Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Sbalzi e gocciolatoi

Nell'edilizia corrente, l'aspetto formale più diffuso dei gocciolatoi è rintracciabile in una piccola scanalatura nell'intradosso dei balconi, in pratica un solco.
04 Ottobre 2009 ore 18:16 - NEWS Tetti e coperture
gocciolatoio , frontalino , sbalzo , terrazzo

Nella corrente pratica progettuale e costruttiva relativa all' edilizia , abitativa e non, può capitare che si confondano le soluzioni tecniche per determinati problemi con l'aspetto formale delle stesse, spesso creando delle situazioni di criticità realizzativa e manutentiva che, normalmente, non avrebbero ragione di esistere.

sbalzi: errori da evitare 1 - foto arch. Silvio IndacoGuardandosi in giro, dando uno sguardo ai fabbricati che compongono la gran parte del tessuto urbano delle nostre città, è usuale imbattersi in uno scorretto uso (o se vogliamo, in un impropria realizzazione) di una soluzione tecnica abbastanza diffusa e necessaria: parliamo del gocciolatoio.

Si tratta di una soluzione tecnica e realizzativa posta in opera con lo scopo di impedire che l'acqua che scorre lungo i frontalini verticali delle partizioni orizzontali esterne di un fabbricato (parliamo dei balconi, solette a sbalzo, tettoie di copertura , elementi marcapiano e simili) risalgano lungo la superficie inferiore delle stesse fino ad andarsi a fermare nel punto di intersezione inferiore tra parete verticale e elemento orizzontale, causando, alla lunga, infiltrazioni e danni da umidità non smaltita.


Gocciolatoio - elab. arch. Silvio IndacoNell'edilizia corrente, l'aspetto formale più diffuso dei gocciolatoi è rintracciabile in una piccola scanalatura nella faccia inferiore dei balconi, in pratica un solco che percorre le solette a sbalzo per tutti i lati liberi del proprio perimetro, con l'ovvia eccezione del lato incastrato nelle partizioni verticali. In altri casi, non molto differenti dal quello appena descritto, lo stesso risultato si ottiene realizzando i frontalini delle solette con un dente nella parte inferiore, cioè con una porzione del lato esterno della carpenteria di bordo che fuoriesce dal profilo orizzontale della soletta ed è, quindi, più in basso.

Dal punto di vista realizzativo, non richiede particolari lavorazioni né maestranze specializzate, ma l'errore tipico, soprattutto progettuale, che vogliamo qui segnalare riguarda l'inutilità di alcuni elementi orizzontali, pensati da qualche progettista poco accorto, per ospitarvi il gocciolatoio, in pratica un capovolgimento dei termini in questione.



Diverse realizzazioni di edilizia corrente, guardandole con un minimo di attenzione, riportano a volte un elemento di coronamento, nei casi più semplici una solettina a sbalzo, di dimensioni talmente contenute (ad esempio 40-50 centimetri rispetto ad un edificio alto 10-15 metri) che si fa fatica a capirne l'utilità, di certo non funzionano né come protezione dalla luce solare né, tanto meno dall'acqua piovana; è evidente che tali elementi, appunto non funzionali all'edificio né alle attività in esso ospitate, necessiteranno di essere protetti, nel punto di intersezione con la parete verticale, dalla risalita capillare, e quindi, dovranno essere dotati di gocciolatoio.
Peccato che il gocciolatoio serva ma la soletta decisamente no!

Insbalzi: errori da evitare 2 - foto arch. Silvio Indaco qualche caso, avendo personalmente interrogato i progettisti, la risposta degli stessi è stata che, in chiusura di una lunga parete verticale, bisogna prevedere un gocciolatoio e, di conseguenza, una soletta che lo ospiti!?!? Inutile dire che tale modo di vedere il problema rivela una scarsa attenzione (o conoscenza) agli aspetti sostanziali delle tecniche costruttive in favore di quelli formali, perché, altrimenti, volendo prediligere la funzionalità e la durata di un organismo edilizio, nei casi in cui si opti per una copertura a lastrico solare, la migliore e più semplice soluzione per lo smaltimento dell'acqua sulle pareti verticali (avendo preventivamente optato per intonaci deumidificanti e traspiranti o alto materiale di rivestimento) è la stessa parete verticale, pulita e senza escrescenze.



