Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Rastrelliere per bici in condominio, quali maggioranze?

NEWS Parti comuni13 Marzo 2020 ore 10:41
L'installazione di rastrelliere per biciclette in condominio è questione comune. Alcune regole da seguire per l'assunzione della decisione in maniera legittima.

Rastrelliere per bici


La rastrelliera per bicicletta è un manufatto che serve per parcheggiare il velocipede.

I modelli sono tanti: i più comuni, quelli che si vedono nelle strade pubbliche, solitamente sono infissi al suolo. Non mancano rastrelliere per bici mobili, cioè liberamente posizionabili e composte da blocchi di cemento ai lati e un corpo metallico al centro per il bloccaggio della bicicletta.

È sempre più usuale che sia posta agli ordini del giorno delle assemblee condominiali la disciplina della sosta delle biciclette negli spazi comuni; normale dunque che venga pensata l’installazione di rastrelliere per bici in condominio .

Rastrelliera bici
Chi può decidere l’installazione delle rastrelliere per bici?

Solo l’assemblea, l’amministratore o anche i singoli condòmini?

Come valutare la legittimità dell’installazione?

Che cosa fare se non si è d’accordo con le modalità d’installazione?

Queste le principali domande che solitamente ci si pone quando si decide di valutare il posizionamento di rastrelliere per bici in condominio.

È utile dunque affrontare l’argomento per comprendere chi debba/possa decidere e che cosa possa fare chi con quella decisione non si trova d’accordo. Poco, lo diciamo subito, se il procedimento decisionale è corretto e gli spazi comuni consentono l’installazione del manufatto.


Uso degli spazi comuni


Quando si pensa all’uso degli spazi comuni in condominio non si può non tenere presente che essi possono essere utilizzati dai singolo condòmini:

  • secondo la loro naturale destinazione, ovvero quella decisa dall’assemblea;

  •  ai sensi dell’art. 1102 c.c., cioè in maniera più intensa, cioè alternativamente alla normale destinazione, ma comunque con modalità con essa compatibili e rispettose del pari diritto degli altri condòmini.

La tutela delle destinazioni d'uso delle cose comuni, avverso utilizzazioni in grado d’incidere negativamente e in modo sostanziale sulle medesime consuete forme d’uso è apprestata dall’art. 1117-quater c.c.


Rastrelliere per bici in condominio installate dai singoli condòmini


Si pensi a uno spazio d’ingresso condominiale, tra il muro perimetrale del condominio e l’edificio vero e proprio. Si ipotizzi che un condòmino decida di sua iniziativa l’installazione di una rastrelliera per bici. Tale condotta può considerarsi lecita?

Rastrelliera bici in condominio
Per rispondere bisogna considerare l’eventuale presenza e contenuto di un regolamento contrattuale che potrebbe assoggettare ogni iniziativa d’uso e modifica delle parti comuni ad opera dei singoli condòmini ad autorizzazione assembleare.

In mancanza di tali norme bisogna guardare al contenuto del primo comma dell’art. 1102 c.c. (norma dettata per la comunione in generale ma pacificamente applicabile anche al condominio negli edifici in ragione del disposto dell’art.1139 c.c.) il quale specifica che è garantito il pari uso delle cose comuni a tutti i condòmini purché tale forma d’uso non limiti l’altrui pari diritto e non sia lesivo della destinazione normale della cosa. Come ha specificato la giurisprudenza leggendo, interpretando e applicando l’art. 1102 c.c., gli usi individuali non devono creare pericolo per la sicurezza, la stabilità ed il decoro dell’edificio.

Tornando alla rastrelliera per bici posizionata su iniziativa del singolo condòmino, difficilmente questa potrà essere considerata modalità d’uso individuale lesiva dei dettami di cui all’art. 1102 c.c. a meno che gli spazi non siano così angusti da non consentire quel collocamento o il posizionamento in generale. Valutazioni, queste, che vanno effettuate in relazione alle specifiche fattispecie.


Rastrelliere per bici, per delibera d'assemble o decide l'amministratore?



La medesima decisione d’installazione delle rastrelliere per bici può essere assunta dall’assemblea, che ai sensi dell’art. 1138 c.c., ha il potere di disciplinare l’uso delle cose comuni.

Allo stesso modo, ad avviso dello scrivente, nel limite di un intervento che va semplicemente a meglio disciplinare usi delle parti comuni già previsti o comunque esistenti, è nelle prerogative dell’ amministratore , se non si tratta di spesa esosa, provvedere a fare installare una rastrelliera per bici.

