Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA

Mancata consegna documenti condominiali da parte dell'amministratore uscente

NEWS Amministratore di condominio24 Settembre 2014 ore 00:50
L'amministratore condominiale revocato dall'assemblea, o comunque sostituito, ha l'obbligo di consegnare al suo successore i documenti relativi al condominio.

Consegna documenti condominiali


Consegna documentiVa da sè che l'amministratore che andandosene non consegna la documentazione relativa alla gestione condominiale e ciò nonostante i ripetuti solleciti, vi sarà costretto dal giudice.

Oltre che ragioni di buonsenso ci sono anche e soprattutto ragioni giuridiche.

Innanzitutto, come spiega da ultimo il Tribunale di Firenze (ordinanza del 1 agosto 2014, ma vedasi anche per esempio Tribunale di Messina, 13 marzo 2013) vi è il fatto che il rapporto tra l'amministratore ed il condominio è inquadrato per pacifica giurisprudenza nel contratto di mandato; quindi trova applicazione diretta l'articolo 1713 (il riferimento all'art. 1723 nel testo della sentenza è sicuramente un refuso) per il quale il mandatario deve rendere il conto al mandante del suo operato e rimettergli tutto ciò che ha ricevuto a causa del mandato; tra tutto ciò che ha ricevuto a causa del mandato vi è sicuramente anche la documentazione (vedasi anche Tribunale di Roma, 25 gennaio 2007, n.10818).

Inoltre, la specifica normativa condominiale, recependo la giurisprudenza, prevede oggi ormai chiaramente all'art.1129, co.8 c.c., che alla cessazione dell'incarico l' amministratore è tenuto alla consegna di tutta la documentazione in suo possesso afferente al condominio e ai singoli condomini e ad eseguire le attività urgenti al fine di evitare pregiudizi agli interessi comuni.

È chiaro che date le varie incombenze ricadenti sul condominio, tale omissione lo espone a vari rischi, i quali certamente rientrano nella nozione di periculum in mora, cioè di pericolo durante la durata di un giudizio ordinario; ecco perché si giustifica il ricorso alla procedura d'urgenza ex art. 700 c.p.c., dove i presupposti per la concessione del provvedimento sono appunto il fumus boni iuris, dunque la parvenza di ragione, nonché appunto, il periculum in mora (vedasi, tra la altre, Trib. Messina 13 marzo 2013 e Trib. Salerno 3 ottobre 2006).

Ciò, è stato spiegato, in quanto dall'omessa come pure dalla ritardata consegna al nuovo amministratore dei documenti concernenti la gestione condominiale anteriore deriverebbe al condominio un pregiudizio irreparabile, consistente nell'impossibilità di redazione di un bilancio veritiero e completo, di formazione del rendiconto, di corretta ripartizione delle spese, di tempestivo incasso dei contributi ancora in ipotesi dovuti dai condomini, di verifica circa l'effettiva esistenza di debiti verso terzi, di deliberazione consapevole da parte dell'assemblea, di utile gestione di beni e servizi comuni (Trib. Messina 13 marzo 2013).


Azione processuale per la consegna e poteri dell'amministratore


Consegna documenti condominialeDa un punto di vista tecnico-processuale un rimedio alternativo al giudizio cautelare ex art. 700 c.p.c. può essere il decreto ingiuntivo, dal momento che l'art. 633 c.p.c. ne prevede l'applicabilità anche per i casi di obbligo di consegna di una cosa mobile determinata. Ciò però solo se del diritto è fornita prova scritta.

L'omissione della consegna espone comunque l'ex amministratore alla responsabilità per eventuali danni che dovessero sorgere (vedasi tra tante Tribunale di Roma 25 gennaio 2007, n.10818), ma potrebbe esporre anche, perlomeno in via mediata, l'amministratore in carica che non si sia attivato in ogni modo possibile al recupero della documentazione; tale onere gli deriva dall'obbligo di diligenza del mandatario e costituisce comunque un presupposto per il corretto adempimento di tutti gli specifici obblighi che la legge gli assegna; in generale, perché ovviamente non può esservi amministrazione corretta senza la conoscenza ed il possesso delle carte; in particolare, poi, a proposito della documentazione, in quanto specifiche norme gli impongono la conservazione della documentazione, appunto (art. 1130 , co.1, n. 8), e l'esecuzione degli adempimenti fiscali (art. 1130 , co.1, n. 4).

L'amministratore in carica potrà procedere di sua iniziativa e senza dunque il passaggio assembleare all'azione giudiziale; ciò perché la legittimazione attiva processuale, conferita dall'art. 1130 c.c. per lo svolgimento delle attribuzioni ivi previste - esecuzione delle delibere dell'assemblea, cura dell'osservanza del regolamento di condominio , amministrazione delle cose, degli impianti, dei servizi comuni, conservazione e manutenzione di essi, disciplina del loro uso e riscossione dei contributi - comprende quella prioritaria ed indispensabile per l'espletamento dei singoli momenti gestori, tra cui il recupero della documentazione relativa alla gestione precedente (Cass. n. 13504/99 e Trib. Messina 13/03/2013).


