Spese per l'appartamento in locazione, chi e perché deve pagare?

NEWS DI Proprietà
Alla locazione di un appartamento segue l'obbligo di pagare, oltre al canone, una serie di spese. Quali sono e come distinguerle tra proprietario e inquilino?
30 Settembre 2015 ore 18:00
Avv. Alessandro Gallucci

Spese condominiali e di manutenzione


Spese condominialiNel caso di contratto di locazione di un'unità immobiliare chi paga che cosa?
Detta in modo ancora più diretto: quali sono le spese che deve sostenere il locatore e quali quelle a carico del conduttore?

Possiamo dividere le spese in due categorie:

a) spese che riguardano le parti comuni (se l'immobile è ubicato in un edificio in condominio);
b) spese che riguardano direttamente l'unità immobiliare.
Andiamo per ordine.


Spese condominiali


Per le spese inerenti i costi di gestione del condominio, una grossa mano è data dall'art. 9, primo e secondo comma, legge n. 392/78, a mente del quale se non è diversamente stabilito dalle parti spetta al conduttore pagare interamente:

a) le spese riguardanti il servizio di pulizia;

b) quelle relative al funzionamento e all'ordinaria manutenzione dell'ascensore;

c) i costi inerenti la fornitura dell'acqua, dell'energia elettrica, del combustibile per il riscaldamento e quanto necessario per il condizionamento dell'aria;

d) il costo dello spurgo dei pozzi neri e delle latrine (nonché delle condotte fognarie condominiali);

e) in genere quanto dovuto per la fornitura di altri servizi comuni.

Rispetto al servizio di portierato, il secondo comma dell'art. 9 della legge n. 392/78 lo pone a carico del conduttore nella misura del 90 per cento, salvo accordi per il pagamento in misura inferiore.

Il servizio di pulizia scale? Lo paga il conduttore.

Luce, gas e acqua? Idem.

Le spese di rifacimento di un impianto o della facciata? Sono a carico del proprietario.

Il compenso dell'amministratore? Il caso è dubbio.

Locazione e speseAnche se in giurisprudenza, nella dottrina e nella prassi non v'è unità di vedute, la linea più condivisibile, almeno a parere di chi scrive, è quella tracciata nel 1991 dalla Cassazione, secondo la quale:

i costi inerenti il compenso dell'amministratore e le spese da esso sostenute non rientrano tra le spese condominiali che l'art. 9 della legge n. 392 del 1978 pone a carico del conduttore dell'immobile e di conseguenza il loro mancato pagamento non è considerabile un inadempimento utile al proprietario ai fini della possibilità di domandare la risoluzione del contratto (Cass. 3 giugno 1991, n. 6216).

È utile ricordare che nei rapporti con il condominio l'unico responsabile (ossia la persona che se non paga può vedersi notificato un decreto ingiuntivo ex art. 63 disp. att. c.c.) è sempre e solo il proprietario; questa ripartizione degli oneri condominiali ha mera rilevanza interna al rapporto contrattuale.

Nel mese di maggio del 2014 le principali associazioni dei proprietari e degli inquilini hanno siglato un accordo, registrato presso l'Agenzia delle Entrate, contenente indicazioni relative alla ripartizione delle spese tra inquilino e proprietario nell'ambito dei contratti di locazione. Questo accordo, è utile ricordarlo, ha valore vincolante solamente se richiamato dalle parti nel contratto.

Giuntagli la richiesta di pagamento il conduttore ha due mesi per pagare.
Prima di farlo, però, ha diritto di ottenere l'indicazione specifica delle spese a lui riferibili, nonché il diritto di prendere visione ed estrarre copia dei documenti giustificativi di queste spese (cfr. artt. 9, terzo comma, l. n. 392/78 e 1130-bis, primo comma, c.c.).


Spese di manutenzione dell’appartamento


Accade sovente, meglio sostanzialmente sempre, che nel corso d'esecuzione del contratto di locazione si rendano necessari degli interventi finalizzati a mantenere in buono stato manutentivo e quindi d'uso l'unità immobiliare oggetto del succitato contratto.

