Riparare l'intonaco dei muri esterni

NEWS DI Fai da te Muratura11 Ottobre 2014 ore 01:13
I muri esterni possono presentare crepe di diversa gravità: quelle non strutturali possono venire riparate in modo tale da rendere l'intervento completamente invisibile.

Riparare l'intonaco dei muri esterni


L'intonaco che riveste i muri esterni della casa può deteriorarsi e presentare fessure, screpolature e altri tipi di danni. Nella maggior parte dei casi questo tipo di problema è dovuto all'umidità che si infiltra nei muri, risale attraverso essi e provoca numerosi inconvenienti. Per riparare questi danni è sufficiente liberare la zona interessata dall'intonaco danneggiato e applicare malta di cemento per riportare i muri al loro aspetto originario.

1) Asportate, con mazzuolo e scalpello a punta piatta, tutto l'intonaco rovinato e cedevole in modo da liberare la parete per la successiva applicazione di cemento.

2) Servendovi di una spazzola di ferro raspate con molta decisione il sottofondo della parete per creare una superficie levigata e pulita.

Pulizia della crepa
3) Preparate, all'interno di un recipiente, una quantità di malta di cemento sufficiente per la riparazione.

4) Con un pennello bagnate accuratamente la superficie da trattare per alcune volte, fin quando il muro non ha assorbito bene l'acqua.

Preparazione malta
5) Applicate la malta di cemento sulla parte di parete interessata dal danno. Utilizzate la cazzuola per porre sul muro il cemento e per assestarlo.

6) Con una staggia spianate il cemento in modo da creare uno strato uniforme che abbia esattamente lo stesso spessore dell'intonaco vecchio.

Apposizione della malta
7) Con il frattazzo o una tavoletta di legno spianate e lisciate il nuovo intonaco in modo da eliminare tutte le irregolarità presenti.

8) Quando il cemento si è completamente solidificato carteggiatelo accuratamente con carta vetro piuttosto grossolana per eliminare eventuali asperità.

9) Infine potete tinteggiare la parte ripristinata. Non utilizzate pitture plastiche in quanto trattengono l'umidità all'interno del muro.

Rifinire l'intonaco


La redazione consiglia:




Intervenire sulle crepe più gravi


Per poter intervenire in modo efficace è importante, innanzitutto, saper riconoscere la gravità delle crepe presenti sull'intonaco. A volte, andare semplicemente a coprire l'intonaco mancante con un nuovo strato materico non è sufficiente e occorre prima predisporre un sistema di rinforzo che permetta al nuovo intonaco di fare maggiormente presa e di non staccarsi con il passare del tempo.

Se si teme il ritorno della crepa, si può rinforzare l'intonaco con un'apposita tela per intonaci, oppure con una membrana in poliestere poggiata su un fondo bituminoso: questa è la soluzione più indicata per crepe estese e profonde, che si teme possano riaffiorare con il tempo.

Per prima cosa, bisognerà rimuovere con cura l'intonaco irregolare rimasto nella crepa e lungo i bordi, così come si fa per ogni crepa, anche le più superficiali. A questo punto si potrà riempire la crepa: la migliore composizione della malta da utilizzare è quella che prevede una parte di cemento e quattro di sabbia fine. Si dovrà avere cura di riempire la crepa in modo tale da creare una superficie il più possibile regolare.

Una volta effettuate queste operazioni si potrà passare alla fase successiva, importante per offrire all'intonaco un ulteriore strato protettivo: con una pennellessa si applicherà prima uno strato di bitume e successivamente la membrana in poliestere. Si dovrà poi attendere che il tutto sia completamente asciutto, per poi dare due mani di emulsione strutturata compatibile con il fondo utilizzato.