Ciò è oggi confermato anche dalla nuova stesura dell'art. 1131, c.c., per il quale nei limiti delle attribuzioni stabilite dall'articolo 1130... l'amministratore ha la rappresentanza dei partecipanti e può agire in giudizio sia contro i condomini sia contro i terzi... Qualora la citazione o il provvedimento abbia un contenuto che esorbita dalle attribuzioni dell'amministratore, questi è tenuto a darne senza indugio notizia all'assemblea dei condomini.

È utile ricordare che l'azione giudiziale cautelare per il recupero della documentazione condominiale non è soggetta al tentativo obbligatorio di mediazione (cfr. art. 5 d.lgs. n. 28/2010).

riproduzione riservata
Articolo: Mancata consegna documenti da parte dell'amministratore uscente
Valutazione: 3.80 / 6 basato su 5 voti.

Mancata consegna documenti da parte dell'amministratore uscente: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • 64brunica
    64brunica
    Sabato 11 Ottobre 2014, all or 11:24
    Buon giorno, non è chiaro se l' amm.re subentrato non si attivi per il recupero della documentazione pregressa anche se richiesta dai condomini per volontà o quant'altro ( intuizione che sia di parte), possa il singolo condomino dar attuazione della procedura addebitando le spese al mandatario succeduto. Resta inteso che vi sono risvolti anche penali.Grazie.
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Sostieni Lavorincasa
REGISTRATI COME UTENTE
316.466 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Mancata consegna documenti da parte dell'amministratore uscente che potrebbero interessarti


Condominio: nessun compenso extra all'amministratore revocato

Amministratore di condominio - Nel caso in cui l'incarico dell'amministratore di condominio venga revocato non è previsto alcun compenso se l'assemblea è contraria alla proroga dei suoi poteri

Amministratore e passaggio di consegne

Condominio - Una recente sentenza del Tribunale di Bari, la n. 967 del 17 marzo 2010, ci permette di chiarire, allo stato attuale, quali siano gli strumenti a disposizione

Documentazione condominiale, obblighi di conservazione e consegna

Amministratore di condominio - La documentazione condominiale detenuta dall'amministratore in carica dev'essere diligentemente conservata e consegnata al suo successore senza alcun ritardo.

Amministratore di condominio e sequestro conservativo

Amministratore di condominio - Se l'amministratore di condominio revocato non consegna al suo successore le somme di denaro del condominio è legittimo il provvedimento di sequestro conservativo.

Visione dei documenti condominiali e privacy

Regolamento condominiale - I documenti condominiali sono atti visionabili dai condomini, ma è necessario operare delle distinzioni per evitare violazioni della riservatezza di qualcuno.

Crediti dell'amministratore di condominio uscente

Amministratore di condominio - Al momento del conferimento dell'incarico dell'amministratore di condominio, l'assemblea decide anche sulla eventuale retribuzione del proprio legale rappresentante.

Amministratore condominiale revocato e appropriazione indebita dei documenti

Condominio - L'amministratore revocato deve consegnare i documenti del condominio al suo successore e se non lo fa potrebbe essere condannato per appropriazione indebita.

Condòmini sempre più esposti ai creditori del condominio

Parti comuni - Qualora i creditori del condominio siano insoddisfatti sono pignorabili le quote del singolo condomino anche se non moroso. Le novità della Corte di Cassazione.

Condominio senza amministratore, istruzioni per l'uso

Amministratore di condominio - I condomini che non hanno l'obbligo di nominare un amministratore sono quelli che contano meno di nove partecipanti. Ma come si gestiscono queste compagini?
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img francesco.pepe
Buongiorno, vorrei sapere se esistono sentenze che esonerano il condomino ad assumere la carica di amministratore del condominio pur in presenza di delibere assembleari che lo...
francesco.pepe 07 Maggio 2020 ore 13:53 2
Img 64brunica
Buon giorno,l'amministratore ha da poco nominato una s.a.s. a conduzione familiare.All'atto della nomina ha presentato una lettera di benvenuto con alcuni suoi dati (p. IVA,...
64brunica 17 Marzo 2015 ore 11:23 1
Img sillysally
Buonasera,l'amministratore ha qualche responsabilità nel non aver mai avvisato il proprietario per un intero anno che gli inquilini non pagavano le spese condominiali?In...
sillysally 23 Maggio 2014 ore 21:16 3
Img lmontuschi
Ciao!ho comprato un appartamento in un condominio composto da :6 appartamenti ... i proprietari sono 5.sotto ci sono 2 negozi di un altro proprietario ...è obbligatorio...
lmontuschi 04 Luglio 2006 ore 13:12 9
Img 64brunica
Buon giorno,scrivo in merito alla nuova normativa dei reati depenalizzati tra cui l'appropriazione indebita.L'amministratore condominiale che commette un comportamento di questo...
64brunica 08 Aprile 2015 ore 10:26 5