In questo caso la corretta ripartizione delle spese è motivo d'incertezza e spesso di frizione, tra proprietario e inquilino.

Se si rompe una tubatura del bagno? Paga il proprietario.

Si rompe la caldaia a seguito di un violento temporale? Lo stesso.

Si rompe la tapparella in conseguenza del lungo e prolungato utilizzo? Paga il conduttore.

Quali sono le norme di riferimento, insomma quelle che ci consentono di dare queste risposte?

Fino alla parziale abrogazione della legge n. 392/78 a opera dell'art. 14 della legge n. 431/98 per gli immobili sottoposti alla disciplina dell'equo canone, per le riparazioni e il mantenimento in buono stato bisognava fare riferimento agli artt. 21 e 23 della legge 392.

A oggi le norme di riferimento sono quelle contenute nel codice civile e più in particolare gli artt. 1576 e 1577.

Il primo recita:

Il locatore deve eseguire, durante la locazione, tutte le riparazioni necessarie, eccettuate quelle di piccola manutenzione che sono a carico del conduttore.
Se si tratta di cose mobili, le spese di conservazione e di ordinaria manutenzione sono, salvo patto contrario, a carico del conduttore.

A mente del secondo, invece:

Spese di manutenzioneQuando la cosa locata abbisogna di riparazioni che non sono a carico del conduttore, questi è tenuto a darne avviso al locatore.
Se si tratta di riparazioni urgenti, il conduttore può eseguirle direttamente, salvo rimborso, purché ne dia contemporaneamente avviso al locatore.

In sostanza la differenza è posta tra piccole riparazioni dovute all'uso e interventi necessari, invece, per fattori indipendenti dal contratto di locazione.

La giurisprudenza, di merito e di legittimità, è piena di esempi che puntualizzano cosa debba e non debba considerarsi piccola manutenzione e quindi quale parte contrattuale sia tenuta a provvedere alla spesa.

Secondo il Tribunale di Salerno, ad esempio:
la riparazione degli infissi esterni, delle persiane o delle porte di ingresso dell'immobile locato non rientra tra quelle di piccola manutenzione che l'art. 1576 c.c. pone a carico del conduttore, perché i danni riportati da essi, a meno che non siano dipendenti da uso anormale dell'immobile […], debbono piuttosto presumersi dovuti a caso fortuito o a vetustà e debbono essere, conseguentemente, riparati dal locatore che, a norma dell'art. 1575 c.c., ha l'obbligo di mantenere la cosa locata in stato da servire per l'uso convenuto (Trib. Salerno 16 novembre 2007).

Sempre con riferimento al concetto di piccola manutenzione è stato detto che:
l'obbligo, gravante sul locatore, di mantenere la cosa locata nello stesso stato in cui si trovava al momento del contratto e, comunque, in uno stato tale da servire all'uso pattuito, include anche l'obbligo di provvedere alle riparazioni di piccola manutenzione, laddove devono intendersi come tali quelle derivanti non dal caso fortuito ma dall'utilizzo quotidiano del bene da parte del locatore. Ne deriva che spettano al conduttore le spese necessarie alla riparazione della caldaia, indipendentemente dal fatto che essa abbia già subito una prima sostituzione (Trib. Salerno 28 novembre 2007 in Il merito 2008, 7).

In sostanza ordinarietà e piccola manutenzione sono due concetti distinti.

Non sempre è possibile, a livello generale, distinguere con precisione cosa debba rientrare nella prima piuttosto che nella seconda categoria.

In questo senso quindi, esaminare cosa abbia detto la giurisprudenza riveste notevole importanza.

Quali siano le riparazioni dovute all'uso, alla vetustà o al caso fortuito, in mancanza di accordo tra le parti, lo stabiliscono gli usi locali.

Nel silenzio di questi ultimi, la decisione è rimessa al giudice che valuterà i fatti secondo il proprio prudente apprezzamento.


Spese per vetustà e caso fortuito


Svolte queste considerazioni, è utile soffermare l’attenzione anche sulle nozioni di vetustà e caso fortuito, categorie strettamente connesse all’individuazione del soggetto titolare dell’obbligo di pagamento delle spese di manutenzione.

