Quando i rumori in casa possono portare alla condanna penale?

NEWS DI Liti tra condomini11 Aprile 2014 ore 00:42
Nel caso di rumori eccessivi provenienti da un appartamento, per arrivare alla condanna penale non basta che il fastidio sia avvertito solamente dai vicini di casa.

Disturbo delle persone


Forse in molti ignorano che le grida, i rumori dovuti a spostamenti di sedie ed in genere ogni tipo di rumore provocato dal vivere quotidiano, se eccessivo, può portare addirittura alla sanzione penale.

RumoreDetta più semplicemente: far rumore in casa (come in altri luoghi, es. ufficio) può essere un reato.

Esattamente la norma di riferimento è l'art. 659 del codice penale, rubricata Disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone, che al primo comma recita:

Chiunque, mediante schiamazzi o rumori, ovvero abusando di strumenti sonori o di segnalazioni acustiche, ovvero suscitando o non impedendo strepiti di animali, disturba le occupazioni o il riposo delle persone, ovvero gli spettacoli, i ritrovi o i trattenimenti pubblici, è punito con l'arresto fino a tre mesi o con l'ammenda fino a euro 309.

La dottrina e la giurisprudenza, ossia gli addetti ai lavori, nel corso del tempo hanno più volte specificato che il reato in esame è un reato di pericolo presunto.

In buona sostanza si punisce un comportamento non perché ha causato danno a qualcuno ma perché potrebbe essere dannoso per un numero potenzialmente indefinito di persone.


Rumori e abitanti del condominio e prove


Rumori e condanneQuesta è una delle maggiori peculiarità della norma in esame; il rumore, per essere penalmente rilevante, non deve solo disturbare i vicini di casa ma dev'essere in grado di disturbare un numero indeterminato di persone (es. il vicinato, i passanti. ecc.).

In tal senso la Corte di Cassazione con la sentenza n. 12939 del 19 marzo 2014 ha risolto un caso di condanna penale per rumori eccessivi.

Nel caso di specie l'imputato era stato condannato tanto in primo quanto in secondo grado perché, dicevano i giudici di merito, le prove della rilevanza penale del suo comportamento erano schiaccianti.

L'imputato ricorreva in Cassazione lamentandosi, tra le altre cose, del fatto che il suo comportamento non era considerabile penalmente rilevante.

Gli ermellini non si sono trovati d'accordo ed hanno rigettato il ricorso.

A loro modo di vedere, infatti, la sentenza di condanna impugnata dall'imputato nel caso sottoposta alla loro attenzione risulta allineata all'orientamento interpretativo della giurisprudenza di questa Corte (Cass. sez. 1, n. 3348 del 16/01/1995, Draicchio, rv. 200692; sez. 1, n. 5578 del 6/11/1995, Giuntini ed altri, ev. 204796; sez. 1, n. 1406 del 21/12/1996, PC e Costantini, rv. 209694; sez. 1, n. 7753 del 20.5.1994, De Nardo, rv. 198766, sez. 1, n. 47298 del 29/11/2011, Iori, 251406), secondo il quale, per poter configurare la contravvenzione di cui all'art. 659 cod. pen. è necessario che i rumori prodotti, oltre ad essere superiori alla normale tollerabilità, abbiano la attitudine a propagarsi, a diffondersi, in modo da essere idonei a disturbare una pluralità indeterminata di persone. Tanto viene dedotto dalla considerazione della natura del bene giuridico protetto, consistente nella quiete pubblica e non nella tranquillità dei singoli soggetti che denuncino la rumorosità altrui.

