• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Il conduttore e le spese per la manutenzione dell'impianto fognario

La manutenzione dell'impianto fognario può attenere al suo uso, ovvero alla sua conservazione in stato di funzionamento. Quand'è che deve pagare il conduttore?
Pubblicato il

Manutenzione impianto fognario


Quando si parla di fognatura il pensiero corre ai camion fermi per strada per spurgare i pozzetti otturati. Questo per chi, fortuna sua, non ha mai avuto un rigurgito fognario in casa.
Altrimenti oltre all'autocisterna, il trabocco della fogna gli avrebbe ricordato anche liquidami e odori che, solo edulcorando, possiamo definire sgradevoli.

In un edificio, è noto, l'impianto di scarico delle acque, la fogna, serve a convogliare i liquami nella fognatura pubblica, ovvero nelle fosse dove la fognatura non esiste.

Impianto fognario
Nell'ambito di un edificio in condominio possiamo distinguere gli impianti di scarico a servizio delle singole unità immobiliari in proprietà esclusiva e di proprietà del titolare di queste ultime e l'impianto fognario condominiale, funzionale all'uso dei primi e necessario per connetterli alla fogna pubblica.

L'impianto fognario condominiale, lo dice la stessa parola, è in comproprietà tra i condòmini che lo utilizzano. In questo impianto, noto oggetto del contendere è la braga: parte dell'impianto in proprietà esclusiva o condominiale?

La giurisprudenza più recente propende per la prima ipotesi, ma non è una conclusione condivisa da tutti. Analizzati gli aspetti concernenti la proprietà dell'impianto fognario, è utile soffermarsi sulle spese riguardanti l'impianto di scarico nel caso di unità immobiliare concessa in locazione.


Appartamento in affitto, i costi a carico del conduttore


Le spese a carico del conduttore nell'ambito di un contratto di locazione, ad uso abitativo o non abitativo è qui indifferente, sono individuate da varie norme di legge. Vediamo quali.

Nel codice civile c'è l'art. 1609 che pone in capo al conduttore le spese afferenti alla piccola manutenzione, ossia quelle dipendenti da deterioramenti prodotti dall'uso;

Vi è poi l'art. 9 della legge n. 392/78 che pone in capo al conduttore, le spese relative:

  • al servizio di pulizia;

  • al funzionamento e all'ordinaria manutenzione dell'ascensore;

  • alla fornitura dell'acqua;

  • alla fornitura dell'energia elettrica;

  • alla fornitura del riscaldamento e del condizionamento dell'aria;

  • allo spurgo dei pozzi neri e delle latrine;

  • in generale alla fornitura di altri servizi comuni.

Si tratta, guardando a questa elencazione, dei così detti oneri accessori, ovvero delle spese dovute dal conduttore nel caso di edifici in condominio, ovvero di unità immobiliari ubicate in edifici provvisti di servizi comuni.

L'elenco, come si può notare nel penultimo punto, ci è molto d'aiuto ai fini della individuazione del soggetto tenuto a pagare le spese inerenti all'impianto fognario condominiale.


Manutenzione impianto fognario, le spese a carico del proprietario


Che si tratti di impianto fognario condominiale, ovvero di fognatura a servizio della sola unità immobiliare oggetto di locazione, è facile individuare le spese a carico del proprietario.

Ai sensi degli art. 1575-1576 c.c. è obbligo del proprietario mantenere la cosa locato in stato da servire all'uso convenuto, attraverso la esecuzione di tutte le riparazioni a ciò necessarie, salvo la piccola manutenzione.

Impianto di scarico
Come tradurre questa regola in un caso concreto riguardante la fognatura?
Se si rompe una tubazione in ragione della vetustà, cosa frequente, non vi è dubbio che la spesa per l'intervento debba essere posta in capo al proprietario.

Vetustà e fattori accidentali di rottura portano sempre a concludere che il costo dell'intervento è a carico del proprietario. Lo stesso dicasi per difetti dell'impianto fognario.