Il caso fortuito è un evento imprevisto e imprevedibile a seguito del quale la cosa locata subisce un danno.

Il temporale di cui sopra ne rappresenta l‘esempio classico.

La vetustà, come si legge su un qualunque vocabolario, è la vecchiaia della cosa dalla quale discende la rottura e quindi la necessità di riparazione.

La valvola di una caldaia che si rompe a causa dell'età dell'impianto dovrà essere sostituita dal proprietario.

Non sempre gli effetti derivanti dalla vetustà, ai fini che ci occupano, sono facilmente distinguibili da quelli dovuti all'uso.

Un esempio.

Il rubinetto del lavandino della cucina può rompersi in quanto vecchio perché utilizzato per tantissimi anni.

Il secondo comma dell'art. 1609 c.c. specifica che in mancanza di determinazione delle spese riconducibili nell'alveo della vetustà, dell'uso o del caso fortuito si decide in base agli usi locali.

E se nemmeno gli usi locali affermano nulla?

In casi del genere, ad avviso di chi scrive, la spesa dev'essere posta a carico del conduttore il cui uso ha influito sulla vetustà. Come si diceva in precedenza, la valutazione ultima in assenza di criteri di riferimento spetta sempre al giudice adito per risolvere la controversia.

Chiaramente chi è in affitto da pochi mesi non può vedersi imputati costi per interventi manutentivi dovuti a questi motivi.

