Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Restauri a regola d'arte

Particolari da osservare nelle opere restaurate.
16 Agosto 2011 ore 21:53 - NEWS Arredamento
arredamento , restauro , mobili antichi , rifinitura

Chi possiede un mobile antico, prima o poi si trova nella necessita' di farlo restaurare, a causa delle inevitabili patologie provocate dal trascorrere del tempo.

Media Lavorincasa.itLa scelta dell'artigiano a cui affidare tale incarico, non è semplice, essa infatti presuppone la conoscenza delle capacità del futuro restauratore e della sua serietà professionale.

Il restauro infatti, è un'opera di conservazione e non di rifacimento per cui l'artigiano preposto dovrà sempre operare nel rispetto di tutti i valori del mobile.

La smussatura di uno spigolo, una rigatura sul piano di un tavolo che per essere eliminata con una lamatura comporterebbe la rovina della patina originale, sono come rughe sul volto di una bella donna, non si possono eliminare senza snaturarne in parte l'armonia.

Cassetto antico

Il mobile, una volta restaurato, deve mantenere la dignità della propria età, per questi motivi, chi si occupa di restaurare un mobile antico, dovrà lavorare con la consapevolezza di evitare di alterare la storia del mobile, per riportare il mobile agli antichi fasti, ma senza dimenticare che per i mobili l'età è un pregio, non un difetto da camuffare.

Alla luce della doverosa premessa, in relazione al prestigio del mobile da trattare, sarebbe opportuno che una volta identificato l'artigiano che dovrà eseguire il restauro, si concertasse con esso il programma da seguire nelle operazioni di restauro, senza trascurare quelle giudicate minime, le quali sono le più facili da dimenticare, stabilendo una cronologia d'esecuzione che non intralci un intervento con un altro.

In questa occasione, sarà bene effettuare una documentazione fotografica, che mostri il mobile sia in una visione generale, che nei particolari, soprattutto dove sono presenti i guasti più importanti.

Sedie restaurateEspletata tale fase, è opportuno stabilire altresì, di comune accordo con l'artigiano, che nelle fasi di rifinitura del mobile, prima di passare alla finitura finale, si possa valutare insieme, applicando il prodotto di finitura in una zona nascosta del mobile, la validità del trattamento da effettuarsi.

Questo test sul prodotto da impiegare, dovrà essere valutato trascorsi almeno 2 giorni dall'applicazione, ciò è di fondamentale importanza, al fine di dare dell'oggetto la sua giusta immagine.

La finitura del mobile, dovrà tener conto innanzi tutto di quella che era o dovrebbe essere stata la finitura originale, va ripristinata e non va inventata, quando è ormai compromessa e si decide di eseguirla ex-novo si deve tener conto logicamente dell'epoca e dell'origine dell'oggetto.

Fondamentalmente, gli interventi di restauro possono essere divisi in due tipologie: conservativi e integrativi, nell' intervento conservativo verranno consolidate e rincollate tutte le parti tarlate o comunque degradate o scollate, senza aggiungere o togliere nulla.

L'oggetto del restauro quindi non sarà sverniciato ma solo pulito salvaguardando fin dove è possibile la verniciatura originale, e soprattutto la patina.

L'intervento integrativo, prevede il ripristino di tutte quelle parti mancanti, indispensabili per far sì che l'oggetto in questione riprenda la sua funzionalità.

Al fine di evitare falsi storici, occorre tener presente, che la reintegrazione delle parti mancanti non deve essere superiore al trenta per cento delle parti che compongono l'oggetto stesso.

riproduzione riservata
Articolo: Restauri a regola d'arte
Valutazione: 3.00 / 6 basato su 1 voti.

Restauri a regola d'arte: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
328.057 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Restauri a regola d'arte che potrebbero interessarti


Mobili antichi: cercarli e restaurarli

Bricolage legno - Recuperare mobili antichi e restaurarli, lasciando inalterato il loro fascino dato dal passare del tempo: una guida introduttiva al mondo del restauro.

Pulizia accessori mobili antichi

Pulizia casa - Serrature, pomoli, chiavi e ripiani non sono elementi trascurabili nel restauro di un mobile antico e vanno trattati in modi differenti, in base al materiale.

Come si stabilisce l'autenticità dei mobili antichi?

Divani e poltrone - Quali sono le regole fondamentali per acquistare in sicurezza mobili antichi, metodi di analisi consigliati per il certificato di autenticità fornito dal venditore

Mobile vecchio o di antiquariato

Arredamento - Il settore del mobile antico abbraccia una vasta varieta' di articoli, ma non tutti possono essere considerati di pregio.

Consigli per la manutenzione dei mobili antichi

Complementi d'arredo - I mobili antichi hanno grande fascino e un valore economico non indifferente, ma per conservarli correttamente richiedono un uso attento e manutenzione adeguata

Recuperare nel centro storico

Restauro edile - Quando si tratta di intervenire in zone storiche o in un centro storico con riqualificazioni o ristrutturazioni di immobili, non è mai cosa semplice: malte e calci.

Qual è la differenza tra mobili antichi, in stile antico e i falsi?

Arredamento - Per evitare truffe o sorprese spiacevoli, è molto importante capire la differenza fondamentale fra mobili di antiquariato, antichi, vecchi, in stile e i falsi.

Recuperare porte molto rovinate

Restauro edile - Dalle vecchie porte in legno si può spesso recuperare qualcosa di interessante, anche quando sembrano totalmente compromesse e non più riutilizzabili come prima.

Come lucidare i mobili di legno antichi

Bricolage legno - Lucidatura a gommalacca o con cera d'api per ridare lucentezza ai vecchi mobili di legno? Ecco due tecniche che in tanti secoli hanno subito ben poche mutazioni
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img andrealm
Salve a tutti, stiamo svolgendo un progetto universitario al Politecnico di Milano legato al settore del mobilio e più in particolare al mondo degli imbottiti, vi chiedo...
andrealm 11 Dicembre 2020 ore 00:15 6
Img francescosaturno
Buongiorno, casa nuova da arredare, secondo voi come posso disporre nel soggiorno parete attrezzata e divano? Grazie mille per le idee.
francescosaturno 15 Ottobre 2020 ore 13:17 8
Img sara benedetti
Sto arredando la mia nuova casa e vorrei arredarla con uno stile shabby chic, avete consigli su che tipo di illuminazione posso inserire? Considerate che ho dei soffitti molto...
sara benedetti 23 Maggio 2020 ore 01:26 8
Img gianmaria76
Purtroppo ho malauguratamente acquistato un divano angolare presso la sede di Confalone di piazzale Flaminio a Roma.Dopo appena un mese il divano era completamente deformato.
gianmaria76 08 Febbraio 2020 ore 18:01 4
Img sara benedetti
Buonasera a tutti. Ho bisogno di un consiglio. Pensavo di riarredare casa, in particolare la zona living, perché ne ho abbastanza dei mobili e dei divani che ho attualmente...
sara benedetti 28 Gennaio 2020 ore 14:53 15