Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Come funziona un impianto sanitrit?

Grazie all'utilizzo di sanitrit, è possibile ricavare un secondo bagno in un qualsiasi ambiente dell'abitazione e a qualunque distanza dalla colonna di scarico.
06 Giugno 2017 ore 16:28 - NEWS Sanitari

Quando è necessario utilizzare un sanitrit


Con il passare degli anni e le variate esigenze abitative, il bagno nelle nostre dimore ha acquistato sempre più spazio e importanza, un posto tra i più curati della casa e dove si passa più tempo rispetto al passato.

Oggi, il bagno, è un luogo speciale, dalle grandi dimensioni, con le sue decorazioni, arredi, illuminazioni particolari e i sanitari sempre più funzionali.
Per le famiglie moderne un solo bagno, anche se grande, può risultare non sufficiente.
Per queste ragioni, quando si realizzano le ristrutturazioni delle abitazioni, viene richiesto agli architetti la possibilità di inserireun secondo bagno, anche a costo di ridurre le dimensioni degli altri ambienti.


Sanitrit Up di SFA

Sanitrit Up di SFA

Sanitrit Up di SFA
Sanitrit Up prodotto da SFA

Sanitrit Up prodotto da SFA

Sanitrit Up prodotto da SFA
Sanitop di SFA

Sanitop di SFA

Sanitop di SFA
Il Sanitop di SFA

Il Sanitop di SFA

Il Sanitop di SFA
Sanisplit K3 della di.bi.Tec

Sanisplit K3 della di.bi.Tec

Sanisplit K3 della di.bi.Tec
Sanipack da incasso di SFA

Sanipack da incasso di SFA

Sanipack da incasso di SFA
Particolare Sanipack da incasso di SFA

Particolare Sanipack da incasso di SFA

Particolare Sanipack da incasso di SFA

Tale compito può risultare impossibile da realizzare con i tradizionali impianti, a causa della distanza dall'unico punto di scarico esistente nelle vecchie case, venendo a mancare lo spazio necessario per dare la giusta pendenza alle acque di scarico.

Invece, grazie all'utilizzo di un sanitrit, sarà possibile ricavare un bagno in un qualsiasi luogo dell'abitazione, magari adiacente alla camera da letto, in una cantinola, in un box, etc.

Sanitrit è un trituratore che si adatta dietro a qualsiasi wc o nelle sue vicinanze, permettendo cosi di realizzare servizi igienici laddove si desideri, senza grossi problemi.

Oltre al tradizionale collegamento a un wc, può essere collegato tranquillamente anche a un bidet, lavandino, doccia, lavastoviglie o lavatrice.


Come funziona un impianto sanitrit


Un sanitrit è un apparecchio elettromeccanico composto da un trituratore e da pompe di sollevamento e drenaggio, è collegato alla normale rete elettrica e non necessita di un circuito dedicato.
La sua caratteristica principale è quella di funzionare con tubi di piccolo diametro, in modo da poter superare qualsiasi distanza dalla colonna di scarico. Ha generalmente una forma rettangolare, simile a una valigetta; quello standard adattabile a tutti i wc di ceramica ha dimensioni pari a 35x17x27 cm circa (lxpxa).
Una volta installato, il suo compito è quello di triturare al suo interno tutto il materiale che viene dai servizi, scaricando in tubi di normale diametro e pompando successivamente i liquidi fino alla colonna di scarico.

Sanipack da incasso di SFA
Da precisare che il materiale triturato, passando attraverso i tubi, riesce a raggiungere lo scarico principale anche se è presente una pendenza o è addirittura posto a un piano superiore, fino a una lunghezza di circa 100 metri in orizzontale e superare un dislivello di quasi 7 metri.

Il suo grande vantaggio sta nel fatto che i diametri dei tubi di scarico hanno una dimensione che va dai 22 ai 40 mm, e non i 100 mm di una tubazione di scarico tradizionale, con la raccomandazione di non usare curve a 90° ma 2 curve a 45° per avere le curve fluide.

Altro dettaglio importante è che i tubi, anche se di piccole dimensioni, non subiscono nessuna ostruzione o intasamento, pertanto, possono essere murati o installati al di sotto del pavimento.


Per quanto riguarda la rumorosità, questa è del tutto paragonabile a quella di un comune dispositivo che scarica acqua e ha la durata di pochissimi secondi.

Invece, dato che la pompa spinge l'acqua fino alla colonna di scarico, proprio in questo punto potrebbe crearsi un normale rumore di spruzzo, evitabile mediante il rivestimento del punto di innesto con materiali fonoisolanti.


I sanitrit di nuova generazione, oltre a essere dotati di valvola di non ritorno che impedisce ai liquidi di rifluire all'apparato, sono anche equipaggiati con filtri a carboni attivi che evitano la formazione di cattivi odori, di conseguenza non necessitano di particolari apparati di ventilazione.

