Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Restituzione del deposito cauzionale al termine della locazione

Il deposito cauzionale dev'essere restituito al momento della riconsegna dell'immobile e se lo si vuole trattenere per i danni, è necessario intentare una causa.
20 Novembre 2013 ore 00:36 - NEWS Affittare casa

Deposito cauzionaleIn tema di contratto di locazione, il proprietario dell'unità immobiliare oggetto del contratto è tenuto a restituire il deposito cauzionale versato dall'inquilino al momento della sottoscrizione del contratto.

Se nell'unità immobiliare sono riscontrati dei danni e il conduttore non adempie spontaneamente all'obbligo di riparare le cose danneggiate, il locatore può trattenere le somma ma per appropriarsene deve proporre domanda giudiziale tesa ad ottenere il risarcimento dei danni.

Nessuna questione, invece, se al momento della fine del contratto ci sono debiti inerenti quell'accordo (es. pigioni o spese condominiali): in tali casi il proprietario è tenuto a restituire il deposito decurtato di queste spese.


Funzione del deposito cauzionale


Perché si chiede il versamento di un deposito cauzionale?

La domanda sembra banale ma, in verità, la restituzione della cauzione è uno di quei momenti in grado di generare maggiori frizioni nell'ambito di un rapporto locatizio.

Vale la pena ricordare che, ai sensi della legge n. 392/78, esattamente a mente dell'art. 11, il deposito cauzionale non puoi mai superare le tre mensilità.

Torniamo alla funzione del più volte citato deposito cauzionale.

CauzioneSecondo il consolidato orientamento espresso dalla giurisprudenza di merito e di legittimità nel contratto di locazione , la funzione del deposito cauzionale previsto dall'art. 11 della legge 27 luglio 1978 n. 392, è di garantire il locatore per l'adempimento di tutti gli obblighi, legali e convenzionali, gravanti sul conduttore, e, quindi non soltanto di quello del pagamento del canone ma anche quello di risarcimento dei danni per l'omesso ripristino dei locali.
L'obbligazione del locatore di restituirlo sorge al termine della locazione, non appena sia avvenuto il rilascio dell'immobile locato, di talché, ove l'accipiens invece lo trattenga, senza proporre domanda giudiziale per l'attribuzione in tutto o in parte dello stesso a copertura di specifici danni subiti o di importi rimasti impagati, il conduttore può esigerne la restituzione (Cass., 21.4.2010 n. 9442; Cass., 15.10.2002 n. 14655; Cass., 9.11.1989 n. 4725)
(così Trib. Salerno 11 ottobre 2012 n. 2121).

Il conduttore non ha pagato l'ultimo mese di affitto?

Il deposito può essere trattenuto (salvo che le parti abbiano escluso che possa computarsi in conto pigioni).

La casa era stata locata ammobiliata ed il mobilio risulta danneggiato? Il proprietario può chiedere il risarcimento del danno.

In questo caso, però, è necessario prestare attenzione.

In primis perché non bisogna confondere danni con logorio dovuto al normale uso. In questo caso, infatti, il conduttore non è tenuto a risarcire alcunché.

In secondo luogo perché il risarcimento non può essere stabilito dal proprietario di sua sponte, ma l'accertamento del diritto deve passare tramite un organo giudiziario.

Insomma il proprietario, senza il consenso del conduttore, non può dire: Trattengo la cauzione a titolo di risarcimento.

In tal caso il conduttore potrebbe domandarne la restituzione.


Obbligo di restituzione del deposito


Ridare al conduttore la somma versata a titolo di deposito, quindi, è un vero e proprio obbligo giuridico.


In tal senso, quando s'è posto il problema di decidere in merito alla restituzione di una caparra è stato affermato che il deposito cauzionale versato dal conduttore a garanzia degli obblighi contrattuali, va restituito dal locatore al termine della locazione con il rilascio dell'immobile locato; ove il locatore trattenga la somma data in deposito anche dopo il rilascio dell'immobile da parte del conduttore, senza proporre domanda giudiziaria per l'attribuzione in tutto o in parte di tale somma a copertura di specifici danni subiti, l'obbligazione del locatore di restituzione del deposito cauzionale concerne un debito liquido ed esigibile, che legittima il conduttore a ottenere il pagamento di detta somma con decreto ingiuntivo, salvi i diritti del locatore su tale somma da far valere mediante opposizione all'ingiunzione o, in caso che il credito per danni superi la competenza per valore del giudice dell'ingiunzione, separatamente avanti al giudice competente per valore (Cass. 9 novembre 1989 n. 4725 in tal senso da ultimo cfr. (Trib. Grosseto 30 marzo 2011 n. 390).

riproduzione riservata
Articolo: Restituzione del deposito cauzionale al termine della locazione
Valutazione: 3.74 / 6 basato su 130 voti.

