Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

In quali casi è possibile revocare la donazione della casa al figlio?

NEWS Proprietà04 Ottobre 2019 ore 10:38
Quando e come è possibile richiedere la revoca della donazione fatta dal padre al figlio. Quali sono i termini da rispettare e le regole previste dalla legge.

Revoca donazione immobile al figlio: quando è possibile?


Donare un bene immobile rende il trasferimento della proprietà definitivo?

È possibile revocare un atto di donazione?

In quali casi ed entro quanto tempo il contratto può essere revocato?

A queste domande cercheremo di dare una risposta nell’articolo che segue.

Ma andiamo con ordine e facciamo una piccola premessa. Che cos’è la donazione ?

Come stabilito dall’articolo 769 del codice civile, si tratta di un contratto con il quale una parte, per spirito di liberalità, arricchisce l’altra, disponendo in suo favore di un diritto o assumendo un’obbligazione. L’atto di donazione deve essere redatto davanti al notaio, in presenza di 2 testimoni. Diversamente la donazione è nulla e potrà essere impugnata da chiunque vi abbia interesse senza alcun limite di tempo.
Revoca donazione
Un aspetto che caratterizza la donazione è quello di essere, salvo determinati casi, un atto irrevocabile. Vediamo in presenza di quali situazioni è possibile riacquistare la proprietà del bene donato. Immaginiamo che il padre abbia regalato una casa ad un figlio e che in seguito voglia di riprendersela.
È possibile revocare l’atto compiuto e riacquisire la proprietà dell’immobile?

Solitamente la donazione è un atto dal quale non si può tornare indietro; tuttavia in alcuni casi eccezionali previsti dalla legge non è così. L’articolo 800 del codice civile afferma che la donazione può essere revocata per ingratitudine o per sopravvenienza dei figli.


La revoca della donazione per ingratitudine


In primo luogo la donazione può essere revocata per ingratitudine da parte del donatario.
La fattispecie si configura nel caso in cui il donatario abbia compiuto degli atti molto bravi nei confronti del donante.
La legge stessa prevede che l’atto di donazione possa essere revocato:

  • in caso di ingiuria grave nei confronti del soggetto che ha posto in essere l’atto di liberalità;

  • nel caso in cui il donatario abbia arrecato dolosamente un grave pregiudizio al patrimonio del donante;

  • qualora il donatario abbia rifiutato al donante gli alimenti pur essendoci i presupposti affinché fossero dovuti.


Ci sono gli estremi per poter domandare la revoca della donazione in caso di lesioni, calunnie, diffamazione.

Entro quanto tempo si può revocare la donazione a un figlio?

In presenza dei casi per i quali la legge riconosce la possibilità di revoca dell’atto di donazione e necessario rispettare determinate tempistiche.

In caso di revoca per ingratitudine la domanda per la revocazione deve essere proposta dal donante o dai suoi eredi entro il termine di un anno dal giorno in cui il donante è venuto a conoscenza del fatto che la giustifica. Qualora il donatario abbia commesso omicidio volontario nei confronti del donante o abbia dolosamente impedito di richiedere la revocazione, il termine di un anno decorrerà dal giorno in cui gli eredi abbiano avuto notizia del motivo della revocazione.

Il termine di un anno sopra indicato è previsto a pena di decadenza.


Revoca donazione per sopravvenienza di figli


Il padre che abbia regalato una casa al figlio può revocare la donazione effettuata se:

  • non aveva altri figli o discendenti al tempo della donazione;

  • ignorava la presenza di altri figli o discendenti all’epoca della donazione.

La revoca per la sopravvenienza di un figlio può essere domandata, oltre che per la nascita o adozione successiva di un figlio, anche in caso di riconoscimento di un figlio.

È fatto salvo il caso in cui si possa provare che, all’epoca della donazione, il donante era a conoscenza dell’esistenza del figlio. La domanda di revocazione può essere presentata anche qualora il figlio del donante era già stato concepito al tempo in cui veniva redatto l’atto di donazione.
Revoca donazione al figlioPer ciò che concerne il termine per l’esercizio dell’azione, la legge prevede che in casa di revocazione per sopravvenienza dei figli la revoca della donazione deve essere richiesta entro 5 anni:

  • dal giorno della nascita dell’ultimo figlio nato dal matrimonio discendente legittimo;

  • dalla notizia dell’esistenza del figlio o discendente;

  • dal giorno dell’avvenuto riconoscimento del figlio nato al di fuori del matrimonio.

In caso di morte del figlio o del discendente il donante non potrà più proporre o proseguire l’azione.In linea generale l’articolo 805 del codice civile prevede che non possono mai essere revocate per ingratitudine o sopravvenienza di figli, le donazioni remuneratorie e quelle fatte in riguardo un determinato matrimonio.


Come si fa la revoca della donazione e suoi effetti


Per la revoca della donazione è necessario rivolgersi al tribunale. Se per la conclusione del contratto è sufficiente recarsi dinnanzi al notaio in caso di revoca questo non basta. Si deve esercitare una vera e propria azione legale, presentando la domanda al giudice che dichiarerà sciolti gli effetti dell'atto concluso.
Donazione al figlioUna volta avvenuta la revoca della donazione, il donatario dovrà restituire l’immobile unitamente ad eventuali frutti, a far data dal giorno di effettuazione della domanda. Nel caso in cui il figlio abbia alienato la casa ricevuta in regalo, vi è l’obbligo di pagamento del valore corrispondente al tempo della domanda.

La legge disciplina anche gli effetti della revoca della donazione per ingratitudine o sopravvenienza di figli nei confronti di terzi.
Se il bene è stato alienato i diritti dei terzi verranno compromessi?

La legge afferma che i terzi che hanno acquistato diritti anteriormente alla domanda non saranno pregiudicati. Sono salvi gli effetti della trascrizione della domanda stessa.

riproduzione riservata
Articolo: Revoca donazione casa al Figlio
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 1 voti.

Revoca donazione casa al Figlio: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
REGISTRATI COME UTENTE
307.896 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Weber
  • Internorm
Quanto costa, dove lo trovo? Sei un Azienda ? Pubblica i tuoi Prezzi Quì !
  • Montascale rettilineo 1000 per scale strette
    Montascale rettilineo 1000 per...
    3500.00
  • Ristrutturazione cucina Milano e dintorni
    Ristrutturazione cucina milano e...
    3500.00
  • Ristrutturazioni appartamenti Bologna e provincia
    Ristrutturazioni appartamenti...
    30.00
  • Posa massetto Bologna e provincia
    Posa massetto bologna e provincia...
    12.00
Notizie che trattano Revoca donazione casa al Figlio che potrebbero interessarti


Usufrutto: atto di donazione e sua revoca

Proprietà - Mediante donazione si può cedere l'usufrutto o donare la nuda proprietà con riserva di usufrutto per sè o per altri. Tale atto, a certe condizioni è revocabile.

Cessione con obbligo di mantenimento

Comprare casa - Un'alternativa alla donazione indiretta che tutela maggiormente il donatore in caso di necessità future di assistenza è la cessione con obbligo di mantenimento.

Quali sono le tipologie di donazione immobili?

Proprietà - Indiretta, modale, remuneratoria, a nascituro: ecco una guida sulle tipologie di donazione immobili esistenti nel nostro ordinamento e quando sono annullabili.

Documenti per la donazione di immobili

Normative - Quali sono i documenti che il proprietario deve preparare o richiedere ai pubblici uffici quando intende firmare un atto di donazione per un fabbricato o terreno?

Donazione: quando è previsto l'APE

Proprietà - In caso di trasferimento a titolo gratuito, come la donazione, vi è l'obbligo di dotazione dell'APE, l'attestato di prestazione energetica, e non di allegazione.

Revoca della donazione al coniuge se il figlio è ancora in vita

Proprietà - La sentenza della Corte di Cassazione n. 2106/2018 ha ritenuto ammissibile la revocazione della donazione fatta all'ex coniuge per sopravvenienza di un figlio.

Donazione di immobili

Leggi e Normative Tecniche - Breve guida su tutto quanto che c'è da sapere sulla donazione di un bene immobile: dai documenti da allegare all'atto, ai vari aspetti fiscali ad essa connessi.

Acquistare immobili provenienti da donazioni

Comprare casa - Quali sono i casi che si possono verificare e quali rischi può correre il promissario acquirente di un immobile se quest'ultimo deriva da una precedente donazione?

Guida all'imposta catastale

Catasto - In caso di trasferimento immobiliare è obbligatorio versare la cosiddetta imposta catastale. Ecco un breve vademecum su cos'è, chi la paga, come e in che misura.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img fabryx
Buongiorno,avrei bisogno delle indicazioni e dei chiarimenti riguardo ad una donazione di un immobile famigliare, che mio fratello maggiore vorrà condividere con me e altri...
fabryx 23 Ottobre 2014 ore 10:02 2
Img albapinna
Entro quanto tempo da una donazione di un immobile si puo richiedere il suo annullamento per anomalie planimetriche e non corrispondenza del metraggio costruito?...
albapinna 18 Marzo 2015 ore 16:57 1