Manutenzione impianto fognario, le spese a carico del conduttore


I costi per la manutenzione dell'impianto fognario a carico del conduttore, invece, sono sostanzialmente quelli connessi all'uso: lo dice l'art. 1609 c.c. declinando il significato di piccola manutenzione e lo specifica esplicitamente in relazione alla fognatura l'art. 9 della legge n. 392/78, il quale pone in capo al conduttore le spese per lo spurgo. Lì si parla di pozzi neri e latrine, ma non vi è ragione alcuna per non essere certi che ciò riguarda anche la fogna.

Se c'è da fare eseguire uno spurgo, è evidente che ciò è connesso all'uso (a meno che non vi sia un difetto strutturale dell'impianto di scarico) e che conseguentemente la spesa debba essere sostenuta dal conduttore e non dal proprietario.

Si badi: trattandosi di oneri accessori, salvo diretto interessamento del conduttore, la spesa deve essere sostenuta dal proprietario, che potrà poi domandarne il rimborso al conduttore.


Manutenzione impianto fognario, condominio e locazione


Quanto fin qui detto in relazione all'impianto di scarico a servizio dell'unità immobiliare vale anche in relazione a quello in proprietà condominiale.

Le spese condominiali di norma (perché la prassi ci racconta altro) devono essere sostenute integralmente dal locatore che, poi, potrà domandare il rimborso (oneri accessori) al conduttore.

Per l'impianto fognario vale, nella sostanza, la ripartizione esposta per l'impianto fognario in generale.

Al costo per l'intervento il proprietario e conseguentemente il conduttore, parteciperà sulla base dei millesimi di proprietà applicabili in relazione all'impianto fognario.

riproduzione riservata
Manutenzione impianto fognario e appartamento in affitto
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 1 voti.
gnews
  • whatsapp
  • facebook
  • twitter

Inserisci un commento o un'opinione su questo contenuto



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
Alert Commenti
  • Angiotell
    Angiotell
    Domenica 12 Dicembre 2021, alle ore 16:39
    In un fabbricato da me amministrato si è verificata una occlusione dello scarico cucine (diametro 40 mm) in appartamento a piano terra.
    Il proprietario di lamenta con il sottoscritto facendomi presente che avrei dovuto effettuare una verifica periodica della funzionalità di detto scarico.
    La fossa di raccolta è tuttavia pulita.
    Come mi devo comportare?
    rispondi al commento
  • Angelo Baldi
    Angelo Baldi
    Venerdì 14 Maggio 2021, alle ore 09:32
    Entrati ad ottobre in affitto, è stato necessario chiamare lo spurgo in quanto fuoriusciva acqua dallla base del water (appartamento rifatto a nuovo).
    Lo spurgo da parte del proprietario non veniva fatto dal 2017.
    A chi spetta pagare a questo punto, visto che il suddetto vuole rifarsi su noi ed un altra famiglia appena entrati?
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
346.965 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img germano bonaveri
Salve,approfitto della vostra competenza per chiedervi un parere.Sono proprietario di una villetta unifamiliare sull'appennio bolognese, nel quale abito da 3 anni.Le acque di...
germano bonaveri 14 Marzo 2023 ore 12:47 2
Img alessandro zavagno.
Buongiorno un mese e mezzo fa mi hanno svuotato la fossa biologica. Da quel momento in poi ho iniziato a sentire odore in casa esattamente dove è posizionata la fossa sotto...
alessandro zavagno. 20 Febbraio 2023 ore 14:56 1
Img numbor
Ciao a tuttii,chiedo un sopporto per la seguente questione...Sulla strada di fronte a casa mia stanno installando una nuova fognatura "nera " in aggiunta alla presente linea...
numbor 14 Novembre 2022 ore 14:35 1
Img homesweethome23
Buongiorno a tutti, ieri ci siamo accorti di avere in cantina un'ispezione della linea di fognatura condominiale. Casa appena comprata e nessuno ci aveva mai detto nulla. Secondo...
homesweethome23 18 Aprile 2019 ore 17:55 1
Img gian.salmaso
Buongiorno, ho acquistato una porzione centrale di quadrifamiliare da ristrutturare.Dovendo alla fine chiedere l'agibilità del'immobile ho necessità di avere...
gian.salmaso 15 Febbraio 2018 ore 11:21 1