Recupero degli infissi in legno

NEWS DI Infissi12 Luglio 2012 ore 09:35
Un criterio di valutazione per stabilire la convenienza a recuperare gli infissi esterni in legno degradati in seguito all'usura del tempo ed ad una scarsa manutenzione.
infissi , legno , recupero , ristrutturazione

Materiale usato

Uno dei materiali più usati per la realizzazione di infissi esterni è stato ed è tuttora il legno, materiale che con il passare dei secoli mantiene inalterato il suo valore, anzi lo esalta accoppiandosi a materiali e tecniche nuove che ne permettono l'impiego in vari settori dell'abitare.

Oggi, che buona parte del patrimonio edilizio italiano è ormai invecchiato al punto tale da dover prendere in seria considerazione la possibilità o meno di intervenire per recuperare ciò che l'usura del tempo unitamente alla trascuratezza dell'uomo hanno ormai compromesso, è importante stabilire un criterio di convenienza al quale attenersi, per verificare la bontà dell'intervento di recupero progettato.


Pino come essenza più usata


Il recupero degli infissi in legno: La materia prima il pinoUna delle essenze più usate per la realizzazione degli infissi esterni, è il pino di cui la letteratura del settore cita oltre 115 specie sparse in tutte le regioni del mondo.

La famiglia delle pinaceae è una grande famiglia di alberi, con un ruolo che qualcuno ha definito sociale, nel senso che ormai basta visitare qualunque grande punto vendita di mobili fai da te o i famosi centri IKEA, per constatare quanto grande e diffuso sia ormai il suo impiego.

In Italia il suo impiego negli anni passati, è stato rilevante in particolare per la realizzazione di infissi esterni, i motivi di tale scelta, sono da ricercarsi nelle caratteristiche intrinseche del materiale e nel prezzo abbastanza conveniente rispetto ad altre essenze più rinomate.

Il recupero degli infissi in legno:la caratteristica venatura del pino

Il pino è un legno dolce, perciò è facilmente lavorabile, purtroppo la sua facile lavorabilità spesso va di pari passo con una scarsa durevolezza, cosa che si accentua particolarmente quando la manutenzione negli anni è scarsa o addirittura mancante.

È per questo che gli infissi in pino massiccio tendono col tempo a imbarcarsi leggermente, in maniera direttamente proporzionale alla snellezza del profilo con cui sono realizzati ed alla dimensione della sua sezione trasversale.


Il pino è sensibile alle sollecitazioni inferte con una certa vigoria, il pino massiccio appare piatto, qui è là, nodoso e senza particolari qualità estetiche, per cui il suo impiego è stato negli anni passati principalmente rivolto al settore dei serramenti esterni.


Punti deboli del materiale

A questo proposito occorre rilevare, che il pino è sensibile alla temperatura, alla luce ed agli agenti atmosferici, non è dunque un legno adatto all'esterno a meno che non venga opportunamente trattato.


Criterio d'intervento

Il recupero degli infissi in legno:Un infisso esterno mal conservatoQuando ci si trova di fronte a degli infissi esterni, realizzati in pino in maniera tradizionale, sprovvisti di vetro camera, con un grado di usura dovuta ad una scarsa manutenzione, con il deterioramento di alcune parti con mancanza di guarnizioni adeguate, la domanda nasce spontanea: conviene o non conviene recuperarli attraverso una serie di interventi che comprendano il consolidamento e il perfezionamento funzionale dell'infisso attraverso l'applicazione di vetro camera e l'inserimento di guarnizioni per la tenuta?

Ebbene, per poter rispondere a tale quesito, occorre fare due conti o meglio approfondire la questione attraverso una analisi dei costi d'intervento e rapportare infine il costo di un nuovo infisso a quello restaurato da sostituire.

In primis, nella normalità dei casi non risulta conveniente scanalare ulteriormente i profili per inserirci una vetrocamera 4/9/4, meglio optare per una aggiunta di sopracornici nelle quali alloggiare la vetrocamera.

