Opere su parti di proprietà esclusiva nella riforma del condominio

NEWS DI Parti comuni27 Febbraio 2013 ore 16:58
La riforma del condominio è intervenuta sul codice civile modificando l'art. 1122 o meglio,aggiornandolo alle pronunce giurisprudenziali che lo riguardavano
riforma del condominio , opere edili , proprietà

Opere su parti di proprietà esclusivaOpere su parti di proprietà esclusiva e riforma del condominio, ovvero il nuovo art. 1122 c.c.

La riforma del condominio , altrimenti nota come legge n. 220/2012, è intervenuta modificando una serie di articoli del codice civile e di varie altre leggi specificamente destinati alla disciplina del condominio.


Tra questi v'è anche l'art. 1122 c.c. Esso, nella versione originaria, rubricata Opere sulle parti dell'edificio di proprietà comune, recita:
Ciascun condomino, nel piano o porzione di piano di sua proprietà, non può eseguire opere che rechino danno alle parti comuni dell'edificio.

Il nuovo articolo 1122 c.c., quello che si applicherà a far data dal 18 giugno 2013, sarà rubricato Opere su parti di proprietà o uso individuale, e reciterà:
Nell'unità immobiliare di sua proprietà ovvero nelle parti normalmente destinate all'uso comune, che siano state attribuite in proprietà esclusiva o destinate all'uso individuale, il condomino non può eseguire opere che rechino danno alle parti comuni ovvero determinino pregiudizio alla stabilità, alla sicurezza o al decoro architettonico dell'edificio.
In ogni caso è data preventiva notizia all'amministratore che ne riferisce all'assemblea.


Differenze?Poche, diciamo solamente di forma e di aggiornamento dell'articolo all'elaborazione giurisprudenziale.

La prima differenza riguarda la rubrica, ossia l'intitolazione degli articoli.

Sicuramente la scelta di fare riferimento alle opere su parti di proprietà individuale è più azzeccata rispetto al passato.

Quanto al contenuto dell'articolo, si diceva in precedenza, esso, sostanzialmente, ricalca l'interpretazione fornitane dalla giurisprudenza.


La Cassazione, chiamata a delineare il concetto di danno indicato dall'art. 1122 (formulazione originaria), a specificato in più occasioni che non v'e dubbio che il concetto di danno, cui la norma fa riferimento, non va limitato esclusivamente al danno materiale, inteso come modificazione della conformazione esterna o della intrinseca Riforma del condominionatura della cosa comune, ma esteso anche al danno conseguente alle opere che elidono o riducono apprezzabilmente le utilità ritraibili della cosa comune, anche se di ordine edonistico od estetico (v. Cass. 27.4.1989, n. 1947), per cui ricadono nel divieto tutte quelle modifiche che costituiscono un peggioramento del decoro architettonico del fabbricato (così, tra le tante, Cass. 19 gennaio 2005, n. 1076).

Il Legislatore della riforma, pertanto, in questo caso s'è limitato ad una mera funzione notarile: ha condensato in un articolo di legge ciò che la giurisprudenza diceva da anni.

È stato anche inserito un secondo comma che prevede la comunicazione dei lavori all'amministratore che poi ne deve riferire all'assemblea.

In nessun caso, però, tale incombenza può bloccare l'esecuzione dei lavori che, salvo diversa indicazione di un regolamento contrattuale, continueranno ad essere liberi e dovranno essere rispettosi solamente delle indicazioni di cui al primo comma dell'art. 1122 c.c.

riproduzione riservata
Articolo: Riforma del condominio e opere su parti di proprietà esclusiva
Valutazione: 3.00 / 6 basato su 1 voti.

Riforma del condominio e opere su parti di proprietà esclusiva: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Pietro
    Pietro
    Giovedì 29 Agosto 2013, alle ore 01:03
    SalveNon capisco come mai nella legge sopraindicata dapprima si vieta qualsiasi opera che possa danneggiare la stabilita,la sicurezza e il decoro dell'edificio e poi si dichiara che si possono effettuare i lavori solo se si comunica preventivamente all'amministratore o al condomino i lavori che si andranno a fare come diritto/dovere.
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Riforma del condominio e opere su parti di proprietà esclusiva che potrebbero interessarti
Riforma del condominio e i supercondominii

Riforma del condominio e i supercondominii

Assemblea di condominio - Oggi, contrariamente a tale impostazione, l'applicazione delle norme dettate in materia di condominio negli edifici è esteso anche ai supercondomini ed ai condomini orizzontali.
Doppie finestre, rapporti con il comune ed il condominio

Doppie finestre, rapporti con il comune ed il condominio

Manutenzione condominiale - Le doppie finestre non sono manutenzione se prima non c'erano e se gli altri condomini non le hanno. E, comunque, vanno rimosse se violano il regolamento edilizio.
Il condominio negli edifici

Il condominio negli edifici

Assemblea di condominio - Il condominio è una particolare forma di comunione nella quale coesistono proprietà esclusiva, le unità immobiliari, e parti di proprietà comune alle prime.

Scioglimento del condominio, gli adempimenti e i poteri del giudice

Assemblea di condominio - Lo scioglimento del condominio, in linea generale, può avvenire se le compagini scaturenti dalla divisione sono completamente autonome tra loro, salvo alcune eccezioni.

Riforma del condominio e multiproprietà

Condominio - La riforma del condominio ha esteso esplicitamente l'applicabilità degli artt. 1117 e ss. anche alle multiproprietà. Era davvero necessario questo riferimento?

Ristrutturazione e compenso amministratore per la pratica del 50%

Amministratore di condominio - In tema ristrutturazioni in condominio, la questione del diritto dell'amministratore ad avere un compenso per gli adempimenti fiscali non è così chiara come può sembrare.

Riforma del condominio, molti amministratori rischiano il posto

Condominio - La così detta riforma del condominio, dal 18 giugno 2013 i condomini con meno di dieci partecipanti potranno decidere di revocare l'amministratore, così molti amministratori rischiano di restare disoccupati.

Canna fumaria, condizionatori e facciata dell'edificio condominiale

Condominio - La tutela della facciata dell'efificio condominiale, le norme introdotte dalla riforma del condominio e la possibilità d'uso parte dei singoli condomini.

Registro di contabilità condominiale prima e dopo la Riforma

Ripartizione spese - Il registro di contabilità condominiale è una delle novità introdotte dalla riforma e consente, se correttamente tenuto, di conoscere l'aggiornato stato dei conti.
REGISTRATI COME UTENTE
295.752 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Rifacimenti esterni
    Rifacimenti esterni...
    500.00
  • Opere edili bologna
    Opere edili bologna...
    30.00
  • Opere imbianchino tinteggiature
    Opere imbianchino tinteggiature...
    5.00
  • Realizzazioni di cartongesso Prato e dintorni
    Realizzazioni di cartongesso prato...
    25.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Faidacasa.com
  • Black & Decker
  • Faidatebook
  • Weber
  • Kone
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.