Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Preliminare di vendita: è nullo per irregolarità urbanistiche?

Cosa può fare il futuro acquirente se dopo la stipula del contratto preliminare di vendita immobiliare scopre che l'immobile presenta irregolarità urbanistiche?
- NEWS Comprare casa

Preliminare di vendita e abusi edilizi


Hai sottoscritto un preliminare di vendita di un immobile che non risulta in regola con le vigenti disposizioni urbanistiche.

Il contratto difetta della dichiarazione da parte del futuro venditore in merito alla regolarità o irregolarità urbanistica dell'edificio.

In qualità di futuro acquirente ti chiedi se puoi rifiutarti di provvedere alla stipula del contratto definitivo.

Preliminare di vendita casa
La domanda che ci si pone è: il contratto preliminare può ritenersi invalido per mancanza delle dichiarazioni inerenti la regolarità urbanistica dell'immobile ai sensi della legge n. 47 del 28 febbraio 1985?

In questo articolo ci occuperemo dei possibili rimedi in caso di abuso edilizio che sia stato taciuto dal venditore e scoperto dalla parte acquirente prima di addivenire alla stipula del rogito.

Per poter rispondere a questa domanda è in primo luogo necessario fare una premessa, al fine di inquadrare la natura giuridica del contratto preliminare e individuare le sue caratteristiche.


Contratto preliminare: che cos'è e qual è la sua funzione?


Il contratto preliminare è un istituto giuridico che non trova grande spazio nel codice civile. Le disposizioni che lo riguardano sono poche e si riferiscono esclusivamente alla forma, alla trascrizione e all'esecuzione in forma specifica.

Il contratto preliminare di vendita
Di esso si sono occupate dottrina e giurisprudenza. Siamo di fronte, secondo l'interpretazione più tradizionale, a un contratto avente effetti meramente obbligatori.

Con il contratto preliminare di vendita immobiliare (o compromesso) le parti si obbligano rispettivamente a vendere e ad acquistare, ovvero, a stipulare un futuro contratto traslativo della proprietà dell'immobile. L'acquirente si obbliga altresì a corrispondere il prezzo pattuito.

Si differenzia pertanto dal contratto definitivo redatto davanti al notaio, quest'ultimo contratto traslativo della proprietà ad effetti reali per il quale vige il principio consensualistico, in base al quale il trasferimento del diritto avviene con la sola manifestazione della volontà delle parti.

In sostanza, il contratto preliminare è un atto preparatorio, diverso dalla mera trattativa, che tuttavia non produce gli effetti reali come il contratto definitivo.
Da esso nasce il vincolo, a carico delle parti di concludere, in un momento successivo, il contratto finalizzato al trasferimento del diritto di proprietà.


Abuso edilizio: è possibile trasferire l'immobile?


Dopo esserci soffermati sulla natura del contratto preliminare e sugli effetti da esso prodotti possiamo rispondere al quesito iniziale. Si può applicare la sanzione della nullità a un contratto preliminare di vendita di immobile che presenta irregolarità dal punto di vista urbanistico?

Potrà dunque l'acquirente che scopre l'abusività dell'immobile chiedere la nullità dello stesso?

Contratto preliminare di vendita e abuso edilizio
Esaminando la normativa in materia, evidenziamo che l'articolo 40 della legge n. 47 del 28 febbraio 1985 sancisce la nullità degli atti tra vivi aventi a oggetto diritti reali, qualora non sia stata rilasciata dall'alienante la dichiarazione in merito agli estremi della licenza, concessione a edificare, concessione in sanatoria o domanda in sanatoria.

Quanto sopra viene confermato dall'articolo 46 del dpr 380/2001 che concerne anch'eso la nullità degli atti tra vivi aventi ad oggetto il trasferimento o la costituzione o lo scioglimento della comunione di diritti reali, se non vengono menzionati dall'alienante gli estremi del permesso di costruire o del permesso in sanatoria (i titoli abilitativi).


Da un'interpretazione letterale della norma possiamo constatare come entrambe le disposizioni si riferiscano espressamente agli atti tra vivi a effetto reale (compravendita o donazione). Ne consegue che un immobile con un abuso edilizio grave non può essere trasferito.

Ciò detto, il punto che ci troviamo qui ad approfondire concerne l'applicabilità o meno delle suddette disposizioni al contratto preliminare di vendita dell'immobile abusivo, poiché non espressamente menzionato dalla normativa.

Vediamo cosa dice la Corte di Cassazione in proposito.


Contratto preliminare: si può chiedere la nullità se l'immobile è abusivo?


Certamente la questione relativa alle irregolarità urbanistiche è al centro del dibattito giurisprudenziale e riguarda le diverse interpretazioni della normativa che si è posta l'obiettivo di porre un freno al fenomeno dell'abusivismo.

Secondo le più recenti pronunce giurisprudenziali l'applicabilità della sanzione della nullità al contratto preliminare sembra da escludersi.

Risposta negativa è stata data infatti dalla Corte di Cassazione, con sentenza n. 6191 del 5 marzo 2021, in base alla quale la nullità di cui all'articolo 40, legge 47 del 1985 connessa alla mancanza di titolo abilitativo, trova applicazione nei confronti dei soli contratti aventi effetti traslativi e non anche nei confronti di quelli con effetti obbligatori.

Preliminare di vendita e nullità
Il contratto preliminare non preclude la possibilità di regolare la posizione urbanistica dell'immobile in quanto fino alla sottoscrizione del rogito non si verifica alcun trasferimento della proprietà.