In tal modo, si ottiene un doppio vantaggio, non si indebolisce l'infisso e nello stesso tempo lo si rende più robusto e molto più isolante sia termicamente che acusticamente.
Il recupero degli infissi in legno:un particolare del degrado superficiale
Si può inoltre, procedere all'inserimento di idonee guarnizioni, per perfezionarne la tenuta agli agenti atmosferici come vento ed acqua, oltre a sostituire le parti più delicate come gocciolatoi, coprigiunti ecc.

In termini economici, un intervento del genere dal punto di vista delle opere di falegnameria può aggirarsi intorno alle 160 euro al mq a cui vanno aggiunti almeno altri 40 euro per opere di tinteggiatura con smalti opachi.

Il costo a metro quadrato, comprende sia l'intervento sull'infisso interno, che sulla persiana esterna, con l'esclusione della sostituzione di maniglie ed eventuali parti di ferramenta.

Bisogna inoltre tener conto, che un infisso così ottenuto non sarà mai perfettamente ed ermeticamente a tenuta come ad esempio un moderno infisso a taglio termico, ma ciò in alcuni casi può anche non rappresentare uno svantaggio.

Vantaggi del recupero

Il recupero degli infissi in legno:un infisso recuperato

Tenuto conto che un infisso esterno, costituito da persiana ed infisso interno legno alluminio provvisto di vetrocamera, costa almeno 600 euro al mq, appare subito evidente che il recupero dei vecchi infissi sopradescritti, risulta conveniente anche se occorrerà sostituire maniglie e ferramenta, a condizione che il lavoro di recupero degli stessi venga eseguito a perfetta regola d'arte.


Per la non perfetta ermeticità degli infissi recuperati, occorre tener presente che il problema riguarda più la tenuta all'acqua che al vento, in quanto mentre un leggero spiffero può contribuire a ricambiare il volume d'aria interno senza provocare alcun danno, l'eventuale infiltrazione di acqua dall'infisso comporta sicuramente un danno.

Per questi motivi, prima di decidere sul da farsi è consigliabile verificare se già nelle condizioni precedenti all'intervento di recupero, vi siano o meno infiltrazioni di acqua, in modo da valutare se il fenomeno è strettamente legato al grado di usura dell'infisso o ad altre cause, al fine di poter meglio intervenire.

riproduzione riservata
Articolo: Recupero degli infissi in legno
Valutazione: 3.74 / 6 basato su 27 voti.

Recupero degli infissi in legno: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Arch.oliva
    Arch.oliva
    Martedì 20 Marzo 2018, alle ore 12:29
    Le fasi sostanziali per rimediare alla cattiva condizione esterna sono le seguenti:
    1-carteggiare fino a far riaffiorare il legno pulito
    2-stendere un impregnante colorato ad acqua finitura cera per uniformare il colore
    3-rifinire con uno strato di finitura a acera sempre ad acqua.
    rispondi al commento
  • Emanuela
    Emanuela
    Sabato 24 Settembre 2016, alle ore 16:27
    Ho bisogno di recuperare una ginestra del bagno in legno compresa la chiusura con la maniglia quanto puo' costare compreso il sopralluogo ?

    Sono ai castelli romani Roma.
    rispondi al commento
  • Maurizio Modena
    Maurizio Modena
    Mercoledì 25 Maggio 2016, alle ore 16:29
    Ho l'esigenza di cambiare le guarnizioni di infissi in legno su serramenti che hanno circa vent'anni e che non sono in condizioni di logoramento tali da sostituirli.

    E' una villetta a schiera.

    Mi può indicare un buon artigiano che se ne occupa e che, previo sopralluogo per preventivo, possa eseguire la manutenzione?

    Io abito in Paderno Dugnano (Mi).

    Grazie.