Restituzione del deposito cauzionale al termine della locazione: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Francesca
    Francesca
    4 giorni fa
    A inizio dicembre ho riconsegnato le chiavi dell'appartamento che avevo in affitto.
    La riconsegna è stata fatta all'agenzia immobiliare perché il proprietario è fuori regione, che dopo le verifiche dell'agenzia mi ha ridato la caparra.
    A distanza di due mesi mi dice che il nuovo affittuario ha riscontrato dei danni e che farà dei preventivi.
    Io sto ancora aspettando il conguaglio dell'amministrazione.
    Può trattenersi quei soldi come spese di ripristino di danni ovviamente non miei?
    rispondi al commento
  • Vale59
    Vale59
    Mercoledì 2 Dicembre 2020, alle ore 12:46
    Nel mese di novembre è venuto a mancare mio fratello (separato dalla moglie senza divorzio , e in separazione di beni) mi sono dovuta occupare di tutto quello che comporta il seguito di un decesso.
    Ho trovato nel contratto d'affitto la restituzione della cauzione pari a due mensilità.
    Come posso propormi con il proprietario dell'alloggio?
    rispondi al commento
  • Leon45
    Leon45
    Lunedì 17 Agosto 2020, alle ore 11:38
    Ho in affitto da 3 anni un appartamento.
    Al momento del contratto ho versato 2000 € alla proprietaria (1 in corrente e 3 come cauzione).
    Alla scadenza di contratto, dopo dato preavviso nei termini, lascio l'appartamento è visto che non sono intenzionati ad affitarla ad altre persone e un mio diritto chiedere subito la cauzione di 1500 € data al momento del contratto?
    rispondi al commento
  • Tiziano1
    Tiziano1
    Sabato 14 Marzo 2020, alle ore 14:23
    Non è stata ritornata la caparra e sono 15 giorni che ho lasciato l'immobile.
    Il padrone di casa dice di non aver ancora visionato la casa,  ma come è possibile.
    Per legge lo può fare?
    rispondi al commento
  • Laura13
    Laura13
    Venerdì 28 Febbraio 2020, alle ore 16:46
    Fra alcuni mesi finisce il mio contratto d'affito.
    Il padrone di casa ritiene che dalla caparra dovrei pagare dei costi di pulizia ed imbiancamento della casa.
    La casa è in ottime condizione salvo al logorio dovuto al normale uso.
    Da quello che capisco sull' articolo non dovrei pagare per queste spesse, mentre l'appartamento venga rilasciato pulito.
    C'è qualche norma legale che mi serve da sostengo per parlare con il proprietario?
    rispondi al commento
  • Katamashi
    Katamashi
    Giovedì 27 Febbraio 2020, alle ore 19:53
    La proprietaria di casa non vuole darmi le caparre finché non presento le bollette di chiusura che arriveranno entro 6 settimane dalla suddetta chiusura.
    È legale?
    Arrivano comunque intestate a me tramite addebito diretto in conto corrente bancario.
    rispondi al commento
  • Domenicopernice
    Domenicopernice
    Giovedì 9 Gennaio 2020, alle ore 12:37
    Buona
    rispondi al commento
  • Rosy1
    Rosy1
    Domenica 29 Settembre 2019, alle ore 12:59
    Forse il 1° dicembre lascerò l 'appartamento riuscirò a dirlo con certezza alla mia proprietaria a metà ottobre,per una questione di trasferimento di lavoro.
    Ho dato a lei un deposito di 2 mensilità pari a 840 euro, sul contratto c'era scritto che dovevo avvisarla almeno 3 mesi prima.
    Mi ha detto che se per inizio dicembre non riesce ad affittare l 'appartamento si terrà un mensile dalla mia quota, tutto cio' è giusto sono io in difetto o lei?
    rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Rosy1
      Lunedì 30 Settembre 2019, alle ore 11:51
      Diciamo che a conti fatti è un modo di compensare il mancato preavviso nei termini.
      rispondi al commento
      • Rosy1
        Rosy1 Lucag1979
        Lunedì 30 Settembre 2019, alle ore 14:46
        Quindi se vado via a gennaio mi ritorna tt indietro a prescindere, se affitta o no l appartamento? ma lei è nel giusto o no?  
        rispondi al commento
        • Lucag1979
          Lucag1979 Rosy1
          Venerdì 11 Ottobre 2019, alle ore 11:34
          Tu hai diritto alla restituzione della caparra sempre, specie se disdici nei modi e nei termini di legge. certo se vai via prima la proprietaria può farti causa per danni.
          rispondi al commento
  • Ciro861
    Ciro861
    Venerdì 13 Settembre 2019, alle ore 18:36
    Ho in corso un affitto.
    Mi sono trasferito in un altra casa e sto continuando a pagare l'affitto per terminare i mesi di preavviso.
    Ho consegnato le chiavi ieri, oggi il proprietario mi invia delle foto del materasso matrimoniale che presenta delle macchie.
    Come bisogna comportarsi in questi casi?
    Ovviamente c'è la cauzione che mi dovrà ritornare.
    rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Ciro861
      Giovedì 26 Settembre 2019, alle ore 18:32
      Se la macchia l'hai fatta tu...renditi disponibile alla pulizia. 
      rispondi al commento
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
  • espandi
Torna Su Espandi Tutto
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
323.438 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Restituzione del deposito cauzionale al termine della locazione che potrebbero interessarti


