Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Materiali e localismo

NEWS Progettazione06 Maggio 2013 ore 18:44
L'uso intelligente e attento dei materiali può fare la differenza tra una semplice edilizia e una vera architettura, dando una giusta lettura del contesto.

L'edilizia è fatta di materia, di costruzione, in pratica di sostanza vera. Serve a concretizzare bisogni ed umane necessità, quelle di un rifugio che sia il luogo del riposo e della vita privata, dando loro ospitalità in maniera pratica. Quando l'edilizia, nel suo essere sostanza, incontra le idee e da loro forma, unitamente ai bisogni e alle richieste, ecco che ciò che costruiamo diventa architettura, perché esprime qualcosa di più elevato delle semplici umane urgenze.

Quando l'edilizia diventa architettura allora riconosciamo i luoghi in cui viviamo o soggiorniamo temporaneamente. Non a caso alcuni archetipi costruttivi ed alcune tecnologie sono strettamente legate ai luoghi che le hanno prodotte, tanto da farci subito pensare a questi posti specifici ogni volta che vediamo l'immagine di un determinato tipo di edificio o di costruzione che, altrove, non troveremmo.

Puglia: architettura locale rifinita con intonaco biancoTra gli elementi che maggiormente caratterizzano il localismo, cioè che identificano in maniera abbastanza chiara l'appartenenza di un manufatto ad una determinata realtà geografico-culturale, di sicuro quelli che maggiormente spiccano agli occhi, perché riconoscibili anche dai non addetti ai lavori, sono i materiali, in particolare quelli delle finiture esterne, che regolano il rapporto di una costruzione col mondo esterno.


Materiali e senso dei luoghi


Uno degli esempi più noti a livello globale è quello dell'architettura dei paesi di mare del Sud Europa, in particolare di Grecia e parte dell'Italia, caratterizzata dalla dominante chiara dei rivestimenti dei muri esterni. Due le possibili soluzioni tecnologiche utilizzate: la prima, meno diffusa perché più costosa e non alla portata di tutti, è quella del calcare chiaro o bianco, mentre la seconda, ben più diffusa perché più economica, è quella dell'intonaco bianco.

Le tipiche case dei villaggi greci e di parte dell'Italia meridionale (la Puglia, ad esempio) sono estremamente rappresentativi del rapporto tra materiali e localismo, perché ricorrono ad un materiale facilmente rintracciabile in loco (l'intonaco), con una finitura di colore necessaria per combattere l'eccessivo soleggiamento tipico di tali latitudini; così facendo, si caratterizzano e si identificano in maniera evidente i luoghi, unitamente ad alcune soluzioni costruttive che variano da luogo a luogo.

Napoli: Costruzione in tufo giallo a vistaIn maniera analoga, ancora, si può discutere della evidente persistenza dell'uso di tufo e pietra vulcanica in diverse zone del Lazio, della Campania e della Sicilia, data la nota presenza di aree vulcaniche più o meno attive in tali zone. A seconda dei luoghi, poi, cambia la composizione della lava che, raffreddandosi dopo le eruzioni, dà luogo ai vari tipi di rocce piroclastiche utilizzate in edilizia, ed è per questo che il tufo romano è diverso da quello napoletano o leccese, così come la Pietrarsa, tipica pietra lavica napoletana, è diversa dalla pietra lavica etnea e dal piperno.

È così che un palazzo nobiliare a Napoli sarà caratterizzato da un rivestimento basamentale in pietra lavica (perfetta per questo uso in quanto di colore scuro, su cui lo sporco è meno visibile), che si ritrova anche molto utilizzato nei bellissimi palazzi patrizi di Catania, ma le varianti locali del materiale ci faranno capire la differenza anche da un confronto fotografico.

La scelta di materiali locali, poi, è sempre stata una scelta semplice quanto necessaria, in tempi in cui non esisteva il mercato globale e la possibilità di importare con facilità da qualunque nazione, nonché economicamente conveniente perché spesso le cave erano a ridosso dei Puglia: costruzioni in pietra chiaranuclei abitati (Napoli è ricca di cavità sotterranee perché le stesse, sono, in realtà, luoghi di estrazione del tufo necessario per le costruzioni).

Un errore che è stato fatto da questo punto di vista, negli anni passati, è quello relativo all'uso di materiali lapidei non locali per la realizzazione di ampie zone pedonali pavimentate nei centri storici del Sud Italia. Negli anni '80 e '90, ad esempio, imperava l'uso dei cubetti di porfido, in genere proveniente dal Trentino, nelle principali vie e piazze di tantissime città meridionali, col risultato di snaturare la tipicità dei luoghi per aver scelto un materiale di qualità, certamente, ma assolutamente fuori contesto. Non a caso, al contrario, mai è accaduto che in Trentino importassero la pietra lavica per lastricare i propri centri storici.