È importante ricordare che i trituratori sono progettati per triturare solo materiale fecale e carta igienica, quindi, non va gettato nel wc alcun materiale differente, come residui di spazzatura, tovagliette imbevute, assorbenti e pannolini, ma anche ovatta che provocherebbero il blocco e il conseguente danneggiamento del trituratore.

Attenzione: essendo il sanitrit collegato alla rete elettrica, non deve essere usato in caso di mancanza di energia elettrica perché la pompa non funzionerebbe.
Non è richiesta alcuna particolare manutenzione sanitrit se non quella di usare, di tanto in tanto, un liquido anticalcare per evitare la formazione di calcare e migliorare il rendimento del sistema, ed evitare assolutamente l'utilizzo di acidi per la pulizia.


Quale tipo di sanitrit scegliere


Esistono vari modelli di trituratore wc che si adattano tranquillamente a qualsiasi tipo di installazione.

Si parte dal classico Sanitrit Up prodotto dalla SFA spa adattabile a tutti i tipi di wc, capace di superare dislivelli fino a 4 metri e lunghezze orizzontali fino a 100 metri.

Sanitrit Up di SFA
Altro modello dall'installazione completamente a vista che si adatta a tutti i modelli di wc con scarico a parete e posizionabile in qualsiasi luogo, è il modello Sanisplit prodotto dalla di.bi.Tec.

Sanisplit della di.bi.Tec
Composto da due unità, la prima fissata al wc e la seconda unità estraibile che contiene il meccanismo di funzionamento.

Molto utilizzato è il tipo a incasso, di soli 14,6 cm di spessore, può essere inserito in una parete di soli 16 cm, invisibile alla vista, come il modello Sanipack Pro Up prodotto dalla SFA, adatto sia per i sanitari sospesi o con montaggio a terra.

Sanipack Pro Up da incasso di SFA
Per risparmiare spazio, invece, si può utilizzare un trituratore dalla speciale forma, che permette di installare il wc vicino alla parete recuperando spazio nell'ambiente, come il modello W12 P della linea Watermatic sempre della SFA sanitrit.

W12 P linea Watermatic di SFA
I trituratori possono essere utilizzati anche in luoghi con alta densità di persone, come palestre, uffici, etc, impiegando semplicemente un trituratore potente ad alte prestazioni, adatto per un uso intensivo.

Sono particolarmente indicati anche per la cucina, il lavabo, la doccia e il bidet, riescono a scaricare elevati volumi di acque senza creare problematiche di funzionamento.Insomma, ogni spazio può trasformarsi in un bagno, evitando l'esecuzione di grossi lavori, grazie all'impiego di un sanitrit.


Quanto costa un impianto sanitrit?


Il costo di un impianto sanitrit varia in base al modello scelto: il prezzo è compreso tra i 100,00 euro per il modello base, agli oltre 700,00 euro per modelli più potenti e complessi.

A tale importo va aggiunto il costo della manodopera per l'installazione e i materiali extra per raggiungere distanze maggiori.

CONSIGLIATO amazon-seller
Sanitrit
Portata massima 240l/min con potente motore da 600W...
prezzo € 118.02
COMPRA


riproduzione riservata
Articolo: Sanitrit
Valutazione: 3.93 / 6 basato su 92 voti.