La norma che legittima questa conclusione, si ribadisce a parere dello scrivente, è l’art. 1130 n. 2 c.c. a mente del quale l’amministratore di condominio è tenuto a disciplinare l'uso delle cose comuni e la fruizione dei servizi nell'interesse comune, in modo che ne sia assicurato il miglior godimento a ciascuno dei condomini .

La disciplina dell’uso può sostanziarsi tanto in semplici direttive regolatrici delle modalità di fruizione degli spazi comuni, quanto in una loro migliore organizzazione finalizzata allo scopo proprio della prerogativa del mandatario.

In questo contesto complessivo, il singolo condòmino che voglia contestare la decisione di un suo vicino ovvero quella dell’assemblea o dell’amministratore può sempre farlo fino alla instaurazione di un’azione giudiziaria volta alla decisione sulla legittimità delle iniziative singole o deliberative.

Del pari l’assemblea può contrastare la decisione dei singoli ovvero quella dell’amministratore, così come quest’ultimo può attivarsi contro i condòmini in ragione di un’asserita violazione dell’art. 1102 c.c.

In buona sostanza un bilanciamento d’interessi e prerogative volto ad evitare abusi di qualunque genere.

riproduzione riservata
Articolo: Rastrelliere per bici in condominio
Valutazione: 5.50 / 6 basato su 2 voti.

Rastrelliere per bici in condominio: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
REGISTRATI COME UTENTE
314.361 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Quanto costa, dove lo trovo? Sei un Azienda ? Pubblica i tuoi Prezzi Quì !
  • Adeguamento antincendio autorimesse Condominiali
    Adeguamento antincendio...
    250.00
  • Progettazione di interni
    Progettazione di interni...
    300.00
  • Facciate condominio
    Facciate condominio...
    50.00
  • Ristrutturazioni Condomini
    Ristrutturazioni condomini...
    350.00
Notizie che trattano Rastrelliere per bici in condominio che potrebbero interessarti


Rastrelliere per biciclette ed uso della cosa comune

Parti comuni - Non costituisce innovazione la decisione dell'assemblea condominiale di installare rastrelliere per biciclette se ciò non comprime l'uso normale della cosa comune.

Parti comuni dell'edificio e regolamento condominiale assembleare

Parti comuni - In tema di condominio, se sussiste incertezza sulla condominialità o meno di alcune parti dell'edificio, la soluzione non può essere data dal regolamento assembleare.

Arredi urbani di design per case e condomini

Soluzioni progettuali - Per condomini e case private sul mercato sono disponibili numerosi elementi d'arredo urbano, come panchine e rastrelliere per biciclette dal design molto curato

Perchà l'art. 1102 c.c. si applica anche al condominio?

Condominio - In questo blog ci occupiamo spesso di sentenze che affrontano il tema dell?uso dei beni condominiali

Regolamento condominiale contrattuale e posizione dell'inquilino

Regolamento condominiale - Il regolamento condominiale non dev'essere rispettato dall'inquilino se il proprietario non l'ha accettato o se non c'è uno specifico accordo

Spese ascensore in condominio: spettano anche a chi abita al piano terra

Parti comuni - Suddivisione delle spese per la manutenzione e sostituzione dell'ascensore. Sono dovute anche da chi ha un locale o negozio con accesso diretto a piano terra.

Asilo nido in condominio? Dipende dal regolamento

Regolamento condominiale - L'apertura di un asilo nido in un condominio può essere vietata da un regolamento contrattuale ed in tal caso l'amministrazione comunale non può non tenerne conto.

Parti comuni condominiali piccole rispetto al numero dei condomini

Condominio - Le parti comuni condominiali possono essere utilizzate da tutti i condomini e nessun può impedire ad altri di farlo: che cosa succede se sono troppo piccole?

Modalità d'uso delle cose comuni

Parti comuni - In tema di utilizzazione delle parti comuni, quali sono i poteri dell'assemblea, quali i diritti dei condòmini e quali le soluzioni in caso di abuso da parte di qualcuno?
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img gianpaolo64
Buongiorno a Tutti.Avrei un quesito da porre ....abito in una casa dove vige un regolamento di condominio contrattuale (firmato al buio all'atto notarile) dove le spese di pulizia...
gianpaolo64 22 Febbraio 2016 ore 12:24 3
Img feliceroma
Buon giorno a tutti, vorrei porvi un problema: il regolamento di condominio contrattuale può essere modificato a maggioranza?...
feliceroma 05 Agosto 2017 ore 13:21 1