riproduzione riservata
Articolo: Locazione e spese di manutenzione: chi deve pagare
Valutazione: 4.30 / 6 basato su 20 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Locazione e spese di manutenzione: chi deve pagare: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Beatrice1
    Beatrice1
    Sabato 7 Ottobre 2017, alle ore 14:57
    Sono stata locataria di un immobile per 4 anni.
    A Fine agosto ho lasciato l’appartamento in seguito a trasloco.
    Ora il proprietario mi dice che gli si sono bruciate le lampadine e che ha impiegato 8 gg per pulire la casa.
    Ora mi chiede di comprargli io le lampade e quasi mi chiede il rimborso per le pulizie.
    Premetto che l’appartamento é stato da me pulito ed il parquet lucidato.
    Alla consegna delle chiavi mi ha firmato un foglio dove si affermava che non avevo saltato un solo pagamento ne dei canoni di affitto ne di spese oltre affitto (tipo l’acqua e la benz adoperati per il mantenimento del prato comune - sul quale nn ho mai potuto appoggiare piede sopra) ora mi chiedo, dopo aver pulito io stessa, dopo aver riconsegnato le tende lavate da lavanderia, dopo aver stuccato un muro sul quale avevo fatto un foro, dopo aver ripristinato i rubinetti in seguito alla rimozione della mia cucina, dopo aver lavato finestre, porte, ringhiere e pavimenti, dopo aver riparato i piccoli danni causati dall’uso, devo ancora comprare le lampade e magai riconoscergli qualcosa per una fantomatica pulizia? 
    rispondi al commento
    • Beatrice1
      Beatrice1 Beatrice1
      Lunedì 9 Ottobre 2017, alle ore 00:18
      Naturalmente non è che nn voglio pagare delle lampadine, ma è che sono perplessa circa il comportamento del proprietario.
      Non è che ora mi chiederà un rimborso per qualsiasi cosa?
      Anche per danni da me non causati? 
      rispondi al commento
      • Lucag1979
        Lucag1979 Beatrice1
        Mercoledì 11 Ottobre 2017, alle ore 10:59
        In linea generale se ti ha firmato una liberatoria, non dovresti avere problemi. La faccenda, però, andrebbe valutata carte alla mano. Se intendi usufruire del servizio di consulenza a pagamento presente sul sito Lavorincasa.it, clicca qui: Consulenza Legale, Fiscale e Condominiale
        rispondi al commento
  • Sammylee
    Sammylee
    Mercoledì 13 Settembre 2017, alle ore 16:15
    Per quanto riguarda la manutenzione della caldaia, sono 2 anni e poco piu che sono in affitto, la caldaia ha gia 10 anni, in questi giorni è sorto un problema tecnico, l'acqua non si scalda cioè non arriva a temperatura e la fiammella si accende e si spegne.
    Quando arriverà il tecnico mi dirà che tipo di problema è.
    Nel caso specifico la spesa a chi aspetta, inquilino o propietario?
    rispondi al commento
  • Mimmi
    Mimmi
    Martedì 5 Settembre 2017, alle ore 18:51
    Buongiorno,
    la serratura della porta di un appartamento locato si è rotta e deve essere cambiata, mi chiedevo se questa spesa è a carico del locatore o del locatario. Se qualcuno sa rispondermi, cortesemente vorrei sapere a chi spetta la spesa.
    Grazie, Marco
    rispondi al commento
  • Mimmi1
    Mimmi1
    Martedì 5 Settembre 2017, alle ore 18:50
    La serratura della porta di un appartamento locato si è rotta e deve essere cambiata, mi chiedevo se questa spesa è a carico del locatore o del locatario.
    Se qualcuno sa rispondermi, cortesemente vorrei sapere a chi spetta la spesa.Marco
    rispondi al commento
  • Loryrose
    Loryrose
    Mercoledì 12 Luglio 2017, alle ore 09:40