Il rilascio dei titoli autorizzativi o la sanatoria possono avvenire anche dopo la conclusione del preliminare in modo tale che il successivo rogito notarile sia valido e nessuna azione di nullità debba essere esercitata.


Contratto preliminare: cosa fare se l'immobile è abusivo


Visto quanto sopra esposto, cosa può fare il futuro acquirente se scopre, dopo aver concluso il compromesso, che l'immobile è affetto da irregolarità urbanistica prima della stipula del rogito?

Potrà rifiutarsi di stipulare il contratto definitivo e chiedere lo scioglimento del contratto per inadempimento del venditore?

Secondo un orientamento della Cassazione, a meno che il venditore stesso non si sia nel frattempo adoperato per ottenere la sanatoria prima del rogito, l'acquirente disporrà di un altro rimedio.

In caso di abuso edilizio che non sia di scarsa importanza, in relazione al valore della vendita, la parte acquirente, qualora venga accertato l'inadempimento del venditore, potrà richiedere la risoluzione del contratto e pretendere il doppio della caparra versata.

riproduzione riservata
Articolo: Preliminare di vendita e irregolarità urbanistiche e sanitarie
Valutazione: 4.40 / 6 basato su 5 voti.

Preliminare di vendita e irregolarità urbanistiche e sanitarie: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Fanfofoffo
    Fanfofoffo
    Lunedì 16 Giugno 2014, alle ore 00:14
    Buongiorno, avrei una domanda da porle, il costruttore durante i lavori a commesso degli abusi edilizzi, uno riguarda l'altezza, ed è in attesa della sanatoria comunale, nel mio appartamento ha eseguito di un errore di progettazioneper riparare a scelto di ampliarmi la sun , senza presentare varianti. In via bonaria il comune li a comunicato di ripristinare la situazione pre ampliamento e fare dopo una scia.Secondo lei posso recedere?
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
332.091 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Preliminare di vendita e irregolarità urbanistiche e sanitarie che potrebbero interessarti


Trascrizione del preliminare di vendita

Comprare casa - La trascrizione del preliminare di vendita viene eseguita da un notaio e tutela la parte acquirente qualora il venditore venga meno agli accordi stabiliti.

Contratto preliminare di vendita: è valido anche se l'immobile è abusivo

Comprare casa - Che fare se dopo la stipula del contratto preliminare si scopre un abuso edilizio per irregolarità urbanistica? Il contratto è nullo? Il venditore è inadempiente?

Abusi edilizi: ecco quando è valida la comprevendita

Leggi e Normative Tecniche - La Corte di Cassazione con sentenza n. 24852/2015 prevede la validità del preliminare anche in caso di abusi edilizi che non modificano la volumetria dell'immobile

Vendita immobile: il contenuto del preliminare e le verifiche da fare

Proprietà - Contratto con cui le parti si impegnano a stipulare una futura compravendita, nel preliminare devono esserci elementi essenziali ed è necessario fare delle verifiche.

Che succede se dopo il preliminare di vendita casa muore l'acquirente?

Comprare casa - In caso di morte dell'acquirente gli eredi sono obbligati a concludere il contratto definitivo di compravendita? Vediamo cosa dice la legge e facciamo chiarezza

Compromesso obblighi dell'acquirente in presenza di abuso

Comprare casa - Il compromesso: Obblighi del promissario acquirente in presenza di un abuso di modesta entità, è tenuto ad onorare la promessa di acquisto?

APE e preliminare di vendita

Normative - Il D.L. 63/2013 stabilisce che il proprietario deve rendere disponibile l'attestato di prestazione energetica (APE) all'avvio delle trattative per la vendita.

Abuso edilizio: secondo la Cassazione è responsabile anche il progettista

Leggi e Normative Tecniche - In caso di abuso edilizio per l'opera realizzata senza permesso di costruire è responsabile anche il progettista dei lavori. È quanto affermato dalla Cassazione

Preliminare di donazione: è valido?

Proprietà - Il contratto preliminare può essere utilizzato per vincolare una parte alla stipula di una donazione futura? Per la giurisprudenza la promessa di donazione è nulla
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img massimo rossi
Buongiorno, ho ereditato un appartamento in un piccolo condominio di 6 appartmaneti. il mio appartemento presenta una veranda con termocopertura e su un terrazino laterale è...
massimo rossi 09 Settembre 2021 ore 16:42 6
Img fabio.f
Buonasera.Ho un quesito da porvi.Sto acquistando una villetta a schiera su 3 piani con seminterrato.Il quesito é rivolto proprio sul piano seminterrato in cui c'è un...
fabio.f 06 Settembre 2021 ore 10:48 1
Img artiolfor
Buongiorno e complimenti per questo bel forum.Da un giorno all’altro mi sono ritrovato in un incubo.Circa 10 anni fa ho acquistato una villetta dal primo proprietario, il...
artiolfor 10 Agosto 2021 ore 17:29 1
Img alexsupertramp
Salve,sono a richiedere informazioni riguardo un abuso compiuto dai precedenti proprietari, di cui non si è accorto ne il notaio ne il perito della banca.Infatti il rogito...
alexsupertramp 03 Maggio 2021 ore 18:23 5
Img schiaparelli2
Buongiorno,sono una giovane lavoratrice.A maggio dell'anno scorso firmo una proposta d'acquisto per un appartamento che dall'agenzia mi viene descritto come un appartamento di...
schiaparelli2 02 Aprile 2021 ore 13:15 4