Piante carnivore

NEWS Giardino28 Dicembre 2009 ore 19:11
Le piante carnivore non sono pericolose ne' per l'uomo ne' per qualunque animale più grande di una cimice.
pianta , pianta carnivora

Quando pensiamo alle piante carnivore la mente può andare alle scene in cui Morticia Addams, il simpatico personaggio del telefilm, nutriva la sua Cleopatra con voluminosi bocconi di carne…In realtà le piante carnivore non sono affatto pericolose né per l'uomo né per qualunque animale più grande di una cimice.

Il loro nome deriva dal fatto che vivono in ambienti poveri di sostanze nutritive, come paludi, torbiere e acquitrini.
Piante esotiche Marsure: Dionaea muscipula purple giant.
Poiché in queste aree è impossibile trovare nutrimento attraverso le radici, esse hanno sviluppato la capacità di catturare piccoli insetti ed invertebrati attraverso le loro foglie e di digerirli con dei liquidi che queste secernono.
Esse utilizzano quattro tipi diversi di trappola. Nella trappola a tagliola a scatto, le piante hanno foglie con bordi acuminati che si chiudono all'improvviso intrappolando la preda: è il caso della nota Dionaea, chiamata anche Venus acchiappamosche.


Nel caso della trappola a contenitore ripieno di liquido digestivo, gli insetti vi scivolano, annegano e poi vengono consumati lentamente.
Esempi sono Sarracenia, Darlingtonia, Cephalotus, Nepenthes.
C'è poi la trappola del tipo appiccicoso – acido.
In questo caso gli insetti rimangono incollati su foglie o tentacoli, come accade per Drosera e Pinguicola.
Le trappole subacquee prevedono che quando la preda è vicina, venga inghiottita da una specie di bocchettone che aspira tutto ciò che è nelle vicinanze. Un esempio è la Utricularia.

Piante esotiche Marsure: NepenthesLe piante carnivore possono essere un'idea originale per chi desidera qualcosa di diverso in casa .
Si possono sistemare tanto all'interno dell'appartamento che all'esterno, su un balcone, in un porticato o in un angolo di giardino.
Ad esempio, le minuscole Drosere australiane, non più grandi di un centimetro, possono popolare un angolo esposto al sole. Ingressi e porticati sono invece il luogo ideale per piante come la Drosera binata, da collocare magari in vasi sospesi, perché liberano da mosche e zanzare.

Sarracenie e Darlingtonie possono essere sistemate in un giardino roccioso in pieno sole. Invece nelle zone meno esposte al sole e più umide si possono sistemare Nepenthes in vaso o sospese.
Piante carnivore
Contrariamente a quanto si può credere non è difficile coltivare le piante carnivore, è sufficiente tenere presente quattro semplici regole:
- non bisogna utilizzare comune terriccio, ma torba bionda acida di sfagno, in vendita nei centri di giardinaggio;
- il terreno di coltura deve essere mantenuto sempre umido. Per farlo si può utilizzare un sottovaso da tenere sempre pieno d'acqua, inoltre sono da preferire i vasi di plastica perché trattengono maggiormente l'umidità;
- non bisogna fertilizzare e bisogna evitare l'uso di concimi, inverdenti e stimolanti;
- per innaffiare è preferibile utilizzare acqua piovana distillata o demineralizzata, piuttosto che acqua del rubinetto, troppo ricca di cloro e calcare.

Per mantenere sana la pianta non bisogna farle mai mancare torba pura, adeguata luminosità e tanta acqua ed effettuare un rinvaso primaverile ogni due anni.
Alcune specie, come Dionaea, Sarracenia e Pinguicola, necessitano di un periodo di riposo invernale, in cui bisogna ridurre acqua, luce e temperatura.

Le piante carnivore possono essere coltivate anche in un terrario, cioè una vasca di plastica o di vetro (tipo acquario), con dei fori laterali per l'aerazione. Sul fondo della vasca va depositato lo strato di torba.
Se il terrario è allestito in casa deve essere illuminato artificialmente, se all'esterno bisogna evitare che il sole lo colpisca direttamente.

riproduzione riservata
Articolo: Piante carnivore
Valutazione: 3.88 / 6 basato su 8 voti.

Piante carnivore: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Antonio.parma
    Antonio.parma
    Domenica 16 Giugno 2013, alle ore 09:13
    Vorrei gentilmente sapere dove riesco a comprare questi divoratori di carne macinata.
    Grazie.
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Piante carnivore che potrebbero interessarti
Anthurium, Frecce di Cupido

Anthurium, Frecce di Cupido

Giardino - L'Anthurium è una pianta erbacea singolare per l'aspetto delle sue infiorescenze, il suo nome deriva dal greco: ànthos significa fiore mentre ourà indica la coda
Alocasia, orecchie di elefante

Alocasia, orecchie di elefante

Giardino - L'Alocasia è una pianta della famiglia delle Aracee la cui bellezza è legata alla forma particolare ed alle notevoli dimensioni delle foglie, detta orecchie di elefante.
Coltivazione e caratteristiche Alchechengi

Coltivazione e caratteristiche Alchechengi

Piante - L'alchechengi è una pianta medicinale particolarmente utilizzata, che si contraddistingue per una fioritura bianca e piccoli frutti arancio commestibili.

Cicuta Maculata

Giardino - La cicuta, passata alla storia come veleno di Socrate, è un'erbacea comune, subalpina, di tipo biennale con fiori ad ombrello e foglioline frstagliate.

Belladonna, velenosa e utile

Giardino - Conosciuta fin dall'antichità per le proprietà velenose anche gravi, la belladonna è una pianta caratterizzata da bacche nere e una fioritura abbondante.

Feijoa: protagonista in giardino

Piante - La Feijoa è una pianta scenografica e abbastanza facile da coltivare, che regala fioriture prolungate e frutti, utilizzabili in cucina.

Sedum in autunno

Giardino - Anche se le inflorescenze perdono i loro brillanti colori, il Sedum Semptember Glow spicca in giardino anche in autunno, con i suoi capolini secchi.

Geranium Rozanne

Giardino - Perenne arbustivo, molto scenografico e tappezzante, il Geranium Rozanne è una varietà giovane, a fioritura abbondante ideale per bordure.

Fico, frutto antico

Giardino - Diffuso già nella cività mesopotamica e tra gli antichi Romani, il fico è una pianta di facile coltivazione, con frutti buoni e abbondanti.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img laraferraferrari
Salve a tutti, mi potreste dare delle linee guida su come organizzare la pianta di una palazzina? Dovrebbe essere costituita da 3 abitazioni (piccola, media, grande), scala,...
laraferraferrari 15 Settembre 2017 ore 15:35 2
Img mito1971
Scusate carissimi del forum,spero di farmi capire ma non è sicuramente facile.Ho evidenziato il pilastro in giallo perché nasce tutto da li e mi spiego.Il vicino...
mito1971 24 Ottobre 2015 ore 10:39 3
REGISTRATI COME UTENTE
304.842 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Velux
  • Internorm
  • Rockwool
  • Marazzi
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.