Questo è il contesto generale. Se i rumori sono causati da persone che abitano in condominio , prosegue la Corte per ravvisare la responsabilità penale del soggetto agente non è sufficiente che i rumori, tenuto conto anche dell'ora notturna o diurna di produzione e della natura delle immissioni, arrechino disturbo o siano idonei a turbare la quiete e le occupazioni dei soli abitanti l'appartamento inferiore o superiore rispetto alla fonte di propagazione, i quali, se lesi, potranno far valere le loro ragioni in sede civile, azionando i diritti derivanti dai rapporti di vicinato, ma deve ricorrere una situazione fattuale diversa di oggettiva e concreta idoneità dei rumori ad arrecare disturbo alla totalità o ad un gran numero di occupanti del medesimo edificio, oppure a quelli degli stabili prossimi, insomma ad una quantità considerevole di soggetti. Soltanto in tali casi, come risulta essersi verificato in quello affrontato dalla sentenza impugnata, potrà dirsi turbata o compromessa la quiete pubblica (Cass 19 marzo 2014, n. 12939).

Insomma se i rumori disturbano solamente i vicini (intesi quali condomini abitanti l'edificio) non si potrà giungere all'applicazione della sanzione penale.

Come provare che si è ecceduto nei rumori?

Ogni mezzo è buono e quindi il giudice dovrà tenere conto delle risultanze testimoniali, delle eventuali prove documentali (perizie, ecc.) e di ogni altro mezzo di prova (tra quelli previsti dall'ordinamento) in grado di dimostrare la rumorosità e di conseguenza, giungere ad una sentenza di condanna o di assoluzione.

riproduzione riservata
Articolo: Quando i rumori in casa possono portare alla condanna penale?
Valutazione: 3.50 / 6 basato su 4 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Quando i rumori in casa possono portare alla condanna penale?: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Quando i rumori in casa possono portare alla condanna penale? che potrebbero interessarti
Rumori e sanzioni penali

Rumori e sanzioni penali

L'emissione di rumori, che siano potenzialmente idonei a recare disturbo al riposo o alle occupazioni delle persone, è condizione sufficiente per una condanna penale...
Attenuazione dei rumori di vicinato

Attenuazione dei rumori di vicinato

Si parla spesso di attenuazione dei rumori di vicinato o del rumore del traffico esterno, ci si dimentica delle pareti, in molti appartamenti, con effetto carta velina.
Disturbo della quiete pubblica in condominio per testimonianza di un passante

Disturbo della quiete pubblica in condominio per testimonianza di un passante

Condòmino rumoroso condannato per disturbo della quiete pubblica in base alla testimonianza resa da un passante che percorreva una strada esterna al condominio.
Animali e disturbo ai vicini

Animali e disturbo ai vicini

Risponde in sede penale colui che provoca o semplicemente non impedisce che gli strepiti del proprio animale arrechino disturbo alle occupazioni o al riposo dei vicini.
Rumori intollerabili e limiti normativi

Rumori intollerabili e limiti normativi

Comprar casa in condominio e solamente dopo accorgersi che l?appartamento è inondato da rumori d?ogni genere; chissà quante volte è capitato. Nel...
usr REGISTRATI COME UTENTE
290.292 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Miniascensore Wessex
    Miniascensore wessex...
    1.00
  • Insufflaggio
    Insufflaggio...
    12.00
  • Poltrona relax motorizzata
    Poltrona relax motorizzata...
    1.00
  • Sollevatori per disabili
    Sollevatori per disabili...
    1.00
  • Rivestimento dekapan a
    Rivestimento dekapan a...
    95.68
  • Green reset filtro a pressione 25 litri
    Green reset filtro a pressione 25...
    336.11
  • Quadrotti legafloor ardesia
    Quadrotti legafloor ardesia...
    143.00
  • Rismaltatura vasca da bagno milano
    Rismaltatura vasca da bagno milano...
    300.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Inferriate.it
  • Officine Locati
  • Black & Decker
  • Faidatebook
  • Kone
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
€ 380.00
foto 6 geo Frosinone
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 500.00
foto 2 geo Roma
Scade il 31 Luglio 2018
€ 800.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 68.00
foto 1 geo Milano
Scade il 31 Ottobre 2018
€ 39 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 09 Settembre 2018
€ 59 000.00
foto 4 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.