Scale antincendio: esterne, protette e a prova di fumo

NEWS DI Scale18 Gennaio 2018 ore 14:37
Le scale a prova di fumo sono scale di emergenza, utilizzabili anche nella normale fruizione dell'edificio, che impediscono l'ingresso di fumo in caso d'incendio

Importanza delle scale antincendio per la sicurezza degli edifici


Un incendio è una delle situazioni più pericolose che può verificarsi all'interno di un edificio.

Le fiamme, il fumo e il calore mettono infatti a repentaglio la vita degli occupanti in molti modi diversi: oltre a bruciare le parti portanti costruite con materiali infiammabili come i solai e le coperture con struttura di legno, il calore abbatte rapidamente e drasticamente la resistenza meccanica dell'acciaio e del cemento armato, causando improvvisi crolli.

Segnale di via fuga in caso di incendio, usato anche per le scale a prova di fumo
Il calore e le fiamme costituiscono invece una gravissima minaccia per il corpo umano, producendo ustioni e bruciature; mentre le esalazioni tossiche dovute alla combustione dei materiali plastici di vernici, finiture ed elementi di arredo provocano intossicazioni potenzialmente fatali.

In caso di incendio occorre quindi fuggire al più presto, raggiungendo un luogo sicuro all'aperto. Tuttavia, se l'edilicio ha più piani, la sola via di fuga percorribile rimane quasi sempre la scala .

Ma le scale sono anche uno degli elementi più vulnerabili perché, mettendo in comunicazione i vari piani, vengono quasi subito invase dal fumo, diventando spesso impraticabili.
Per questo motivo le normative attuali prescrivono la realizzazione di scale antincendio costruite secondo prescrizioni molto precise.

Le scale a prova di fumo restano praticabili anche durante l'incendio
In generale, la realizzazione di scale antincendio è obbligatoria:
- negli edifici pubblici o aperti al pubblico come scuole, uffici, musei, centri commerciali e ospedali;
- negli alberghi e negli alloggi collettivi come caserme e collegi;
- negli edifici residenziali con altezza antincendio di almeno 12 metri, una superficie di competenza per ogni scala di almeno 600 metri quadrati e per i quali non sia possibile accostare le autoscale dei Vigili del Fuoco almeno a una finestra o balcone per piano: è il tipico caso ad esempio dei grattacieli e dei grandi caseggiati con molti piani, frequenti soprattutto nelle periferie delle grandi città.

Scala antincendio di tipo esterno
L'altezza antincendio è l'altezza massima misurata dal livello inferiore dell'apertura più alta dell'ultimo piano abitabile al livello del piano esterno più basso: un altezza antincendio di 12 metri corrisponde quindi a un edificio di quattro piani.

Inoltre, le scale antincendio devono normalmente essere almeno due, per evitare che in caso di crolli o altri problemi gli occupanti dei piani alti restino intrappolati: è quanto successo lo scorso anno nel tragico incendio della Grenfell Tower di Londra, costato ben 71 morti.


Tipologie di scale antincendio


Anche se la normativa italiana non parla esplicitamente di scale antincendio, con questo termine nel linguaggio comune ci si riferisce solitamente a tre tipologie di scale, ciascuna utilizzabile come via di fuga in caso di necessità: le scale di sicurezza esterne, le scale protette e le scale a prova di fumo.

Le relative definizioni sono contenute nel Decreto Ministeriale del 30 novembre 1983.

Le scale di sicurezza esterne vengono generalmente realizzate con elementi metallici prefabbricati saldamente ancorati alle murature perimetrali e non possono essere utilizzare nella normale fruizione dell'edificio. Costituiscono la soluzione migliore quando non è possibile il corretto inserimento di un'altra tipologia di scala, come avviene ad esempio negli edifici storici sedi di scuole, ospedali, musei e uffici pubblici.

