Norme gas: aggiornamento UNI 10641, UNI 7140

NEWS DI Leggi e Normative Tecniche06 Settembre 2013 ore 16:48
Negli scorsi mesi, l'UNI ha pubblicato due aggiornamenti normativi che riguardano i tubi flessibili per le adduzioni gas e le canne fumarie collettive.
norme gas , normative impianti , normative uni

Tra gli impianti tecnologici quelli per l'adduzione del gas (metano o gpl) ai piani cottura, alle caldaie ed altri apparecchi, sono quelli che destano maggiori preoccupazioni per i rischi di scoppi ed incendi ad essi correlati.

Negli scorsi mesi, l'UNI che è il principale ente normatore nel nostro Paese, ha pubblicato due importanti aggiornamenti normativi, essi riguardano i tubi flessibili, principalmente utilizzati per addurre il gas ai piani cottura, e le canne fumarie collettive.
I due aggiornamenti hanno modificato rispettivamente la norma UNI 7140 (del 1993 ed aggiornata nel 1995) e la UNI 10641 (del 1997).


UNI 7140 2013, tubi flessibili gas non metallici


La norma UNI 7140 2013: Apparecchi a gas per uso domestico, tubi flessibili non metallici per allacciamento di apparecchi a gas per uso domestico e similari, definisce i requisiti ed i metodi di prova dei tubi flessibili non metallici utilizzati per l'alimentazione di apparecchi aventi una potenza termica nominale non superiore ai 35 kW, con gas combustibili come il metano ed il GPL.

Oltre alla definizione delle prove che devono essere effettuate dalla case costruttrici, la UNI 7140 definisce anche le prove che devono essere effettuate annualmente e quelle ordinarie a seconda dei tipi di tubi flessibili.

Questi infatti sono classificati, dalla stessa norma, in funzione della massima pressione di esercizio ed in due gruppi: il gruppo per l'alimentazione degli apparecchi fissi, mobili e ad incasso (identificati come tipi B e C) ed il gruppo per l'alimentazione dei soli apparecchi mobili (identificati come tipi A1 ed A2).

I tubi per le alimentazioni degli apparecchi fissi hanno una lunghezza definita dalla casa costruttrice e non modificabile in fase di utilizzo, mentre gli altri sono di tipo assemblato, con lunghezza variabile.


UNI 10641 2013, canne fumarie collettive a tiraggio naturale


La norma UNI 10641 2013: Canne fumarie collettive a tiraggio naturale per apparecchi a gas di tipo C con ventilatore nel circuito di combustione, progettazione e verifica, definisce per le canne fumarie collettive a tiraggio naturale, i criteri di riferimento per la loro progettazione e le verifiche, quando ad esse sono collegate caldaie di tipo C con un ventilatore nel circuito della combustione.
Norme gas, aggiornamenti normativiLe canne fumarie collettive sono quelle costituite da un unico condotto dei fumi per l'espulsione dei prodotti della combustione degli apparecchi ad esso collegati, generalmente più caldaie appartenenti a diversi piani di uno stesso edificio, mentre la dicitura tiraggio naturale indica l'assenza, nel condotto, di ventilazione meccanica per l'espulsione dei fumi.

Le canne fumarie collettive possono esse classificate in semplici e combinate, le prime possono solo espellere i fumi, invece, le seconde possono addurre alle caldaie collegate l'aria necessaria alla combustione.

Ricordiamo che attualmente la maggior parte delle caldaie ad uso civile sono di tipo C, ossia a camera stagna e tiraggio forzato, più sicure ed affidabili delle vecchie camere aperte, che lasciano intravedere la fiammella della combustione.
La norma UNI 10641 fa riferimento a tutte le potenze, per i tipi di caldaie descritte, ma non si applica ai camini singoli, così come non si applica alle canne collettiva combinate per apparecchi di tipo C6.

Gli apparecchi di tipo C6 sono sempre apparecchi di tipo C (a camera stagna e tiraggio forzato) che possono essere acquistati anche senza i kit necessari all'espulsione dei fumi e all'adduzione di aria per la combustione.

Il riferimento normativo per la progettazione e la verifica dei camini singoli, è la norma UNI EN 13384 parte prima: Camini - Metodi di calcolo termico e fluido dinamico - Parte 1: Camini asserviti a un solo apparecchio. Infine osserviamo che la norma UNI 10641 non fornisce alcuna indicazione in merito all'installazione delle caldaie collegate alle canne fumarie, per le quali il principale riferimento resta la norma UNI CIG 7129 /08, insieme alle indicazioni fornite dalle case costruttrici delle caldaie e quelle indicate dai progettisti dell'impianto gas cui appartengono le canne fumarie.

riproduzione riservata
Articolo: Norme gas, aggiornamento UNI 10641, UNI 7140
Valutazione: 5.10 / 6 basato su 10 voti.

Norme gas, aggiornamento UNI 10641, UNI 7140: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Norme gas, aggiornamento UNI 10641, UNI 7140 che potrebbero interessarti
Seminari sull'illuminazione

Seminari sull'illuminazione

Arredamento - L'Istituto Italiano del Marchio di Qualità è un organismo certificatore di conformità, costituito da diverse società, come IMQ S.p.A., CSI S.p.A.,
Norme Ventilazione Climatizzazione

Norme Ventilazione Climatizzazione

Normative - Le norme di riferimento per il trattamento dell'aria negli ambienti e la relativa climatizzazione sono la UNI 10339 e la UNI 13779, esse non sono cogenti.
Norme e Specifiche Tecniche gas

Norme e Specifiche Tecniche gas

Normative - Per un nuovo impianto o la modifica di uno esistente è bene verificare l'insieme delle norme di riferimento, nella dichiarazione di conformità, D.M. 37/08.

Dichiarazione di Conformità

Leggi e Normative Tecniche - La dichiarazione di conformità prevista dalle norme vigenti per gli impianti tecnologici civili, che cos'è, a cosa serve e chi la rilascia.

Prodotti per impianti di gas domestici

Impianti - Agli impianti di gas domestici viene richiesta, dalle normative vigenti ma anche dal comune buon senso, sempre maggiore sicurezza e facilità di installazione

Normativa sulla ecosostenibilità degli edifici

Normative - Riuscire ad avere edifici sani ed ambienti che rispettino le risorse energetiche, deve diventare un leit motiv generale di ogni progettista.

Certificazioni di qualita' per il fotovoltaico

Impianti - Come gli enti certificatori assumono un ruolo determinante nell'indirizzare il mercato degli impianti solari verso un adeguato standard di qualita'.

Regione Abruzzo: recupero abitativo sottotetti esistenti

Normative - Regione Abruzzo: approvata la legge che consente il recupero dei sottotetti esistenti a fini residenziali.

Dichiarazione Rispondenza Gas

Impianti - La dichiarazione di rispondenza permette di regolarizzare la conformità di impianti esistenti di vecchia data adeguandoli ai dettami normativi più aggiornati.
REGISTRATI COME UTENTE
295.571 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Pannelli isolanti calcio-silicato
    Pannelli isolanti calcio-silicato...
    75.00
  • Hitachi climatizzatore condizionatore monosplit inverter 9000 btu
    Hitachi climatizzatore...
    800.00
  • Hitachi climatizzatore condizionatore monosplit inverter 12000 btu
    Hitachi climatizzatore...
    922.00
  • Batteria lavabo a parete verticale
    Batteria lavabo a parete verticale...
    531.31
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Inferriate.it
  • Weber
  • Faidatebook
  • Kone
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.