Come avere indietro la caparra dopo la fine del contratto d'affitto

Affittare casa - Cos'è la caparra, se produce interessi e quando devono essere restituiti, come chiedere indietro la caparra e come domandarne l'attribuzione. Dubbi e soluzioni.

Contratto di locazione ad uso foresteria

Affittare casa - Il contratto di locazione ad uso foresteria prevede che una società di capitali prenda in affitto un immobile da destinare ai suoi dipendenti, collaboratori o soci.

Come ottenere indietro o trattenere il deposito cauzionale

Affittare casa - Qual è la sorte del deposito cauzionale, detto anche impropriamente caparra, nel contratto di locazione? Ecco i diritti del conduttore e quelli del proprietario

Risoluzione del contratto di locazione: obbligatoria la registrazione

Leggi e Normative Tecniche - La risoluzione del contratto di locazione deve essere registrata. Lo afferma la CTP di Milano che condanna un contribuente per aver tardivamente versato l'imposta

La cedolare secca esclude l'imposta di registro sulla fideiussione

Affittare casa - L'opzione per la cedolare secca non fa scattare l'imposta di registro sull'eventuale fideiussione inserita nel contratto di locazione. Dovuta invece quella di bollo

Contratti di locazione a canone concordato: agevolazioni fiscali solo se c'è attestazione

Affittare casa - In caso di contratto di locazione a canone concordato non assistito, per le agevolazioni fiscali è necessaria l'attestazione delle organizzazioni di categoria.

Inquilino moroso: ecco come difendersi

Mutui e assicurazioni casa - Per tutelare i proprietari di immobili in locazione da inquilini morosi, si trovano sul mercato molte polizze assicurative. Vediamo da vicino di cosa si tratta.

Affitto: il locatore può cedere il contratto senza consenso dell'inquilino

Affittare casa - Per la cessione del contratto di locazione da parte del padrone di casa non è richiesto il consenso del conduttore. Lo dice la Cassazione con una recente sentenza

Agevolazioni fiscali per i proprietari che affittano

Affittare casa - Il reddito della locazione, viene tassato in maniera differente a seconda del tipo di contratto e anche per i proprietari vi sono delle agevolazioni fiscali.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img lucav22
Salve a tutti, volevo sapere se io (conduttore) potessi chiedere la restituzione dei canoni versati per un immobile ad uso abitativo tramite contratto di locazione non registrato...
lucav22 29 Dicembre 2020 ore 19:08 19
Img fabriziolepiscopo
Avrei una richiesta di informazioni in merito alle detrazioni fiscali su ristrutturazione immobile. Trovandomi in una casistica particolare, non ho trovato una risposta esaudiente...
fabriziolepiscopo 17 Settembre 2020 ore 19:34 1
Img francoli
Salve avrei bisogno di sapere se dopo la prima scadenza di un contratto di locazione (4+4) con rinnovo automatico per i 4 anni a seguire, ad un anno circa dalla scadenza dello...
francoli 23 Luglio 2020 ore 16:37 6
Img barbarafranzoni
Buongiorno. Sono in affitto dal 2009 con contratto 4+4 regolarmente rinnovato. A gennaio il proprietario mi ha mandato una raccomandata dicendo che entro il 31 luglio dovrò...
barbarafranzoni 23 Luglio 2020 ore 16:33 7
Img apache7
Buongiorno vorrei chiedere un vs parere. Starei per acquistare una seconda casa vicino al mare come investimento da poter locare d'estate, la mia disponibilità non è...
apache7 18 Maggio 2020 ore 16:05 2