Le scale protette vengono invece costruite in una vano dedicato che costituisce un compartimento antincendio, hanno almeno un accesso diretto da ogni piano e sono dotate di porte REI tagliafuoco con congegno di autochiusura. Vengono quasi sempre utilizzate anche come normali scale di accesso.

Schema di scala protetta
Le scale a prova di fumo sono infine quelle più sicure ed efficienti, perché, ricevendo una costante ventilazione dall'esterno, impediscono l'ingresso di fumo e rimangono percorribili facilmente anche durante l'incendio. Devono tuttavia essere già previste nel progetto dell'edificio, in quanto risulta molto costoso e difficile tecnicamente inserirle in un edificio esistente.

Tutti questi tipi di scale sono ovviamente segnalate da un'apposita simbologia su sfondo verde, la stessa utilizzata anche per le uscite di emergenza e le altre vie di fuga.


Scale a prova di fumo: caratteristiche e componenti


Generalmente, una scala a prova di fumo è formata da tre parti:
la scala vera e propria, costruita in un vano dedicato con pareti continue resistenti al fuoco per almeno due ore (120 minuti);
- il filtro a prova di fumo, cioè un disimpegno con un'adeguata ventilazione diretta funzionante anche in caso di incendio;
- il sistema di compartimentazione, garantito da porte REI tagliafuoco con congegno di autochiusura.

Schema di scala a prova di fumo esternaLe scale a prova di fumo possono essere esterne o interne.

Quelle esterne normalmente sono più facili da costruire e in alcuni casi possono venire inserite o accostate in edifici esistenti. La scala è infatti contenuta in un elemento strutturale a se stante, normalmente con pareti portanti di cemento armato, e collegata all'edificio mediante un pianerottolo aperto che funge da filtro a prova di fumo.

Le scale interne a prova di fumo sono invece più articolate e talvolta comprendono anche appositi ascensori antincendio particolarmente utili per lo sfollamento di persone a ridotta capacità motoria.
Schema di scala a prova di fumo interna
Anche in questo caso la scala si trova all'interno di un vano chiuso con pareti portanti continue con resistenza al fuoco di almeno due ore (120 minuti) ed è disimpegnata dal filtro a prova di fumo, un ambiente costantemente ventilato.

Ogni scala a prova di fumo è quindi separata dall'incendio da ben due porte REI, poste rispettivamente tra il sistema di disimpegno e il filtro a prova di fumo, e tra questo e la scala vera e propria. In questo modo il fumo e il calore non riescono a penetrare all'interno del vano scala: per maggiore garanzia, quasi sempre un lucernario aperto o un evacuatore di fumo e calore sulla copertura garantiscono una ventilazione diretta anche alla scala.

Tipologie di filtri a prova di fumo
L'elemento fondamentale di questo sistema è naturalmente il filtro a prova di fumo, un ambiente con dimensioni e caratteristiche costruttive accuratamente dimensionate in base al carico d'incendio dell'edificio, alla sua altezza e al massimo affollamento di progetto, cioè al numero delle persone che potrebbero trovarsi contemporaneamente al suo interno.
Per questo motivo, per la progettazione di scale a prova di fumo è opportuno rivolgersi a tecnici e aziende specializzate, come ad esempio la Sacop.

La ventilazione è garantita in vari modi:
- con un'apertura costantemente libera di almeno 1 mq o tramite un evacuatore di fumo e calore di pari superficie;
- con canne di ventilazione di tipo Shunt;
- con un sistema di ventilazione meccanica.
Kit di pressurizzazione KX300® di FSP Sistemi per filtri a prova di fumoUna canna di ventilazione tipo Shunt è costituita da almeno due condotte adiacenti di materiale resistente al fuoco (ad esempio calcestruzzo), che sfociano oltre la copertura, per garantire un corretto apporto di aria pulita e l'eliminazione del fumo.