    Buongiorno, sono locataria di un appartamento che ha subito dei danni con il terremoto. I danni non sono strutturali ma ci sono profonde crepe nei tramezzi. Vorrei sapere chi deve pagare per la ristrutturazione visto che la proprietaria nicchia e nel caso spetti a lei (visto che è un caso fortuito) posso obbligarla alla riparazione?Grazie in anticipo.
    rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Loryrose
      Giovedì 13 Luglio 2017, alle ore 17:22
      Il caso fortuito è a carico della proprietaria, specie se riguarda la conservazione in buono stato dell'edificio.
      rispondi al commento
  • Alessiopignatale
    Alessiopignatale
    Sabato 24 Giugno 2017, alle ore 14:58
    Salve! Vorrei un chiarimento .....ho venduto casa con gli inquilini, gli stessi qualche anno fa mi hanno chiesto se potevano montare Delle zanzariere....su mio consenso non scritto ma alla parola le ho dato facoltà di svolgere la posa in opera....ma specificando che se un giorno loro andavano via o io vendevo l'immobile avrebbero lasciato le zanzariere al loro posto o magari ripristinare lo sconcio che avrebbero creato.....vi chiedo hanno l'obbligo di smontare le zanzariere? Grz in anticipo 
    rispondi al commento
  • Inglesestefania
    Inglesestefania
    Venerdì 12 Maggio 2017, alle ore 10:39
    Salve, avrei necessità di una delucidazioneSono state sostituite delle molle che regalavano il movimento di una tapparelle elettrica.Chi paga la spesa?Grazie
    rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Inglesestefania
      Martedì 16 Maggio 2017, alle ore 11:48
      Se sono state sostituite perché molto usate e l'inquilino abita lì da parecchio, insomma se ha causato lui l'usura, la spesa spetta a lui.
      rispondi al commento
      • Inglesestefania
        Inglesestefania Lucag1979
        Martedì 16 Maggio 2017, alle ore 12:14
        Sono state sostituite dopo 15 anni, e io ci ho abitato per un anno e  mezzo.... il tecnico infatti ha detto che la sostituzione è solo un palliativo...
        rispondi al commento
        • Lucag1979
          Lucag1979 Inglesestefania
          Martedì 16 Maggio 2017, alle ore 12:22
          Secondo me paga il proprietario.
          rispondi al commento
          • Inglesestefania
            Inglesestefania Lucag1979
            Martedì 16 Maggio 2017, alle ore 12:33
            Abbiamo avviato la mediazione....
            rispondi al commento
  • Natalia
    Natalia
    Mercoledì 10 Maggio 2017, alle ore 14:18
    Qualche giorno fa si è staccato il pannello di legno (ho una cucina ad incasso) della lavastoviglie.
    Chi deve pagare?
    rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Natalia
      Giovedì 11 Maggio 2017, alle ore 15:09
      Dipende perché si è staccato, la causa del distacco fa capire l'imputabilità della spesa.
      rispondi al commento
  • Gabrigabri
    Gabrigabri
    Domenica 7 Maggio 2017, alle ore 01:26
    Sono in affitto da 10 mesi.
    La spesa di verifica annuale della calderina è a carico del conduttore o del proprietario?
    La spazzatura(amiu) devo pagarla io dal momento che non ho la residenza nella casa che abito?
    Ed il canone rai, che non faccio uso della televisione, chi lo deve pagare?
    rispondi al commento
    • Lucag1979
      Lucag1979 Gabrigabri
      Martedì 9 Maggio 2017, alle ore 18:09
      Le spese che dici sono tutte a carico tuo, perché connesse all'uso, salvo il canone, purché in casa non ci sia televisore.
      rispondi al commento
  • espandi
  • espandi
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Locazione e spese di manutenzione: chi deve pagare che potrebbero interessarti
Conduttore e spese condominiali

