Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Protezione degli impianti posati a pavimento

Le regole fondamentali per proteggere gli impianti a pavimento.
06 Maggio 2011 ore 14:36 - NEWS Impianti
impianti , protezione , posa a pavimento

Alcuni tipi di malfunzionamento relativamente agli impianti idrici, elettrici ecc., sono strettamente legati alla cattiva impostazione degli stessi in fase progettuale, o ad errori di esecuzione nella fase realizzativa.

La protezione degli impianti posati a pavimento: un classico impianto a pavimentoChi ha visionato lo spettacolo di tubazioni, cavi, centraline di diramazione, durante la costruzione di una casa , certamente avrà provato un senso di grande confusione nel vedere in che modo i vari impianti si accavallano, si confondono tra loro, lasciando presagire una grande vulnerabilità degli stessi in seguito ad accidentali schiacciamenti o lesioni, che tali tubature possono riportare in seguito alla frenetica attività lavorativa che si svolge in cantiere.

Dato per scontato, che ogni singolo impianto sia stato progettato secondo le norme vigenti in materia, rimane la necessità di eseguire una serie di operazioni fondamentali, per garantire la posa in opera sicura ed efficiente di tutti gli impianti.

Per gli impianti a pavimento è buona norma specialmente per le tubazioni degli impianti idrici e del gas, evitare interruzioni del tratto che va dalla centralina al corpo da servire, tali giunzioni anche se opportunamente sigillate, nel tempo in seguito a svariati fenomeni (dilatazioni termiche, assestamenti, terremoti ecc.), possono cedere facilmente provocando oltre al malfunzionamento degli impianti, dannosi accumuli di sostanze come acqua e gas che annidandosi nel massetto, possono provocare gravi incidenti.

La protezione degli impianti posati a pavimento: la sistemazione delle tubazioni mediante fissaggio con collarini

Le tubazioni dello stesso tipo, identificate da guaine di colore diverso a seconda dell'impianto, vanno opportunamente fasciate al fine di costituire un gruppo ben saldo, e quindi ancorate al sottostante solaio, mediante dei chiodi in acciaio.

Dopo aver provveduto a tali fissaggi, è indispensabile porre la massima attenzione in fase di realizzazione del massetto di sottofondo all'interno del quale vanno annegate le varie tubazioni.

Infatti prima del getto dell'intero massetto, è necessario, eseguire l'appuntatura a terra dei fasci di tubazioni, mediante un impasto adeguato, al fine di costituire attorno alle tubazioni, un cordoletto che oltre a proteggere le tubazioni, funga anche da giunto ripartitore nel successivo massetto, evitando in questo modo un eccessivo ritiro dello stesso.

Occorre precisare che un massetto ben realizzato, depone per una successiva tenuta ottimale a tutte quelle eventuali deficienze costruttive, la sua compattezza evita una forte diffusione di eventuali perdite, e di annidamenti delle stesse all'interno della sua struttura.

Se poi si ha l'accortezza di realizzare il massetto con materiali isolanti, si ottiene anche il beneficio di ridurre le dispersioni termiche nell'impianto di riscaldamento, con conseguente sensibile diminuizione dei costi di esercizio.

La protezione degli impianti posati a pavimento: un supporto per sistemare l'impiantoIn conclusione, per l'installazione dei tubi a pavimento, in presenza di soluzioni costruttive di tipo tradizionale, è necessario che il supporto del rivestimento del pavimento consenta l'alloggio delle condutture elettriche, idrauliche ecc.

In genere si possono ritenere sufficienti 5 cm di sottofondo per il solo impianto elettrico, se però si tiene conto delle esigenze degli altri impianti tecnici si richiedono circa 7-8 cm di sottofondo.

Per evitare danneggiamenti, i tubi protettivi posati a pavimento vanno adeguatamente protetti immediatamente dopo la posa, è anche consigliabile che venga eseguito il sottofondo il più presto possibile, al fine di evitare danni accidentali.

riproduzione riservata
Articolo: Protezione degli impianti posati a pavimento
Valutazione: 5.50 / 6 basato su 2 voti.

Protezione degli impianti posati a pavimento: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
328.092 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Protezione degli impianti posati a pavimento che potrebbero interessarti


La posa dei parquet sui massetti radianti

Pavimenti e rivestimenti - In presenza di riscaldamento a pavimento cosa cambia quando il pavimento è costituito non da materiali convenzionali come ceramiche o marmo ma da parquet in legno?

Pannelli Radianti Freddi e Caldi

Impianti - I pannelli radianti possono essere installati sia a pavimento che a soffitto ed in entrambi i casi sono in grado di fornire energia termica calda o fredda.

Protezioni impianti tecnologici

Fai da te - Durante i lavori gli impianti tecnologici, idrici elettrici e condizionamento devono essere protetti, la loro realizzazione si colloca tra le altre fasi di lavorazioni.

Novità per impianti radianti

Impianti - Gli impianti di riscaldamento a pannelli radianti si stanno sempre più diffondendo nelle nostre abitazioni, anche grazie agli incentivi fiscali per l'istallazione

Giusta posa dei pannelli radianti

Impianti di riscaldamento - Poche ma significative attenzioni nella posa in opera dei pannelli radianti ne influenzano significativamente le prestazioni massimizzandone la resa funzionale.

Pavimenti radianti ribassati

Impianti - Il nuovo sistema di riscaldamento radiante a pavimento permette un piu' ampio utilizzo rispetto ai tradizionali impianti.

Cavi elettrici in casa

Impianti elettrici - Semplici osservazioni e salde conoscenze di base possono farci capire i principi e le modalità con cui è stato realizzato l'impianto elettrico di casa.

Caratteristiche della pavimentazione

Progettazione - L'aspetto finale di un pavimento puo' dipendere da altre peculiarita' indipendenti dalla scelta del Colore e Texture della piastrella.

Parquet incollato o flottante

Pavimenti e rivestimenti - Il parquet prefinito può essere posato in due modi principali, incollato o flottante, a seconda delle esigenze e delle caratteristiche del legno.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img lucav22
Salve a tutti, Volevo sapere se fosse possibile far rientrare l'impianto idrico, elettrico e termico nel conteggio del bonus 110% in quanto sto ristrutturando casa, praticamente...
lucav22 23 Dicembre 2020 ore 17:47 7
Img claudio011235
Buongiorno, ho ristrutturato completamente il mio appartamento passando da una impresa edile. A termine lavori mi sono accorto che la marca degli impianti installati (così...
claudio011235 01 Dicembre 2020 ore 19:46 1
Img donabcs
Salve a tutti, in questo momento sto ristrutturando casa e per risparmiare qualcosa le tracce per l'impianto elettrico ed idraulico li farò io, ovviamente non li farò...
donabcs 20 Settembre 2020 ore 13:27 1
Img torotaxi
Buongiorno, Ho visto da poco un immobile per un possibile acquisto. Si tratta di una villetta a schiera anni 70 (200m2 totali) con impianto di riscaldamento ad aria canalizzata. 7...
torotaxi 04 Settembre 2020 ore 17:05 1
Img apache7
Buongiorno a tutti, scrivo nuovamente riguardo un appartamento che vorrei comprare in cui però ci sono due problemi e vorrei chiedervi consiglio.1 - Il proprietario ha un...
apache7 11 Agosto 2020 ore 09:29 10