È vero che in Architettura esistono gli aspetti non esclusivamente formali in un progetto – e mai come negli ultimi 15-20 anni la fantasia dei progettisti ha toccato punte stilistiche avveniristiche nelle forme e nei materiali – ma, a coloro che intendono rivendicare l'importanza di un cornicione come elemento di chiusura visiva di un edificio, si puòPalazzo Strozzi - fonte www.palazzostrozzi.org consigliare di riprendere in mano un bel libro di Storia dell'Architettura ed andare a controllare, ad esempio, cosa sia l'elemento di coronamento di Palazzo Strozzi a Firenze: si scoprirà come, in un edificio in muratura portante – nel quale, notoriamente, non era facile all'epoca realizzare sbalzi consistenti per i limiti tecnologici delle conoscenze e delle tecniche costruttive di allora – sia stato realizzato un cornicione di chiusura bello e potente, per dimensioni, forza espressiva e anche piuttosto coraggioso nello sbalzo...certamente ben più di una solettina in CLS che fuoriesce di 40-50 cm!

riproduzione riservata
Articolo: Sbalzi e gocciolatoi
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 2 voti.

Sbalzi e gocciolatoi: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
328.217 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Sbalzi e gocciolatoi che potrebbero interessarti


Funzione dei gocciolatoi in edilizia

Tetti e coperture - Per prevenire gli effetti del dilavamento sui prospetti, in genere si adottano i gocciolatoi, elementi solitamente applicati sulle strutture o realizzati in opera.

Sbalzo

Decorazioni - Sbalzo, la tecnica decorativa fai da te che permette di eseguire incisioni su lastre metalliche, gli effetti sul metallo che potrete ottenere sono molteplici.

Gocciolatoio per terrazzi e balconi a regola d'arte

Materiali edili - Il gocciolatoio è un elemento costruttivo fondamentale per evitare la percolazione dell'acqua piovana lungo le murature e i conseguenti danni da infiltrazioni.

Balconi sotto osservazione

Ristrutturazione - Sintomi e manifestazioni di dissesto nelle strutture a sbalzo.

Cucina in linea più spazio alla zona living

Cucine classiche - La cucina in linea rappresenta la soluzione ideale per arredare non solo un locale lungo e stretto, ma anche stanze dove si vuole lasciare spazio ad una zona living.

Costruire cornicione parapioggia faidate

Idee fai da te - Semplice, efficace ed economico un sistema per creare da soli uno sbalzo utile, un cornicione parapioggia.

Alternativa alla scala a chiocciola: la scala a giorno

Scale - L'alternativa alla scala a chiocciola negli spazi ristretti sono i modelli modulari ad hoc di scala a giorno che offrono maggiore comodità e sicurezza.

Impianti in case con scale

Impianti - Il comfort termico di una casa su più livelli è spesso alterato e modificato dalla presenza della scala di collegamento e del vano in cui essa è sviluppata.

Sedia cantilever ovvero sedia sbalzo

Tavoli e sedie - Si definisce cantilever un tipo di sedia avente struttura a sbalzo e quindi priva dei piedi posteriori, esempi famosi sono la Ceska di Breuer e la Panton Chair.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img gavino84
Ciao a tutti mi chiamo Gavino faccio l'operaio in una ditta di manutenzione industriale presso una centrale termoelettrica quindi non ho esperienza nel settore edile. Inizio a...
gavino84 10 Gennaio 2021 ore 09:18 5
Img gavino84
Ciao a tutti.. Abito in una villetta singola al piano inferiore ho una stufa a pellet il calore rimane sui 23 gradi..il problema c'è l'ho al piano superiore. Li non ho...
gavino84 04 Gennaio 2021 ore 12:53 4
Img emanuelechiappalupi
Salve a tutti, sono nuovo e spero qualcuno possa aiutarmi. Ho acquistato un appartamento piano terra rialzato a circa 150m dal mare, non esposto direttamente a salsedine, coperto...
emanuelechiappalupi 07 Marzo 2017 ore 12:38 4
Img ubaldo1
Salve,devo ristrutturare casa, costruita alla fine degli anni 70, quello che mi preoccupa è una lesione che è presente da molti anni ormai sull'esterno di una...
ubaldo1 09 Maggio 2015 ore 15:00 2
Img tmario
Buon giorno,il mio quesito riguarda un balcone incassatto.Il frontalino esterno (senza alcun fregio architettonico) di tale balcone è da considerarsi per la manutenzione al...
tmario 09 Gennaio 2015 ore 22:59 15