ceska di Breuer e la Panton Chair.
sedia cantilever , sedia a sbalzo , sedia , sedia panton

Che cos'è una sedia cantilever


Si definisce cantilever un tipo di sedia avente struttura a sbalzo (detta anche a pensilina) e quindi priva dei piedi posteriori. Essa si regge, quindi, grazie ad una particolare sagomatura dei due montanti anteriori, ripiegati a livello del pavimento e della seduta e collegati da un tubo orizzontale continuo.

Diotti.com: sedia di Mart StamIl primo modello del genere fu una sedia con struttura in tubolare metallico, ideata dall'architetto olandese Mart Stam nel 1926. In essa il tubolare si piegava appunto a livello del pavimento.
Da questo primo esemplare si svilupparono poi tutta una serie di vere e proprie icone del design, prima fra tutte quella più simile alla sedia di Stam: la B64 di Marcel Breur.

Nella sedia cantilever seduta e schienale sono in pelle in modo da assicurare la necessaria comodità, ma possono essere anche in tessuto, di vari colori o, nei modelli più confortevoli, anche imbottiti.

Questo tipo di sedia è comunque piuttosto comoda perché, quando ci si siede, i piedi anteriori cedono lievemente e il sedile si sposta leggermente in basso e indietro. Insomma la struttura reagisce in maniera elastica ai movimenti della persona.


Esempi di sedia cantilever


La sedia cantilever per antonomasia, quindi, è quella progettata da Mart Stam, che ha la struttura portante in tubolare d'acciaio, cromato o laccato in vari colori, una struttura che, ai tempi in cui fu ideata, i primi del Novecento, fu profondamente innovativa. Inizialmente il designer olandese utilizzò un tubo fuso a caldo, simile a quelli che si usavano per le condutture del gas.
Seduta e schienale sono invece i n cuoio.

Oggi modelli di sedia ispirati a quelli dell'architetto olandese si possono acquistare on line su Diotti 

Il metodo di produzione della sedia a sbalzo negli anni Trenta influenzò molto lo stile di diversi arredi del Bahuas e designer come Mies van der Rohe e Marcel Breur.
Quest'ultimo, in particolare, fu protagonista con la sua sedia B64, di una causa legale durata 7 anni sulla paternità dell'idea originaria, al termine della quale, però, la corte tedesca diede ragione a Stam.

Knoll: CeskaLa sedia B64, poi battezzata Cesca o Ceska, dal nome della figlia Francesca, e ideata da Breur nel 1928, rimane però ancora oggi il modello di sedia cantilever più noto.

Questo modello, che fu prodotto da Thonet, aveva struttura non solo in tubolare cromato, ma anche in legno laccato, legno incurvato, incanniciato.

Oltre alle versioni con schienale e seduta in pelle, esiste in questo caso quella in paglia di Vienna, materiale tipico per l'azienda tedesca, con bordo in legno di faggio naturale o nero.

Tra le varie versioni disponibili si può scegliere anche la B32, quella con braccioli. La sedia è prodotta ancora oggi da Knoll e due esemplari sono in mostra al museo Moma di New York.

Con l'avvento degli anni Sessanta e lo sviluppo delle tecnologie produttive delle materie plastiche, si sperimentano nuovi materiali anche per la realizzazione di sedie a sbalzo.
È proprio in quest'atmosfera che nasce, nel 1967, la mitica Panton Chair ideata da Verner Panton e prodotta da Vitra, realizzata dalla piegatura di un unico foglio di plastica.

Vitra: Panton ChairNel corso degli anni questa sedia ha conosciuto varie evoluzioni, grazie a tecniche produttive sempre più sviluppate, tanto che risale alla fine degli anni Novanta l'ultima versione autorizzata dal designer.

Fu proprio con questa versione che Panton riuscì finalmente a realizzare uno dei suoi obiettivi iniziali, cioè quello di creare un prodotto industriale a basso costo e quindi alla portata di tutti.