Lo stesso errore, purtroppo, si riscontra anche nell'edilizia privata, luogo delle principali e diffuse brutture costruttive: a causa, a volte, di regolamenti edilizi non impeccabili, perché aperti con troppa facilità all'impiego di materiali non compatibili con le caratteristiche dei luoghi, si realizzano edifici a volte rivestiti con materiali assolutamente estranei al contesto, solo perché il committente, o il progettista, ne sono stati affascinati per averlo visto su una rivista.

riproduzione riservata
Articolo: Materiali e localismo
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 2 voti.

Materiali e localismo: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
REGISTRATI COME UTENTE
308.501 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
Quanto costa, dove lo trovo? Sei un Azienda ? Pubblica i tuoi Prezzi Quì !
  • Rivestimenti in resina
    Rivestimenti in resina...
    75.00
  • Ristrutturazione bagno Caserta e dintorni
    Ristrutturazione bagno caserta e...
    6500.00
  • Rivestimenti per blindati
    Rivestimenti per blindati...
    200.00
  • Ristrutturazione facciata Caserta
    Ristrutturazione facciata caserta...
    90.00
Notizie che trattano Materiali e localismo che potrebbero interessarti


Made Expo 2019: la fiera dell'edilizia e dell'architettura

Architettura - A marzo inizia la nona edizione di Made Expo presso Fiere Milano Rho. L'evento mira al rilancio di edilizia e architettura, favorendo un sistema di connessioni.

Social Home Design

Arredamento - Il Social Housing è un tema di grande attualità ed in forte sviluppo. Infatti molti enti, pubblici e privati, stanno puntando sul settore dell?edilizia

Premio Europeo d'Architettura Ugo Rivolta 2011

Architettura - La progettazione architettonica al servizio del miglioramento delle condizioni abitative di persone svantaggiate. È questo lo scopo dell'housing sociale.

Materiale innovativo per pavimenti

Ristrutturazione - La ricerca tecnologica nel settore dei materiali per l?edilizia è oggi orientata ad ottenere soluzioni che, oltre ad avere elevate qualità di resistenza

BigMat, concorso internazionale di architettura: ecco come candidarsi

Architettura - C'è tempo fino al 18 maggio per partecipare all'edizione 2017 del Bigmat, il concorso internazionale di architettura che premia l'eccellenza progettuale europea

Green building a Milano

Progettazione - Un incontro dedicato al difficile rapporto tra architettura e ambiente: professionisti e tecnici ne discutono attraverso un dibattito formativo e di confronto.

Fiera Expo Edilizia 2013

Architettura - La sesta edizione dell'Expo Edilizia si configura come punto d'incontro per operatori del settore e professionisti alla ricerca di soluzioni e prodotti innovativi.

Expo Edilizia 2010

Arredamento - A circa sei mesi dalla precedente edizione 2009, tenutasi dal 12 al 15 Novembre u.s., sono già da qualche tempo ampiamente avviate tutte le attività

Green Building Expo

Bioedilizia - La quinta edizione della fiera dell'efficienza energetica e dell'architettura sostenibile, in mostra a Verona.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img bojangles
Salve a tutti,ho notato una differenza tra il progetto presentato all'Urbanistica e il progetto delle opere strutturali presentato al Genio Civile.Entrambi i progetti sono stati...
bojangles 01 Febbraio 2014 ore 11:53 1
Img maurizio.vit
Buongiorno,la domanda è...il condono edilizio legge 47/85 si può scroporare???Nel 1994 è stato presentato un condono edilizio di garage, portici etcc da parte...
maurizio.vit 25 Novembre 2014 ore 08:28 1
Img paoloan
Salve,abito nel comune di Camerano nella provincia di Ancona.Vorrei sapere quanto costa al mq costruire, in economia, una csa unifamiliare su due piani 160 mq totali- 80...
paoloan 13 Ottobre 2014 ore 15:56 2
Img gigi.beltrami@tiscali.it
Salve,ho acquistato un trilocale in Milano e sono in corso i lavori di frazionamento per ricavare un monolocale e un bilocale.Il monolocale è appena stato terminato e...
gigi.beltrami@tiscali.it 06 Maggio 2014 ore 14:04 1
Img mattiabarbiero
Buongiorno a tutti,qualcuno ha provato i materiali della marca Econanosil? In particolare i prodotti Eco 1 e Eco 6.Mi sono stati proposti da un'azienda trevigiana...
mattiabarbiero 09 Marzo 2014 ore 09:02 1