    Maurizio Modena
    rispondi al commento
  • Arch.oliva
    Arch.oliva
    Venerdì 14 Settembre 2012, alle ore 09:27
    Egr. Signor Edoardo sostituire un vetro semplice con due vetri separati da intercapedine, arreca senz'altro un beneficio alle caratteristiche termoacustiche dell'infisso, per quanto riguarda i costi occorre essere più precisi nello specificare il tipo di vetri impiegati (basso emissivi, stratificati, semidoppi ecc), in genere una composizione standard 4/12/4 composta da due vetri semidoppi di 4 mm. separati da camera d'aria di mm12 ha un costo che si aggira attorno ai 40euro al mq.
    rispondi al commento
  • Edoardo
    Edoardo
    Giovedì 13 Settembre 2012, alle ore 19:57
    L'applicazione di un doppio vetro al posto di vetro singolo non porta vantaggi ? Credevo di si.
    Quanto meno d'inverno il taglio termico è maggiore. Penso e spero perchè sto mettendo i doppi vetri da solo a casa mia.
    Qualcuno può darmi un prezzo orientativo al mq. del costo del vetro doppio?
    Grazie a tutti
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Recupero degli infissi in legno che potrebbero interessarti
Recupero di infissi deteriorati

Recupero di infissi deteriorati

Infissi - Come recuperare gli infissi esterni deteriorati.
Consigli su infissi in legno

Consigli su infissi in legno

Progettazione - Il legno rimane sempre una scelta particolarmente gradevole per gli infissi esterni, in questo articolo vediamo le caratteristiche e i consigli per proteggerli.
La protezione degli infissi in legno

La protezione degli infissi in legno

Ristrutturazione - La necessità di una corretta manutenzione dell'infisso, è indispensabile oltre che per preservarne la integrità, anche per garantirne un corretto funzionamento. Come mantenere efficienti gli infissi esterni in legno - Lavorincasa.it

Materiali per infissi

Infissi - La scelta dei materiali per gli infissi in nuove costruzioni o in sostituzione di infissi esistenti è fondamentale per la valutazione energetica degli edifici.

Scegliere gli infissi

Infissi - La scelta di un adeguato infisso per la nostra casa permette di rendere gli ambienti confortevoli, stabilendo il giusto rapporto tra spazio interno e spazio esterno.

Sostituzione degli infissi e decoro dell'edificio

Parti comuni - Gli infissi delle unità immobiliari di proprietà esclusiva in un edificio in condominio, la loro sostituzione e le questioni relative al decoro dello stabile.

Legno d'Ingegno

Progettazione - Organizzato da Rilegno, Consorzio Nazionale per la raccolta, il recupero e il riciclaggio degli imballagi in legno, Legno d'Ingegno si rivolge a giovani designer under 35.

Riutilizzo di un vecchio androne

Soluzioni progettuali - Il progetto di recupero ed arredamento nelle sue parti essenziali, consiste nell'inserimento nell'androne di un soppalco a ridosso del portone d'ingresso.

L'apertura giusta

Infissi - Qualunque sia il tipo di finestra che scegliamo per casa (in legno, in pvc, in alluminio o con materiali accoppiati) è importante fare attenzione al tipo di apertura.
Discussioni Correlate nel Forum Lavorincasa
Img tazery
Salve a tutti. Ho degli infissi di circa 100-110 anni in legno (vetro singolo) che hanno bisogno di un intervento: o di sostituzione o recupero, trasformandoli in doppio vetro.Ho...
tazery 16 Febbraio 2015 ore 16:37 2
REGISTRATI COME UTENTE
294.213 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Ristrutturazione
    Ristrutturazione...
    500.00
  • Tetto
    Tetto...
    49.00
  • Facciate condominio
    Facciate condominio...
    50.00
  • Ristrutturazione bagno
    Ristrutturazione bagno...
    4900.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Pensiline.net
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Kone
  • Faidatebook
  • Weber
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.