Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Stop all'attività edilizia se non si attesta il pagamento dei progettisti

Flash News Leggi e Normative Tecniche08 Ottobre 2018 ore 17:26
La Rete delle Professioni Tecniche propone di introdurre con la Manovra 2019 l'obbligo di provare il pagamento del lavoro dei professionisti in ambito edilizio.

I progettisti vanno pagati, altrimenti niente attività edile!


Per ora è solo una proposta e viene dalla Rete delle Professioni Tecniche (RPT) che vorrebbe introdurla come emendamento al disegno di Legge di Bilancio 2019. Stop all’attività edile se mancano i documenti che comprovano il pagamento dei progettisti secondo un l’equo compenso e regolarità fiscale. In caso contrario l’iter di autorizzazione si blocca.

Tutto parte dai contenuti della legge della Regione Calabria per attenuare l'evasione fiscale e tutelare il lavoro dei professionisti. La norma ha successivamente ispirato altre iniziative, come la delibera della Regione Sicilia che invita gli assessorati a rispettare le norme sull’equo compenso.

I progettisti vanno pagati, altrimenti niente attività edile

Cosa propone in sostanza la RPT?


Che le istanze e le segnalazioni certificate da presentare agli Enti e agli Uffici pubblici per il controllo dell’attività edilizia e al rilascio di autorizzazioni e certificazioni varie, oltre a contenere tutti gli elaborati previsti dalla normativa vigente, siano corredati anche da una copia del contratto di prestazione d'opera intellettuale sottoscritto dal professionista e dal committente, redatto a norma di Legge.

Nel contratto devono essere stabilite le prestazioni richieste al professionista e il compenso concordato tra le parti. A sua volta il professionista che ha ottenuto l'incarico, per ogni prestazione eseguita deve trasmette all’Ente o l’Ufficio preposto, un'autocertificazione che attesti il pagamento dei compensi ricevuti, riportando gli estremi del bonifico bancario, garantendo la tracciabilità dei flussi finanziari.
Ed è proprio la mancata presentazione del contratto e dell’autocertificazione che può costituire motivo di legittima interruzione del procedimento amministrativo, bloccando di fatto l'attività dell'impresa edile.

Secondo Rete delle Professioni Tecniche l’evasione fiscale non riguarda solo le imprese ma anche i liberi professioni, provocando l'insorgere di concorrenza sleale che va ad aggravare ulteriormente un mercato del lavoro saluto e ostacolato dalla crisi che dal circa un decennio interessa molti settori, soprattutto l’edilizia.

riproduzione riservata
Articolo: Manovra 2019: stop all'attività edilizia se non si paga il progettista
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 5 voti.

Manovra 2019: stop all'attività edilizia se non si paga il progettista: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Manovra 2019: stop all'attività edilizia se non si paga il progettista che potrebbero interessarti
Scade oggi il termine per il pagamento prima rata IMU e TASI 2019

Scade oggi il termine per il pagamento prima rata IMU e TASI 2019

Fisco casa - Scade oggi 17 giugno il termine per pagare la prima rata dell'IMU e TASI per l'anno 2019. Ecco chi deve pagare e come fare se si è in ritardo con il pagamento.
Made Expo 2019: la fiera dell'edilizia e dell'architettura

Made Expo 2019: la fiera dell'edilizia e dell'architettura

Architettura - A marzo inizia la nona edizione di Made Expo presso Fiere Milano Rho. L'evento mira al rilancio di edilizia e architettura, favorendo un sistema di connessioni.
Bonus casa 2019: le novità in arrivo con la Legge di Bilancio

Bonus casa 2019: le novità in arrivo con la Legge di Bilancio

Leggi e Normative Tecniche - Approvata la manovra fiscale del governo con proroga per tutto il 2019 delle detrazioni fiscali relative a spese sulla casa. Ecco quali sono gli sconti previsti

Casaidea 2019: a Roma la mostra dedicata all'arredo casa

Complementi d'arredo - Casaidea 2019, l'appuntamento annuale che punta al design, offrendo tante idee per arredare spazi e ambienti della casa. Progetti, prodotti e nuovi materiali.

Expo casa Umbria 2019: a marzo la fiera dedicata all'interior design

Complementi d'arredo - Expo Casa 2019: Umbriafiere a Bastia Umbra, in provincia di Perugia, partirà a marzo la mostra dedicata all?Edilizia, all?Arredamento e al risparmio energetico

Radicepura Garden Festival 2019: la mostra siciliana dedicata al giardinaggio

Giardinaggio - Dal 27 aprile al 27 ottobre 2019 sarà possibile prender parte a Radicepura Garden Festival, un evento dedicato al giardinaggio produttivo che si terrà in Sicilia

Pace fiscale per i tributi comunali: ecco di cosa si tratta

Fisco casa - Non solo multe e bollo auto potranno beneficiare della pace fiscale; il condono è consentito anche per quei tributi comunali sulla casa come IMU, TASI e TARI.

Salone del mobile Milano: la fiera che detta le tendenze d'arredo

Complementi d'arredo - Parte ad aprile il Salone del Mobile. Milano farà da sfondo a un evento di portata internazionale dove arredo e design saranno protagonisti e detteranno tendenze

Manovra Bis approvata

Normative - Approvato alla Camera il disegno di legge di conversione della Manovra Bis, che introduce una serie di novita'  che si ripercuotono sul settore delle costruzioni.