Sanitrit: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Aleboc
    Aleboc
    Martedì 25 Maggio 2021, alle ore 16:43
    Sono in fase di ristrutturazione del mio appartamento e sto valutando la creazione/predisposizione di un secondo bagno.
    Sono distante dalla colonna fecale e quindi è obbligatorio l'uso di un trituratore.
    Dopo la salita verticale lo scarico percorrerà un primo tratto nel controsoffitto alto 270cm.
    Purtroppo a metà percorso sarò costretto ad una curva ad "U" in verticale per evitare una trave con una luce sottostante di 230cm.
    Poi seguirà un ulteriore controsoffitto di 250cm.
    Quindi sottoattraversata la trave dovrà risalire di 20-30cm.
    È possibile realizzare un simile impianto, ci sono accorgimenti?
    Ammesso che la risposta sia positiva, è possibile utilizzare come scarico i tubi in PE/PEX, flessibili e di facile posa?
    Ovviamente di adeguato diametro (25-32mm.
    Alessandro B.
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Aleboc
      Giovedì 27 Maggio 2021, alle ore 19:39
      Il percorso è piuttosto tortuoso. Le garanzie sul corretto funzionamento del Sanitrit non sono assicurate. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Sergio
    Sergio
    Domenica 2 Maggio 2021, alle ore 15:57
    Vorrei sapere se è normale che, scaricando la cassetta su un wc collegato a un sanitrit l'acqua risale a galla nel wc e poi il Sanitrit si attacca e si tira tutto, mi sembra poco igienico....
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Sergio
      Lunedì 3 Maggio 2021, alle ore 17:28
      Non è normale. Il galleggiante interno non funziona bene o va posizionato più in basso in modo da "attaccare" prima che la vaschetta si riempi totalmente. Prima di chiamare l'assistenza è opportuno provare a fare un minimo di manutenzione al filtro e di aggiungere un litro di anticalcare e lasciarlo fare l'azione per 24 ore. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Eddy
    Eddy
    Domenica 18 Aprile 2021, alle ore 09:31
    Dovrei spostare l'angolo cottura nel salone, distante dalla colonna.
    Dalla posizione della nuova cucina alla colonna di scarico passando a pavimento non ho pendenza, è possibile montare il sanitrit?
    E che modello mi consigliate?
    Considerando che avrà una distanza di 7 mt circa
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Eddy
      Martedì 20 Aprile 2021, alle ore 15:38
      Il Sanitrit può essere usato anche per gli scarichi di cucina senza pendenza, purché venga installato un degrassatore prima della vaschetta per evitare che oli e grassi inficiano la pompa. Per questo impiego vanno bene tutti. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Cutter
    Cutter
    Giovedì 1 Aprile 2021, alle ore 17:06
    Vorrei realizzare un bagno completo dotato di sistema Sanitrit.
    Per avere una doccia a pavimento è necessario (e sufficiente) disporre di un gradino?
    Preciso che l'apparecchio verrebbe alloggiato su un balcone adiacente alla doccia, ma i sanitari (sospesi) andranno sulla parete opposta, con condutture dei reflui che vorrei far girare lungo le pareti del bagno.
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Cutter
      Martedì 6 Aprile 2021, alle ore 14:49
      La doccia a pavimento deve essere sopraelevata, altrimenti non scarica bene. Riguardo ai restanti sanitari devono essere posti in opera con idonea pendenza se non vicini al punto di scarico.  Il posizionamento del Sanitrit non è un problema se vengono rispettate le dovute pendenze. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Silvia
    Silvia
    Lunedì 29 Marzo 2021, alle ore 13:11
    Sto pensando di ristrutturare il mio unico bagno in appartamento al quarto piano.
    É un locale molto piccolo di uno stabile piuttosto vecchio, al momento i sanitari sono posizionati "come si usava un tempo", rendendolo molto poco pratico.
    Il mio sogno é di girare completamente gli impianti, spostando la vasca sotto la finestra, dove al momento c'é il wc; quest'ultimo lo vorrei sulla parete di fronte rispetto a dove si trova ora, così come scambierei di posto bidet e lavandino.
    Con Sanitrit é possibile una cosa del genere senza rischiare di danneggiare le colonne acqua e gli scarichi condominiali?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Silvia
      Lunedì 29 Marzo 2021, alle ore 15:11
      Il Sanitrit nel Suo caso ha pochissima utilità. Per disporre diversamente gli igienici, in particolare il vaso, va calcolata la pendenza rispetto alla distanza. Potrebbe bastare anche un vaso con scarico a parete oppure creare un gradino e tenere sulla pedana sopraelevata la vasca, il bidet e il vaso. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Mauriviola
    Mauriviola
    Mercoledì 17 Marzo 2021, alle ore 16:40
    Vorrei costruire il 2° bagno al posto del camerino, che si trova di fronte al primo bagno, ma fra i due bagni vi è un corridoio, è vicino alla porta d'ingresso della camera da letto.
    Vorrei usare un sanitrit, ma per forza il tubo di scarico deve salire verso l'alto, potrei farlo viaggiare alla sua altezza di uscita per poi farlo scendere e passare sotto il pavimento del corridoio, rispettando non mettere curve da 90°, ma da 45°?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Mauriviola
      Venerdì 19 Marzo 2021, alle ore 12:03
      Sì può fare, evitando tutte le "strozzature". Nello specifico potrebbe essere utile inserire una valvola di non ritorno nella parte alta del tubo portavia. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Miki
    Miki
    Domenica 14 Marzo 2021, alle ore 08:35
    Questo è un argomento molto importante.
    Da quello che ho letto dipende da caso a caso.
    In particolare: È possibile innestare i bagni sulle colonne delle cucine solo se non vi è differenziazione tra acque chiare e scure, e soprattutto se la colonna è di dimensioni pari o superiori a 100 mm di diametro (a volte, abbastanza raramente, le colonne delle cucine le facevano con i discendenti da 80.
    Iin questo caso ti è proprio precluso l'innesto sulla colonna, anche in caso di mancanza di differenziazione.
    Dovresti mettere un Sanitrit alle perse.
    SI' se non c'è una separazione acque nere o bianche perchèla fognatura è "mista" e se quello che scende dalle colonne della casa va tutto in una stessa fogna.
    Importante la considerazione: gli scarichi dei lavandini sono acque nere, molto più nere dei water, infatti vi si scaricano detersivi che sono più inquinanti e dannosi, e dovrebbero quindi necessariamente essere depurati prima di riversarsi nei fiumi.
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Miki
      Martedì 16 Marzo 2021, alle ore 12:06
      Concordo pienamente con Lei. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Luca
    Luca
    Giovedì 4 Marzo 2021, alle ore 12:29
    Dovrei collegare una cucina che dista 6 metri dalla colonna di scarico principale.
    La pavimentazione non consente nessun tipo di dislivello.
    Posso usare il Sanivite ?
    Stesso discorso per un secondo bagno.
    in questo caso è possibile utilizzare un Sanitrit WC?
    Spero di non porre domande banali, ma nelle schede tecniche si parla di un dislivello del'1% e non ho compreso dove e quando occorre.
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Luca
      Venerdì 5 Marzo 2021, alle ore 13:07
      Il Sanitrit può essere usato anche per gli scarichi di cucina, purché venga installato un degrassatore prima della vaschetta per evitare che oli e grassi inficiano la pompa. Naturalmente è necessaria una manutenzione e pulizia costante. Per il secondo bagno non ci sono particolari problemi sia per la distanza che per le pendenze. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Paolo
    Paolo
    Sabato 23 Gennaio 2021, alle ore 23:19
    Siccome devo ristrutturare unico bagno che ho e volevo spostare di 3 metri il wc ho letto mio malgrado su internet che Sanitrit si può usare solo per il secondo/terzo bagno.
    Se è così è una questione tecnica oppure un motivo diciamo burocratico.
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Paolo
      Lunedì 25 Gennaio 2021, alle ore 11:16
      Le norme igienico sanitarie impongono parametri rigidi che se non rispettati mettono a rischio l'agibilità/abitabilità dell'immobile come il rapporto aeroilluminante/superficie, esalazioni, ecc. Spostare il bagno principale comporta il ricalcolo dei parametri che potrebbero non essere in regola con le direttive in materia. Pertanto, prima di dare luogo ai lavori di spostamento del wc principale è opportuno consultare un tecnico abilitato per la fattibilità del progetto. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • espandi
  • espandi
Torna Su Espandi Tutto
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
330.434 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Sanitrit che potrebbero interessarti