Conduttore e spese condominiali

Il proprietario di un unità immobiliare in condominio ha sempre diritto di ottenere dal conduttore il rimborso di determinate spese condominiali. Come provarle?...
Il proprietario, l'inquilino e le spese condominiali.

Il proprietario, l'inquilino e le spese condominiali.

Chi abita in affitto ed in condominio sa che la materia delle spese condominiali genera frizioni, se non proprio contrasti con il proprietario dell'unità...
Il conduttore ha diritto alla specifica degli oneri condominiali

Il conduttore ha diritto alla specifica degli oneri condominiali

Il conduttore di un'unità immobiliare ubicata in condominio ha sempre diritto alla specifica degli oneri condominiali richiestigli dal proprietario...
Contratto di locazione e spese di manutenzione

Contratto di locazione e spese di manutenzione

Nell'ambito di un contratto di locazione esistono delle spese che gravano sul proprietario e altre a carico del conduttore: vediamo come distinguerle correttamente.
Ripartizione spese tra inquilino e proprietario

Ripartizione spese tra inquilino e proprietario

Confedilizia, associazione dei proprietari, e i tre sindacati degli inquilini hanno aggiornato le tabelle di ripartizione spese tra inquilino e proprietario.
accedi al social
Visibilità AziendeRegistrati
21.111 Aziende Registrate
img azienda img preventivi aziende img redazionale
img impresa img marketing img banner
barra aziende
SERVIZI UTENTIRegistrati
280.344 Utenti Registrati
img mypage img ristrutturazione img preventivi utente
img progettazione img consulenza img mercatino
img cadcasa img forum img computo
img riscaladamento img clima img imu
barra utenti
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Franke lavello franke bag 620 bahia 9899848 cm.86x50 2 vasche fragranite grafite
      Franke lavello franke bag 620...
      133.50
    • Daikin unità interna fancoil pavimento fwv01dtn - versione 2 tubi
      Daikin unità interna...
      254.08
    • Original-legno cuccia per cani in legno (spese spedizione incluse)
      Original-legno cuccia per cani in...
      74.90
    • Franke bag 621 9899842 114.0190.144 lavello fragranite da incasso cucina bahia cm.116x50 2 vasche e gocciolatoio reversibile grafite
      Franke bag 621 9899842 114.0190...
      143.00
    • Vaillant scaldabagno outside mag it 11-5-0-5 tipo a 17,4 kw produz. h2o 11 lt.(cod. 0010019955) - metano
      Vaillant scaldabagno outside mag...
      366.00
    • Franke lavello franke bag 620 bahia 9899833 cm.86x50 2 vasche fragranite avena
      Franke lavello franke bag 620...
      133.50
    • Teuco rubinetteria vasca a parete startline
      Teuco rubinetteria vasca a parete...
      256.00
    • Teuco rubinetteria startline bordo vasca 4 fori
      Teuco rubinetteria startline bordo...
      256.00
    • Pratiche detrazioni fiscali
      Pratiche detrazioni fiscali...
      500.00
    • Pavimenti pavè
      Pavimenti pavè...
      30.00
    • Installazione di antenne
      Installazione di antenne...
      54.00
    • Colombo forever spandisapone
      Colombo forever spandisapone...
      85.00
    • Daikin unità interna fancoil canalizzabile media prevalenza fwb02btn - versione 2 tubi
      Daikin unità interna...
      369.00
    • Daikin unità interna fancoil flexi da incasso fwm01dtn - versione 2 tubi
      Daikin unità interna...
      202.67
    • Daikin unità interna fancoil parete fwt02ct - versione 2 tubi
      Daikin unità interna...
      320.01
    • Franke lavello franke bag 620 bahia 9899834 cm.86x50 2 vasche fragranite bianco
      Franke lavello franke bag 620...
      133.50
    • Franke bag 621 9899840 114.0171.023 lavello fragranite da incasso cucina bahia cm.116x50 2 vasche e gocciolatoio reversibile bianco
      Franke bag 621 9899840 114.0171...
      143.00
    • Daikin unità interna fancoil parete fwt04ct - versione 2 tubi
      Daikin unità interna...
      345.00
    • Colombo forever appenditutto
      Colombo forever appenditutto...
      28.00
    • Colombo land appenditutto
      Colombo land appenditutto...
      38.00
    • Colombo khala appenditutto
      Colombo khala appenditutto...
      33.00
    • Colombo land spandisapone
      Colombo land spandisapone...
      92.00
    • Colombo khala spandisapone
      Colombo khala spandisapone...
      92.00
    • Inda gancio appendiabiti lea
      Inda gancio appendiabiti lea...
      16.50
    • Vaillant scaldabagno outside mag it 16-5-1-5 tipo a 27,9 kw produz. h2o 16 lt.(cod. 0010019957) - metano
      Vaillant scaldabagno outside mag...
      554.99
    • Samsung climatizzatore quantum maldives 12000 btu f-ar12mpe a++
      Samsung climatizzatore quantum...
      404.99
    • Stefanplast s.p.a. stefanplast vaso plastica rettangolare colore coccio, 40 cm
      Stefanplast s.p.a. stefanplast...
      4.34
    • Fiskars troncarami telescopico fiskars smartfit l86
      Fiskars troncarami telescopico...
      51.40
    • Black&decker macchina decespugliatore elettrico tagliabordi a filo potenza 450 watt 7300 giri-min - st4525
      Black&decker macchina...
      42.95
    • Asciuga-lucida bicchieri sv1000 professionale
      Asciuga-lucida bicchieri sv1000...
      1.54
    • Vasca idromassaggio teuco avellino
      Vasca idromassaggio teuco avellino...
      1100.00
    • Colombo forever porta salvietta 44 cm
      Colombo forever porta salvietta 44...
      64.00
    • Colombo forever porta salvietta 74 cm
      Colombo forever porta salvietta 74...
      78.00
    • Kubedesign lampada da terra barokka
      Kubedesign lampada da terra barokka...
      230.00
    • Colombo forever porta salvietta 59 cm
      Colombo forever porta salvietta 59...
      70.00
    • Colombo forever porta rotolo
      Colombo forever porta rotolo...
      54.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Weber
  • Onlywood
  • Officine Locati
  • Pensiline.net
  • Immobiliare.it
  • Mansarda.it
  • Black & Decker
  • Faidatebook
  • Ceramica Rondine
MERCATINO DELL'USATO
€ 180.00
foto 3 geo Parma
Scade il 31 Dicembre 2017
€ 68.00
foto 1 geo Milano
Scade il 31 Ottobre 2018
€ 50.00
foto 2 geo Livorno
Scade il 30 Novembre 2017
€ 60.00
foto 1 geo Livorno
Scade il 30 Novembre 2017
€ 500.00
foto 6 geo Milano
Scade il 31 Dicembre 2017
€ 1.50
foto 0 geo Messina
Scade il 01 Gennaio 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
101717
cookie

Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.
ok