Reati sulle parti comuni e querela

NEWS DI Condominio03 Marzo 2011 ore 15:25
Le parti e le cose comuni di un edificio in condominio (art. 1117 c.c.) possono essere oggetto di reato.Si pensi ai furti, al danneggiamento e più in
parti comuni , amministratore , qurerela , immissioni
QuerelaLe parti e le cose comuni di un edificio in condominio (art. 1117 c.c.) possono essere oggetto di reato.Si pensi ai furti, al danneggiamento e più in generale a tutti quei comportamenti criminosi che prendono di mira l'edificio e le sue pertinenze.Solitamente, vista e considerata la natura delle offese, si tratta di reati contro il patrimonio e più nello specifico di delitti che si perpetrano su beni immobili.I reati, così c'insegna il codice penale, sono punibili d'ufficio, ossia l'azione penale può essere esercitata dal pubblico ministero di propria iniziativa, o a seguito di querela della persona offesa.La querela è l'atto con cui il soggetto passivo del reato può chiedere alla pubblica autorità che si proceda al fine di accertare l'eventuale consumazione di un reato, accertandone il responsabile e naturalmente chiedendone la punizione.Nel caso del condominio e dei reati perseguibili a querela, a chi spetta il diritto di proporla?Della questione s'è occupata, non senza sorprese, la Suprema Corte di Cassazione con la sentenza n. 6197 del 18 febbraio 2011.Nel caso di specie una persona era stata imputata del reato di violazione di domicilio per aver effettuato l'accesso alle parti comuni dello stabile senza il necessario permesso.Uno dei comproprietari, quindi, sporgeva querela per vedere punito il colpevole.L'imputato, però, veniva assolto in Cassazione.Con che motivazione?Comunemente si direbbe per cavilli procedurali eppure la spiegazione della Corte merita attenzione ed una riflessione.Il reo è andato esente da responsabilità penale non perchà© non era entrato nell'edificio ma in quanto, dicono i Supremi Giudici laddove vittima del reato sia un soggetto collettivo quale è il condominio è necessaria la querela della totalità dei componenti nella sua espressione istituzionale. Inoltre è da escludere che il singolo condomino possa esercitare una facolta' di questo genere con riferimento alla propria quota millesimale delle parti comuni dell'edificio (Cass. pen. 18 febbraio 2011 n. 6197).QuerelaIn sostanza, si legge in sentenza, il condomino non è legittimato a presentare querela per un reato commesso in danno di parti comuni dell'edificio (Cass. ult. cit.).Una novità, questa, poichà© sembra quasi che il condominio torni ad essere visto come soggetto di diritto distinto rispetto ai suoi partecipanti, cosa che, come c'insegna da lungo tempo la Cassazione civile, non è ipotizzabile (su tutte Cass. SS.UU. n. 9148/08).Ad una prima lettura della notizia la riflessione che sorge spontanea è la seguente: pare assai strano che il legittimo proprietario d'un bene, seppur non dell'intero ma di una sua sola parte, non possa agire per ottenere giustizia del crimine perpetrato sulla stessa, salvo poi poter agire civilmente (il dato è pacifico nella giurisprudenza civile di merito e di legittimità) per tutelare i propri interessi rispetto alle cose comuni e ciò al di là delle azioni poste in essere dall'amministratore.È auspicabile un'inversione di tendenza della presa di posizione della Corte di legittimità.
riproduzione riservata
Articolo: Reati sulle parti comuni e querela
Valutazione: 4.25 / 6 basato su 4 voti.

Reati sulle parti comuni e querela: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • T.  Tafani
    T. Tafani
    Martedì 6 Settembre 2016, alle ore 22:45
    Paradossale, se per caso, reo fosse l'amministratore, non sarebbe accertabile?

    Dubito che anche se fosse sollecitato dai condomini, farebbe la querela.

    E come ci si pone se un condomino volesse, dovesse, querelare proprio l'amministratore per danni alla cosa comune?
    rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 T. Tafani
      Mercoledì 7 Settembre 2016, alle ore 15:48
      Concordo, la sentenza è criticabile per vari aspetti.
      rispondi al commento
  • Paga Pantalone
    Paga Pantalone
    Mercoledì 11 Maggio 2011, alle ore 16:42
    Adoro questa sentenza.Che succede se un condomino commette il reato di danneggiamento sulle parti comuni? Che io devo pagare in millesimi e non posso neppure querelarlo?
    rispondi al commento
  • Venera75
    Venera75
    Mercoledì 9 Marzo 2011, alle ore 16:22
    Ma cosa accade quando il reato non è relativo alle parti comuni dell'edificio condominiale ma, come nella fattispecie di cui mi sto occupando, è stato commesso da un precedente amministratore di condominio che si è appropriato indebitamente di somme di denaro? La querela può essere sporta dal singolo condomino?
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Reati sulle parti comuni e querela che potrebbero interessarti
Amministratore di condominio e servitù

Amministratore di condominio e servitù

Condominio - L'amministratore di condominio non può agire in giudizio per ottenere il riconoscimento di una servitù perché questa azione non rientra tra i suoi poteri.
Condominio: nessun compenso extra all'amministratore revocato

Condominio: nessun compenso extra all'amministratore revocato

Amministratore di condominio - Nel caso in cui l'incarico dell'amministratore di condominio venga revocato non è previsto alcun compenso se l'assemblea è contraria alla proroga dei suoi poteri
L'amministratore del piccolo condominio

L'amministratore del piccolo condominio

Condominio - Quando il numero dei condomini, ossia dei proprietari delle unità immobiliari, è pari a cinque, o superiore, l'assemblea deve nominare un amministratore, se l'assemblea non provvede, la nomina è fatta dall'autorità giudiziaria.

Liti tra vicini e ruolo dell'amministratore

Liti tra condomini - Le liti più frequenti sono quelle tra vicini, soprattutto in condominio. Qual'è il ruolo dell'amministratore di condominio in caso di litigi sul pianerottolo.

L'amministratore di condominio e le cause condominiali

Condominio - Il ruolo di amministratore di condominio è in tutto e per tutto equiparabile a quello di un mandatario, vale a dire alla persona cui ci si rivolge per

I provvedimenti dell'amministratore

Condominio - L'amministratore è il mandatario dei condomini. Egli agisce per loro nome e conto ai fini della gestione delle parti comuni dello stabile.

Il compenso dell'amministratore? Lo paga anche l'inquilino (forse)

Amministratore di condominio - Tra le spese cui deve partecipare l'inquilino una di quelle che crea maggiori problemi è il compenso dell'amministratore. Chi lo paga?

Dimissioni dell'amministratore di condominio. Quando sono possibili?

Amministratore di condominio - È consuetudine parlare della revoca dell'amministratore di condominio. Si sa che il legale rappresentante dei condomini può essere revocato in qualsiasi momento dall'assemblea.

Servitù e ruolo dell'amministratore di condominio

Condominio - Ove esistano servitù di passaggio a favore di altro edificio e vi siano autonomi condomini, spesso capita che col tempo sorgono contestazioni in merito alle modalità di esercizio.
REGISTRATI COME UTENTE
294.216 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Box doccia sfera
    Box doccia sfera...
    332.00
  • Trendy shiny tappeto
    Trendy shiny tappeto...
    695.00
  • Jumbo carrello
    Jumbo carrello...
    119.56
  • Systemair ventilconvettore pavimento o soffitto kw 5
    Systemair ventilconvettore...
    257.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Pensiline.net
  • Weber
  • Kone
  • Faidatebook
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.