Tecnologie costruttive per l'impianto bagno

Impianti idraulici - Per il locale bagno si possono applicare delle tecnologie che ne permettono una migliore funzionalità, senza tralasciare l'aspetto estetico.

Trituratori per lo scarico del bagno

Sanitari - Dal prototipo del Sanitrit, l'evoluzione dei sistemi di triturazione e pompaggio delle acque di scarico che consentono di prevedere un nuovo bagno in spazi inaspettati.

Elettro Lavello innovativo

Cucina - Un lavello che riduce la produzione di scarti domestici.

Ricavare un grande bagno da due piccoli

Zona bagno - E' poco frequente, ma può accadere che il committente richieda all'architetto di unire i due piccoli bagni esistenti per ricavarne uno più grande e confortevole.

Manutenzione straordinaria bagno: comprende anche l'installazione sanitari?

Leggi e Normative Tecniche - Dal Tar della Toscana arrivano importanti chiarimenti sulla possibilità o meno di considerare l'installazione di sanitari intervento di manutenzione straordinaria

Bagno interrato: evitare errori di costruzione

Zona bagno - Quali problemi per gli scarichi fognari possono sorgere collocando un bagno nell'interrato o nel seminterrato e quali sono gli accorgimenti efficaci per prevenirli?

Acqua di condensa dal condizionatore, cosa fare?

Impianti di climatizzazione - Impianti di climatizzazione e caldaie a condensazione generano acqua di condensa, facilmente eliminabile impiegando dei dissipatori o pompe di scarico condensa.

Distanze minime tra i sanitari in bagno

Zona bagno - Alcuni consigli sulle distanze minime da utilizzare tra i componenti sanitari al fine di garantire un corretto uso degli stessi.

Progettazione dell'impianto idraulico in una cucina

Impianti idraulici - Nel progettare l'impianto idraulico della cucina è bene non improvvisare ma prendere in considerazione una serie di parametri per raggiungere la massima efficienza
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img linomarco
Salve, Sanitrit unica soluzione per un secondo bagno con tubo da 50mm? Ma è così soggetto a mal funzionamenti e poca durata? Grazie...
linomarco 11 Dicembre 2020 ore 17:01 5
Img pippuccio76
Salve devo ricavare un bagno da un sottoscala e un 'altra stanzina vorrei delle info sul sanitrit e sugli estrattori aria potete vedere il bagno in questo disegno molto spartano...
pippuccio76 21 Maggio 2012 ore 09:05 1