A ogni piano una delle condotte presenta un'apertura direttamente comunicante con il filtro a prova di fumo, schermata inferiormente da una paretina inclinata e un'ulteriore apertura di comunicazione con la seconda condotta per l'evacuazione dei fumi.

L'apertura di ventilazione, con superficie di almeno 0,10 mq viene protetta da un serramento resistente al fuoco o da un bilico con stecche orientabili.

I filtri a prova di fumo con ventilazione meccanica sfruttano invece il principio della sovrappressione: il filtro a prova di fumo viene infatti tenuto a una pressione più alta di quella atmosferica di almeno 0,30 millibar tramite un apposito ventilatore, impedendo l'ingresso del fumo nel vano scala.

Un kit di pressurizzazione per filtri a prova di fumo, come ad esempio KX300® dell'azienda FSP Sistemi, è quindi formato da un'unità di pressurizzazione costituita da una ventola appositamente studiata, da un'unità di controllo o un pressostato differenziale per l'attivazione, dal sistema di alimentazione e naturalmente da impianti protetti.

riproduzione riservata
Articolo: Scala protetta e scala a prova di fumo
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 1 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Scala protetta e scala a prova di fumo: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Scala protetta e scala a prova di fumo che potrebbero interessarti
Caratteristiche e normative per l'installazione di scale di sicurezza in ferro

Caratteristiche e normative per l'installazione di scale di sicurezza in ferro

Le scale di sicurezza per esterni in elementi metallici prefabbricati sono una via sicura per l'evacuazione dell'edificio in caso di incendio o calamità naturale...
Scale interne elementi di design

Scale interne elementi di design

Scale pensate come un vero e proprio elemento di design e che, realizzate con diversi materiali e forme svariate, sono in grado di ravvivare spazi monotoni o ristretti.
Scale e corrimani in legno

Scale e corrimani in legno

La scala ha insito nella propria tipologia costruttiva un fascino senza eguali, regalando una dolce emozione e una raffinata sensazione di bellezza alla casa - Lavorincasa.it...
Scale interne funzionali e pratiche

Scale interne funzionali e pratiche

Oltre ad essere pratiche e funzionali, le scale interne moderne soddisfano anche l'esigenza di un design innovativo.
Le scale in condominio sono di tutti se l'atto d'acquisto non è contrario

Le scale in condominio sono di tutti se l'atto d'acquisto non è contrario

Le scale in un edificio in condominio devono essere sempre considerate parti comuni a tutti i condomini, se non è diversamente stabilito negli atti d'acquisto.
usr REGISTRATI COME UTENTE
291.217 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Askoll pratiko 200 new generation filtro esterno
    Askoll pratiko 200 new generation...
    116.14
  • Pompa filtro sicce ecopond 1
    Pompa filtro sicce ecopond 1...
    79.18
  • Filtro pompa ecopond 2 sicce
    Filtro pompa ecopond 2 sicce...
    90.16
  • Depuratore acqua
    Depuratore acqua...
    290.00
  • Finitura spatolato Milano
    Finitura spatolato milano...
    30.00
  • Montante centrale
    Montante centrale...
    51.00
  • Controsoffitto giove
    Controsoffitto giove...
    1.40
  • Zazzeri miscelatore doccia ad incasso pop a
    Zazzeri miscelatore doccia ad...
    210.00
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Inferriate.it
  • Mansarda.it
  • Weber
  • Kone
  • Black & Decker
  • Faidatebook
MERCATINO DELL'USATO
€ 60.00
foto 1 geo Roma
Scade il 30 Luglio 2018
€ 250.00
foto 1 geo Torino
Scade il 16 Agosto 2018
€ 250.00
foto 0 geo Torino
Scade il 30 Settembre 2018
€ 350.00
foto 1 geo Gorizia
Scade il 03 Agosto 2018
€ 50.00
foto 3 geo Monza e Brianza
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 50.00
foto 3 geo Torino
Scade il 30 Luglio 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.