Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA

Marcatura CE: attenti alle truffe

NEWS Leggi e Normative Tecniche02 Dicembre 2014 ore 12:21
Occhio al marchio CE: i cinesi lo plagiano con astuzia a livello grafico e i consumatori, convinti di acquistare un prodotto conforme agli standard della Comunità Europea, vengono truffati.

Questa volta la Cina l'ha fatta grossa



Una truffa ben congegnata. Non si può che definire così la geniale pensata dei produttori cinesi, che da parecchi anni hanno immesso sul nostro mercato articoli marchiati CE.

Peccato che le lettere in questo caso non siano le iniziali di Conformità Europea, bensì di China Export. Inevitabile per i consumatori europei cadere con facilità in inganno anche perché, a livello grafico, i cinesi hanno ripreso esattamente i caratteri della marcatura CE autentica.
L'unica differenza rispetto all'originale è che le due lettere C e E sono ravvicinate: per distinguerle quindi è necessario fare attenzione allo spazio minore che intercorre fra le lettere nel caso dei prodotti Made in China.


Riconoscere il vero Marchio CE


Marcatura CE correttaAnche il marchio di conformità europea si può identificare a colpo d'occhio grazie a un semplice accorgimento: le due lettere sono ricavate da due cerchi, come si può bene vedere dall'immagine a lato.

Basta quindi verificare che fra la C e la E ci sia almeno la metà della larghezza della C.

La domanda a questo punto sorge spontanea.

Perché nessuno ha preso dei provvedimenti sulla contraffazione del marchio CE originale?

Di fatto si è cercato di dare un freno a questa truffa con il Decreto Legislativo 6 Novembre 2007, n. 194, pubblicato sulla gazzetta numero 261 nel 9 novembre 2007, dove all'articolo 10.3 si legge :
È vietato apporre sugli apparecchi e sui relativi imballaggi e istruzioni per l'uso segni che possano indurre in errore terzi in relazione al significato o alla forma grafica della marcatura CE.


Sanzioni per chi contraffa il simbolo CE


Il decreto ha sancito anche pene pecuniarie China Export: La Cina truffa gli europeiper chi inganna i consumatori:
Chiunque appone marchi che possono confondersi con la marcatura CE ovvero ne limitano la visibilità e la leggibilità è assoggettato alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 1.000,00 ad euro 6.000,00. Eppure, nonostante il decreto, sono ancora molti i prodotti che entrano nelle nostre case pur non avendo eseguito alcuna prova di conformità agli standard europei.

Differenza Marcatura CE e China ExportLe conseguenze?

La qualità non è la stessa, ma a preoccupare ancor di più è ovviamente la sicurezza.

La marcatura CE è infatti un contrassegno che deve essere apposto su determinate tipologie di prodotti dal fabbricante stesso; autocertifica la rispondenza (o conformità) ai requisiti essenziali per la commercializzazione e utilizzo nell'Unione Europea.
L'apposizione del marchio è prescritta per legge per poter commercializzare il prodotto nei paesi aderenti allo Spazio economico europeo (SEE).

Esempi di alcune direttive che richiedono il logo CE sono la direttiva bassa tensione, la direttiva macchine, la direttiva compatibilità elettromagnetica, la direttiva per i sistemi in pressione, la direttiva per i dispositivi medici.

lampadina non conforme CESono stati proprio gli utenti di Lavorincasa.it a segnalarci come siano stati beffati dal falso marchio CE.
In particolare, ci ha colpito la testimonianza di un ragazzo che pochi giorni fa ha acquistato una confezione con tre lampadine a risparmio energetico che riportava la scritta Made in CE.

Una volta installata la prima all'accensione ha avvertito subito un odore nauseante e la fuoriuscita di fumo.

E la situazione è ancora più grave se si pensa che qualcosa di simile può accadere anche con i giocattoli che arrivano nelle mani dei bambini.

Ricordiamo quindi che nel caso di articoli non a norma, oltre alle sanzioni civili ed eventualmente penali per i produttori, sul piano contrattuale e commerciale il rapporto di compra-vendita è nullo ai sensi dell'art. 1418 del codice civile. Quindi si può non procedere al pagamento, si può rendere la merce, si possono richiedere danni eventualmente subiti, anche a distanza di 5 anni.

Forum Helpcasa: marcatura CECon questo articolo speriamo di avere chiarito la situazione relativa alla marcatura CE.

In ogni caso se volete inviare le vostre testimonianze o segnalare altre truffe che riguardano il mondo della casa entrate nel forum

riproduzione riservata
Articolo: Marchio CE: attenti alle truffe
Valutazione: 4.90 / 6 basato su 40 voti.

