• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Progettare il giardino

La progettazione del giardino è una delle fasi più delicate: per un risultato soddisfacente è importante considerare tutti i dettagli, dalla struttura alla vegetazione.
Pubblicato il

Progettare il giardino


Qualsiasi giardino, per risultare piacevole ed equilibrato, deve essere attentamente progettato a tavolino. In generale è conveniente creare una zona a prato che colleghi idealmente le bordure colorate, le aiuole e le recinzioni in un unico organico. Deve esservi un certo equilibrio tra la zona a prato e le parti fiorite o dotate di arbusti.

Procedete con la progettazione realizzando uno schema del giardino in scala (ad esempio 1:100) su carta millimetrata. Riportate con la massima precisione gli elementi preesistenti quali le recinzioni, l'abitazione, i vialetti, ecc.


Posizionare gli elementi del giardino


Ritagliate da cartoncini colorati i vari elementi che costituiscono il giardino: prato, arbusti e bordure fiorite, naturalmente sempre in scala. Ora provate a posizionare in vario modo questi elementi sulla cartina che avete disegnato e provate diverse soluzioni fino ad individuare quella che più vi sembra adeguata.

Progettare il giardinoNon dimenticate i vialetti d'accesso per i pedoni e per le auto, i marciapiedi e tutti quegli altri elementi che, pur non essendo strettamente decorativi, sono comunque essenziali alla funzionalità del giardino.

È molto utile sottoporre la piantina al giudizio di persone diverse in quanto ognuno può apportare valide idee e modifiche utili.

Nella progettazione tenete presente che un prato molto irregolare sarà difficile da tosare mentre uno troppo squadrato rischia di risultare monotono. Gli arbusti alti vanno preferibilmente collocati a sud, per riparare il giardino dal sole battente dell'estate, mentre a nord conviene collocare sempreverdi e altre piante resistenti che non necessitano di molto sole.


Esigenze specifiche


Naturalmente, nella progettazione dovete tenere presente esigenze particolari: chi ha dei bambini privilegerà un prato ampio e sgombro da ostacoli, chi ha degli animali dovrà prevedere una zona recintabile a fondo ghiaioso, mentre chi preferisce godersi il giardino alla sera potrà prevedere un berceau un po' defilato, dove tardare la sera.

La presenza di una strada nelle vicinanze del giardino può comportare due problemi: il primo di ordine estetico, il secondo legato all'inquinamento acustico.

Per ovviare efficacemente a entrambi questi inconvenienti potete collocare una siepe, di altezza adeguata, che separi il vostro prato o il vostro giardino dalla sede stradale.

La siepe va piantata a mezzo metro di distanza dalla recinzione.


L'irrigazione e l'illuminazione del giardino


Non è male prevedere, in questa fase, lo sviluppo di una irrigazione sotterranea e la collocazione degli irrigatori. Lo stesso dicasi per una eventuale illuminazione del giardino con la collocazione dei punti luce. Infatti i lavori d'interro delle canalizzazioni, se vengono effettuati durante l'impianto del giardino, permettono di realizzare un notevole risparmio rispetto ad una realizzazione successiva.

Una volta messo a punto il progetto e valutati tutti gli elementi utili, controllate più volte il progetto, fino a quando non siete sicuri di essere giunti alla soluzione definitiva che potrà soddisfare le vostre esigenze.


La redazione consiglia:



Gestire uno spazio limitato


Se si possiede uno spazio limitato non è necessario suddividere l'area in zone: si impiegheranno arredi mobili e si valuterà la distribuzione dei vegetali in modo da poter sfruttare al meglio lo spazio di cui si dispone.

Sono sufficienti circa 50 metri quadrati per realizzare un giardino che sia insieme pratico ed esteticamente gradevole. In questo caso si escluderà, però, la presenza di alberi di grosse dimensioni, prediligendo specie arbustive e scegliendo un'adeguata pavimentazione in cui inserire riquadri destinati al verde, preferibilmente di diverse dimensioni e a livelli diversi, da ornare con piante da fiore, arbusti o succulente.

Progettare un piccolo giardinoSi può optare anche per vasi in cui piantare piante da fiore, arbusti o alberi da frutto nani, da poggiare su aree ricoperte di ghiaia.

In questo caso si possono scegliere anche piante meno resistenti al freddo intenso dell'inverno, come le palme, le felci o altre piante da appartamento, in quanto i contenitori possono essere spostati all'interno o in luoghi più caldi quando le temperature si abbassano eccessivamente.

Inoltre, in uno spazio limitato si possono inserire strutture verticali attorno a cui far arrampicare le piante e creare in questo modo angoli che aumentino la prospettiva e diano un'impressione di profondità.

Per superfici più ampie, fino a circa 300 mq, è un fattore importante la presenza del prato, la scelta delle piante invece cadrà su specie durature e di un certo pregio come l'Acero, la Betulla, il Salice ed altre. Se si vuole un albero sempreverde sono di bell'effetto l'Ulivo, la Magnolia e le Conifere in generale, piante che non superano gli 8 m di altezza.


Un giardino minimalista


Ultimamente si va affermando la moda di un tipo di giardino definito minimalista, legato alla società moderna e a un concetto di riscoperta di spazi e forme essenziali, dando valore al vuoto e alla regolarità. Questo tipo di giardino vede ridursi la componente vegetale a favore di quella architettonica.

Progettare un giardino minimalistaNel giardino minimalista le specie vegetali vengono drasticamente ridotte e si lascia maggiore spazio al gioco di proporzioni tra gli elementi in muratura.

Si affermano forme geometriche e lineari e si prediligono specie vegetali come l'Agave e la Yucca, dalle foglie regolari e geometriche oppure piante come cipressi e pioppi dal portamento regolare e che richiedono solo qualche intervento di potatura.

In questo stile si afferma la presenza di cortili lastricati e prendono il sopravvento sui vegetali i muri e gli intonaci. Il cortile è libero dalla presenza di numerose piante o siepi fitte e lascia emergere l'architettura dell'abitazione le cui pareti possono fare da sfondo a contenitori particolari in cui sono coltivate composizioni o singole piante, le cui forme ed i cui colori, oltre a costituire elemento ornamentale, possono creare contrasto con l'ambiente circostante spezzando la monotonia di un muro o di un lastricato.



riproduzione riservata
Giardino, progettazione
Valutazione: 5.67 / 6 basato su 3 voti.
gnews

Inserisci un commento o un'opinione su questo contenuto



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
Alert Commenti
346.794 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI