Metano, GPL, Gasolio

NEWS DI Impianti11 Marzo 2012 ore 20:23
L'esigenza della sostituzione del combustibile di un impianto termico impone valutazioni attente sulle parti di impianto che andranno adattate di conseguenza.
metano , gpl , gasolio , centrale termica

Possono essere innumerevoli le motivazioni che possono indurre l'esigenza della sostituzione del combustibile dell'impianto termico, scelta che comporta, come conseguenza, la sostituzione del generatore termico, che è quasi sempre una caldaia.

Fiamma azzurra del MetanoLe motivazioni sono principalmente legate ai costi dei combustibili, alla loro reperibilità ed anche e soprattutto alla loro gestione, ma talvolta anche all'opera di sensibilizzazione dell'opinione pubblica, fatta da diversi enti, sempre più intensa e continua circa la riduzione della spesa energetica degli edifici ed il contenimento dell'inquinamento ambientale, fatti inoltre regolamentati da precise norme e leggi.

Spesso si creano, inoltre, situazioni nuove che generano condizioni diverse da quelle precedentemente esistenti come, ad esempio, le installazioni di reti gas in zone che prima non erano servite (la cosiddetta metanizzazione) o l'acquisto di un nuovo generatore. In quest'ultimo caso, ad esempio, volendo sfruttare le moderne tecnologie finalizzate al risparmio energetico, si possono considerare generatori a combustibili gassosi come il metano ed il gpl (gas propano liquido).


Maggior ecosostenibilità dei combustibili gassosi


Altri fattori che possono indurre al cambio del combustibile possono essere le iniziative locali o Regionali per limitare le emissioni di inquinanti in atmosfera, iniziative che, spesso, si avvalgono di contributi per la sostituzione di caldaie funzionanti con combustibili solidi e liquidi (legno e gasolio principalmente) con quello gassosi. Analogamente possono esistere, in determinate zone, divieti di utilizzo di specifiche tipologie di combustibili per gli impianti di riscaldamento.

Con riferimento a quest'ultimo fatto si osserva che dal Settembre 2005 vige il disposto di cui all'art. 10 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 8 marzo 2002, che ha vietato l'utilizzo, in impianti da 35 kW in poi e destinati al riscaldamento/climatizzazione di ambienti, nonché al riscaldamento di acqua calda sanitaria per utenze civili, dei combustibili solidi quali: lignite, carbone da vapore, coke metallurgico e da gas e tutti quelli a base di antracite e loro miscele.

La finalità principale del Decreto era quella di eliminare gradualmente i combustibili particolarmente gravosi dal punto di vista dell'inquinamento atmosferico. Il suddetto decreto non tocca, invece, gli impianti di potenza termica nominale complessiva inferiore a 35 kW e le stufe per singoli locali, pur definendo precise regole per l'utilizzo di combustibili diversi dal gas metano e dal gpl (gas propano liquido).

L'intervento di trasformazione di un impianto termico da combustibile solido o liquido a gas può inoltre comportare la giusta occasione per integrare lo stesso impianto con fonti alternative di energia: nel caso di caldaie, la produzione di acqua calda per il riscaldamento e per le esigenze sanitarie può essere supportata da pannelli solari termici.

Inoltre, cambiando il combustibile possono essere fatte azioni per il miglioramento o la sostituzione dell'impianto di distribuzione del combustibile, del bruciatore, del generatore di calore, l'adeguamento del locale della stessa centrale termica, l'adeguamento o il rifacimento del sistema di evacuazione dei prodotti della combustione, soprattutto se si sfruttano nuove tecnologie come la condensazione.

Bombola GplNei casi più semplici gli interventi appena descritti non sono particolarmente gravosi da realizzare, come quando si passa da un combustibile gassoso come il gpl (gas metano liquido) ad un altro combustibile gassoso (il metano). Ma in altri casi, come quando si passa da combustibili liquidi (come il gasolio) a combustibili gassosi, il rifacimento completo della centrale termica è necessario anche per le sue differenti caratteristiche fisiche, tra cui l'altezza, la superficie, il volume, le aperture di aerazione e le aperture di ventilazione.

Anche i sistemi di rilevazione e contrasto degli incendi, naturalmente, sono basati su diversi principi e tecnologie e rapportati al combustibile impiegato, e spesso impongono l'adozione di particolari layout per le centrali. In tali casi le relative progettazioni devono essere soggette alle approvazioni degli Enti specifici deputati a tali controlli prima della realizzazione.

riproduzione riservata
Articolo: Metano, GPL, Gasolio
Valutazione: 1.00 / 6 basato su 1 voti.

Metano, GPL, Gasolio: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Metano, GPL, Gasolio che potrebbero interessarti
Rapporto stechiometrico

Rapporto stechiometrico

Impianti - Il rapporto stechiometrico indica il rapporto preciso tra una sostanza combustibile e la quantità d'aria necessaria ad ottenere il consumo totale del combustibile.
Condensazione GPL

Condensazione GPL

Impianti di riscaldamento - Le caldaie a GPL sono disponibili anche con tecnologia a condensazione in zone non metanizzate,con riduzioni delle spesa energetica e dell'inquinamento ambientale.
Combustibili Solidi, Liquidi, Gassosi

Combustibili Solidi, Liquidi, Gassosi

Impianti - L'evoluzione tecnologica, le esigenze di ridurre le emissioni di sostanze inquinanti e la spesa energetica, hanno indotto dei notevoli cambiamenti per i combustibili.

Cambio Combustibile Caldaia

Impianti - Il cambio di combustibile per un impianto di riscaldamento comporta come conseguenza la necessità di dover cambiare o sostituire il generatore termico.

Riscaldare la casa inquinando meno

Impianti di riscaldamento - Le prime cose che si considerano quando si realizza un impianto di riscaldamento, riguardano l'impatto ambientale e il consumo economico: ecco alcuni consigli.

Parametri Impianto Gas

Impianti - I parametri di un impianto gas: potenza termica dell'impianto, lunghezza tubazioni, caduta di pressione, portata gas, velocità del gas e numero di REYNOLDS.

Gas GPL

Impianti di riscaldamento - In tutte le zone non ancora metanizzate è diffuso l'utilizzo di impianti a gpl (gas propano liquido): vediamo alcune misure necessarie per la sicurezza.

Radiatori a Gas Caratteristiche Tecniche

Impianti - Un radiatore a gas è un ottimo elemento integrativo di un impianto di riscaldamento quando lo stesso non soddisfa le esigenze di comfort di un ambiente.

Stufe a metano

Impianti di riscaldamento - Le stufe a metano funzionano mediante un procedimento catalitico, grazie al quale non necessitano di sfiato esterno e, quindi, della presenza di canna fumaria.
REGISTRATI COME UTENTE
295.733 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Unical caldaia a condensazione konm c 24
    Unical caldaia a condensazione...
    790.00
  • Impianto aquili co2 professionale
    Impianto aquili co2 professionale...
    99.98
  • Immergas caldaia a condensazione victrix exa 24
    Immergas caldaia a condensazione...
    847.00
  • Junkers bosch scaldabagno istantaneo a metano hydrocompact
    Junkers bosch scaldabagno...
    469.80
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Faidacasa.com
  • Officine Locati
  • Mansarda.it
  • Weber
  • Faidatebook
  • Black & Decker
  • Kone
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.