Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Qual è il titolo abilitativo corretto per abusi edilizi o pertinenze?

Presentato ricorso per richiedere se un'opera edilizia è da ritenersi come una nuova costruzione oppure una pertinenza e che titolo abilitativo bisogna scegliere
- Leggi e Normative Tecniche

In presenza di abusi edilizi o pertinenze che titolo abilitativo occorre?


Interviene il Consiglio di Stato per fornire chiarimenti su dimensione delle opere, su loro impatto urbanistico e sul vincolo strumentale tra gli immobili.

Viene richiesto al Consiglio di Stato, di stabilire se in presenza di un portico attiguo a un edificio principale è da ritenersi come una nuova costruzione e richiede pertanto il permesso di costruire, oppure se da considerarsi come una pertinenza. I giudici sono stati chiamati a decidere su un ricorso avente ad oggetto un ordine di demolizione di due portici.

Nel dettaglio, un portico presenta una superficie coperta di quasi 120,75 metri quadri, di circa 20 metri in lunghezza e di circa 6,30 metri in larghezza, un'altezza di circa 4,18 metri, diviso in due zone da un muro recintato alto circa 2,18 metri e lungo 20 metri. Il secondo portico, invece presenta una superficie coperta di circa 769,50 metri quadri, con una lunghezza di circa 81 metri e un'altezza di circa 4 metri.

Pertinenza o Abuso edilizio?
Il proprietario dell'edificio principale, ha sostenuto che i due portici dovevano essere considerati come pertinenze, per la cui realizzazione non occorreva il permesso di costruire in quanto avrebbero avuto una finalità strumentale rispetto all'edificio esistente, privi di valore commerciale e non avrebbero inciso sul carico urbanistico.

L'articolo 817 del codice civile prevede che le pertinenze sono le cose destinate in modo durevole a servizio o ad ornamento di un'altra cosa. La destinazione può essere effettuata dal proprietario della cosa principale o da chi ha un diritto reale su di essa. Il Consiglio di Stato, chiarisce che la pertinenza urbanistico-edilizia deve avere un oggettivo nesso che non consenta altro che la destinazione della cosa ad un uso servente durevole. Inoltre, deve avere dimensioni ridotte e modeste rispetto all'edificio principale.

Dal punto di vista edilizio, un manufatto quindi può essere considerato una pertinenza quando è collegato a un'esigenza oggettiva dell'edificio principale funzionale al suo servizio, sfornito di autonomo valore di mercato e senza un proprio carico urbanistico.

Nel caso di specie, la dimensione rilevante delle opere edilizie effettuate ha inciso sul carico urbanistico pertanto i giudici non hanno considerato i due portici come pertinenze, ed hanno respinto il ricorso contro l'ordine di demolizione dei portici, che in virtù delle loro caratteristiche avrebbero richiesto il permesso di costruire.

riproduzione riservata
Articolo: Pertinenza o abuso edilizio? Il caso studio
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 1 voti.

Pertinenza o abuso edilizio? Il caso studio: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img marco atzeni
Buonasera, il problema riguarda una abitazione costruita nel 1974, facente parte di un condominio di sei appartamenti, costrtruito in modo difforme dal progetto ma per la quale il...
marco atzeni 05 Agosto 2022 ore 14:44 3
Img luciano73
Salve a tutti, sto vivendo un'odissea con la ristrutturazione di casa mia. L'ultima perla è il geometra che mi ha fatto perdere 5 mesi di tempo per redigere un computo...
luciano73 09 Luglio 2022 ore 13:13 13
Img susanna84
Salve,Ho acquistato una villetta semindipendete piano terra.L'attico di questa villetta (quasi 170mq) ha affaccio sulla mia corte privata e su parte di corte comune di cui siamo 3...
susanna84 30 Giugno 2022 ore 11:01 6
Img olimpia maffeo
L'inquilino del mio appartamento (per fortuna andato via) ha fatto degli abusi edilizi non sanabili. Sto facendo una sanatoria con sia. Posso avere la detrazione del 50% sul costo...
olimpia maffeo 18 Maggio 2022 ore 12:40 7
Img giuseppe.gianna
In un immobile condonato A/3 con regolare concessione nel comune di Roma, privo di agibilità, vengono eseguite opere edilizie con una SCIA alternata al PDC (Permesso di...
giuseppe.gianna 08 Giugno 2019 ore 16:26 2