Diverso, invece, è il tipo di intervento necessario per le crepe su intonaco a ciottoli: anche qui si dovrà prima ripulire bene la zona in cui è presente la crepa e aggiungere una mano di materiale sigillante. Per riparare la crepa si procederà poi con l'apposizione di un composto realizzato con una parte di cemento colorato, che si adatti all'intonaco, e tre parti di sabbia fine. Per una maggiore tenuta, al composto si aggiungerà del legante polivinilico, diluito in acqua con proporzione di uno a tre.

Si otterrà una pasta densa, che potrà essere stesa con una spatola. A questo punto è necessario attendere qualche minuto per avere la certezza che il composto abbia fatto sufficientemente presa nella crepa e, con una spazzola in ferro, si lavorerà la pasta conferendole la forma desiderata.

Con le setole della spazzola in ferro si potrà dare alla pasta la stessa grana superficiale del resto dell'intonaco: l'obiettivo è quello di ottenere un aspetto il più possibile omogeneo con il resto della parete esterna. Per fare questo si inseriranno anche, all'interno della pasta, delle pietre il più possibile simili, per dimensioni e colore, a quelle già presenti nel resto della parete. Allo stesso modo si dovrà tentare di riprodurre il motivo prevalente, per fare in modo che l'intervento risulti completamente invisibile.


Il Primo sito sul Fai da te



riproduzione riservata
Articolo: Riparare l'intonaco dei muri esterni
Valutazione: 3.67 / 6 basato su 6 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Riparare l'intonaco dei muri esterni: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Riparare l'intonaco dei muri esterni che potrebbero interessarti
Riparare uno spigolo sbrecciato

Riparare uno spigolo sbrecciato

Con il passare del tempo, l'usura o qualche piccolo incidente possono danneggiare gli angoli esterni degli edifici: ecco come intervenire per riparare l'intonaco.
Riparazione dell'intonaco

Riparazione dell'intonaco

In questo articolo alcuni semplici consigli per riparare da soli i piccoli danni alle pareti della casa come intonaco rigonfio in modo da risparmiare sui costi.
Riparazione intonaco

Riparazione intonaco

Le crepe nei muri ci mettono un po' in allarme, ma, a meno che non siano di notevoli proporzioni, non rappresentano nulla di grave e possono essere facilmente ritoccate.
Secondo la Cassazione crepe e fessurazioni nell'intonaco sono un grave vizio dell'immobile

Secondo la Cassazione crepe e fessurazioni nell'intonaco sono un grave vizio dell'immobile

Quando la fessurazione sull'intonaco può essere grave? Ce lo dice la Cassazione con una recente sentenza che individua i casi in cui vi è grave vizio dell'opera...
Degrado dei prospetti

Degrado dei prospetti

Il processo di deterioramento delle facciate degli edifici, incide principalmente sull'estetica dell'immobile ed obbliga ad immediati interventi manutentivi.
usr REGISTRATI COME UTENTE
290.426 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Telo proteggitenda
    Telo proteggitenda...
    18.00
  • Muri pietra naturale
    Muri pietra naturale...
    220.00
  • Muri contenimento in tufo
    Muri contenimento in tufo...
    150.00
  • Raschiatura di vecchie tinte Roma e provincia
    Raschiatura di vecchie tinte roma...
    8.50
  • Protezione trasparente per parquet taglia XL
    Protezione trasparente per parquet...
    78.00
  • Tapparelle pvc
    Tapparelle pvc...
    35.00
  • Vasca per laghetto termoformata 200 lt
    Vasca per laghetto termoformata...
    84.79
  • Tenda occhioli art88566
    Tenda occhioli art88566...
    88.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Inferriate.it
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Kone
  • Weber
  • Black & Decker
  • Faidatebook
MERCATINO DELL'USATO
€ 160 000.00
foto 4 geo Viterbo
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 500.00
foto 2 geo Roma
Scade il 31 Luglio 2018
€ 800.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 400.00
foto 5 geo Bari
Scade il 01 Giugno 2019
€ 68.00
foto 1 geo Milano
Scade il 31 Ottobre 2018
€ 59 000.00
foto 4 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.