Marchio CE: attenti alle truffe: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Daniele pugliesi
    Daniele pugliesi
    Sabato 18 Aprile 2020, all or 14:01
    In realtà l'aspetto grafico conta poco, o meglio applicare un marchio CE che si discosta da quello indicato dalle normative è punito dalla legge.
    Il vero problema sta nel supporre che la "marcatura CE" sia una semplice apposizione del marchio graficamente corretto.
    In realtà la marcatura CE, come sa chi ha avuto modo di studiare le norme che la regolamentano, è una procedura complessa e laboriosa, che implica oltre alla preparazione della documentazione necessaria, l'implementazione di specifiche misure di sicurezza.
    Sono tali misure che rendono il prodotto "sicuro", non la presenza del marchio, che è solo un modo per facilitare i consumatori, che devono comunque verificare la presenza di una dichiarazione di conformità e sperare che gli organi di vigilanza svolgano i dovuti controlli.
    Gran parte della documentazione inerente la marcatura CE infatti non è accessibile da parte del singolo consumatore.
    Per saperne di più: https://www.marchio-ce.com email: info@marchio-ce.com
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Daniele pugliesi
      Lunedì 20 Aprile 2020, all or 12:54
      Condivido pienamente quanto da Lei affermato. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
  • Roberto Angelone
    Roberto Angelone
    Giovedì 19 Settembre 2013, all or 22:04
    Gradirei sapere se chi acquista consapevolmente una stufa a pellet senza marchio CE commette un reato e, in qual caso, quale?
    rispondi al commento
  • Humberto
    Humberto
    Lunedì 19 Agosto 2013, all or 08:14
    Buongiorno, anzitutto i miei complimenti per l'offerta del sito con cui colloquiare nonché per la disponibilità.
    Avrei un quesito da porre : poichè per lavoro da poco mi capita di dover fare controlli su prodotti (essenzialmente elettrutensili) con marchio CE assente o con l'apposizione del marchio China Export - ) è possibile avere informazioni sullo stato dell'arte normativo e relative sanzioni?
    Grazie
    rispondi al commento
  • Baruffaldi Dino
    Baruffaldi Dino
    Sabato 8 Giugno 2013, all or 12:03
    Il C E sopra riprodotto non barrato, ma con scritto Conformità Europea non è esatto perché C ed E sono troppo staccati.
    rispondi al commento
  • Stefano
    Stefano
    Lunedì 21 Gennaio 2013, all or 12:51
    Salve, dovrei acquistare un telefonino sul sito trexshop, ho letto diverse recensioni e tutte sono positive riguardo al telefono. Il telefono ha il marchio CE originale (così dicono) in che maniera si può verificare?
    Grazie
    rispondi al commento
  • Andrea
    Andrea
    Mercoledì 21 Settembre 2011, all or 13:50
    Quelle Fabbriche cinesi permettono alla gente comune di comprassi un prodotto bello al prezzo giusto. Quelli che possono permetterselo continueranno sempre a comprare il prodotto dal negoziante ufficiale. Il prodotto originale ha un ricarico del 1000% se nn di piu. Una borsa di lv tra materiale e produzione spendono all'incirca 40 50 euro (in media, secondo al modello) e nei negozi lo sapete anche voi a quanto viene venduto. Le grandi marche nn vendono di meno se ce tanta contraffazione, solo aumenta il numero di persone che possegono quel prodotto. Nn difendo la categoria di contraffattori, se invento una cosa voglio essere solo io a proddurla, pero nn gli si puo dare la colpa che tolgono il lavoro alla gente perche nn è vero.
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Sostieni Lavorincasa
REGISTRATI COME UTENTE
316.515 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Marchio CE: attenti alle truffe che potrebbero interessarti


Pannelli Solari: Marchi e Garanzie

Impianti - La qualità dei componenti di un impianto a pannelli solari è identificata da un marchio internazionale, il keymark, le cui garanzie sono legali e convenzionali.

Vetri Europei e le norme europee

Leggi e Normative Tecniche - Il settore del vetro in Europa è sottoposto alle norme europee armonizzate (hEN) emanate dal CEN (Comitato Europeo di Normazione) e dal TC (Comitato tecnico).

Tubo per alte temperature e pressioni

Impianti - Nella realizzazione di un  impianto termoidraulico si presenta la necessità di utilizzare tubazioni in grado di resistere a temperature e pressioni particolarmente

FSC-Forest Steward Council

Bioedilizia - La sempre maggior attenzione per l'ambiente ci conduce a un consumo responsabile. FSC è un marchio da tenere d'occhio per riconoscere materiali amici dell'ambiente

PEFC-programma schemi certificazione forestale

Bioedilizia - Per scegliere materiali ecocompatibili oggi ci vengono in aiuto vari marchi che certificano questa caratteristica di un prodotto. Tra questi c'è il marchio PEFC.

Certificazioni di qualita' per il fotovoltaico

Impianti - Come gli enti certificatori assumono un ruolo determinante nell'indirizzare il mercato degli impianti solari verso un adeguato standard di qualita'.

Crisi del settore ceramico

Normative - La crisi economica internazionale ha colpito anche il settore ceramico, uno dei comparti piu' importanti per il nostro Paese.

Acqua di casa mia

Arredamento - Da alcuni giorni la Coop ha lanciato la campagna pubblicitaria Acqua di casa mia, visibile anche in tv con degli spot aventi Luciana Littizzetto come testimonial,

Nuove etichette per elettrodomestici

Normative - Sono entrati in vigore in Europa i regolamenti che stabiliscono le caratteristiche ed i contenuti delle etichette energetiche di lavastoviglie, frigoriferi, congelatori, frigocongelatori, lavatrici e televisori.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img itan71
Buonasera, chiedo gentilmente la vostra attenzione. Ho acquistato una vasca idromassaggio da un venditore di Lecce (Valore circa 5 mila euro). Per farla breve, mi hanno consegnato...
itan71 05 Febbraio 2020 ore 19:16 4