Oggi la sedia Panton è realizzata da un unico stampo di poliammide tinta in massa con una brillante finitura opaca, nei colori basic dark, bianco, grigio ghiaccio, mandarino, rosso classico, chartreuse.

La comodità della seduta è dovuta alla sua forma studiata sul corpo umano e all'utilizzo di un materiale leggermente flessibile.
È adatta anche all'uso in esterni ed è disponibili nelle versioni Junior e Classic, già previste nel progetto originario.

La versione standard misura 50 cm di larghezza per 61 cm di profondità, con altezza della seduta di 41 cm e complessiva di 83 cm.

La sedia Panton ha ottenuto molti riconoscimenti internazionali ed è esposta in diversi musei in giro per il mondo. Del resto è una vera e propria icona del XX secolo.

riproduzione riservata
Articolo: Sedia cantilever
Valutazione: 4.73 / 6 basato su 11 voti.

Sedia cantilever: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Sedia cantilever che potrebbero interessarti
Al Salone del Mobile, Kartell presenta la prima sedia creata da un algoritmo

Al Salone del Mobile, Kartell presenta la prima sedia creata da un algoritmo

Tavoli e sedie - Da una collaborazione tra Kartell, Philippe Starck e Autodesk nasce la prima sedia progettata da un algoritmo. La presentazione al Salone del Mobile di Milano.
Poltroncine a slitta moderne

Poltroncine a slitta moderne

Arredamento - Una forma del passato, che torna più volte rivista in chiave moderna, con varietà di materiali e finiture, ideale sia per l'ambiente studio che per la zona relax.
Una mostra dedicata alla sedia per i dieci anni del Museo Plart

Una mostra dedicata alla sedia per i dieci anni del Museo Plart

Tavoli e sedie - La Fondazione Plart di Napoli, il primo Museo europeo dedicato alle arti plastiche, festeggia i suoi dieci anni di attività con una mostra dedicata alla sedia.

XXI Premio Compasso d'Oro a Segis

Tavoli e sedie - Lo scorso 26 giugno presso la Reggia torinese di Venaria Reale sono stati consegnati i premi assegnati per la XXI edizione del Compasso d'Oro.

Ripristino sedia

Fai da te - La vecchia sedia di legno dal valore affettivo inestimabile e con il tipico rivestimento sulla seduta, può essere facilmente e rapidamente riparata o ammodernata.

Sedie Savonarola contemporanee

Arredamento - Alcuni esempi di sedute contemporanee che riprendono la storica forma ad X savonarola, testimoni di come il design pesca sempre in qualche modo dal passato.

Sedie in legno di design

Arredamento - Moderne e accattivanti, esplorano le modalita' di piegatura del compensato, nelle sue forme piu' attuali.

Sedia Thonet

Arredamento - Con la sedia Thonet nascono l'industrial design e la produzione di mobili con fasi standardizzate.

Ergonomia e colore

Arredamento - "Quando la sedia Varius stava per compiere 25 anni mi venne in mente la possibilità di disegnare una alternativa più economica e versatile che ne ereditasse
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img marcobenfe
Buongiorno a tutti, Vivo in un appartamento dove il soffitto dovrebbe essere in mattoni pieni. Mi hanno regalato una sedia amaca e vorrei appenderla al soffitto o della sala o...
marcobenfe 24 Agosto 2018 ore 19:29 3
REGISTRATI COME UTENTE
303.480 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Sedia cinese in legno scolpito del xx
    Sedia cinese in legno scolpito del...
    245.00
  • Toilette italiana con sedia in ferro dipinto
    Toilette italiana con sedia in...
    910.00
  • Sedia smeraldo art9308
    Sedia smeraldo art9308...
    120.00
  • Sedia alumine art78047
    Sedia alumine art78047...
    32.00
  • Sedia con bracciolo
    Sedia con bracciolo...
    267.04
  • Poltrona classica con braccioli
    Poltrona classica con braccioli...
    124.90
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Velux
  • Vimec
  • Hormann
  • Weber
  • Claber
MERCATINO DELL'USATO
CHIEDI PREVENTIVI DEL SETTORE:
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.