Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA

Caldaia sul vano scale: non è consentito

NEWS Parti comuni05 Ottobre 2011 ore 14:10
Nel caso di specie dei condomini avevano installato una caldaia nel vano scala comune. La Cassazione ha stabilito che il tutto non è lecito, scopriamo perché...
caldaia condominiale , vano scala , cose comuni , parti comuni

Ogni condomino può fare delle cose comuni l'uso che ritiene più consono alle proprie esigenze.

Caldaia in vano scalaSolamente a leggere la prima parte dell'art. 1102 c.c. molti pensano che usare le parti condominiali è una pacchia.

Al solito le norme devono essere lette fino in fondo e poi valutate alla stregua della giurisprudenza che ne assicura l'uniforme interpretazione.

Ebbene, in relazione all'uso delle cose comuni da parte di ogni comproprietario, l'art. 1102 c.c. continua specificando che esso non può, in ogni modo, limitare il pari diritto degli altri nè mutare la destinazione d'uso del bene comune.



La giurisprudenza, di merito e di legittimità, ha specificato che per pari uso non deve intendersi, per forza, il diritto d'uso identico e contemporaneo (seppur anche questo non deve essere escluso) ma il diritto d'ogni condomino di usare i beni comuni nella maniera più consona alle proprie esigenze allo stesso modo di chi, facendolo per primo, ha sollevato la questione.
In questo contesto si segnala una recente sentenza della Corte di Cassazione, la n. 19205 dello scorso 21 settembre.
Nel caso di specie dei condomini avevano installato una caldaia nel vano scala comune.

Il condominio e gli altri comproprietari ne chiedevano la rimozione per violazione della norma di cui al primo comma dell'art. 1102 c.c.; insomma per uso illegittimo della cosa comune.
I giudizi di merito si concludevano favorevolmente per chi aveva installato la caldaia.

Non quello di Cassazione.

Caldaia in vano scalaGli ermellini, nell'affermare l'illegittimità dell'installazione della caldaia sul vano scale comune, hanno ribadito che al singolo condomino è consentito servirsi in modo esclusivo di parti comuni dell'edificio soltanto alla duplice condizione che il bene, nelle parti residue, sia sufficiente a soddisfare anche le potenziali, analoghe esigenze dei rimanenti partecipanti alla comunione e che lo stesso, ove tutte le predette esigenze risultino soddisfatte, non perda la sua normale ed originaria destinazione, per il cui mutamento è necessaria l'unanimità dei consensi (Cass. nn. 1062/11, 13752/06, 972/06 e 1737/05) (Cass. 21 settembre 2011 n. 19205).

In questo contesto, però, concludono da piazza Cavour, dando soluzione alla specifica fattispecie sottoposta alla loro attenzione, la sentenza impugnata ha valutato, per di più in maniera affatto generica quanto alla parità dell'uso, unicamente la prima delle due condizioni anzi dette, ossia la potenziale fruizione del vano scala da parte degli altri partecipanti al condominio per le loro esigenze, date le modeste dimensioni del manufatto installato, senza accertare se l'allocazione (non di una sola, ma) di tante caldaie quanti i condomini sia non solo e non tanto materialmente possibile, ma anche compatibile con l'originaria destinazione del vano scala comune, che nasce per la diversa finalità di dare accesso alle proprietà individuali (Cass. ult. cit.).

In sostanza se una caldaia è tollerabile tante caldaie snaturerebbero la originaria destinazione d'uso del vano scale.

In definitiva: o per ogni installazione si ottiene l'autorizzazione degli altri condomini oppure anche una sola può essere considerata illegittima.

riproduzione riservata
Articolo: No alla caldaia sul vano scale
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 2 voti.

No alla caldaia sul vano scale: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Sostieni Lavorincasa
REGISTRATI COME UTENTE
316.612 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano No alla caldaia sul vano scale che potrebbero interessarti


Perchà© l'art. 1102 c.c. si applica anche al condominio?

Condominio - In questo blog ci occupiamo spesso di sentenze che affrontano il tema dell?uso dei beni condominiali

Tutela delle destinazioni d'uso delle cose comuni dopo la riforma

Condominio - L'uso individuale delle cose comuni è sottoposto a dei limiti, che dopo l'entrata in vigore della riforma saranno più specifici, per garantire il diritto di tutti.

Assemblea condominiale e gestione delle cose comuni

Condominio - L?assemblea è l?organo del condominio avente la funzione di gestione e conservazione delle cose comuni.In sostanza spetta all?assemblea, anche per

Assemblea del condominio parziale

Assemblea di condominio - L'assemblea è organo deliberante del condominio, composto da tutti i comproprietari dello stabile, essa non può deliberare, se non consta che tutti i condomini...

Delibera condominiale e uso delle cose comuni

Condominio - E' regolare la deliberazione che, a maggioranza,decide di delimitare gli spazi pedonali e quelli carrabili in un'area di proprietà comune

Condominio e parti comuni

Ripartizione spese - In tema di condominio negli edifici, se alcuni beni servono solamente un gruppo di condòmini, solo questi partecipano alle spese e devono essere considerati proprietari.

Installazione Caldaia

Impianti di riscaldamento - La maggior parte delle caldaie, quelle che troviamo nelle comuni abitazioni hanno una potenza tra i 24 kW ed i 32 kW, per la produzione di acs e riscaldamento.

Manutenzione periodica della caldaia con IVA al 10%

Impianti di riscaldamento - La manutenzione periodica (annuale) delle caldaie e degli impianti di riscaldamento sia ad uso esclusivo o condominiale viene assoggettata all'IVA agevolata al 10%.

Torna la solidarietà condominiale? Sembra di si!

Ripartizione spese - Torna la solidarietà tra condomini per le spese comuni? A leggere la sentenza n. 1133 resa dal Tribunale di Bari lo scorso 30 marzo parrebbe proprio di si.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img faledward
Salve a tutti, rappresento come tutti gli sfortunati in procinto di sostituire la porta blindata la solita problematica del fuori misura che vede triplicare i costi di acquisto...
faledward 06 Febbraio 2020 ore 19:57 8
Img mirkoams
Buongiorno a tutti, Spero possiate darmi un consiglio o indirizzarmi per risolvere una questione abbastanza seria riguardante le temperature raggiunte all’interno di un vano...
mirkoams 05 Febbraio 2020 ore 16:01 5
Img giaptz73
Ciao a tutti, e grazie in anticipo per l'interessamento. In questi giorni sto eseguendo dei lavori di ristrutturazione in cucina (villette a schiera di tre piani partendo dal...
giaptz73 17 Gennaio 2020 ore 22:44 4
Img ducaton
Ciao a tutti, vi scrivo per avere un consiglio.Mi appresto a ristrutturare una vecchia cascina piemontese, ed in una parte del fabbricato c'è il seguente stato di fatto:...
ducaton 15 Dicembre 2016 ore 19:41 1
Img rossellab
Buongiorno,ho acquistato un appartamento in un condominio di classe A - anno di costruzione 2014.Facendo la differenza tra quanto riportato sul contabilizzatore posto subito dopo...
rossellab 26 Ottobre 2016 ore 22:18 1